Gravel titanio: pro e contro

fitzcarraldo358

Biker imperialis
13/11/08
10.795
1
1.765
0
Romagna
Bike
Canfield, Antidote, Singular
Sinceramente che sia sensibile hai raggi UV è un dato che non ne terrei conto ormai le resine sono evolute e vengono realizzate molte cose in materiale composito anche molto sollecitate pensa ad esempio ad una barca che tra sole acqua vento caldo freddo ne vede di ogni, per me ora è il miglior compromesso
esatto, le vernici (anche trasparenti) sono fatte per schermare gli UV, ed in ogni caso a meno che la bici non stia all'aperto tutto il giorno tutto l'anno anche se non fosse verniciata quello degli UV non sarebbe un problema a mio parere.
 
  • Mi piace
Reactions: Gianz and cicluto

 

up2

Biker superis
12/9/16
339
57
0
Milano
Bike
Cube Analog 27.5"
Per diversi motivi:
1. troppo rigido
2. dura poco
Anni fa ho avuto una scott scale in alluminio, una mtb, certo, ma praticamente l'ho usata come adesso uso la gravel: tanto asfalto, sterrati facili. Dopo 20.000 km si è aperta una crepa sul fodero inferiore destro, poco prima del forcellino. Me ne sono accorto per sbaglio, mentre pulivo la bici. Credevo fosse il segno di un adesivo applicato sul telaio, e invece era una crepa bella e buona. Non oso pensare cosa sarebbe successo se fossi uscito, magari per fare uno sterrato. In quel periodo avevo cominciato, complice l'acquisto di una gravel, ad usare la MTB per cose più da MTB: sterrati più impegnativi e single track. Da allora mi son detto: alluminio, anche no.
Poi non so se è una questione di geometrie o materiali o impostazione generale, ma con la bici in alluminio spesso tornavo a casa che ero più stanco di spalle e braccia che non di gambe. Presa bici in carbonio, più successo, e lo stesso dicasi della MTB in acciaio. Con queste 2 faccio giri che la bici in alluminio si sognava, eppure era lei quella che mi stancava di più.
Dopo soli 20000km? :) :) :)
Io li faccio in 10 anni
il tuo discorso non fa una grinza, però mi fa capire che per me che faccio circa 2000km l'anno può andare bene l'alluminio, anche se come te mi stanco più di spalle e braccia che non di gambe
 

andy_g

Biker perfektus
27/4/06
2.760
480
0
Roma
Bike
Giant Trance
Dopo soli 20000km? :) :) :)
Io li faccio in 10 anni
il tuo discorso non fa una grinza, però mi fa capire che per me che faccio circa 2000km l'anno può andare bene l'alluminio, anche se come te mi stanco più di spalle e braccia che non di gambe
Senza contare che con il prezzo della revisione annuale di una MTB ti ricompri il telaio nuovo. Quanto alla rigidezza ti posso dire per esperienza diretta (su strada) che fa più un manubrio in carbonio che tutto il telaio.
 
Ultima modifica:
  • Mi piace
Reactions: Gianz

Gianz

Biker velocissimus
28/6/07
2.408
1
1.752
0
Valdagno (VI)
Bike
Gas29 Stambek + GT Grade Carbon

Gianz

Biker velocissimus
28/6/07
2.408
1
1.752
0
Valdagno (VI)
Bike
Gas29 Stambek + GT Grade Carbon
Dopo soli 20000km? :) :) :)
Io li faccio in 10 anni
Anch'io, più o meno, a suo tempo. Il problema è che adesso li faccio in 2 anni scarsi... Ecco, tra MTB e gravel si suddividono il gravoso compito, per cui potremmo anche dire che di anni ce ne vorranno 3 o 4. :mrgreen:
 

tembaine

in Albioni
17/7/12
111
55
0
Oxford
Bike
Ibis Ripley V1, Specialized Diverge Comp Custom UK
Ciao a tutti.

Da qualche tempo sto pensando all'upgrade della gravel. Dopo aver aperto, tempo fa, una discussione sul fatto che sia preferibile sistemare la vecchia o cambiarla di brutto, sto lentamente scivolando verso la seconda opzione.

Scartando l'alluminio in maniera categorica, 3 sono le opzioni che sto considerando:
1. prendere un telaio Niner RLT9 steel, assemblarmi la bici come preferisco.
Pro: è acciaio, costa il giusto
Contro: PF30 come standard movimento centrale che, dopo passate esperienze (traumatiche) dovute a rumori, scricchiolii e fastidi vari non vorrei più nemmeno vederlo con il binocolo.

2. scegliere, se ancora se ne trovano, una Specialized Diverge Comp Carbon https://www.specialized.com/it/it/d...285?color=290924-175285&searchText=96220-5249 e al massimo optare per una seconda coppia di ruote.
Pro: bella, movimento centrale BSA, ottimi componenti
Contro: mamma mia che tubone quell'obliquo... poi la gente pensa che giro con l'ebike! :loll: Altri contro, non ne ho trovati

3. andare di titanio, e per la precisione questo: https://www.jlaverack.co.uk/grit-frameset/
Pro: bellissimo! Passaggio cavi interno, movimento centrale BSA o T47, titanio
Contro: costoso (2800€ telaio + forka), difficile da riparare in caso di rottura (ma succede la stessa cosa con l'acciaio... che si possa riparare ovunque è una balla stratosferica... il mio vecchio telaio G29 l'ho buttato perchè non sono riuscito a trovate qualcuno che me l'aggiustasse! E nemmeno l'ha trovato chi il telaio l'aveva prodotto!)

Se dovessi seguire il cuore, andrei di punto 3 dritto come un fuso, però mi chiedo se abbia senso sta cosa.
Il titanio è indicato come quel materiale per il telaio "definitivo": non teme invecchiamento, regge maltrattamenti vari, è elastico e comodo al punto giusto e non pesa come un tombino di ghisa. Per contro è difficile da aggiustare, e costa.

Il dubbio più grosso, che mina tutto il romantico discorso del telaio "definitivo" è: è sensato, al giorno d'oggi, con le tecnologie e gli standard che continuano a cambiare, spendere tutti quei soldi per un telaio che comunque tra 5/6 anni sentirà il passaggio del tempo, fosse solo per gli standard che cambiano? Esempio: la mia GT Grade monta freni postmount, mentre le ruote sono 15x100 l'anteriore e 9x135 QR la posteriore. Adesso in ambito gravel i freni sono flat per la maggior parte, mentre gli assi dei mozzi ruota sono arrivati a 12x100 per l'anteriore e 12x142 al posteriore. Di fatto componenti recenti, se volessi aggiornare la Grade, comincio a far fatica a trovarli. Inoltre le geometrie cambiano pure quelle in fretta, evolvendo verso forme sempre più efficaci, risolvendo magagne e superando limiti. Un telaio "eterno" è una bella idea, ma ad un certo punto di troverai comunque una bici vecchia e superata, sia come componenti che a livello di impostazione.

A questo punto il lato razionale dice: fregatene se il carbonio invecchia prima, che tanto invecchieranno prima i componenti (ruggine che si forma sul metallo nei comandi STI, o sulla piastra del deragliatore, per esempio). Se una bici la usi, è sensato che prima o poi, in base a quanto la userai, la dovrai cambiare in blocco, per quanto consumistica sia questa conclusione.

Voi che ne pensate?
Una bici assemblata attorno un telaio in titanio verrebbe sui 5000€, una cifra non indifferente. Una ottima bici in carbonio, senza dover andare su modelli "esotici", andrebbe dai 3000€ di una Diverge Sport Carbon ai 3900 di una Comp Carbon. Quanto sensato sarebbe scegliere il titanio, razionalmente parlando? E' davvero sta meraviglia di materiale?
Ciao!
Allora, long story made short. io l'anno scorso mi sono trasferito in zona Oxford, uk. Ho portato con me con grande gioia di mia moglie la Ibis Ripley, conscio del fatto che non essendoci grandi montagne da scalare o pietraie da scendere, avrei dovuto comprare una front o una bici da gravel.
E gravel Fu. Dopo notti di ricerche, trovai una Specialized diverge comp in carbonio montata 105 tenuta molto bene.
E diverge fu.
In un anno ho fatto ormai quasi 4k km tra sterrate sentieri tra i campi e qualche raro single track boschivo.
Grande mezzo, agile, veloce, mai stancante, con tutte le predisposizioni per terza borraccia e portapacchi sulle forcelle.
Nel Sussex ha sede Mason, la cui Bokeh non poco mi ispira. La scimmia urlava quindi con tutte le precauzioni covid del caso sono andato a provare la bokeh in titanio presso il suo casale. Posto figo, giretto in officina. poi montata la mia sella e pedali via per un giro di 20km.
Rispetto alla diverge è molto meno reattiva sui rilanci e nello stretto. Pur avendo un telaio con componenti a grade 9, copia le asperità del terreno in maniera molto sincera, più elastica rispetto al carbonio. Alla lunga penso sia più comoda.
Che dire. Gran bell'oggetto. Curata maniacalmente nei dettagli, telaio made in Italy by deda.
Montata Ultegra costa il doppio di una diverge nuova con stesso montaggio.
Più di una basso palta, altro gran mezzo.
Ne vale la pena?
Penso rimarrò ancora con la diverge almeno per il prossimo anno, ma una cosa è certa... Alla passione non si comanda.
Andre
 
  • Mi piace
Reactions: Gianz

albasnake

Biker tremendus
29/8/16
1.026
728
0
Vicenza
Bike
OnOne Deedar
Andrà a finire che mi prendere una Triban Decathlon...

Titanio by Dedacciai, made in Italy, prezzo bici completa sui 2400...

vedo dei terribili inserti neri per il passaggio interno della guaina freno posteriore, assomigliano proprio tantissimo a quelli che avevo sulla tempest
ho smadonnato per un anno dietro a uno scricchiolio insopportabile, smontando tutta la bici più volte senza capire da dove veniva; quando ho capito che veniva da lì, le ho provate tutte, li ho anche annegati nel grasso, ma niente da fare, facevano casino sempre, anche senza la guaina, l'unica soluzione è stata toglierli e chiudere il foro con adesivi...
 
  • Mi piace
Reactions: Gianz

Gianz

Biker velocissimus
28/6/07
2.408
1
1.752
0
Valdagno (VI)
Bike
Gas29 Stambek + GT Grade Carbon
vedo dei terribili inserti neri per il passaggio interno della guaina freno posteriore, assomigliano proprio tantissimo a quelli che avevo sulla tempest
ho smadonnato per un anno dietro a uno scricchiolio insopportabile, smontando tutta la bici più volte senza capire da dove veniva; quando ho capito che veniva da lì, le ho provate tutte, li ho anche annegati nel grasso, ma niente da fare, facevano casino sempre, anche senza la guaina, l'unica soluzione è stata toglierli e chiudere il foro con adesivi...
Infatti mi parlavi di passaggio cavi fatto e gestito male.
Ma a ben guardare li hanno praticamente tutte quelle in titanio, anche quelle costose assai (tipo la Bombtrack Hook Ext da 3000€ solo telaio) tranne la J. Laverack, che non ha nient'altro che il foro.
 
  • Mi piace
Reactions: albasnake

albasnake

Biker tremendus
29/8/16
1.026
728
0
Vicenza
Bike
OnOne Deedar
Infatti mi parlavi di passaggio cavi fatto e gestito male.
Ma a ben guardare li hanno praticamente tutte quelle in titanio, anche quelle costose assai (tipo la Bombtrack Hook Ext da 3000€ solo telaio) tranne la J. Laverack, che non ha nient'altro che il foro.
alla fine sono tutti progetti diversi
magari è stato un problema specifico delmio modello di tempest, scricchiolavano quando proprio salivo sui pedali a spingere, con massima flessione del telaio, se il telaio flette in mdo diverso magari non fanno casino
 
  • Mi piace
Reactions: Gianz

@lberto

Biker assatanatus
21/3/06
3.280
156
0
Sedico - Belluno
Personalmente, tra le gravel in titanio, mi piace molto la Rondo Ruut Ti
Poi guardando anche il lato economico si trovano soprattutto in UK molte proposte interessanti, tipo Planet X, Ribble, Alpkit Sonder, e diversi altri marchi