Opinione Il killer silenzioso di cui nessuno parla

Barborsa

Biker popularis
2/16/22
97
139
0
24
Verina
Visit site
Bike
Santacruz 5010
È un inizio: chi ha case singole può avere l'acqua calda dall'energia solare, o ricaricare l'eventuale auto elettrica. L'unica cosa certa è che rimanere fermi è l'opzione peggiore.
D'inverno produci pochissimo non ricarichi nulla, tra l'altro di giorno uno di solito è al lavoro... Io farei 20 centrali nucleari altro che stupidaggini green totalmente inefficienti e costose. Per non parlare della pompa di calore, recentemente mi hanno sparato più di 20 mila euro... Questi sono tutti scemi
 
  • Like
Reactions: lorenzom89

Fermo80

Biker forumensus
5/4/22
2,209
1,346
0
Brescia
Visit site
Bike
Scarsa
quindi per contrastare "il killer silenzioso" dobbiamo aspettare che ogni tanto tiri qualche vento che ci salvi??
In inverno, per ora, si.
E' così da una vita, eh, non dall'altro ieri ;-)
E nel breve termine sarà comunque sempre e solo così: in inverno in PP si respira se tira vento o se piove/nevica, non si respira in condizioni di stasi anticiclonica.
Il problema quindi è sperare che nel futuro la fastidisioa ingerenza di quel mostriciattolo a sud-ovest non aumenti ulteriormente, lasciando un po' di spazio a un certo dinamismo atmosferico.
Qualsiasi eventuale soluzione, ammesso e non concesso che funzioni, richiederà tempi lunghi per dare i suoi frutti, quindi nel frattempo si continuerà a sperare in una circolazione favorevole (per poi lamentarsi che piove e non si può fare un cavolo...mai contenti! :mrgreen:)
 

Gigispeed3

Biker superis
2/4/16
363
396
0
Marostica
Visit site
Bike
Nomad 6
Il metodo scientifico attuato è quello chi chi ha più influenza sui social
Un Tozzi di metodo scientifico non ha assolutamente niente, è un imbonitore influencer oramai...
Forse Prodi ha qualche competenza in più...

Oggi ascoltiamo le stronzate che quelli di ultima degenerazione ripetono a macchinetta in tv, stronzate lette su internet e imparate a memoria e si permettono di contraddire studiosi veri...

Detto questo il metodo scientifico può dare più soluzioni o risposte dicotomiche, e qui entra in moto il sistema che decide che una è giusta e una è sbagliata ed il metodo scientifico magicamente si trasforma in fanatismo scientifico

Chi consigliava di curare il covid col bicarbonato era un idiota e non c'entra un cazzo con la discussione, ma vedo che ricordiamo più volentieri questi coglioni alla, vanna marchi che gente come De Donno che risulterebbe alquanto scomoda...

sid
concordo in pieno
 

Gigispeed3

Biker superis
2/4/16
363
396
0
Marostica
Visit site
Bike
Nomad 6
Grazie mtbmag. Bisogna sensibilizzare. Non tutti credono al cambiamento climatico. E i partiti populisti Dilagano Nei Consensi . Alla Gente Fa Comodo Sentirsi Dire Che È ciclico . Così Si Può Continuare La Stessa Vitaa Di Prima E ...
aspetta un secondo.
intanto qui nessuno continua con la stessa vita di prima, proprio per niente.

te lo dice uno che se vuole lavorare deve assolutamente avere tutto e per tutto in regola e senza sgarrare,

quindi per girare in auto DEVE avere minimo una euro 6, furgone compreso , se no col caxxo che entri in zona ZTL o simili, e cmq devi pagare lo stesso il pass per entrare se non vuoi avere problemi.
uno per cui tutti gli impianti della ditta sono monitorati che neanche Orazio Kein di CSI , che tu non sai tutte le normative le non normative, i corsi, gli aggiornamenti,
i rifiuti sono trattati da aziende super specializzate , sempre a pagamento, neanche fosse plutonio.
i materiali per lavorare sono acquistati sotto normativa CEE, sotto normativa MOKA, lo stoccaggio, i registri.. ecc
gli impianti per il consumo energetico sono ipermonitorati, visti i costi e tutto, e non ti dico cosa bisogna fare per le emissioni.

allora... tutto questo mi dirai servirà a qualcosa?

me lo chiedo anche io , visto che i miei colleghi extraeuropa se ne sbattono altamente, inquinano che io dovrei lavorare 10 vite intere , rilasciano in ambiete le peggio cose, e ripeto SE NE SBATTONO, e sul mercato costano pure meno di me, e sono sovvenzionati dai loro rispettivi governi..

Non so dammele tu le risposte allora, oppure vieni tu , in ditta da me visto che siedi alla destra del padre.

e se hai del tempo fattelo spiegare da Franco Prodi cosa è il cambiamento climatico,
franco prodi è il fratello di romano, si proprio quel prodi li, ed è il massimo esperto che abbiamo nel nostro paese, mica un gigispeed qualunque.
 
Last edited:
  • Like
Reactions: Barborsa

Gigispeed3

Biker superis
2/4/16
363
396
0
Marostica
Visit site
Bike
Nomad 6
Ecco il primo esempio...basta pasturare...
:-|
e cascano nella rete....


Lui ha già deciso che gli scienziati buoni sono quelli che attribuiscono la colpa all'inquinamento, quelli cattivi ed eretici quelli che dicono che è ciclico
Ha già deciso che chi segue la seconda strada è populista (non poteva essere populista chi seguie la prima? ma forse non sa nemmeno il significato di populista)
Ha già deciso il buono e il cattivo... , ma la cosa interessante è il processo mentale per cui lui abbia deciso già da che parte schierarsi eliminando assolutamente ogni minimo dubbio (cosa che su tutte le questioni ognuno dovrebbe sempre avere) che non possa essere quella corretta.
Non avendo lui NESSUNA BASE SCIENTIFICA per poter affermare se ha ragione A o B, viene influenzato de quello che maggiormente vede in TV o sente alla Radio o legge sui Social... magari il ragionamento gli torna... ma non avrebbe da solo le capacità di dimostrarlo.
Ora però c'è il problema che magari ci sono altri scienziati che dicono il contrario, come giustifica il soggetto sopra questa cosa... semplicissimo, sono eretici, non dovrebbero avere spazio, andrebbero silenziati, non sono bravi scienziati.

E cosi l'uomo medio, che magari si occupa di vendere tappeti, diventa da un giorno all'altro un sostenitore accanito di tesi scientifiche che man mano che le ripete inizia quasi a pensare di averle redatte lui stesso, che la verità è assolutamente banale e che come sempre ...:
IO SO IO E VOI NON SIETE UN CAZZO (CIT mARCHESE DEL gRILLO)

SID
e concordo
 

lorenzom89

Biker dantescus
10/23/10
4,785
6,496
0
emilia romagna
Visit site
Bike
mtb
In inverno, per ora, si.
E' così da una vita, eh, non dall'altro ieri ;-)
E nel breve termine sarà comunque sempre e solo così: in inverno in PP si respira se tira vento o se piove/nevica, non si respira in condizioni di stasi anticiclonica.
Il problema quindi è sperare che nel futuro la fastidisioa ingerenza di quel mostriciattolo a sud-ovest non aumenti ulteriormente, lasciando un po' di spazio a un certo dinamismo atmosferico.
Qualsiasi eventuale soluzione, ammesso e non concesso che funzioni, richiederà tempi lunghi per dare i suoi frutti, quindi nel frattempo si continuerà a sperare in una circolazione favorevole (per poi lamentarsi che piove e non si può fare un cavolo...mai contenti! :mrgreen:)
dire che siccome è così da sempre non si può fare niente è sbagliato

ho un amico che ha vissuto dal 2010 al 2018 a Pechino e spesso mi raccontava dello smog costante, che non si vedeva mai il cielo e la sera si soffiava il naso e usciva roba grigio nera, e Pechino risiede in una specie di conca, quindi come la pianura padana è in una posizione "sfortunata" per la qualità dell'aria.

Ora però da un pò di anni grazie a diverse politiche lungimiranti l'aria è migliorata e di parecchio... e non è di certo grazie al vento
https://www.repubblica.it/green-and..._pechino_il_cielo_e_sempre_piu_blu-316714845/
 
  • Like
Reactions: fitzcarraldo358

Riz 73

On trail
10/26/12
1,725
4,936
0
Cuneo
Visit site
Bike
Ragley Big Al e Cube Stereo
beh insomma "siamo nella merda"...

nella storia dell'umanità non c'è mai stata :
_un'aspettativa di vita così alta
_numero di persone con tetto sulla testa, acqua, elettricità, servizi igienici
_cure mediche così avanzate
_intrattenimento e telecomunicazioni per tutti a basso costo
_possibilità di viaggiare e spostarsi a basso costo
_minor numero di persone che muoiono di fame
_minor numero di lavori pesanti e usuranti

poi non me ne vengono in mente altre ma ce ne sarebbero ancora.. lo so che in giro sembra ci siano solo disgrazie e apocalissi imminenti ma impariamo a guardare anche il bicchiere mezzo pieno.
Insomma buona parte dei motivi per cui siamo in questa situazione.....
 

valerio_vanni

Biker grossissimus
12/5/14
5,467
1,866
0
Visit site
Molto interessante, parziale o totale? Ti viene "pompata" una temperatura minima molto bassa ma cmq non rimovibile oppure nemmeno quella se lo spegni? Cosa accade se tutti spengono si spegne la centrale oppure resta un minimo? Nel caso di che entità è questo minimo? (chiedo tante cose non sapendone nulla)
La caldaia tiene caldo un ricircolo l'acqua... non è molto, di per se.
 

valerio_vanni

Biker grossissimus
12/5/14
5,467
1,866
0
Visit site
Adesso come adesso è diminuita la superficie verde in pianura, ma nelle zone collinari i boschi si son mangiati i campi e i pascoli. Quand'ero bambino vedevo le contrade attorno casa, ora ci sono solo boschi.
E' vero.
E' impressionante guardare le immagini aeree del passato. Nel portale della Toscana, per esempio, si trovano del 1954 e del 1963.
 
  • Like
Reactions: Gianz

fafnir

Biker meravigliosus
11/9/13
15,265
14,354
0
37
Padova
Visit site
Bike
Warden, Hightower, Venge
beh insomma "siamo nella merda"...

nella storia dell'umanità non c'è mai stata :
_un'aspettativa di vita così alta
_numero di persone con tetto sulla testa, acqua, elettricità, servizi igienici
_cure mediche così avanzate
_intrattenimento e telecomunicazioni per tutti a basso costo
_possibilità di viaggiare e spostarsi a basso costo
_minor numero di persone che muoiono di fame
_minor numero di lavori pesanti e usuranti

poi non me ne vengono in mente altre ma ce ne sarebbero ancora.. lo so che in giro sembra ci siano solo disgrazie e apocalissi imminenti ma impariamo a guardare anche il bicchiere mezzo pieno.
Ma parliamo di presente o futuro? E di quale paese? Il presente va molto bene. Il futuro è nero e in cima ai motivi ci metto il numero della popolazione mondiale. Qualche anno fa il futuro era incoraggiante, il contrario di ora.
Stiamo perdendo benessere di anno in anno, il picco è già superato e la tendenza non si invertirà mai
 
  • Like
Reactions: Domenic - B

frenzyfrenzy

Biker superis
6/7/19
392
223
0
Chiaravalle, Marche Italy
Visit site
Bike
Methanol
Al lavoro siamo in 45 e di questi 6 non abbiamo l'automobile. Io per motivi ideologici ed economici visto che avere la macchina è ormai un lusso. Quando esco dal lavoro attendo il mio bus anche per mezz'ora davanti ad una fila interminabile di auto che vanno a passo d'uomo. Sono sicuramente tra quelli che si fanno l'aerosol con gli scarichi auto e che sperano sempre che vada tutto bene.
 

albatros_la

Biker assatanatus
6/25/09
3,445
2,801
0
Collegno (TO)
www.flickr.com
Al lavoro siamo in 45 e di questi 6 non abbiamo l'automobile. Io per motivi ideologici ed economici visto che avere la macchina è ormai un lusso. Quando esco dal lavoro attendo il mio bus anche per mezz'ora davanti ad una fila interminabile di auto che vanno a passo d'uomo. Sono sicuramente tra quelli che si fanno l'aerosol con gli scarichi auto e che sperano sempre che vada tutto bene.
Se aspetti mezz'ora conviene prendere una bici o un monopattino.
Prenditi una maschera filtrante.
 

Nessunego

Biker triathleticus
8/17/23
1,037
1,841
0
Nord Italia
Visit site
Bike
Cannondale Trail Sl 3 (upgraded)
Non se ne parla perché non esiste alcuna soluzione possibile che non preveda lo stravolgimento di tutte le attività della zona più popolata d'Italia. In pianura padana ci sono industrie (inquinano), allevamenti (inquinano), trasporti (inquinano) e ci vivono e lavorano milioni di persone (in case e uffici che inquinano). Ad oggi l'unica soluzione che cambi le cose in modo significativo sarebbe chiudere le industrie, gli allevamenti, ridurre i trasporti e trasferire coattamente milioni di persone altrove. Dove altrove dovrebbe essere un posto diverso da una conca senza ricambio d'aria. La pianura padana non inquinata è un posto fatto di piccoli borghi con campi arati con l'asino, qualche risaia e qualche cascina con due mucche e un pollaio e stradine sterrate costeggiate da rogge (cose che si vedono ancora), con gente che va in giro a piedi o in bici o sul carretto trainato dal bue, con massimo 500.000 abitanti in tutto.
Se cambi queste condizioni, hai un inquinamento che cresce esponenzialmente e incontrollabile.
 
  • Like
Reactions: Domenic - B

marco

Not
Staff member
Diretur
10/29/02
43,476
18,955
113
52
Monte Bar
www.mtb-mag.com
TC
KM Percorsi
Bike
Diverse
Secondo me ... se siamo qui a parlare di clima con questo articolo direi OT il mondo dell' Mtb è proprio finito..

capisco che sia un argomento che possa non far piacere, ma visto che nelle condizioni attuali "si sconsiglia l'attività fisica all'aperto", riguarda molti più lettori di questo sito di quanto tu creda.
 

MatteLegnaia

Biker novus
8/19/14
32
28
0
Visit site
capisco che sia un argomento che possa non far piacere, ma visto che nelle condizioni attuali "si sconsiglia l'attività fisica all'aperto", riguarda molti più lettori di questo sito di quanto tu creda.
Non è che nn fa piacere purtroppo è cosi... si discute si discute e nn si risolve... io dico che mediamente in questo forum avremo penso 45 anni... quindi alla meglio ancora 15 anni di pedalate dignitose... quindi un cazzo di tempo... pensiamo a pedalare, condividere la nostra passione regalarci un sorriso senza tante paturnie tutto li
 
  • Like
Reactions: Gigispeed3

Mambro82

Biker serius
2/5/20
218
198
0
42
Lecco
Visit site
Bike
Orbea Occam
Non se ne parla perché non esiste alcuna soluzione possibile che non preveda lo stravolgimento di tutte le attività della zona più popolata d'Italia. In pianura padana ci sono industrie (inquinano), allevamenti (inquinano), trasporti (inquinano) e ci vivono e lavorano milioni di persone (in case e uffici che inquinano). Ad oggi l'unica soluzione che cambi le cose in modo significativo sarebbe chiudere le industrie, gli allevamenti, ridurre i trasporti e trasferire coattamente milioni di persone altrove. Dove altrove dovrebbe essere un posto diverso da una conca senza ricambio d'aria. La pianura padana non inquinata è un posto fatto di piccoli borghi con campi arati con l'asino, qualche risaia e qualche cascina con due mucche e un pollaio e stradine sterrate costeggiate da rogge (cose che si vedono ancora), con gente che va in giro a piedi o in bici o sul carretto trainato dal bue, con massimo 500.000 abitanti in tutto.
Se cambi queste condizioni, hai un inquinamento che cresce esponenzialmente e incontrollabile.
Quindi basterebbe ribaltare l'Italia scherzi stupidi a parte, il problema è la gente... Tutti bravi a parlare, ma se poi si dice di rinunciare ad andare in vacanza, ad usare l'auto per fare 250 metri, a mettersi in maglione in casa, ecc, ecc facciamo la rivoluzione.
Oltre al fatto che negli ultimi 10 anni ho visto il più brutto cambiamento nell' uomo.
Fino a 10 anni fa' l' imprenditore raggiungeva il livello giusto per vivere dignitosamente e si fermava o rallentava, ora (almeno in pianura padana) l' unico obiettivo è superare l'anno precedente, come se fosse una questione di vita o morte , mentre invece e solo una malattia mentale.
Ah, tutte le soluzioni Green sono inutili. Qualsiasi soluzione, se applicata a grande raggio crea inquinamento non sostenibile...
Pellet, se tutti andiamo a pellet finiamo le foreste in 15 anni...
Pannelli... Quanto inquinerebbe e quante risorse dobbiamo sperperare per produrli in rapporto alla resa?
Auto elettrica... Se ognuno di noi l'avesse probabilmente l'Africa ora non esisterebbe più...
 

Barborsa

Biker popularis
2/16/22
97
139
0
24
Verina
Visit site
Bike
Santacruz 5010
Le piante se intendi i boschi sono aumentati negli ultimi 100 anni (in italia). Una volta con la miseria si viveva di agricoltura e allevamento anche nei posti più scomodi (cioè colline e montagne). Poi man mano che arrivava il benessere non valeva più la pena fare agricoltura o pastorizia negli scomodi terreni pendenti che sono stati in buona parte abbandonati e diventati bosco.

Una visione più ampia è questa:

1. In origine fino a qualche migliaio di anni fa prima dell'uomo o quando erano pochi l'Italia era una intera foresta di alberi enormi (non veniva fatta legna regolarmente e avevano il tempo di diventare tutti molto grossi)

2. Un secolo fa siamo arrivati al minimo di foreste perchè si faceva agricoltura e pastorizia ovunque

3. Adesso si stanno riprendendo le foreste in montagne e colline ma la pianura resta ovviamente priva di foreste perchè è troppo comoda per farci attività produttive che siano industriali o agricole
In Italia non ci sono mai stati tanti boschi come ora, persino ai tempi dei romani si tagliava giù legname di brutto, anche perché era uno dei pochi materiali. Io vivo in collina in Veneto, mio padre ha vecchie foto e cartoline, non c'era una pianta più vecchia di 5 anni, bruciavano tutto negli anni 40 e 50 perché c'era la miseria nera, ovunque c'erano muretti a secco per pianeggiare un po' di terreno e coltivare poche patate o zucche. Ora sembra la foresta pluviale e siamo pieni di animali che fanno disastri, in primis cinghiali e caprioli...uno mi è pure finito in piscina
 

Classifica giornaliera dislivello positivo

Classifica mensile dislivello positivo