Le regolazioni delle sospensioni

 

Danybiker88

Redazione
4/9/04
12.138
67
0
32
Torino
www.picasawebweb.com
grazie, rapido e conciso. ti do gli elementi ke ho trascurato x nn appesantire il quesito.
1. tealio AZONIC SAMURAI 152/178
2. ammo FOX R AVA High pressure 190/51
3. in effetti rebound a 5 click da tutto kiuso ( MBACTION consigliava 3), cmq lo tengo basso: i tracciati ke frequento sono misti: rocce, sentieri, gradoni, gradoni ripidi, ecc. (evito rischi di nose-wheelin'>capottamento...)
4. manitou s-type spv 190/50 e 200/50

Si, orientativamente sulla tua bici un sag del 25% può andare, forse anche qualcosina in più. Il ritorno lo devi sentire tu, dipende come ti trovi bene...
 

Alessandro Notari

Biker ultra
28/10/08
692
0
0
Parma
Altro quesito per voi MAESTRI :hail:: gironzolando per la rete, mi sono imbattuto (non per caso!!) nel sito del setup di Ibis, e li, riferito ad una fork Fox float rlc, ho letto questo pezzo che riporto e che non sono riuscito a capire; chiedo lumi :specc: !!
Le regolazioni idrauliche di compressione e ritorno ed il bloccaggio sono posizionate sul tappo dello
stelo destro, la regolazione della soglia di sblocco è situata sotto il fodero destro.​
Trucchetto​
: prova a regolare della soglia di sblocco per eliminare il dondolamento della forcella.
Blocca la forcella con la leva sullo stelo quindi ruota completamente la regolazione della soglia di
sblocco in senso orario sino al fine corsa per poi tornare indietro di alcuni scatti, quanto basta per
fare in modo che la forcella lavori liberamente sugli urti ma non dondoli durante le fasi di pedalata.
E un gran bel sistema! Ci sono davvero infinite possibilità di regolazione su questa forcella quindi

non esitare a sperimentarne diverse fino a che non troverai quella che più ti piace.
 

imbullonato

Biker superis
5/11/08
376
0
0
Correggio
Ciao Dany, intanto complimenti x l'articolo, molto utile e chiarissimo. Ho una domanda riguardo all' affermazione riportata qui sotto:


- camera (-) > camera (+): configurazione sbagliata. Il carico di stacco è nullo come nel caso precedente, tuttavia la forcella avrà, anche da scarica un affondamento, dovuto alla sovrappressione della camera negativa che vince la forza esercitata dalla camera positiva. La sospensione quindi si comprime fino a che la camera negativa non non si espande e la pressione diventa uguale nelle due camere, ritornando quindi alla configurazione del punto precedente. Come detto questa configurazione non comporta alcun vantaggio rispetto a quella con le due camere uguali, con la conseguenza negativa che si perde escursione. L’unica utilità di questa configurazione è quando si vuole abbassare la forcella e non si hanno sistemi di corsa variabile

...come mai nel thrash test della revelation air su mb action di febbraio consiglierebbero di tenere la camera negativa a 5 PSI in più rispetto alla positiva se questo fosse inutile? Dipende forse dal tipo di forca? Io (che ho quel modello) ho provato a settarla così ed in effetti mi sono "mangiato" 2 o 3 mm di corsa, ma lo stacco mi sembra più morbido in effetti... è possibile tutto ciò o secondo te sono influenzato da ciò che ho letto?
Ciao, ciao!!
 

Danybiker88

Redazione
4/9/04
12.138
67
0
32
Torino
www.picasawebweb.com
Altro quesito per voi MAESTRI :hail:: gironzolando per la rete, mi sono imbattuto (non per caso!!) nel sito del setup di Ibis, e li, riferito ad una fork Fox float rlc, ho letto questo pezzo che riporto e che non sono riuscito a capire; chiedo lumi :specc: !!
Le regolazioni idrauliche di compressione e ritorno ed il bloccaggio sono posizionate sul tappo dello
stelo destro, la regolazione della soglia di sblocco è situata sotto il fodero destro.​
Trucchetto​
: prova a regolare della soglia di sblocco per eliminare il dondolamento della forcella.
Blocca la forcella con la leva sullo stelo quindi ruota completamente la regolazione della soglia di
sblocco in senso orario sino al fine corsa per poi tornare indietro di alcuni scatti, quanto basta per
fare in modo che la forcella lavori liberamente sugli urti ma non dondoli durante le fasi di pedalata.
E un gran bel sistema! Ci sono davvero infinite possibilità di regolazione su questa forcella quindi

non esitare a sperimentarne diverse fino a che non troverai quella che più ti piace.

In pratica ti dice di regoalre la soglia di sblocco in modo che la forcella non ondeggi in pedalata, ma che si apra garantendo un minimo di capacità di assorbimento anche sui medi urti.
In pratica quello che dicevo nell'articolo: impostare la soglia di sblocco al valore minimo tale che la forcella non ondeggi in pedalata. In questo modo la forcella lavorerà discretamente quando incontra gli ostacoli, ma non disperderà energia durante la pedalata. Una specie di piattaforma stabile insomma...
 

Danybiker88

Redazione
4/9/04
12.138
67
0
32
Torino
www.picasawebweb.com
mi spieghereste gentilmente (ad un ignorante!) l'utilizzo del pomello GATE sulla Sid Team che è l'unica cosa che non riesco a capire!!!
grazie

Il gate in pratica è la regolazione della soglia di sblocco, ovvero della forza necessaria affinchè la forcella da bloccata si apra. In pratica quando tu pedalando incontri un ostacolo che trasmette alal tua forcella una solleitazione superiore a quella importata tramite il Gate, la forcella si sblocca.
Come dicevo prima quindi la soglia di sblocco (o Gate) va impostata in maniera tale che la forcella non bobbi in pedalata, ma che si sblocchi se incontra un ostacolo.
 

Peter Griffin

Biker velocissimus
16/8/07
2.579
1
0
prov Milano
Il gate in pratica è la regolazione della soglia di sblocco, ovvero della forza necessaria affinchè la forcella da bloccata si apra. In pratica quando tu pedalando incontri un ostacolo che trasmette alal tua forcella una solleitazione superiore a quella importata tramite il Gate, la forcella si sblocca.
Come dicevo prima quindi la soglia di sblocco (o Gate) va impostata in maniera tale che la forcella non bobbi in pedalata, ma che si sblocchi se incontra un ostacolo.

questo avviene quando c'è il lockout inserito giusto??
 

Danybiker88

Redazione
4/9/04
12.138
67
0
32
Torino
www.picasawebweb.com
Ciao Dany, intanto complimenti x l'articolo, molto utile e chiarissimo. Ho una domanda riguardo all' affermazione riportata qui sotto:


- camera (-) > camera (+): configurazione sbagliata. Il carico di stacco è nullo come nel caso precedente, tuttavia la forcella avrà, anche da scarica un affondamento, dovuto alla sovrappressione della camera negativa che vince la forza esercitata dalla camera positiva. La sospensione quindi si comprime fino a che la camera negativa non non si espande e la pressione diventa uguale nelle due camere, ritornando quindi alla configurazione del punto precedente. Come detto questa configurazione non comporta alcun vantaggio rispetto a quella con le due camere uguali, con la conseguenza negativa che si perde escursione. L’unica utilità di questa configurazione è quando si vuole abbassare la forcella e non si hanno sistemi di corsa variabile

...come mai nel thrash test della revelation air su mb action di febbraio consiglierebbero di tenere la camera negativa a 5 PSI in più rispetto alla positiva se questo fosse inutile? Dipende forse dal tipo di forca? Io (che ho quel modello) ho provato a settarla così ed in effetti mi sono "mangiato" 2 o 3 mm di corsa, ma lo stacco mi sembra più morbido in effetti... è possibile tutto ciò o secondo te sono influenzato da ciò che ho letto?
Ciao, ciao!!

Guarda, 5PSI rientrano quasi nel range di imprecisione del manometro della forcella. Teoricamente una pressione maggiore della negativa non garantisce un minore carico di stacco, in quanto il valore minimo si ottiene con pressione uguale nella negativa e nelal positiva.
In pratica il manometro non è sempre così preciso, può uscire un pochettino di aria quando si stacca la pompa, ecc.
La tecnica di gonfiare fino a quando non si vede ababssare di pochissimi mm la forcella funziona molto bene e ti garantisce di avere il minor carico di stacco possibile. la perdita di quel mm di escursione è ininfluente. Anch'io la utilizzavo e alla fine notavo di gonfiare la negativa 2-3 PSI in più delal positiva. Questa piccolissima variazione rientra nel range di imprecisione del manometro della pompetta ed in pratica quindi le pressioni erano uguali.
 

Alessandro Notari

Biker ultra
28/10/08
692
0
0
Parma
In pratica ti dice di regoalre la soglia di sblocco in modo che la forcella non ondeggi in pedalata, ma che si apra garantendo un minimo di capacità di assorbimento anche sui medi urti.
In pratica quello che dicevo nell'articolo: impostare la soglia di sblocco al valore minimo tale che la forcella non ondeggi in pedalata. In questo modo la forcella lavorerà discretamente quando incontra gli ostacoli, ma non disperderà energia durante la pedalata. Una specie di piattaforma stabile insomma...

Ho capito, però leggevo su MBA (mi pare :nunsacci:) che la cosa è sconsigliata perchè potrebbe danneggiare la fork; in pratica dovrebbe essere uno sblocco d'emergenza, utile solo in caso di dimenticanza. Vabbè, io continuo cosi, e poi, come mi hai già giustamente detto, con la mia 120 non è che ci siano dei grandi ondeggiamenti, se non quando si pedala in piedi. Denghiù!!
 

Danybiker88

Redazione
4/9/04
12.138
67
0
32
Torino
www.picasawebweb.com
Ho capito, però leggevo su MBA (mi pare :nunsacci:) che la cosa è sconsigliata perchè potrebbe danneggiare la fork; in pratica dovrebbe essere uno sblocco d'emergenza, utile solo in caso di dimenticanza. Vabbè, io continuo cosi, e poi, come mi hai già giustamente detto, con la mia 120 non è che ci siano dei grandi ondeggiamenti, se non quando si pedala in piedi. Denghiù!!

non so dove l'hai letto, ma ti posso assicurare che la forcella è progettata proprio per funzionare così, quindi non rischi di danneggiarla.
 

Alessandro Notari

Biker ultra
28/10/08
692
0
0
Parma
non so dove l'hai letto, ma ti posso assicurare che la forcella è progettata proprio per funzionare così, quindi non rischi di danneggiarla.

Una volta c'era la Terralogic, se non sbaglio, che aveva un funzionamento simile, per cui era sempre bloccata e si apriva solo al momento dell'urto di una certa entità (regolabile), però non aveva altro funzionamento; invece le RLC hanno tutte quelle regolazioni (compressione, ritorno, basse velocità ecc.) per cui pensavo che la soglia di sblocco fosse solo una sicurezza in più nel caso uno, finito l'asfalto, si buttasse in discesa con la fork chiusa. E non credo di sbagliarmi a dirti che su MBA ne sconsigliavano appunto un utilizzo diverso. Provo a cercare l'articolo, giusto per amore di discussione.
 

Danybiker88

Redazione
4/9/04
12.138
67
0
32
Torino
www.picasawebweb.com
Una volta c'era la Terralogic, se non sbaglio, che aveva un funzionamento simile, per cui era sempre bloccata e si apriva solo al momento dell'urto di una certa entità (regolabile), però non aveva altro funzionamento; invece le RLC hanno tutte quelle regolazioni (compressione, ritorno, basse velocità ecc.) per cui pensavo che la soglia di sblocco fosse solo una sicurezza in più nel caso uno, finito l'asfalto, si buttasse in discesa con la fork chiusa. E non credo di sbagliarmi a dirti che su MBA ne sconsigliavano appunto un utilizzo diverso. Provo a cercare l'articolo, giusto per amore di discussione.

Il terralogic è una valvola inerziale, è diverso. Qui si parla di blocco con soglia di sblocco regolabile.
Il meccanismo funziona con una valvola montata su una molla che quando l'urto supera la soglia critica, si comprime lasciando aprire il passaggio dell'olio. Non si rompe nulla...

Unica cosa è che ovviamente in discesa si sblocca la forcelal perchè il funzionamento della forcella con blocco inserito è pessimo.
 

Senza Bici

Biker cesareus
20/8/08
1.733
-1
0
23 km da ROMA

- BOOST VALVE: la boost valvle è una valvola speed e position sensitivi utilizzata sugli ammortizzatori Fox. Senza scendere nei dettagli, possiamo dire che il suo funzionamento è influenzato da 2 fattori: 1) dalla velocità di affondamento 2) dalla pressione della camera di espansione (che poiche aumenta con l’affondamento della sospensione, genera l’effetto position sensitive).
La valvola è costruita in modo tale da aumentare il freno in compressione (parzializzando il passaggio dell’olio) in due situazioni: se l’affondamento della sospensione è particolarmente veloce oppure quando aumenta la pressione della camera di espansione. Su una compressione veloce quindi la valvola sarà in grado di aumentare il freno in compressione, in seguito al passaggio veloce d’olio. Su una compressione importante la valvola sarà in grado di aumentare la frenatura dell’ammortizzatore, riducendo il rischio di fondo corsa.
La Boost Valvle inoltre interviene sul propedal, essendo anch’esso un freno in compressione. Maggiore è la frenatura della Boost Valvle, maggiore è l’effetto propedal (i due freni si sommano).
Come regolare la Boost Valve?

La Boost Valve si regola intervenendo sulla pressione della camera di espansione (valvola posta sul piggy back). Una maggiore pressione della camera di espansione permetterà di avere un maggiore effetto frenante dovuto alla Boost Valve: l’ammortizzatore avrà un Propedal molto forte e sarà più frenato sugli urti ad alta velocità e verso il fondo corsa. Una pressione della camera di espansione più bassa invece riduce l’effetto della Boost Valvle: il propedal sarà più debole e l’effetto frenante sugli urti ad alta velocità e verso il fondo corsa sarà interiore.
Inoltre la pressione della camera di espansione interviene anche sulla progressività della sospensione: maggiore pressione significa maggiore progressività e viceversa.


avere un ammortizzatore progressivo è meglio in QUALSIASI situazione?
L'ideale quindi sarebbe avere parecchia pressione nella boost valve(piggy back) per rendere più progressivo l'ammo, ma sale anche il propedal...a quel punto lo si disattiva...ma avendo il dhx air 3 che ha il propedal non disinseribile? Dobbiamo trovare un compromesso? Più o meno a quanto si può mettere la pressione nella sua camera? So che non è standard in tutte le bici e contesti...ma almeno una pressione da cui partire?