Gravel titanio: pro e contro

Gianz

Biker velocissimus
28/6/07
2.408
1
1.752
0
Valdagno (VI)
Bike
Gas29 Stambek + GT Grade Carbon
Ciao a tutti.

Da qualche tempo sto pensando all'upgrade della gravel. Dopo aver aperto, tempo fa, una discussione sul fatto che sia preferibile sistemare la vecchia o cambiarla di brutto, sto lentamente scivolando verso la seconda opzione.

Scartando l'alluminio in maniera categorica, 3 sono le opzioni che sto considerando:
1. prendere un telaio Niner RLT9 steel, assemblarmi la bici come preferisco.
Pro: è acciaio, costa il giusto
Contro: PF30 come standard movimento centrale che, dopo passate esperienze (traumatiche) dovute a rumori, scricchiolii e fastidi vari non vorrei più nemmeno vederlo con il binocolo.

2. scegliere, se ancora se ne trovano, una Specialized Diverge Comp Carbon https://www.specialized.com/it/it/d...285?color=290924-175285&searchText=96220-5249 e al massimo optare per una seconda coppia di ruote.
Pro: bella, movimento centrale BSA, ottimi componenti
Contro: mamma mia che tubone quell'obliquo... poi la gente pensa che giro con l'ebike! :loll: Altri contro, non ne ho trovati

3. andare di titanio, e per la precisione questo: https://www.jlaverack.co.uk/grit-frameset/
Pro: bellissimo! Passaggio cavi interno, movimento centrale BSA o T47, titanio
Contro: costoso (2800€ telaio + forka), difficile da riparare in caso di rottura (ma succede la stessa cosa con l'acciaio... che si possa riparare ovunque è una balla stratosferica... il mio vecchio telaio G29 l'ho buttato perchè non sono riuscito a trovate qualcuno che me l'aggiustasse! E nemmeno l'ha trovato chi il telaio l'aveva prodotto!)

Se dovessi seguire il cuore, andrei di punto 3 dritto come un fuso, però mi chiedo se abbia senso sta cosa.
Il titanio è indicato come quel materiale per il telaio "definitivo": non teme invecchiamento, regge maltrattamenti vari, è elastico e comodo al punto giusto e non pesa come un tombino di ghisa. Per contro è difficile da aggiustare, e costa.

Il dubbio più grosso, che mina tutto il romantico discorso del telaio "definitivo" è: è sensato, al giorno d'oggi, con le tecnologie e gli standard che continuano a cambiare, spendere tutti quei soldi per un telaio che comunque tra 5/6 anni sentirà il passaggio del tempo, fosse solo per gli standard che cambiano? Esempio: la mia GT Grade monta freni postmount, mentre le ruote sono 15x100 l'anteriore e 9x135 QR la posteriore. Adesso in ambito gravel i freni sono flat per la maggior parte, mentre gli assi dei mozzi ruota sono arrivati a 12x100 per l'anteriore e 12x142 al posteriore. Di fatto componenti recenti, se volessi aggiornare la Grade, comincio a far fatica a trovarli. Inoltre le geometrie cambiano pure quelle in fretta, evolvendo verso forme sempre più efficaci, risolvendo magagne e superando limiti. Un telaio "eterno" è una bella idea, ma ad un certo punto di troverai comunque una bici vecchia e superata, sia come componenti che a livello di impostazione.

A questo punto il lato razionale dice: fregatene se il carbonio invecchia prima, che tanto invecchieranno prima i componenti (ruggine che si forma sul metallo nei comandi STI, o sulla piastra del deragliatore, per esempio). Se una bici la usi, è sensato che prima o poi, in base a quanto la userai, la dovrai cambiare in blocco, per quanto consumistica sia questa conclusione.

Voi che ne pensate?
Una bici assemblata attorno un telaio in titanio verrebbe sui 5000€, una cifra non indifferente. Una ottima bici in carbonio, senza dover andare su modelli "esotici", andrebbe dai 3000€ di una Diverge Sport Carbon ai 3900 di una Comp Carbon. Quanto sensato sarebbe scegliere il titanio, razionalmente parlando? E' davvero sta meraviglia di materiale?
 
  • Mi piace
Reactions: albasnake

 

Railspike

Biker Blasphemius
22/9/15
2.043
789
0
Bike
Trek Fuel Ex 8
Io ho il tuo stesso dubbio. Vorrei prendere una bici in titanio, per mero capriccio. La mia Fugio in acciaio e carbonio mi ha dato solo soddisfazioni. Sui futuri cambi standard...boh, già il 142 posteriore e 110 anteriore ti permette di fare tutto. Passaggio a boost o addirittura superboost su una gravel non ne vedrei il senso. Forse, e dico forse, il 13v sul boost. Ma poi...a che serve. Io ho trovato la quadra col mono 1*11. 12v sarebbe un pelo meglio per quel mezzo rapportino che può servire su una pezzettino di giro. Col 2*11 hai già coperto tutto il possibile. Un bel telaio in titanio è costoso, sì, e difficilmente riparabile, ma se fatto ad hoc credo sia difdicile anche romperlo. Io ho puntato il Linskey Gr qualcosa, che dovrebbe venir via sui 1800 euro. A salire ne trovi quanti ne vuoi. Da considerare, oltre il telaio, se hai pezzi da spostare dalla bici vecchia o meno; io, ad esempio, del bici attuale ho mantenuto giusto il telaio, il resto sono tutti upgrade, che sposterò sul futuro telaio.
La domanda è: lo vuoi? Compralo. :-|
 
  • Mi piace
Reactions: Gianz

albasnake

Biker tremendus
29/8/16
1.026
728
0
Vicenza
Bike
OnOne Deedar
Ciao a tutti.

Da qualche tempo sto pensando all'upgrade della gravel. Dopo aver aperto, tempo fa, una discussione sul fatto che sia preferibile sistemare la vecchia o cambiarla di brutto, sto lentamente scivolando verso la seconda opzione.

Scartando l'alluminio in maniera categorica, 3 sono le opzioni che sto considerando:
1. prendere un telaio Niner RLT9 steel, assemblarmi la bici come preferisco.
Pro: è acciaio, costa il giusto
Contro: PF30 come standard movimento centrale che, dopo passate esperienze (traumatiche) dovute a rumori, scricchiolii e fastidi vari non vorrei più nemmeno vederlo con il binocolo.

2. scegliere, se ancora se ne trovano, una Specialized Diverge Comp Carbon https://www.specialized.com/it/it/d...285?color=290924-175285&searchText=96220-5249 e al massimo optare per una seconda coppia di ruote.
Pro: bella, movimento centrale BSA, ottimi componenti
Contro: mamma mia che tubone quell'obliquo... poi la gente pensa che giro con l'ebike! :loll: Altri contro, non ne ho trovati

3. andare di titanio, e per la precisione questo: https://www.jlaverack.co.uk/grit-frameset/
Pro: bellissimo! Passaggio cavi interno, movimento centrale BSA o T47, titanio
Contro: costoso (2800€ telaio + forka), difficile da riparare in caso di rottura (ma succede la stessa cosa con l'acciaio... che si possa riparare ovunque è una balla stratosferica... il mio vecchio telaio G29 l'ho buttato perchè non sono riuscito a trovate qualcuno che me l'aggiustasse! E nemmeno l'ha trovato chi il telaio l'aveva prodotto!)

Se dovessi seguire il cuore, andrei di punto 3 dritto come un fuso, però mi chiedo se abbia senso sta cosa.
Il titanio è indicato come quel materiale per il telaio "definitivo": non teme invecchiamento, regge maltrattamenti vari, è elastico e comodo al punto giusto e non pesa come un tombino di ghisa. Per contro è difficile da aggiustare, e costa.

Il dubbio più grosso, che mina tutto il romantico discorso del telaio "definitivo" è: è sensato, al giorno d'oggi, con le tecnologie e gli standard che continuano a cambiare, spendere tutti quei soldi per un telaio che comunque tra 5/6 anni sentirà il passaggio del tempo, fosse solo per gli standard che cambiano? Esempio: la mia GT Grade monta freni postmount, mentre le ruote sono 15x100 l'anteriore e 9x135 QR la posteriore. Adesso in ambito gravel i freni sono flat per la maggior parte, mentre gli assi dei mozzi ruota sono arrivati a 12x100 per l'anteriore e 12x142 al posteriore. Di fatto componenti recenti, se volessi aggiornare la Grade, comincio a far fatica a trovarli. Inoltre le geometrie cambiano pure quelle in fretta, evolvendo verso forme sempre più efficaci, risolvendo magagne e superando limiti. Un telaio "eterno" è una bella idea, ma ad un certo punto di troverai comunque una bici vecchia e superata, sia come componenti che a livello di impostazione.

A questo punto il lato razionale dice: fregatene se il carbonio invecchia prima, che tanto invecchieranno prima i componenti (ruggine che si forma sul metallo nei comandi STI, o sulla piastra del deragliatore, per esempio). Se una bici la usi, è sensato che prima o poi, in base a quanto la userai, la dovrai cambiare in blocco, per quanto consumistica sia questa conclusione.

Voi che ne pensate?
Una bici assemblata attorno un telaio in titanio verrebbe sui 5000€, una cifra non indifferente. Una ottima bici in carbonio, senza dover andare su modelli "esotici", andrebbe dai 3000€ di una Diverge Sport Carbon ai 3900 di una Comp Carbon. Quanto sensato sarebbe scegliere il titanio, razionalmente parlando? E' davvero sta meraviglia di materiale?
sio sono di parte, però stiamo parlando di passione, io lascerei abbastanza perdere la razionalità: se hai una idea in testa, ogni scelta che farai al risparmio rischia di trasformarsi in rammarico (parlo per esperienza)
tra l'altro la J.Laverack è una perla assoluta, l'attenzione ai dettagli è incredibile, guarda anche solo alla saldatura delle bussole flat mount! budget permettendo, l'unico motivo per non prenderla è la paura di sporcarla
se il ciclismo è la tua prima passione io dubbi non ne avrei, come potresti mai spendere meglio quei soldi?
 
  • Mi piace
Reactions: Etien and Gianz

Gianz

Biker velocissimus
28/6/07
2.408
1
1.752
0
Valdagno (VI)
Bike
Gas29 Stambek + GT Grade Carbon
Da considerare, oltre il telaio, se hai pezzi da spostare dalla bici vecchia o meno; io, ad esempio, del bici attuale ho mantenuto giusto il telaio, il resto sono tutti upgrade, che sposterò sul futuro telaio.
Di fatto potrei spostare la trasmissione completa, cambiata lo scorso anno e tutta GRX, comandi e freni a parte. Sarebbe già un bel risparmio, effettivamente.
 
  • Mi piace
Reactions: Railspike

Gianz

Biker velocissimus
28/6/07
2.408
1
1.752
0
Valdagno (VI)
Bike
Gas29 Stambek + GT Grade Carbon
l'unico motivo per non prenderla è la paura di sporcarla
E' proprio vero!
Di mio continuo a ripetermi che un telaio niner in carbonio, tipo RLT 9 carbon, costa più o meno la stessa cifra di questo in titanio.
E poi, giustamente: niente bacco, tabacco e neppure venere, per cui cosa dovrebbe vivere a fare uno, se non soddisfa almeno la sua passione principale? :mrgreen:

Che poi in realtà una bici del genere non la userei mai per cicloviaggi, con la paura che te la portino via! Va a finire che prendo il telaio e lo appendo al posto di un quadro, da quanto è bello.
 
  • Mi piace
Reactions: albasnake

Gianz

Biker velocissimus
28/6/07
2.408
1
1.752
0
Valdagno (VI)
Bike
Gas29 Stambek + GT Grade Carbon
Magari con questa si potrebbe risparmiare...
Viene venduto il solo telaio:


Ps: ritiro tutto!!! 3000€ solo telaio, e quella orrenda forcella colore blu. Niente da fare: la grit risulta esser più conveniente!
 
Ultima modifica:

cicluto

Biker tremendus
6/7/13
1.076
459
0
Bike
Epic Expert brain
Ciao a tutti.

Da qualche tempo sto pensando all'upgrade della gravel. Dopo aver aperto, tempo fa, una discussione sul fatto che sia preferibile sistemare la vecchia o cambiarla di brutto, sto lentamente scivolando verso la seconda opzione.

Scartando l'alluminio in maniera categorica, 3 sono le opzioni che sto considerando:
1. prendere un telaio Niner RLT9 steel, assemblarmi la bici come preferisco.
Pro: è acciaio, costa il giusto
Contro: PF30 come standard movimento centrale che, dopo passate esperienze (traumatiche) dovute a rumori, scricchiolii e fastidi vari non vorrei più nemmeno vederlo con il binocolo.

2. scegliere, se ancora se ne trovano, una Specialized Diverge Comp Carbon https://www.specialized.com/it/it/d...285?color=290924-175285&searchText=96220-5249 e al massimo optare per una seconda coppia di ruote.
Pro: bella, movimento centrale BSA, ottimi componenti
Contro: mamma mia che tubone quell'obliquo... poi la gente pensa che giro con l'ebike! :loll: Altri contro, non ne ho trovati

3. andare di titanio, e per la precisione questo: https://www.jlaverack.co.uk/grit-frameset/
Pro: bellissimo! Passaggio cavi interno, movimento centrale BSA o T47, titanio
Contro: costoso (2800€ telaio + forka), difficile da riparare in caso di rottura (ma succede la stessa cosa con l'acciaio... che si possa riparare ovunque è una balla stratosferica... il mio vecchio telaio G29 l'ho buttato perchè non sono riuscito a trovate qualcuno che me l'aggiustasse! E nemmeno l'ha trovato chi il telaio l'aveva prodotto!)

Se dovessi seguire il cuore, andrei di punto 3 dritto come un fuso, però mi chiedo se abbia senso sta cosa.
Il titanio è indicato come quel materiale per il telaio "definitivo": non teme invecchiamento, regge maltrattamenti vari, è elastico e comodo al punto giusto e non pesa come un tombino di ghisa. Per contro è difficile da aggiustare, e costa.

Il dubbio più grosso, che mina tutto il romantico discorso del telaio "definitivo" è: è sensato, al giorno d'oggi, con le tecnologie e gli standard che continuano a cambiare, spendere tutti quei soldi per un telaio che comunque tra 5/6 anni sentirà il passaggio del tempo, fosse solo per gli standard che cambiano? Esempio: la mia GT Grade monta freni postmount, mentre le ruote sono 15x100 l'anteriore e 9x135 QR la posteriore. Adesso in ambito gravel i freni sono flat per la maggior parte, mentre gli assi dei mozzi ruota sono arrivati a 12x100 per l'anteriore e 12x142 al posteriore. Di fatto componenti recenti, se volessi aggiornare la Grade, comincio a far fatica a trovarli. Inoltre le geometrie cambiano pure quelle in fretta, evolvendo verso forme sempre più efficaci, risolvendo magagne e superando limiti. Un telaio "eterno" è una bella idea, ma ad un certo punto di troverai comunque una bici vecchia e superata, sia come componenti che a livello di impostazione.

A questo punto il lato razionale dice: fregatene se il carbonio invecchia prima, che tanto invecchieranno prima i componenti (ruggine che si forma sul metallo nei comandi STI, o sulla piastra del deragliatore, per esempio). Se una bici la usi, è sensato che prima o poi, in base a quanto la userai, la dovrai cambiare in blocco, per quanto consumistica sia questa conclusione.

Voi che ne pensate?
Una bici assemblata attorno un telaio in titanio verrebbe sui 5000€, una cifra non indifferente. Una ottima bici in carbonio, senza dover andare su modelli "esotici", andrebbe dai 3000€ di una Diverge Sport Carbon ai 3900 di una Comp Carbon. Quanto sensato sarebbe scegliere il titanio, razionalmente parlando? E' davvero sta meraviglia di materiale?
Il titanio non è comodo è più leggero dell'acciaio ma più rigido, se vuoi un buon compromesso tra peso rigidità e comodità vai sul carbonio. Per quanto riguarda l'acciaio si salda senza problemi e non perde molto le caratteristiche, se il produttore del tuo telaio con riesce a ripararlo vuol dire che non produce una minchia se non l'hai buttato me lo puoi spedire e lo sistemo
 
  • Mi piace
Reactions: ale.spg and Gianz

Kaiser Soze

Biker Dolomiticus
14/8/16
232
148
0
Riva del Garda
Bike
Trek Emonda SL8 - Cube Elite C:62 Race - Trek Domane SLR8
Mi accodo a chi consiglia di seguire il cuore.
Suggerisco però di scegliere un artigiano locale. Se ti piace il titanio, in zona Modena ce n'è uno molto bravo. Se ti piace l'acciaio, dalle tue parti, non hai che l'imbarazzo della scelta.
Prendere un telaio in UK, francamente non lo farei. Non tanto per una questione di costi, quanto piuttosto per una scelta patriottica.
Se stai pensando ad una soluzione come quella di cui parli, per me dovrebbe essere telaio artigianale italiano su misura (acciaio o titanio, questione di gusti) + Campagnolo + Deda... Top!
... per me.
 
  • Mi piace
Reactions: Gianz

red.hell

Biker ciceronis
1/4/10
1.569
202
0
Cremona
sul titanio c'è gente che lavora molto bene anche in Italia: Nevi, Legend-Bertoletti, Rewel, senza i prezzi del mostro sacro Crisp
 
  • Mi piace
Reactions: Gianz

Gianz

Biker velocissimus
28/6/07
2.408
1
1.752
0
Valdagno (VI)
Bike
Gas29 Stambek + GT Grade Carbon
Se ti piace l'acciaio, dalle tue parti, non hai che l'imbarazzo della scelta.
Uhm... avresti qualche nominativo? Son diventato scemo a cercar di far aggiustare il telaio, e alla fine l'ho buttato. O meglio: l'ho riconsegnato a chi me l'aveva venduto nella speranza che me l'aggiustasse, e alla fine è rimasto là.
 

Gianz

Biker velocissimus
28/6/07
2.408
1
1.752
0
Valdagno (VI)
Bike
Gas29 Stambek + GT Grade Carbon
se il produttore del tuo telaio con riesce a ripararlo vuol dire che non produce una minchia se non l'hai buttato me lo puoi spedire e lo sistemo
Anche lui si appoggiava a produttori locali che, per tutta una serie di motivi (crisi economica, pensione, etc etc) hanno chiuso.
Credo abbia chiuso pure lui.
 

cicluto

Biker tremendus
6/7/13
1.076
459
0
Bike
Epic Expert brain
Anche lui si appoggiava a produttori locali che, per tutta una serie di motivi (crisi economica, pensione, etc etc) hanno chiuso.
Credo abbia chiuso pure lui.
Per saldare l'acciaio non serve un produttore di telai basta un buon saldatore con esperienza
 
  • Mi piace
Reactions: prospero58

Gianz

Biker velocissimus
28/6/07
2.408
1
1.752
0
Valdagno (VI)
Bike
Gas29 Stambek + GT Grade Carbon
se decidi di stare sul metallo artigianale italiano...
Belle le Barco. Però mi rimane sempre la stessa impressione quando guardo prodotti nostrani: sembrano vecchi, superati.
Adesso le gravel le trovi con attacchi praticamente sparsi ovunque: sopra, sotto, di fianco... guardi la Barco e ne ha 2, come le vecchie bici da corsa. E questo vale anche per i produttori "grossi"... che so: Wilier che prima di rassegnarsi al gravel ha atteso 2 anni.
 

Gianz

Biker velocissimus
28/6/07
2.408
1
1.752
0
Valdagno (VI)
Bike
Gas29 Stambek + GT Grade Carbon
Per saldare l'acciaio non serve un produttore di telai basta un buon saldatore con esperienza
In quel caso dovevo cambiare 2 tubi: orizzontale e obliquo. L'obliquo si era piegato in prossimità della giunzione con la serie sterzo. L'orizzontale andava cambiato di conseguenza, anche se si era crepata la saldatura e basta. Con i tubi di mezzo tocca tornare dal produttore, l'artigiano non ne ha.

E qua mi chiedo: perchè i telaisti non italiani che producono acciaio inseriscono un rinforzo là dove ho piegato il tubo, e i telaisti italiano non lo mettono mai? E' per tenere la bici più leggera?
 

B.A.

Biker popularis
11/12/12
62
35
0
mi rimane sempre la stessa impressione quando guardo prodotti nostrani: sembrano vecchi, superati.
questione di gusti/punti di vista a mio avviso...
io comunque di attacchi sparsi ovunque non ne vorrei, non li userei quindi rovinano l'estetica per niente :loll:
diciamo che i telai barco hanno una estetica classica.

comunque, a margine della tua scelta, tieni a mente che tra un telaio in metallo ed uno in carbonio ci ballano 600/800 grammi, e per uno che fa tanta salita come te, non è fattore da trascurare.

io sceglierei titanio, e sull'altra discussione ti indicai un paio di produttori; in alternativa carbonio...l'acciaio lo terrei come ultima scelta, ( su una gravel) mi sembra vecchio, superato :smile:
 
  • Mi piace
Reactions: Gianz

Gianz

Biker velocissimus
28/6/07
2.408
1
1.752
0
Valdagno (VI)
Bike
Gas29 Stambek + GT Grade Carbon
sul titanio c'è gente che lavora molto bene anche in Italia: Nevi, Legend-Bertoletti, Rewel, senza i prezzi del mostro sacro Crisp

Ho provato a dare un'occhiata ai siti di questi produttori.
E niente: continuo ad avere quell'impressione di "vecchio".
I motivi sono diversi:
1. non c'è un prezzo indicato nemmeno a piangere o a supplicare. La solita posizione antica dei produttori nostrani. Che paura vi fa indicare un prezzo chiaro e ben specificato? Mah... sempre chiamare, mail, registrarsi su siti e compagnia bella.
2. non vengono indicate le caratteristiche dei telai in maniera approfondita. Quant'è il passaggio ruota posteriore? Mistero... non sta da nessuna parte. Il peso? Mah... Il tipo di titanio usato? Solo in un caso.
3. come scrivevo sopra, il concetto di gravel si è evoluto, sono apparsi diversi punti di attacco sul telaio (uno sull'orizzontale, 3 sull'obliquo, uno sul piantone sella), ma qui siamo tutti fermi a 2. Rewel nemmeno ce l'ha in catalogo una gravel... ciclocross, con i cantilever e il QR sulla ruota posteriore. Roba di 10 anni fa! Non so... perchè appena di là delle Alpi trovi prezzi chiari, ben indicati, caratteristiche esaurienti e via dicendo?

Anch'io propenderei per produttore locale, ma già la MTB son stati 900€ buttati dalla finestra, per un telaio che rispetto allo Stanton perde su tutto, non vorrei rifare lo stesso errore con la gravel, tutto qua.
 

Gianz

Biker velocissimus
28/6/07
2.408
1
1.752
0
Valdagno (VI)
Bike
Gas29 Stambek + GT Grade Carbon
io comunque di attacchi sparsi ovunque non ne vorrei, non li userei quindi rovinano l'estetica per niente
Sarei disposto anch'io a sorvolare... in caso di viaggio preferirei gli attacchi sulla forcella e non sul telaio, visto che probabilmente ci sarà una borsa da telaio. E' che nessuno o quasi propone forcelle così, a parte Bombtrack e Niner.
 

Gianz

Biker velocissimus
28/6/07
2.408
1
1.752
0
Valdagno (VI)
Bike
Gas29 Stambek + GT Grade Carbon
Sono riuscito a trovare il prezzo della Legend Bertoletti... stavo per svenire! :maremmac: :prega:
SEIMILAQUINDICI € per un telaio in titanio predisposto per freni a disco.

Ora... ok esser patriottici, ma mi spiace: ma qui si esagera! La GRiT a 2700 telaio + forca diventa di colpo economica! Se poi rimango in Italia per sella (SMP), gruppo (Campagnolo), ruote (Damil Components), beh, sforo i 10.000 come ridere. :cry: