News Conflitti sui sentieri: cosa si può fare?


  • Trova gli itinerari vicino a te con un click e navigali dal tuo Garmin o direttamente dal telefono con le mappe OpenStreetMaps!
    Scarica l'ultima versione dell'app Android (link) o iOS (link).

    Domande? Falle QUI.

Luke_Brixia

Biker extra
11/22/08
753
474
0
Brescia
Visit site
io giro in provincia di Brescia e Trento, e i problemi (battibecchi verbali) li ho avuto solo:
- con la gente che non va mai in montagna, e quella volta all'anno che ci va pensa di essere a fare lo struscio in centro
- coi proprietari di cani non legati (questi sono il male assoluto)

chi va in montagna saluta cortese e spesso mi ferma per fare 2 parole
 

Pietro.68

...estiqaatsi...
9/14/10
16,546
10,125
0
nel medio Brenta
mercatino.mtb-mag.com
Bike
due...
è una notizia vecchia che continua a circolare e produce confusione.
questa regola è stata eliminata da anni, eppure si continua a considerarla valida.
questa regola è del 2005 ed è stata abrogata e modificata nel 2015


in trentino e in alto adige è come nel resto del mondo: se è vietato c'è un cartello ufficiale di divieto
se han messo un cartello è perchè i bikers han pisciato fuori dal vasino
può essere. oppure che chi va a piedi conta di più di chi va in bici...
 

mame

Biker serius
2/29/08
227
71
0
60
Lecco
www.flickr.com
Bike
Miner Rip 9
Con il buon senso e l'educazione si risolve tutto tenendo conto che:
-la bike sui sentieri è venuta dopo "l'escursionista", da ultimi arrivati un minimo di prudenza/modestia non fa male;
-la bike può causare problemi non indifferenti, dall'erosione accelerata del terreno a danni alle persone in caso di "frontali";
-di norma l'incontro critico è "bike in discesa, pedone in salita" , quindi chi fa fatica è il pedone e normalmente sarebbe meglio dare a lui la precedenza (quando li incontro non mi faccio problemi a fermarmi e a farli passare o a ringraziarli se si sono scansati).
 

salitomania

Biker superis
10/25/05
322
305
0
BORGOMANERO
Visit site
Bike
specialized turbo levo MY22 COMP
Purtroppo la situazione sta degenerando e mi aspetto sempre più divieti... inutile nasconderlo, l'avvento delle ebike ha portato sui sentieri un numero elevato di bikers e di conseguenza la convivenza con gli escursionisti sarà sempre più difficile.. Io ormai diffido dal girare il sabato e la domenica e me ne sto ben alla larga dai posti più frequentati: cerco itinerari ed orari alternativi, i sentieri classici e strabattuti li faccio in settimana ad ottobre, non alla domenica o a ferragosto. Certo mi rendo conto che non tutti hanno la fortuna di poter gestire le loro uscite in questo modo: ma tra un po' saremo al si salvi chi può, datemi retta.... (vedi divieti rencentemente istituiti a Courmayeur)
 
  • Like
Reactions: lorenzom89

Tc70

Entomobiker
4/20/11
25,902
14,416
0
54
Provincia di Bs
Visit site
Bike
Picola ma carattarastica...
Be comunque io credo che sia arrivata l'ora di farsi sentire...perchè per colpa di qualche idiota ciclista o pedone, non è che ci si debba sacrificare tutti...carta canta sempre...2 righe scritte da associazioni, da gruppi ciclistici, da mandare ad enti in cui spiegare le motivazioni delle contrarietà a certi divieti, continuare a martellare fino allo sfinimento, perchè di questo passo gireremo tutti per ciclopedonali, dove anche li ci sarà da dire con certi pedoni fenomeni.

In tal proposito...il forum stesso, non può far nulla? Tra di noi ci sono avvocati, ingegneri che saprebbero come muoversi.
Infondo ha un certo risalto, in molti lo leggono, potrebbe alzar la voce, che so, far una petizione, che credo sarà firmata dal 99% di noi e inviarla a chi di dovere? Bislacco?
 
Last edited:

Gianz

Biker marathonensis
6/28/07
4,280
4,020
0
Valdagno (VI)
Visit site
Bike
Cannondale Topstone Carbon 3 + Stanton Sherpa super custom + GT Grade Carbon
Tu c'eri sul forum quando il Trentino vietava TUTTI i sentieri alle mtb (allora tutte muscolari), a meno che fossero più larghi di una bici messa di traverso (quindi solo stradoni), e tutto questo per far piacere ai Taleban-escursionisti della SAT?
In Veneto credo sia così dal 1992 o giù di lì...
 

Gianz

Biker marathonensis
6/28/07
4,280
4,020
0
Valdagno (VI)
Visit site
Bike
Cannondale Topstone Carbon 3 + Stanton Sherpa super custom + GT Grade Carbon
Il punto è che non esiste un CAI/SAT della Bici... il CAI/SAT c'è, si prende cura (più o meno, nei suoi limiti) della rete sentieri, e di fatto può dettare le sue regole, dando la precedenza a chi va a piedi.
Spesso noi bikers sfruttiamo sentieri tenuti manutentati da altri, e questo già ci rende poco simpatici agli occhi di chi ci mette la zappa. E con una certa ragione, vedendo come guidano certi discesisti. Comunque è anche difficile spiegare a certa gente che una notte di pioggia battente, ma che dico, una mezz'ora, può fare più danni e scavare dei canyon sui sentieri che manco un branco di biker in discesa con la ruota inchiodata.
Per quanto mi riguarda: massima eduzione, rispetto e rallento/mi fermo prima di incrociarli, o faccio presente che sto arrivando con un certo anticipo. Poi beccherai sempre lo psicopatico che si incacchia perchè disturbi solo con la tua presenza, come già succede in ciclabile, ma sono fortunatamente la minoranza.
Il più delle volte adesso ti fermano per fare 2 chiacchiere, per notare stupiti che non hai nè motore nè batteria, e per fare commenti sulla prestazione (mai fossero belle ragazze, a farli, certi commenti! :mrgreen: Successo solo un paio di volte!).

E' vero che c'è stato il boom di ebike, ma è pure vero che c'è stata un'esplosione di escursionisti come mai s'era visto prima: su FB ho visto foto di miei amici un tempo discotecari incalliti, usi a frequentare posti di mare, in montagna, a farsi il selfie sul Pasubio. Robe da spararsi, considerando quanto ti ritenevano uno sfigato montanaro dai gusti sfigati solo fino a qualche anno fa.
 
  • Like
Reactions: Boro and lthgpes

vittorisk

Biker serius
9/12/19
234
265
0
zena
Visit site
Bike
a pedali
Con il buon senso e l'educazione si risolve tutto tenendo conto che:
-la bike sui sentieri è venuta dopo "l'escursionista", da ultimi arrivati un minimo di prudenza/modestia non fa male;
-la bike può causare problemi non indifferenti, dall'erosione accelerata del terreno a danni alle persone in caso di "frontali";
-di norma l'incontro critico è "bike in discesa, pedone in salita" , quindi chi fa fatica è il pedone e normalmente sarebbe meglio dare a lui la precedenza (quando li incontro non mi faccio problemi a fermarmi e a farli passare o a ringraziarli se si sono scansati).
Esatto.
Mi stupisce che qualcuno non capisca che sul sentiero come sulla strada vada rispettato chi e' piu' debole ed esposto: se chiedo sicurezza e rispetto agli automobilisti quando pedalo sull'asfalto devo a mia volta rispettare il pedone che incontro sul sentiero quando scendo in bici.
 

Maiella

Biker Maiellensis
2/3/15
2,577
2,935
0
41
Maiella/Abruzzo
Visit site
Bike
Black Forest Pro/Whistler Pro by Focus
Esatto.
Mi stupisce che qualcuno non capisca che sul sentiero come sulla strada vada rispettato chi e' piu' debole ed esposto: se chiedo sicurezza e rispetto agli automobilisti quando pedalo sull'asfalto devo a mia volta rispettare il pedone che incontro sul sentiero quando scendo in bici.
Giusto. Purtroppo il modo di comportarsi non é un automatismo, per cui si troverà sempre la persona che si comporterà male. Ad ogni modo, sul fronte dei divieti starei tranquillo, perché il movimento sta crescendo, ci sono investimenti notevoli, inizia a ruotare una certa economia. Io sono una guida turistica della regione Abruzzo e mi confronto spesso di con altri operatori del settore turistico e con gli enti tipo i parchi. La percezione che ho é positiva, nel senso che le nuove generazioni che occupano posti decisionali si pongono il problema, lo valutano e non lo proibiscono.
 

dang67

Biker cesareus
3/19/17
1,782
1,746
0
56
Desio
Visit site
Bike
Orbea Oiz M60
Non è proprio vero ti rimando al sito del CAI
quindi il CAI deve anche considerare le esigenze dei biker.

Il CAI, al pare degli altri enti, pesca dove il popolo e' piu' numeroso e questo sono gli escursionisti.
Spesso lo fa anche a sfavore degli alpinisti che in teoria dovrebbero essere la categoria eletta per eccellenza.
Il grosso dei bikers vanno a spasso su ciclabili e forestali.
Quindi quelli che alla fine lo prenderanno nel didietro saranno comunque una percentuale ridotta di utenti.
E i sentieri impattatti quelli piu' a portata di mano.
A meno che uno non stia in posti ad ampia frequentazione come le dolomiti.
Li' alla fine sopravviveranno solo i bike park.
 
  • Like
Reactions: sembola

Etien

Biker superioris
4/14/08
927
639
0
Roma
Visit site
Bike
Transition Sentinel
Da quanto leggo ognuno di noi, chi più chi meno, si presenta con educazione e rispetto, pronto ad essere il primo a scusarsi anche quando non si è dalla parte del torto ed essendo tutti appassionati, la cosa non stupisce. Il problema, a mio avviso, sono sopratutto i neofiti dei vari sport all'aria aperta, che siano escursionisti erranti o ciclisti della domenica spesso imbecilli. Capita anche a me di uscire con ragazzi molto giovani che, si sa, sono un po' sbruffoni ma essendo, appunto, sono anche giovani facilmente indirizzabili verso comportamenti adeguati. Purtroppo educazione e rispetto verso il prossimo sono merce sempre più rara e il compito più difficile è quello dei genitori.
 

P1EMO

Va plan ca lè dut un veri!
6/15/20
254
141
0
Milano
Visit site
Bike
RR AM100S
Io do sempre, sempre, precedenza ai pedoni e cerco di annunciarmi rallentando e scampanellando (ma immagino che il campanellino Deca sul manubrio a molti non garbi)...
Da escursionista mi è capitato di maledire bikers che scendevano a tuono dai sentieri o da strade bianche di montagna, magari da parte nostra capire che non stiamo correndo una PS aiuterebbe...
Mi associo: precedenza ai pedoni sempre e comunque associati ad un po' di cortesia aiutano sempre. E ricordarsi che la precedenza "di cortesia" ce l'ha sempre chi è in salita. Ci si ferma, ci si toglie dalle palle e si lascia passare.

Io giro senza campanello (ho una paura inconscia di ammazzarmici sopra cadendo) ma:
A) in salita mi sentono ansimare ben prima che sia dietro di loro e generalmente usano la cortesia di spostarsi da soli - (e si ringrazia/saluta, SEMPRE)
B) in discesa se non sentono la ruota libera da 200m prima (cosa rara), freno fino a quasi fermarmi e chiedo permesso (o al massimo da fermo una minitoccatina al freno dietro giusto a pelare due sassi e fare un filo più rumore) - (e si ringrazia/saluta, SEMPRE)

Se hanno da lamentarsi, faccio notare (cortesemente) che è un sentiero aperto a pedoni e bici.. e che quindi il bosco è di tutti indistintamente.
Solo quelli con i cani di solito rompono le palle, perchè pretendono di tenerli senza guinzaglio e hanno paura che il cane ti salti sotto le ruote (e sarebbe colpa del cane!)... penso siano gli unici con cui abbia mai veramente discusso su un sentiero.

Ad ogni modo salutare e sorridere sempre, non si sa mai chi sia quello che ti deve soccorrere quando ti spalmi e ti rompi una gamba.
E se dovessi contare i cafoni che non salutano sui sentieri, potrei lasciar morire mezza montagna senza sensi di colpa... è una roba che veramente mi manda in bestia! :azz-se-m:
 

Tc70

Entomobiker
4/20/11
25,902
14,416
0
54
Provincia di Bs
Visit site
Bike
Picola ma carattarastica...
Non è proprio vero ti rimando al sito del CAI
quindi il CAI deve anche considerare le esigenze dei biker.
Dovessi leggere l' ultimo numero dello "Scarpone" c è un "bell" 'articolo di un bresciano, sul suo rapporto con i mtbikers...
Ecco dove dovremmo scrivere, mandar lettera firmata da tutti a queste redazioni, in modo la leggan tutti, tentar in qualche modo di ammorbidire i duri degli scarponi...perchè non provarci? Che poi tra l'altro sul numero di Montagne 360 di Giugno, c è anche un bell' articolo su itinetari da far in mtb, quindi ergo ci sia una sorta d'apertura nei confronti delle 2 ruote, il tutto stà a convivere...se anche tra i mtbiker ci fossero più volontari per aiutar a sistemar certi sentieri, che è innegabile, che anche le 2 ruote contribuiscono a consumar...forse un barlume di pacifica convivenza non dovrebbe esser una chimera.
 
  • Like
Reactions: AlfreDoss

Pape-47

Biker popularis
6/3/19
58
13
0
42
Varesotto
Visit site
Bike
Ancora nessuna
io giro in provincia di Brescia e Trento, e i problemi (battibecchi verbali) li ho avuto solo:
- con la gente che non va mai in montagna, e quella volta all'anno che ci va pensa di essere a fare lo struscio in centro
- coi proprietari di cani non legati (questi sono il male assoluto)

chi va in montagna saluta cortese e spesso mi ferma per fare 2 parole
condivido...che la differenza, prima delle regole, la faccia l'educazione, o buon senso, e l'esperienza.
Vado in bici solo per il gusto di fare un giro il fine settimana, senza pretese di prestazione ma solo per svago ed in più da solo. Quando mi è capitato di finire su percorsi un pò più impegnati (che è tutto dire per me) ci siamo accostati e ringraziati in due, io e chi mi veniva di fronte.
I peggiori li ho incontrati sulle ciclopedonali....allegre comari che in gruppo occupavano tutta la carreggiata, che ti fanno quasi fermare e dopo averle superate ti mandano anche a quel paese, ma ancor peggio bikers che tirati di tutto punto (ma forse quello che hanno dei bikers è solo bici e abbigliamento) sembra facciano la gara della vita in 3 uno accanto all'altro e ti vengono di fronte senza far cenno di rallentare o accostarsi.
 

Diavoletto

Biker superioris
12/30/18
929
561
0
CN
Visit site
Bike
MTB
L'educazione e il rispetto e' fatta dalle persone, non dalle categorie.
Come logico che sia, aumentando i frequentatori della montagna, aumentao anche i conflitti.

Sei un cclista? Rallenti, suoni il canpanello o usi la voce, dai spazio e se serve ti fermi. Anche ad attraversare proprieta' private basta chiedere e mai una volta che mi abbiano detto di no, al massimo mi dicono "va bene ma poi richiudi il cancello", oppure "va bene ma vai piano in mezzo alle case, ci sono i bambini che giocano, sono stufo dei ciclisti che vanno come pazzi".

Sei un pedone? Ti sposti e lasci un po di spazio, non cammini a testa bassa guardando il cellulare, e se hai un cane lo tieni fermo 5 secondi, e non ti fermi a chiachierare dientro ad un tornante su una discesa segnalata da dh (si, ci sono anche questi geni).

Sarebbe cosi' semplice, e si andrebbe tutti daccordo!

Pero' devo dire che anche alcuni di noi ciclisti insomma.... ultimamente ne vedo troppi che viaggiano guardando la ruota anteriore, e prima che alzino lo sguardo e vedano che c'e' un pedone o una bici in senso opposto, ormai hai rischiato l'incidente (no, non solo ebikers, anche muscolose o stradisti).

Una cosa che non ho visto nel sondaggio sono i crossisti/enduristi con le moto (io li chiamo distruttori di sentieri). Quelli si che li trovo pericolosi ed impossibile conviverci.
 
  • Like
Reactions: lthgpes

bughy1978

Biker urlandum
2/1/21
590
739
0
45
Berghem
Visit site
Bike
Trek Fuel EX8
Dovessi leggere l' ultimo numero dello "Scarpone" c è un "bell" 'articolo di un bresciano, sul suo rapporto con i mtbikers...
Ecco dove dovremmo scrivere, mandar lettera firmata da tutti a queste redazioni, in modo la leggan tutti, tentar in qualche modo di ammorbidire i duri degli scarponi...perchè non provarci? Che poi tra l'altro sul numero di Montagne 360 di Giugno, c è anche un bell' articolo su itinetari da far in mtb, quindi ergo ci sia una sorta d'apertura nei confronti delle 2 ruote, il tutto stà a convivere...se anche tra i mtbiker ci fossero più volontari per aiutar a sistemar certi sentieri, che è innegabile, che anche le 2 ruote contribuiscono a consumar...forse un barlume di pacifica convivenza non dovrebbe esser una chimera.
Bah, guarda, sono iscritto al CAI e in passato ho freguentato parecchio l'ambiente (corsi, palestra di arrampicata, qualche gita...), se esiste in Italia un' associazione arcaica e risalente al tempo sabaudo quello è il CAI...spiace dirlo ma è cosi...
 
  • Like
Reactions: Luke_Brixia

VinciTrail

Biker perfektus
5/29/18
2,767
3,131
0
38
Tesero
Visit site
Bike
Orbea OIZ M-Team
basterebbe il rispetto di tutti! Ma purtroppo molto spesso non è così..

ricordo un episodio emblematico dello scorso autunno:
- esco in mtb con l'idea di fare una uscita produttiva e quindi un bell'allenamento. Esco dalla zona limitrofa al paese e mi dirigo verso alcune strade forestali in mezzo al bosco. Ad un certo punto, mi trovo una famigliola di turisti a passeggio.. una coppia con bimbo nel passeggino e nonna + cane con guinzaglio lungo almeno 3m che in pratica occupavano tutta la carreggiata. Io salivo regolare ed ho pure calato l'andatura chiedendo gentilmente strada.. passo, li supero e vado avanti con il giro che si completava con un piccolo anello quindi poi sarei dovuto tornare dalla stessa parte.
Faccio il giro e al ritorno faccio a fuoco un tratto di forestale in salita ed in cima mi vedo la stessa famigliola ancora ben sparpagliata..
Io salivo bello sparato, ma la strada era un rettilineo quindi c'era molta visibilità e la famigliola mi ha visto arrivare già da molto lontano. Ebbene non si sono spostati manco di 1cm.. io ho dovuto deviare tutto a destra uscendo leggermente dalla carreggiata ed in più mi sono sentito degli insulti pesanti solo perchè passavo veloce.
E sto parlando di una normale strada forestale adibita anche al transito pesante di legname, quindi con una carreggiata bella larga di almeno 4 metri..
 

Tc70

Entomobiker
4/20/11
25,902
14,416
0
54
Provincia di Bs
Visit site
Bike
Picola ma carattarastica...
Bah, guarda, sono iscritto al CAI e in passato ho freguentato parecchio l'ambiente (corsi, palestra di arrampicata, qualche gita...), se esiste in Italia un' associazione arcaica e risalente al tempo sabaudo quello è il CAI...spiace dirlo ma è cosi...
Sono iscritto al CAI da 26 anni continuativamente...so cosa intendi, ma si inizia a vedere un cambio generazionale e più incline alle novità...;-)
 
  • Like
Reactions: bughy1978

Classifica mensile dislivello positivo