News Conflitti sui sentieri: cosa si può fare?

marco

Баба Яга
Diretur
10/29/02
37,608
3
9,225
113
49
Monte Bar
www.mtb-mag.com
Bike
Diverse
L'IMBA svizzera ha pubblicato uno studio sui conflitti fra i biker e gli altri utilizzatori dei sentieri. Ve ne presentiamo qui un estratto molto interessante perché fa capire come è cambiato il modo di andare in mountain bike e con esso i conflitti legati all'utilizzo di sentieri condivisi. I conflitti...
Leggi tutto...
 
  • Like
Reactions: andy_g

milk&alcohol

Biker novus
4/27/17
23
55
0
43
Tradate
it.wikiloc.com
Bike
Felt Decree FRD 2018
sono uno di quelli che esce spesso. mediamente 5 volte alla settimana. prediligo il ciclo-escursionismo con almeno una uscita settimanale di ciclo-alpinismo; percorro per lo più sentieri EE, con qualche sconfinamento nel EEA, tracciati e mantenuti dal CAI e SAT, copro tutto l'arco alpino con particolare concentrazione in Valdaosta/Piemonte settentrionale, canton ticino e gallese, dolomiti fassane e val di fiemme.
i conflitti sono rari, ho imparato a essere molto cortese con chi incontro, ringraziando e salutando e riducendo la velocità dando chiara indicazione di aver visto l'escursionista e cercando di creare meno disagio possibile.
sono un grande sostenitore dei corsi MTB organizzati dal CAI, ma purtroppo c'è una grande ignoranza a riguardo.
Molti pensano che i corsi MTB del CAI siano come le centinaia di altre proposte di corsi, tutti focalizzati sulla guida e la tecnica.
al contrario il CAI promuove la corretta fruizione dei sentieri e della montagna, come è nei principi del CAI.
per coloro che frequentano la montagna sono molto utili.

anche con alcune delle persone con cui faccio gruppo in MTB mi rendo conto che manca la corretta "educazione": sgommate a ogni curva e trincee scavate sui ripidoni sono uno schiaffo in faccia. e farlo notare significa prendersi un vaffanculo.
l'educazione nel frequentare la montagna non è una cosa innata, va imparata e ci vuole gente che la insegni.

invito tutti a partecipare a questi corsi, con la consapevolezza che non vi insegneranno molto di più di quello che già sapete fare in sella, ma forniranno gli strumenti per migliorare il nostro senso civico.
 

VINS61

Biker ciceronis
10/15/20
1,472
1,481
0
59
GHEMME
Bike
CANNODALE FLASH 29 SI
La prima regola è :PIANO IN DISCESA NON SPAVENTARE I PEDONI
la seconda è :NON PASSARE NEI PRATI A SFALCIO
la terza : SE TROVI FILI ELTTRICI PER CONTENIMENTO BOVINI O CAPRE APRI E RICHIUDI CON ATTENZIONE ..NON ROMPRE IL FILO
quarta regola : NON PASSARE SUI TERRENI PRIVATI ANCHE SE I CANCELLI SONO APERTI ...O VICINI ALLE ABITAZIONI E SE PASSI DAVANTI ALLE PORTE DI CASA VAI PIANO !!!

Queste poche regole le ho scritte a mio giudizio grazie alle informazioni raccolte (sulle più frequenti proteste o denunce ) ricevute dalle guardie Forestali e dalle G.E.V. in alcuni comuni in special modo ,dove ho qualche amico ,sono le lamentele più frequenti e son di fatto le ragioni per cui specie nei parchi si rischia di vedere divieti alle bici in presenza di pedoni ,parlo delle zone alpine Val Sesia Ossola VCO
Ancora questo WE al Mottarone parlando con due guardie mi hanno detto che i terreni a pascolo sono in affitto e gli allevatori sono molto incazzati rischiamo di trovare anche il filo spinato oltre al filo per le mucche
DISCIPLINA è la parola chiave non statistiche ...poi in Svizzera NON so
 

alexLith

Biker popularis
8/29/17
63
45
0
49
Trento
Bike
24bicycle
anche con alcune delle persone con cui faccio gruppo in MTB mi rendo conto che manca la corretta "educazione": sgommate a ogni curva e trincee scavate sui ripidoni sono uno schiaffo in faccia. e farlo notare significa prendersi un vaffanculo.
l'educazione nel frequentare la montagna non è una cosa innata, va imparata e ci vuole gente che la insegni.
Tra i miei soci molti sgommano come non ci fosse un domani ed il concetto di modulare la frenata é oltre l'ignoto. Quando dico "andiamo stilosi" viene inteso il chiudere i doppi (io non sono stiloso!!!) in bikepark e non evitare sui sentieri guida adcazzum ignorante drittixdritti arando l;; universo.
Se su un sentiero ci passano 50-100 biker al giorno come noi... nelle sezioni ripide diventa evidente che o qualcuno fa manutenzione ad hoc o diventa facile l'equazione mtb = problema; soluzione semplice=divieto.

Quando avevo 25 anni me ne sono sempre infischiato ma adesso il rispetto per il sentiero in se e poi per la gente che incontro mi ha fatto cambiare atteggiamento. Tra l'altro mi piacerebbe un corso IMBA di trail building... perché cimentarsi (anche solo per curiositá) nel lavoro che c'é dietro ad un sentiero fa piú di mille cose.

Per l'educazione ed il rispetto tra frequentatori.. il problema non é la categoria ma le persone.
Es: sabato ho percorso un tratto di trail vietato dove peraltro era in corso una gara di corsa in montagna in senso opposto. Noi abbiamo dato precedenza, fermandoci o stando molto in disparte. Saranno passate un centinaio di persone... Non una che non ci abbia salutato, non una che si sia scazzata. Davanti a noi altri bikers che avranno fatto lo stesso. Saremo stati fortunati e certo non fa statistica, ma ho la netta sensazione che salvo casi specifici non ci vuole poi grande sforzo a far convivere mtb con il resto del mondo.

Eppure quel 25% che "percepisce azioni di contrasto alla mtb" é assai preoccupante.
 

bughy1978

Biker serius
2/1/21
126
171
0
42
Berghem
Bike
Trek Fuel EX8
Io do sempre, sempre, precedenza ai pedoni e cerco di annunciarmi rallentando e scampanellando (ma immagino che il campanellino Deca sul manubrio a molti non garbi)...
Da escursionista mi è capitato di maledire bikers che scendevano a tuono dai sentieri o da strade bianche di montagna, magari da parte nostra capire che non stiamo correndo una PS aiuterebbe...
 

edosossi

Biker superioris
4/3/08
940
130
0
Marina di Carrara
Bike
Olympia Pro Tech
Le volte che ho ricevuto "tirate" di orecchie perchè scendevo troppo forte a loro avviso sono sempre state dagli "escursionisti della domenica":
  1. pascolavano in mezzo al sentiero come se fosse tutto loro
  2. cani liberi senza guinzaglio che cercavano di mordermi le caviglie
Per non parlare dei "trasferimenti su strada": tra automobilisti che passano a 10 cm e gente che inizia ad urlarti di andare piano quando 3 secondi prima sono passate almeno 5 auto al triplo della velocità.

Mai avuto problemi con biker ed escursionisti perchè sostanzialmente la buona educazione ed il buonsenso sono "di serie".
 
  • Like
Reactions: Frank1971

lumerennù

Biker forumensus
4/14/05
2,005
238
0
55
San Severino Marche (MC)
Bike
Norco Range - Mondraker Crafty RR
Vietare le e-bike (rispondo secco al titolo)
Tu c'eri sul forum quando il Trentino vietava TUTTI i sentieri alle mtb (allora tutte muscolari), a meno che fossero più larghi di una bici messa di traverso (quindi solo stradoni), e tutto questo per far piacere ai Taleban-escursionisti della SAT?
Ci manca solo che la storia si ripeta per far piacere a qualche Taleban-muscolare.
Con amicizia, ma dissento dal tuo pensiero.
 

fafnir

Biker incredibilis
11/9/13
12,066
2
9,209
0
34
Padova
Bike
Warden, Hightower, Venge
E ai fafnir :smile:
Scherzo ovviamente!
La mia è una provocazione, ma se applicata risolverebbe quasi tutto se ci pensi.
Ovviamente è inapplicabile, siamo troppo avanti con il discorso e la diffusione
 

reddummies

Biker superioris
10/2/17
884
388
0
35
bergamo
Bike
Canyon Spectral 2019 e Giant Glory 2018
io penso che il problema, sia lo stesso che si può ritrovare in tanti altri contesti, ossia che la gente pensa solo a se stessa.
Se io mi trovo su di un sentiero condiviso, non mi sogno nemmeno di poter tenere velocità in stile "full gas", perchè so benissimo che potrei trovare qualcuno in mezzo e non vederlo fino all'ultimo, quindi mi adeguo al sentiero.
Faccio anche tante escursioni a piedi, e non ho problemi a spostarmi quando sento arrivare una bici, ma ho problemi se la bici arriva a velocità alta, senza visibilità, e magari con la pretesa di non dover nemmeno rallentare.
 

Befembeker

Biker serius
1/29/08
179
69
0
Genova
Bike
Specialized Enduro FSR
Io in bici giro spesso e ho notato che rallentando ed essendo gentile (traduco anche un semplice saluto) di attriti non ce ne sono mai. Talvolta andando un o'più veloce mi è capitato di frenare lungo su uno a piedi dietro una curva e nonostante fossi sempre su sentieri preparati con salti e sponde per la MTB (quindi il pedone in salita poteva immaginarselo) ho sempre chiesto scusa. Per adesso MAI avuto problemi o liti.
Probabilmente essere cordiali ed educati aiuta :)
 

vitamin

Biker ciceronis
10/22/07
1,471
683
0
Milano
Bike
YT Capra
Io frequento assiduamente i trails di Sestri Levante e, dopo il primo lockdown, è aumentata esponenzialmente la quantità di escursionisti che salgono in senso contrario alle bici discendenti; ora, senza esser ipocriti, è chiaro che alla maggior parte di noi, se il tracciato lo consente e se ne siamo capaci (o pensiamo di esserlo :loll:), piace scendere un po' veloci, e ovviamente trovarsi gente sul percorso dà fastidio. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, noi bikers moderiamo la velocità in incrocio e i pedoni (almeno, a me capita spesso) si spostano in tempo utile perché capiscono che per te biker spesso è più difficile cambiare linea (parlo ad esempio per chi le conosce, della parte centrale di U Turiun o di Manierta).
Il problema si pone se il biker pretende di non moderare la velocità o se il pedone non vuole in ogni caso scansarsi, quindi come sempre è una mera questione di buonsenso.
 
  • Like
Reactions: rovert

Maiella

Biker Maiellensis
2/3/15
1,105
989
0
39
Maiella/Abruzzo
Bike
Black Forest Pro/Whistler Pro by Focus
Il tutto si risolve con le regole, almeno dove c'é una rete sentieristica gestita da qualche ente. Ad esempio all'interno dei parchi nazionali, e delle riserve in generale, il fuori sentiero é vietato a tutti i tipi di utenti. Da ciò ne consegue che la rete sentieristica può trovare una diversificazione; in questo modo si possono destinare sentieri alle sole bici, altri a chi fa trekking e altri ancora a chi va a fare giri a cavallo. I problemi rimarrebbero nelle "terre di nessuno", cioé aree non gestite, dove però anche gli escursionisti a piedi non sono presenti in maniera massiccia. La vera sfida, secondo me, é far capire che andare in bici non é un "reato" ma un gesto della stessa dignità di chi pratica trekking.
 
  • Like
Reactions: superskinny

sideman

Biker imperialis
9/19/05
10,968
1
3,751
0
Firenze/Castelfranco di Sopra
Bike
Cannondale Trigger Giant e.Trance SX0
Vietare le e-bike (rispondo secco al titolo)
Ci vai tu a dirglielo a tutto quelli di zone semisfigate nei monti che ora hanno investito nella MTB con impianti e turismo rendendo zone che prima si spopolavano come zone superproduttive dal punto di vista turistico???
Avete un idea degli investimenti in ballo?
Del PIL prodotto?
Sapete che tra i maggiori turisti biker ci sono gli Arabi (quelli con i soldi)

L'Ebike, che piaccia o no ha creato un filo de sviluppo e di produzione pil clamorosa che i più visti hanno subito saputo intercettare

Poi però andiamo a protestare in strada per i dipendenti appena licenziati dalle varie aziende dell'automotive...


sid
 

pk71

Biker ciceronis
12/15/08
1,527
1,251
0
Vicopisano
Bike
Nicolai G16
Io abito vicino al mare e anche li è lo spesso problema, il luogo della vacanza/escursione/gita viene visto come "di tutti", o meglio, è visto come il luogo dove "se io vado" per correre in bici piuttosto che in barca (sotto costa) vuol dire che anche gli altri voglio fare lo stesso e quindi posso fare ciò che mi pare, e se c'è qualcuno che è andato per fare una passeggiata o una nuotata "minportaunasega".
Bisognerebbe tornare negli anni '70 quando alle teste di cazzo che non sapevano stare al mondo gli bucavano gli scafi o gli facevano gli occhi neri.
La colpa è anche nostra (mia) perché invece di fare cazzatoni agli "amici biker" che escono dalle righe ci limitiamo a scuotere il capo e tiare avanti.
 
  • Like
Reactions: Etien and lthgpes

milk&alcohol

Biker novus
4/27/17
23
55
0
43
Tradate
it.wikiloc.com
Bike
Felt Decree FRD 2018
Anche vietare i sentieri larghi meno di 3 metri alle MTB (come accade in Trentino) risolverebbe quasi tutto.
è una notizia vecchia che continua a circolare e produce confusione.
questa regola è stata eliminata da anni, eppure si continua a considerarla valida.
questa regola è del 2005 ed è stata abrogata e modificata nel 2015


in trentino e in alto adige è come nel resto del mondo: se è vietato c'è un cartello ufficiale di divieto

se han messo un cartello è perchè i bikers han pisciato fuori dal vasino