Punt ...non solo piacenza.......

xtx2

Biker serius
3/28/18
214
155
0
45
Nord
Bike
giant
AL SANTUARIO DI CONCHE DA NAVE (BS)

Oggi gran bella escursione nella Bassa Val Trompia in terra bresciana in compagnia di Stefania e Cesare (Miur e Climberino qui sul forum).

Come itinerario utilizziamo una traccia un po' datata di @orma percorsa da Stefania e Cesare qualche anno fa :
https://itinerari.mtb-mag.com/tours/view/1189

Confermo che l'itinerario è tuttora percorribile ed è ampiamente descritto al link sopra da orma.

Da rimarcare le salite su cementata/sterrata belle toste, bei traversi su single track e discese pepate al punto giusto, mai estreme ma di tutto rispetto in alcuni tratti.

Ora qualche foto:

il bel traverso dopo esserci massacrati sulla cementata:

(foto di Cesare)

(foto di Cesare)



manca poco al Santuario:



Al Santuario giusto il tempo per due coccole:



e per la classica foto:



e siamo pronti per la prima discesa:





accenni di primavera al 12 gennaio:



breve risalita e siamo pronti per la nuova discesa:

inizialmente bella scorrevole:



poi la musica cambia, troviamo alcuni tratti + tecnici con belle vedute:



















Molto bello anche l'ultimo sentiero flow che ci deposita alle auto.

Tutte le foto della giornata sono QUI

Grazie a Stefania e Cesare x la compagnia e x il terzo tempo in birreria.

Grazie anche a Mauro x aver condiviso una traccia praticamente ad asfalto zero!!!
terreno perfetto sembra ,complimenti a tutti.
 

 

miciolo

Biker obiettivus
6/15/08
1,923
2,913
0
57
piacenza
Bike
.
VARAZZE (SV)

I siti meteo, dopo il passaggio di una veloce perturbazione, prevedono per la giornata di sabato cieli sereni solo in Liguria. A disturbare potrebbe essere il vento che viene previsto forte da Nord nella mattinata.

Alle sette di sabato mattina partiamo da Piacenza con destinazione Varazze, sotto una leggera pioggia che ci accompagnerà sino al Passo del Turchino, al di là del quale, come spesso succede, splende il sole!!!

Troviamo subito il parcheggio, nonostante il sabato la piazza sia occupata dai banchi del mercato, scarichiamo le bici e iniziamo la risalita verso il Monte Beigua, nostra meta della giornata.

La salita, prima su strada asfaltata, poi sterrata, poi sentiero la conosciamo bene per averla fatta diverse volte



arriviamo appena sotto al rifugio di Prato Rotondo dove nuvole basse, temperatura sotto lo zero ed un forte vento da nord ci fanno cambiare idea:



Ripercorriamo a ritroso la via fatta all'andata x qualche centinaio di metri.
E' l'occasione giusta per provare un sentiero che diverse volte abbiamo notato. Il sentiero è segnato con un meno rosso e sulle carte scende a Faje.



inizialmente si presenta con alcuni tratti ripidi ma il bello deve ancora venire:

attraversamento ponticello:



ora dobbiamo oltrepassare un grosso canale tra massi verticali con l'aiuto di una corda messa lì per facilitare il passaggio agli escursionisti (a piedi!!!): :maremmac:







Ora il sentiero scorre sotto le nostre ruotone, in luoghi remoti vista mare:













Arrivati finalmente al Passo del Muraglione, breve tratto a spinta sul Frasquito e siamo pronti per il Boaexpress:

prima parte completamente asciutta, solo molto scavata nel tratto ripido:



seconda parte, invece molto scivolosa per le pietre rese umide dalla pioggia della nottata:



Altra risalita sino alla Madonna dell Guardia:



e qui siamo indecisi se chiudere la giornata con discesa su Hard Rock o Capre.

...e vai per l'Hard Rock!!::yeah!:









Hard Rock che in alcuni punti presenta tratti molto rovinati:



Sarà che abbiamo trovato Hard Rock più rovinato del solito, sarà che ormai questo genere di discese è forse un po' troppo tecnico per due vecchietti come noi ma, una volta terminato, io e Ila ci siamo guardati in faccia contenti di averlo finito. :medita:

Bei tempi, quando nell'Hard Rock l'unico tratto che facevi a piedi era quello per guadare il canalone.....:il-saggi:
 

miciolo

Biker obiettivus
6/15/08
1,923
2,913
0
57
piacenza
Bike
.
Beigua...prima o poi lo voglio fare.
Ma Hard Rock...unica discesa possibile o ci sono alternative meno radicali?

I sentieri alti sul Beigua sono scorrevoli e flow.
Quando ti abbassi i sentieri diventano molto + tecnici.
Alternative possono essere il New Generation, il Capre, il Father and Son e il Grifone. Tutti sentieri "Ligurian style" che le piogge dei mesi scorsi potrebbero aver ulteriormente scavato.
Tieni presente che i sentieri SAnna di Sestri L. e 28-19 di Levanto fatti 20 giorni fa sono molto ma molto + scorrevoli rispetto ad Hard Rock fatto ieri!!!
 
  • Like
Reactions: superskinny

xtx2

Biker serius
3/28/18
214
155
0
45
Nord
Bike
giant
VARAZZE (SV)

I siti meteo, dopo il passaggio di una veloce perturbazione, prevedono per la giornata di sabato cieli sereni solo in Liguria. A disturbare potrebbe essere il vento che viene previsto forte da Nord nella mattinata.

Alle sette di sabato mattina partiamo da Piacenza con destinazione Varazze, sotto una leggera pioggia che ci accompagnerà sino al Passo del Turchino, al di là del quale, come spesso succede, splende il sole!!!

Troviamo subito il parcheggio, nonostante il sabato la piazza sia occupata dai banchi del mercato, scarichiamo le bici e iniziamo la risalita verso il Monte Beigua, nostra meta della giornata.

La salita, prima su strada asfaltata, poi sterrata, poi sentiero la conosciamo bene per averla fatta diverse volte



arriviamo appena sotto al rifugio di Prato Rotondo dove nuvole basse, temperatura sotto lo zero ed un forte vento da nord ci fanno cambiare idea:



Ripercorriamo a ritroso la via fatta all'andata x qualche centinaio di metri.
E' l'occasione giusta per provare un sentiero che diverse volte abbiamo notato. Il sentiero è segnato con un meno rosso e sulle carte scende a Faje.



inizialmente si presenta con alcuni tratti ripidi ma il bello deve ancora venire:

attraversamento ponticello:



ora dobbiamo oltrepassare un grosso canale tra massi verticali con l'aiuto di una corda messa lì per facilitare il passaggio agli escursionisti (a piedi!!!): :maremmac:







Ora il sentiero scorre sotto le nostre ruotone, in luoghi remoti vista mare:













Arrivati finalmente al Passo del Muraglione, breve tratto a spinta sul Frasquito e siamo pronti per il Boaexpress:

prima parte completamente asciutta, solo molto scavata nel tratto ripido:



seconda parte, invece molto scivolosa per le pietre rese umide dalla pioggia della nottata:



Altra risalita sino alla Madonna dell Guardia:



e qui siamo indecisi se chiudere la giornata con discesa su Hard Rock o Capre.

...e vai per l'Hard Rock!!::yeah!:









Hard Rock che in alcuni punti presenta tratti molto rovinati:



Sarà che abbiamo trovato Hard Rock più rovinato del solito, sarà che ormai questo genere di discese è forse un po' troppo tecnico per due vecchietti come noi ma, una volta terminato, io e Ila ci siamo guardati in faccia contenti di averlo finito. :medita:

Bei tempi, quando nell'Hard Rock l'unico tratto che facevi a piedi era quello per guadare il canalone.....:il-saggi:
Maestro dove hai postato l'ultima foto nel canalone sono volato dentro 2 mesi fa e ci ho lasciato una costola !!! Se non lo rimettono a posto non lo faccio più, comunque complimentissimi come al solito.
 

windfed

Biker urlandum
7/6/14
587
217
0
Piasintein dal sass!
Bike
Trek Rail 9.9 & BMC RoadMachine02
I sentieri alti sul Beigua sono scorrevoli e flow.
Quando ti abbassi i sentieri diventano molto + tecnici.
Alternative possono essere il New Generation, il Capre, il Father and Son e il Grifone. Tutti sentieri "Ligurian style" che le piogge dei mesi scorsi potrebbero aver ulteriormente scavato.
Tieni presente che i sentieri SAnna di Sestri L. e 28-19 di Levanto fatti 20 giorni fa sono molto ma molto + scorrevoli rispetto ad Hard Rock fatto ieri!!!
A Sestri...Sono tabellati/indicati in qualche modo o serve traccia GPS (che farei fatica a vedere causa vista scarsa...)?:vecio:
 

miciolo

Biker obiettivus
6/15/08
1,923
2,913
0
57
piacenza
Bike
.
Maestro dove hai postato l'ultima foto nel canalone sono volato dentro 2 mesi fa e ci ho lasciato una costola !!! Se non lo rimettono a posto non lo faccio più, comunque complimentissimi come al solito.
Purtroppo Varazze non è Finale dove dietro c'è una struttura dedicata alla manutenzione dei sentieri. A Varazze la manutenzione è opera di volontari o di chi organizza qualche gara/evento di mtb o e-mtb.

A Sestri...Sono tabellati/indicati in qualche modo o serve traccia GPS (che farei fatica a vedere causa vista scarsa...)?:vecio:
I punti di partenza dei sentieri + famosi sono tutti segnati da cartelli sia quelli di Sestri che quelli di Riva Trigoso.
In rete se cerchi Mimose, Cani S.Anna, CaGianca, Lastre, Cacciatori, Loto, U-Turiun, Manierta trovi le tracce gps, credo anche qui tra gli itinerari del forum.
Altrimenti avvisa quando vai che ti passo qualche traccia.
 
  • Like
Reactions: windfed

miciolo

Biker obiettivus
6/15/08
1,923
2,913
0
57
piacenza
Bike
.
PIETRAIL - Perino (PC)

Stamattina Ila mi butta giù dal letto alle 10 passate con un "Dai, muoviti!! ...che c'è il sole".
Alla velocità di un bradipo ci dirigiamo verso Perino, ancora di salvezza quando la maggior parte dei sentieri sono infattibili per il fango.
Alle 11 passate partiamo con destinazione Pietra

....da notare che il sole c'era a Piacenza e forse in tutto il resto della provincia, alla Pietra no!!



l'idea di fare il crinale dall'oratorio alla Pietra Marcia viene presto accantonato causa fango-colla.

E allora scendiamo per il Pietrail:

il tratto iniziale è quello + ruvido con sassi ovunque:











Scendendo il sentiero diventa + scorrevole con qualche bel passaggio:









i resti del gelicidio di qualche anno fa:



man mano che si scende il fondo roccioso lascia il posto ad un + morbido fondo di terra e foglie.

I segni evidenti di chi ci ha preceduto, ...non sono mtb e neanche e-mtb :arrabbiat::arrabbiat:

in prossimità del ponticello:



i ripidi nel bosco, grazie al loro passaggio, sono scivolosissimi:



X fortuna nell'ultimo tratto non sono passati e ce lo siamo goduto:





....e pensare che ci vorrebbe così poco x rispettare il mazzo che si sono fatti i trail builder di Only Mud Bobbio e Trebbia Wheels su questo sentiero!!
.... cari motociclisti, ma vi divertite a passare dove passano le bici?
...e poi con il bagnato...:sculacci:
non lamentatevi se poi escursionisti, ciclisti e chi abita in zona non vi riserva il massimo dell'accoglienza!! :spetteguless:
 

zanco69

Biker popularis
6/1/14
75
6
0
PIETRAIL - Perino (PC)

Stamattina Ila mi butta giù dal letto alle 10 passate con un "Dai, muoviti!! ...che c'è il sole".
Alla velocità di un bradipo ci dirigiamo verso Perino, ancora di salvezza quando la maggior parte dei sentieri sono infattibili per il fango.
Alle 11 passate partiamo con destinazione Pietra

....da notare che il sole c'era a Piacenza e forse in tutto il resto della provincia, alla Pietra no!!



l'idea di fare il crinale dall'oratorio alla Pietra Marcia viene presto accantonato causa fango-colla.

E allora scendiamo per il Pietrail:

il tratto iniziale è quello + ruvido con sassi ovunque:











Scendendo il sentiero diventa + scorrevole con qualche bel passaggio:









i resti del gelicidio di qualche anno fa:



man mano che si scende il fondo roccioso lascia il posto ad un + morbido fondo di terra e foglie.

I segni evidenti di chi ci ha preceduto, ...non sono mtb e neanche e-mtb :arrabbiat::arrabbiat:

in prossimità del ponticello:



i ripidi nel bosco, grazie al loro passaggio, sono scivolosissimi:



X fortuna nell'ultimo tratto non sono passati e ce lo siamo goduto:





....e pensare che ci vorrebbe così poco x rispettare il mazzo che si sono fatti i trail builder di Only Mud Bobbio e Trebbia Wheels su questo sentiero!!
.... cari motociclisti, ma vi divertite a passare dove passano le bici?
...e poi con il bagnato...:sculacci:
non lamentatevi se poi escursionisti, ciclisti e chi abita in zona non vi riserva il massimo dell'accoglienza!! :spetteguless:
 

zanco69

Biker popularis
6/1/14
75
6
0
stesso problema al Parco Provinciale,sentieri rovinati dalle moto...chi li mantiene è piuttosto incazzato.
 
  • Like
Reactions: xtx2

xtx2

Biker serius
3/28/18
214
155
0
45
Nord
Bike
giant
stesso problema al Parco Provinciale,sentieri rovinati dalle moto...chi li mantiene è piuttosto incazzato.
Sono solo dei cafoni ,x non chiamarli in altre maniere, l'unica cosa che si può fare per evitare di farli passare dai sentieri e mettere all'inizio a metà e alla fine dei bei tronchi messi in maniera da non poter farli passare ne aggirare ,li so che per noi non è il massimo, ma potrebbe essere la cura
 

windfed

Biker urlandum
7/6/14
587
217
0
Piasintein dal sass!
Bike
Trek Rail 9.9 & BMC RoadMachine02
vengo dal mondo motociclistico....patisco sempre quando si creano dissapori di questo genere.
purtroppo bastano 2 fuoristradisti indisciplinati/incapaci (coglioni) che girano (col bagnato) in posti da mtb per creare danni notevoli al sentiero.
Le tracce sul Pietrail sono di moto da TRIAL... li ho trovati sul sentiero dell'Armelio qualche settimana fa.
Questa categoria, se gli metti tronchi x traverso...si divertono ancora di più.
Enduristi, trialisti.... basterebbe solo usare la testa.
 
  • Like
Reactions: diesel62

miciolo

Biker obiettivus
6/15/08
1,923
2,913
0
57
piacenza
Bike
.
MONTE DENERVO E CIMA COMER (BS)

Stamattina trasferta zona Lago di Garda alla ricerca di sentieri asciutti.
Alla già conosciuta Cima Comer Ila aggiunge anche il Monte Denervo per un itinerario che supera i 1600 mt di dislivello.
Lo start è da una delle tante piazzuole sulla strada interna che porta a Muslone, ciò ci farà risparmiare qualche centinaio di mt di dislivello che a fine giro sono tanta manna!!
Logicamente Ila ha studiato l'itinerario facendolo terminare proprio alla piazzuola dove abbiamo parcheggiato la macchina. :yeah!:

Sino a Piovere, prima su asfalto, poi su bel single track tra ulivi, limonaie e terrazzi non ci sono difficoltà:



Dopo Piovere la strada diventa sterrata ed in alcuni punti cementata.
....e quando nel bresciano usano il cemento, ..... le salite minimo sono al 30%



Ci sono quattro strappi cementati veramente notevoli che noi siamo riusciti a fare spingendo:



Un po' pedalando, un po' spingendo arriviamo alla Malga Denervo:





La cima del Monte Denervo, riconoscibile da un cumulo di pietre, si raggiunge solo con spintage/portage; ma è un tratto breve.

Per la discesa ritorniamo sui nostri passi sino alla malga da dove si stacca un sentiero che prima tra boschi e poi su pascoli ti riporta sulla traccia per Cima Comer:











altro tratto a spinta non semplicissimo per arrivare alla cima del Comer.
Da qui solitamente si gode di una vista spettacolare sul sottostante Lago di Garda,
oggi però la nebbia, come già successo in passato, ha ricoperto tutto il Lago, creando comunque un'atmosfera molto particolare:







Ripercorriamo per un breve tratto il sentiero d'andata e poi giù su uno dei sentieri più belli se si è in cerca di un po' di adrenalina.
Sentiero che alterna, tratti scorrevoli a tratti con rocce fisse.
La pendenza, tranne all'inizio e nel tratto dove si guada il canale, non è mai eccessiva:



















Arriviamo integri alla macchina dopo quasi 1000 mt di sentiero.
Sentiero dove abbiamo particolarmente apprezzato le ruotone delle Genius!!!
 

orma

Biker velocissimus
9/14/06
2,461
62
0
NAVEN
AL SANTUARIO DI CONCHE DA NAVE (BS)

Oggi gran bella escursione nella Bassa Val Trompia in terra bresciana in compagnia di Stefania e Cesare (Miur e Climberino qui sul forum).

Come itinerario utilizziamo una traccia un po' datata di @orma percorsa da Stefania e Cesare qualche anno fa :
https://itinerari.mtb-mag.com/tours/view/1189

Confermo che l'itinerario è tuttora percorribile ed è ampiamente descritto al link sopra da orma.

Da rimarcare le salite su cementata/sterrata belle toste, bei traversi su single track e discese pepate al punto giusto, mai estreme ma di tutto rispetto in alcuni tratti.



Molto bello anche l'ultimo sentiero flow che ci deposita alle auto.

Tutte le foto della giornata sono QUI

Grazie a Stefania e Cesare x la compagnia e x il terzo tempo in birreria.

Grazie anche a Mauro x aver condiviso una traccia praticamente ad asfalto zero!!!
A saperlo prima ci sono delle migliorie...tipo evitare la prima salita cementata spaccagambe.....comunque complimenti,bravissimi,itinerario impegnativo,un abbraccio Mauro Orma
 

miciolo

Biker obiettivus
6/15/08
1,923
2,913
0
57
piacenza
Bike
.
MONTE PIZZOCCOLO (BS)

Ieri altra escursione in zona basso Lago di Garda sponda bresciana.

Decidiamo di ritornare, dopo qualche anno, sul Monte Pizzoccolo nelle Prealpi Bresciane dalla cui sommità si gode di ampie viste panoramiche sul sottostante Lago e sulle montagne circostanti sino al Gruppo dell'Adamello e del Brenta.

Per questo giro decidiamo di seguire una traccia di @compagigi con una salita ed una parte di discesa inedite per noi.

Lo start è da Bornico dove raggiungiamo Toscolano percorrendo la trafficata Statale.

Una rapida occhiata alla nostra meta:



ed incominciamo a salire, inizialmente su asfalto e poi su sterrato.

Sino ai 900 mt di quota si pedala bene.
Dai 900 mt di Palazzo Archesane sino ai 1200 mt di Passo Spino si alternano tratti pedalati a tratti a spinta:



Ancora alcuni tratti a spinta sino a sbucare fuori dal bosco dove un panoramico traverso ci fa riprendere fiato:





Manca poco ad essere in cima, nell'ultimo tratto un po' si pedala ed un po' si porta:





e siamo in cima, purtroppo sul Lago c'è foschia ma le vedute sulle cime circostanti sono spaziali:











.....cannocchiale ipertecnologico ma sempre utile:



e siamo pronti per discesa:



inizialmente ripercorrendo il sentiero fatto all'andata:





poi seguendo le indicazioni della traccia di Gigi svoltiamo secchi a sx su un sentiero tra i pascoli:











Il Monte Baldo innevato



Continuiamo a scendere alternando purtroppo tratti su ripida sterrata (credo che non ci sia altra soluzione) a tratti su sentiero molto appagante





A fine giro il GPS indica 1700 mt D+ che abbiamo portato a casa nonostante i tanti tratti a spinta.

Grazie Gigi per la traccia :prost:
 

xtx2

Biker serius
3/28/18
214
155
0
45
Nord
Bike
giant
MONTE PIZZOCCOLO (BS)

Ieri altra escursione in zona basso Lago di Garda sponda bresciana.

Decidiamo di ritornare, dopo qualche anno, sul Monte Pizzoccolo nelle Prealpi Bresciane dalla cui sommità si gode di ampie viste panoramiche sul sottostante Lago e sulle montagne circostanti sino al Gruppo dell'Adamello e del Brenta.

Per questo giro decidiamo di seguire una traccia di @compagigi con una salita ed una parte di discesa inedite per noi.

Lo start è da Bornico dove raggiungiamo Toscolano percorrendo la trafficata Statale.

Una rapida occhiata alla nostra meta:



ed incominciamo a salire, inizialmente su asfalto e poi su sterrato.

Sino ai 900 mt di quota si pedala bene.
Dai 900 mt di Palazzo Archesane sino ai 1200 mt di Passo Spino si alternano tratti pedalati a tratti a spinta:



Ancora alcuni tratti a spinta sino a sbucare fuori dal bosco dove un panoramico traverso ci fa riprendere fiato:





Manca poco ad essere in cima, nell'ultimo tratto un po' si pedala ed un po' si porta:





e siamo in cima, purtroppo sul Lago c'è foschia ma le vedute sulle cime circostanti sono spaziali:











.....cannocchiale ipertecnologico ma sempre utile:



e siamo pronti per discesa:



inizialmente ripercorrendo il sentiero fatto all'andata:





poi seguendo le indicazioni della traccia di Gigi svoltiamo secchi a sx su un sentiero tra i pascoli:











Il Monte Baldo innevato



Continuiamo a scendere alternando purtroppo tratti su ripida sterrata (credo che non ci sia altra soluzione) a tratti su sentiero molto appagante





A fine giro il GPS indica 1700 mt D+ che abbiamo portato a casa nonostante i tanti tratti a spinta.

Grazie Gigi per la traccia :prost:
Miciolo
MONTE PIZZOCCOLO (BS)

Ieri altra escursione in zona basso Lago di Garda sponda bresciana.

Decidiamo di ritornare, dopo qualche anno, sul Monte Pizzoccolo nelle Prealpi Bresciane dalla cui sommità si gode di ampie viste panoramiche sul sottostante Lago e sulle montagne circostanti sino al Gruppo dell'Adamello e del Brenta.

Per questo giro decidiamo di seguire una traccia di @compagigi con una salita ed una parte di discesa inedite per noi.

Lo start è da Bornico dove raggiungiamo Toscolano percorrendo la trafficata Statale.

Una rapida occhiata alla nostra meta:



ed incominciamo a salire, inizialmente su asfalto e poi su sterrato.

Sino ai 900 mt di quota si pedala bene.
Dai 900 mt di Palazzo Archesane sino ai 1200 mt di Passo Spino si alternano tratti pedalati a tratti a spinta:



Ancora alcuni tratti a spinta sino a sbucare fuori dal bosco dove un panoramico traverso ci fa riprendere fiato:





Manca poco ad essere in cima, nell'ultimo tratto un po' si pedala ed un po' si porta:





e siamo in cima, purtroppo sul Lago c'è foschia ma le vedute sulle cime circostanti sono spaziali:











.....cannocchiale ipertecnologico ma sempre utile:



e siamo pronti per discesa:



inizialmente ripercorrendo il sentiero fatto all'andata:





poi seguendo le indicazioni della traccia di Gigi svoltiamo secchi a sx su un sentiero tra i pascoli:











Il Monte Baldo innevato



Continuiamo a scendere alternando purtroppo tratti su ripida sterrata (credo che non ci sia altra soluzione) a tratti su sentiero molto appagante





A fine giro il GPS indica 1700 mt D+ che abbiamo portato a casa nonostante i tanti tratti a spinta.

Grazie Gigi per la traccia :prost:
Ciao miciolo puoi postare la traccia x favore, grazie.
 

miciolo

Biker obiettivus
6/15/08
1,923
2,913
0
57
piacenza
Bike
.
LE CRESTE DEL MONTE MORIA (PC)

Oggi, tra pedalate e risate, siamo ritornati dopo un anno sul Monte Morìa.

Il Monte Morìa si trova nel Parco Provinciale sopra a Lugagnano nel nostro Appennino da dove partono diversi sentieri che abbiamo trovato in ottimo stato.

Con noi c'è Gigi che decide come punto di partenza la Trattoria di Case Bonini, qualche km a monte della Diga di Mignano (a fine giro capirò il perchè di questa scelta :mrgreen: ).

La salita è tutta su asfalto con traffico zero sino alla partenza del primo trail:
il diavolo:
bel sentiero molto aereo che ben conosciamo:

















Il diavolo è tirato a lucido, non c'è un ramo, un sasso fuori posto; è perfetto!!

Arrivati in fondo, nuova risalita sino all'imbocco della Bramble dove troviamo questo cartello:



il nome non è invitante :maremmac: ma la voglia di percorrere trail nuovi è tanta ed abbandoniamo di conseguenza lo sperimentato Bramble per un inedito, almeno per noi, Serial Killer.

Inizialmente i due itinerari hanno un tratto in comune poi Serial Killer gira a destra mentre Bramble scende a sinistra.



Serial Killer è un trail ancora acerbo che presenta bei ripidoni con un paio di curve che non siamo riusciti a fare in sella. E' un trail, come il diavolo, che passa in cresta:













Terminato Serial Killer ci portiamo su un'altra nostra vecchia conoscenza che ora si chiama Hula Hoop, un susseguirsi di gobbe, di curve; il tutto all'insegna del flow che porta il divertimento alle stelle:





l'ultimo tratto cambia ancora nome, come dal cartello in foto :omertà:



Arrivati alle macchine vuoi non farti la classica birra??

Una volta all'interno del locale forse ci siamo fatti prendere un po' la mano......



Grazie a Gigi x la compagnia e a chi mantiene questi sentieri. :celopiùg:

@gigi58 : QUI trovi tutte le foto!!