Opinione Il Coronavirus sta per distruggere i negozi di bici?

fabio1991

Biker serius
9/4/07
177
109
0
nord-est
in questo momento nel mio settore ho parecchio lavoro, che però è inerzia di quanto iniziato prima del corona virus. Mi dispiace per i negozianti di bici, ho lavorato in negozio anche io mentre studiavo. Ad ogni modo ho tutte e 3 le bici aggiornate e non prevedevo di fare acquisti se non di componentistica, cosa che nei negozi costa la follia, quindi, LordGun.
 

 

Brunik

Biker tremendus
4/9/19
1,236
660
0
Milano
Bike
RR ST540 2019
Non so mica...prevedo un grande aumento di traffico automobilistico e (parlo di Milano dove vivo) chi è già scoraggiato ad usare la bici casa-lavoro x paura di essere arrotato non penso cambierà idea, anche perchè non vedo nuove ciclabili all'orizzonte

Parlo anche io di Milano, ma periferia, in centro non so come funzioni, ma immagino che vi siano anche altri tipi di problemi, come il dove lasciare le bici.

La mia zona devo dire che è molto ben servita a livello di ciclabili, oramai è da un anno che ho preso questa strada di andare a lavoro in bici, salvo con la pioggia, ma più che altro per mancanza di voglia di sbattimenti con vestiario apposito e mancanza di una doccia degna di questo nome a lavoro.

Effettivamente durante il mio tragitto di 15km, sbirciando anche un po' su Strava, siamo non più di 4/5 irriducibili che lo fanno quotidianamente, spero di vedere un incremento almeno nella bella stagione. Dove lavoro io lo spazio per le bici non manca, ma su 1300 persone, la rastrelliera a 6 posti non si riempie quasi mai, però siamo proprio all'uscita di una fermata della metropolitana, vediamo come andrà ora che i mezzi pubblici saranno a quanto pare limitati nell'utilizzo.
 

dav81

Biker superis
10/29/16
303
70
0
Como
Dopo una depressione, c'è sempre una reazione contraria e opposta. la gente è stanca di stare in casa. ci sarà un boom di gente in giro. e anche di shopping compulsivo. e anche di traffico automobilistico. praticamente, nel giro di una settimana, l'aria e l'ambiente torneranno ad essere la stessa merda che erano prima. Chi aveva già in programma di acquistare la bici nuova, lo farà senz'altro (se non ha problemi economici) , sperando magari in qualche sconto. tra poco torneremo tutti in bici, quindi non vedo il problema. il ciclismo, come tutti gli sport outdoor, avrà un'esplosione nel medio periodo
 

MasterOfSilence

Biker superis
8/30/09
384
182
0
33
Genova
Bike
Heckler, Wilson
Trovo che la chiava del discorso sia la parola ONLINE.

Mai come in questo momento i negozi fisici dovrebbero assolutamente disporre di un loro sito sul quale vendere i prodotti.
La cosa che non può essere fatta online è il lavoro di officina, ma in questo momento nel quale nessuno gira è più difficile che si debba fare manutenzione straordinaria. Allo stesso modo chi è costretto a casa ha tempo per informarsi bene e valutare un acquisto.

Anzi, sarò solo io, ma da quando siamo chiusi in casa sto fantasticando sull'acquisto di una nuova bici, non ne ho bisogno, e probabilmente se uscissi non mi verrebbe in mente, ma siccome l'unica cosa che si può fare in casa per il momento è fantasticare, trovo che un negozio che sia disponibile in chat/mail/telefono e che offra i modelli che ha a magazzino possa lavorare sulle vendite (quasi) come se fosse aperto fisicamente.

Quello che anche manca in questa situazione, e che a parer mio è ahimè fondamentale, è il test della bici.
Prima di comprare bisogna provare. Questo a mio avviso è l'unico problema irrisolvibile al momento, ma è anche vero che vedo tantissima gente che compra senza aver mai provato la bici che sta comprando, quindi...
 
  • Like
Reactions: delfsunner and Keru

Brunik

Biker tremendus
4/9/19
1,236
660
0
Milano
Bike
RR ST540 2019
Utopia, stai tranquillo che la prima cosa che pomperanno sarà l'industria dell'auto

Molto probabile che vadano anche a togliere i blocchi sul traffico ad esempio area b e c di Milano.

È la cosa mi farebbe imbestialire, visti che mi hanno appena costretto a indebitarmi per 5 anni per cambiare auto per poter circolare, l'ho ritirata a gennaio, fatti manco 1000km e ora è in strada con 3 dita di sporcizia sopra. Ovviamente le tanto pubblicizzate campagne di sospensione dei prestiti e finanziamenti personali se si rimane a casa sono una presa per il culo.
 

ci-clo

Biker tremendus
10/22/04
1,108
187
0
Alto Adige
Bike
Ancillotti FRY, MDE Damper
Molto probabile che vadano anche a togliere i blocchi sul traffico ad esempio area b e c di Milano.

È la cosa mi farebbe imbestialire, visti che mi hanno appena costretto a indebitarmi per 5 anni per cambiare auto per poter circolare, l'ho ritirata a gennaio, fatti manco 1000km e ora è in strada con 3 dita di sporcizia sopra. Ovviamente le tanto pubblicizzate campagne di sospensione dei prestiti e finanziamenti personali se si rimane a casa sono una presa per il culo.

Io non so che auto avevi, ma vi do un consiglio spassionato: se avete un diesel euro 5 non cambiatelo solo per la questione blocchi. Forse un euro 4 diesel, ma anche quello... alla fine sono comunque dei grossi oggetti da smaltire, che inquinano più da rottami che quando circolano. L'euro 4 diesel ha ancora una gran vita appena fuori le mura cittadine.... Cerchiamo di usare i mezzi pubblic anzichè cambiare un euro 4 solo per poter intasare le città.
Io ho un diesel Euro 5 del 2010 e non penso pproprio di cambiarlo
 

FRASTE22

Biker novus
7/3/16
9
3
0
48
Tolentino
Bike
mtb
A mio avviso, il negozio fisico avra’ ragione di esistere ancora (perche’ ci sono servizi che online non potrai mai avere). Il punto e’ , che molti produttori dovranno cambiare la filiera di scontistica da applicare e retrocedere un po’ di marginalita’ verso i distributori.. se cio’ accade anche i negozianti potranno fare prezzi competitivi. Io ad esempio preferisco comprare sempre dal negozio fisico se il prezzo si avvicina a quello online.
 
  • Like
Reactions: ElvisTrek

gargasecca

Biker meravigliosus
8/17/05
17,453
1
4,397
0
44
--Roma--
Bike
Orbea Rallon M-Team 2020 - Cinelli The Machine 1992
Molto probabile che vadano anche a togliere i blocchi sul traffico ad esempio area b e c di Milano.

È la cosa mi farebbe imbestialire, visti che mi hanno appena costretto a indebitarmi per 5 anni per cambiare auto per poter circolare, l'ho ritirata a gennaio, fatti manco 1000km e ora è in strada con 3 dita di sporcizia sopra. Ovviamente le tanto pubblicizzate campagne di sospensione dei prestiti e finanziamenti personali se si rimane a casa sono una presa per il culo.


Ma guarda...ho un diesel Euro6 e hanno bloccato anche quelli a Roma..se devi star dietro a tutte ste caxxate che tirano fuori non se ne esce +...un po' come gli standard delle MTB che cambiano ogni 2x3...
Avevo una Euro4 regalata per una ciotola di Riso solo perchè aveva 14 anni... :roll:
Il problema dei blocchi andrebbe gestito diversamente...ovvero...chi ha un' auto con oltre 15 anni di vita, non circola....punto... :il-saggi:
 

gargasecca

Biker meravigliosus
8/17/05
17,453
1
4,397
0
44
--Roma--
Bike
Orbea Rallon M-Team 2020 - Cinelli The Machine 1992
il mercato delle bici tradizionali è morto già da un paio d'anni, solo le E-bike sopravviveranno :-( i negozi di bici ormai vendono solo le E-BIKE.
Io di mio non ho piu soldi da spendere per il superfluo, comprero giusto i ricambi necessari per andare avanti con la mia hightower.
Per una nuova bici se ne riparlerà tra almeno 2 o 3 anni

Boh...forse dove vivi tu...o le persone che incontri...nel mio gruppo nell' arco degli ultimi 2 anni siamo passati tutti ad una 29" nuova fiammante... :prost:
 
  • Like
Reactions: yura

D-Lock

Biker dantescus
1/13/07
4,616
3,048
0
45
Varese
Bike
Ibis Ripley 4 + SC Stigmata
Non so mica...prevedo un grande aumento di traffico automobilistico e (parlo di Milano dove vivo) chi è già scoraggiato ad usare la bici casa-lavoro x paura di essere arrotato non penso cambierà idea, anche perchè non vedo nuove ciclabili all'orizzonte

Oltretutto le poche ciclabili che ci sono sono sempre interrotte, ancora di completare, e sopra ci parcheggiano tutti. ho provato un paio di volte che dovevo andare a Milano a installare e usare mobike, il servizio in se è anche carino, ma è impossibile usare le ciclabili milanesi. Sperare di diventare un giorno come l'Olanda è un bel auspicio, ma la vedo una cosa molto lunga. Come hanno detto altri, l'italiano medio spaventato dal contagio userà l'automobile anche come forma di distanziamento dagli altri che si spostano come lui.

Bisognerebbe seriamente valutare se molte delle forme di smartworking adottate per necessità, in realtà non possano essere mantenute anche in futuro e in modo permamente. Di tutta la gente che si riversa a Milano per lavorare, quanta ha veramente necessità di andarci, o potrebbe lavorare da casa comodamente, risparmiando tempo e soldi a se stessa e al datore di lavoro?
 

Mar-cello

Biker urlandum
8/31/10
509
171
0
Tra la Brianza e il Lago
Bike
Specialized Epic Comp
online si.. online no
il fatto è che oramai come dice giustamente il mio meccanico di fiducia è difficile stare in piedi con la vendita, meglio farlo con la manutenzione ed il 'fitting' la guerra dei prezzi sono anni che ha messo al palo i venditori tradizionali nel bene e nel male. Iniziò anni fa con l'informatica..poi con l'abbigliamento..i profumi etc etc
è una tempesta, l'ombrello serve a poco.
 

D-Lock

Biker dantescus
1/13/07
4,616
3,048
0
45
Varese
Bike
Ibis Ripley 4 + SC Stigmata
A mio avviso, il negozio fisico avra’ ragione di esistere ancora (perche’ ci sono servizi che online non potrai mai avere). Il punto e’ , che molti produttori dovranno cambiare la filiera di scontistica da applicare e retrocedere un po’ di marginalita’ verso i distributori.. se cio’ accade anche i negozianti potranno fare prezzi competitivi. Io ad esempio preferisco comprare sempre dal negozio fisico se il prezzo si avvicina a quello online.

Il mercato online ha sicuramente rivoluzionato il modo di vendere e comprare, ma per le bici io ci vedo ancora un "piccolo" problema, almeno per me. Io le bici le voglio provare e vedere, proprio visto i costi che hanno, non spenderei 5000€ sulla fiducia di una recensione online e facendomela recapitare a casa. E siccome ho sempre odiato i bike festival (un ammasso senza senso di gente, code infinite per provare una bici magari da enduro in un capannone) preferisco avere un negozio che mi fa provare una bici e possibilmente su dei percorsi simili a quelli dove la userei poi una volta acquistata.
 
  • Like
Reactions: cbet

Alexrcl

Biker serius
7/5/16
198
95
0
Seregno
Bike
Giant Trance 2 LTD full 27,5"
Il mercato è inflazionato da continue novità che non sono novità, dalla ricerca di nuovi standard che non sono standard ma che servono solo a giustificare prezzi assurdi, dalla mania di sfornare telai nuovi che sono vecchi telai con colorazioni più fighe (e forse nemmeno fighe), o che sono gli stessi ma con nomi diversi, con il risultato che negli ultimi anni si sono visti lievitare a dismisura i prezzi facendo leva su??? acquirenti sprovveduti? Marketing di aria fritta? Promesse di discese più divertenti e salite meno dure?? ma dai....

Spiace per i negozi che stanno nel mezzo, alcuni non hanno colpe specifiche, altri molte (showroom stile ferrari e prezzi stile lamborghini, veditori che pur di "disfarsi" di quanto hanno a magazzino ti propinano qualunque taglia), ma la bastonata è giusto che arrivi. Il settore va ripensato, così come tanti aspetti della società moderna basata sulla crescita infinita, sul consumo infinito, sul finto bisogno di novità ogni 6 mesi.
Continuerò a comprare online dove meglio mi conviene, italia e non, e contunerò a recarmi presso la mia officina di fiducia dove non si fa distinzione di marca, livello, figagine ma dove si lavora con passione per una passione.
 
Last edited:

gargasecca

Biker meravigliosus
8/17/05
17,453
1
4,397
0
44
--Roma--
Bike
Orbea Rallon M-Team 2020 - Cinelli The Machine 1992
Il mercato online ha sicuramente rivoluzionato il modo di vendere e comprare, ma per le bici io ci vedo ancora un "piccolo" problema, almeno per me. Io le bici le voglio provare e vedere, proprio visto i costi che hanno, non spenderei 5000€ sulla fiducia di una recensione online e facendomela recapitare a casa. E siccome ho sempre odiato i bike festival (un ammasso senza senso di gente, code infinite per provare una bici magari da enduro in un capannone) preferisco avere un negozio che mi fa provare una bici e possibilmente su dei percorsi simili a quelli dove la userei poi una volta acquistata.


Non dirlo a nessuno...ma sono l' unico cojone che lo ha fatto...per giunta ordinata proprio in questo periodo...visto che ce l' ho parcheggiata... :spetteguless:
 
Last edited:

Alexrcl

Biker serius
7/5/16
198
95
0
Seregno
Bike
Giant Trance 2 LTD full 27,5"
il discorso dei negozi c'entra poco col virus, erano già in crisi, ormai fanno fatica a lavorare perchè la gente compra tutto on line. il problema è amazon, non è il virus.
La gente oggi compra online perchè ha modo di risparmiare, ha modo di confrontare più prezzi per lo stesso articolo.
Il problema è lo stato non amazon o i negozi online.
Mi spiego meglio, la tassazione applicata è penalizzante per chi ha un negozio fisico che ovviamente ha più costi, bisorrebbe che lo stato bilanciasse meglio.
A quel punto forse la differenza non sarebbe enorme e per 20/30 E di differenza dove compreresti? Su amazon o nel negozio fisico?
La scelta sarebbe più ampia.
 

Pietro v. 92

Biker serius
12/25/19
239
160
0
28
Firenze
Bike
Cube race one
Io ho comprato telaio nuovo a fine febbraio, poco prima che scoppiasse il casino peso, quindi continuerò a comprare componenti finché non la finisco. Non penso che nel settore bici i negozi chiuderanno di più rispetto ad altri settori, come quello turistico. Alla fine lo sport coinvolge quasi tutti i cittadini e dalla mia esperienza, anche quando ci fu la crisi nel 2008, il settore sportivo con i produttori annessi è sempre rimasto stabile. Spero invece che fallisca il comparto automotive in generale...io sto a Firenze e il traffico di macchine è qualcosa di assurdo in una città così piccola.... Firenze la attraversi da N a S in 20 min di bici, andando piano.,le macchine in città dovrebbero essere illegali, occupano un monte dimspazio ,inquinano che non ci si sta dal puzzo di smog, sono pericolose, costano una bordata in termini ambientali per produzione, manutenzione, smaltimento e malattie connesse con incidenti e smog... che chiudesse la volkswagen e la fiat e compagnia bella...la maggior parte di noi e degli spostamenti quotidiani non ha bisogno della macchina. Le esigenze cittadine potrebbero tranquillamente essere soddisfatte con un po' dimeducazione della gente e con un buon servizio di car sharing. W LE BICIIIIII !!!!!!!!
 

Velocity

Biker immensus
11/4/11
8,279
1,996
0
.
Bike
.
Il Coronavirus sta distruggendo tutta l'economia mondiale o quasi, di sicuro si salverà l'alimentare e poco altro...Se si pensa al settore Turismo che sarà il piu colpito e l'ultimo a riprendersi e sul quale campano regioni e nazioni intere (tipo la Grecia) e tutto l'indotto che crollerà di conseguenza (compagnie aeree e navali in primis) si ha una vaga idea del disastro che ci aspetta...Se qualcosa si salverà poi ci saranno ben pochi in grado di spendere per ferie bici nuove e tutto ciò che non sarà necessario per sopravvivere
 

rinaldo1987

Biker perfektus
8/22/10
2,807
204
0
Nord-Est
Bike
La Viola
Come sta distruggendo l'economia dei possibili acquirenti sta ovviamente distruggendo anche quella dei negozi.. come di tante altre cose. Poi mettici anche la liberalizzazione del mercato con i vari e-commerce, e i prezzi che tendono sempre all'aumento spropositato (è ovvio che la gente va ad acquistare dove il prezzo è "adeguato"), la cosa è inevitabile.
 

numerotre

Biker superis
9/9/14
473
41
0
Genova
Tutti difendono i negozianti dicendo che oramai tutto si compra online...pero mi chiedo: perche I negozi italiani non fanno anche loro vendita online? in un paese con 60 milioni di abitanti i negozi che hanno una quantita di merce "decente" online si contano sulle dita di una mano, come diavolo e' possibile sta cosa?? Abbiamo tutto, le montagne, le strade, i sentieri piu belli del mondo e siamo qui a piangerci addosso. E' solo colpa nostra, la verita' e' che non abbiamo il giusto spirito imprenditoriale e in questo purtruppo le scelte politiche penalizzanti per le imprese non aiutano di certo...
Attualmente sto montando una front agressiva da 150mm di escursione...ho girato come un pazzo su tutti i siti italiani. Risultato? ho comprato tutto su Bike24, Bikediscount, chainreaction e probikes, ovvero, tedeschi, irlandesi e francesi...che pena!