Forcella Manitou Mezzer

fafnir

Biker delirius tremens
9/11/13
11.136
7.689
0
33
Padova
Bike
Warden, Hightower, Venge
Questo primo post è dedicato agli argomenti tecnici più rilevanti riguardanti la Manitou Mezzer, tutte le informazioni più utili per setup e manutenzione verranno mantenute qui ed aggiornate nel tempo, possibilmente con materiale ufficiale.

SETUP (tabella ufficiale regolazioni):
Vedi l'allegato 282633

N.B. Gonfiare SEMPRE prima IRT, poi camera principale in fondo allo stelo. Per gonfiare la camera principale avvitare completamente la pompetta e assicurarsi che al momento di rimuoverla la forcella sia completamente estesa, se non lo è estenderla forzatamente. La pompetta gonfia contemporaneamente camera positiva e negativa.

MANUALE UFFICIALE

--------------------------------------------------------------------
Da qui in poi si tratta di procedura obsoleta, la tengo in caso possa essere utile per qualche passaggio, dare precedenza al manuale ufficiale

INTERVALLI DI MANUTENZIONE (in attesa del manuale ufficiale, ma la fonte è piuttosto attendibile):
  • 25ore - 7 ml olio lubrificante in ogni fodero
  • 50ore - sostituizione dell'olio lubrificante, 15 ml per ogni fodero, olio nelle spugnette, ingrassare i parapolvere
  • 75ore - 7 ml olio lubrificante in ogni fodero
  • 100ore – sostituizione dell'olio lubrificante, 15 ml per ogni fodero, olio nelle spugnette, ingrassare i parapolvere. Pulizia e lubrificazione o-ring pistone dell'aria e IRT
  • 125ore - 7 ml olio lubrificante in ogni fodero
  • 150ore - sostituizione dell'olio lubrificante, 15 ml per ogni fodero, olio nelle spugnette, ingrassare i parapolvere
  • 175ore - 7 ml olio lubrificante in ogni fodero
  • 200ore – Service completo (cambio spugnette e parapolvere, cambio olio lubrificazione 15ml per fodero, cambio o-ring lato aria, revisione dell'idraulica con cambio olio
Si dovrebbero poter usare 20 ml di olio da subito, saltando quindi le fasi intermedie di rabbocco di 7 ml, io ho fatto cosi e non ho avuto problemi finora, confermero' piu avanti questa cosa.
200 ore per il damper è una tempistica notevole, farà felice chi non ha voglia di metterci le mani.

OLI E GRASSO (ufficiali):
Olio lubrificazione foderi: Motorex 5W40 Powersynt
Olio Idraulica: Maxima 5wt (o equivalente 15 cSt a 40°C)
Grasso: Slickoleum (Slick Honey/Sram Butter)

VARIAZIONE ESCURSIONE, VIDEO DI RULEZMAN SUSPENSION (dare la precedenza a questo video rispetto alla mia guida)


VARIAZIONE DELL' ESCURSIONE, CAMBIO OLIO FODERI, SERVICE LATO ARIA (non ufficiale in attesa di manuale Manitou, non mi assumo in alcun modo la responsabilità di eventuali problemi):

Al momento non ci sono manuali ufficiali e quindi ho operato sulla base della mia esperienza e col buon senso.
Ci sono dei passaggi simili a quanto visto per la mattoc ed altri passaggi diversi, un paio sono poco intuitivi e quindi non è detto che come ho fatto io sia il modo migliore, anche se il risultato è soddisfacente.
Non mi ritengo responsabile di eventuali problemi se doveste seguire la mia stessa procedura e ovviamente vi consiglio sempre di seguire le guide ufficiali.
Con la stessa procedura è anche possibile fare il service dei foderi e lato aria, non so quanti avranno la forcella a breve ma è meglio se scrivo oggi finché ho ancora tutto a mente.
La procedura è semplice e veloce, come in passato Manitou non complica inutilmente la vita dei clienti con soluzioni strane o attrezzi costosissimi, può riuscirci chiunque con un po' di manualità.

Attrezzi necessari:
- chiave cassetta (mattoc cassette tool se l'avete altrimenti vedi video)
- Brugola da 8mm
- Brugola da 2mm
- Chiave inglese da 14mm
- Martello in gomma
- Pompa sospensioni (non tutte funzionano, serve che il filetto di avvitamento sia abbastanza lungo per riuscire a premere aprendo completamente la valvola della camera principale, Manitou e Rockshox funzionano, altre sono da provare)
- Olio da lubrificazione foderi (motorex supergliss o fox gold 20wt nel mio caso, Motorex 5w40 olio ufficiale)
- Grasso per sospensioni tipo Slickoleum, Slick Honey, Sram Butter, Manitou PrepM
- Isopropanolo (Etanolo come ripiego)
- Chiave dinamometrica (opzionale)

Procedura:
- sgonfiare IRT valvola superiore
- sgonfiare camera d'aria valvola inferiore togliendo prima il tappo, togliere anche oring
- con brugola da 2mm rimuovere il registro rebound blu svitando la vite, consiglio loctite blu sulla vite prima di rimontarlo (già perso sulla mattoc prima di usare loctite) e togliere oring.
- con una chiave inglese da 14mm o una bussola svitare i due tappi/dadi inferiori, riavvitare quindi per 2-3 giri di filetto e dare un colpo secco col martello in gomma su entrambi, per scollegare le aste dai foderi. Il colpo è meglio darlo sulla bussola che tiene il tappo piuttosto che direttamente sul tappo. Svitare.
- far colare l'olio dove volete, rimuovere i foderi e otterrete questo





- con la Mattoc Cassette tool svitare IRT da sopra lo stelo sinistro. Una volta svitato tenere premuta la valvola mentre si sfila il pistone. In alternativa rimuovere il core e sfilare il pistone.
- con la Mattoc Cassette tool posizionata come nella foto qui sotto, evitando di strisciare l'asta, svitare l'asta dell'aria. Per girare il tool ho usato una chiave esagonale regolabile. Una volta svitato il tappo inferiore rimuovere il pistone dell'aria, non dovrebbe fare resistenza visto che IRT è stato rimosso.



- otterrete quello che c'è in foto, pulire dove serve, se è nuova non fare nulla. Controllare che IRT abbia grasso dove ho messo le frecce cioe i due oring pistone e tappo, oring piccolo sotto pistone e anche l'asta.
Idem per i due oring dell'asta dell'aria a sinistra, se sono secchi va un velo di grasso.



- passando poi al cambio di escursione vero e proprio, quello che vedete indicato con la freccia è uno spacer da 10mm. Senza nessuno spacer la forcella ha 180 mm di escursione e ogni spacer aggiunto la fa diminuire di 1 cm. Nel mio caso la foto mostra una configurazione a 170 mm, uno spacer. Vanno inseriti solo li, fra il bumper in gomma e il pistone. Il mio spacer è preso da una Mattoc, quelli originali per la mezzer sono di colore marrone chiaro.



- rimontare tutto procedendo al contrario, riavvitare asta dell'aria dal fondo, poi IRT. Sul fondo ho serrato a mano con la chiave esagonale regolabile, IRT serrato a 20-22 Nm.
- gonfiare IRT e camera d'aria principale 20 psi, serve solo tanto per estendere l'asta.
- pulire foderi con isopropanolo e carta assorbente se serve, olio nelle spugnette se serve, slickoleum nei parapolvere. Reinserire i foderi con le aste aria e rebound estese completamente.
- inserire 15 ml per lato di olio lubrificazione foderi (o 20 ml se si vuole evitare il rabbocco dopo 25 ore, a me 20 ml non hanno dato problemi per ora).
- mandare in battuta i foderi facendo uscire le aste dai due fori.
- come in foto, utilizzando la thin wall socket 8mm da lato aria tenere ferma l'asta (che altrimenti ruoterebbe, ad un certo punto) e con la chiave inglese serrare il dado/tappo di chiusura. Con la brugola da 8mm tenere ferma l'asta del rebound (che ad un certo punto ruoterebbe) e serrare il dado/tappo di chiusura. Non forzare è sufficiente che facciano un po di resistenza, la coppia ufficiale di serraggio è 3.5-4.5 Nm.



- procedendo al contrario rimontare il resto, oring, dado rebound (consiglio loctite blu sulla vite), tappo aria.
- riportare la forcella alla pressione voluta gonfiando prima IRT e poi sotto. Per non perdere escursione la forcella deve essere completamente estesa (anche forzatamente) quando si rimuove la pompa dalla valvola inferiore e la pompa deve essere avvitata del tutto perché le due camere positiva e negativa comunichino.
 
Ultima modifica:

 

fafnir

Biker delirius tremens
9/11/13
11.136
7.689
0
33
Padova
Bike
Warden, Hightower, Venge
Ho gia aperto la forcella per cambiare escursione, dal momento che non esistono ancora i manuali, domani o più tardi metto una specie di miniguida con foto (senza responsabilità, si tratta di una spiegazione di quello che ho fatto io) di come poter fare service foderi e cambio escursione/service lato aria.
 
  • Mi piace
Reactions: Daiwer
Upvote 0

fafnir

Biker delirius tremens
9/11/13
11.136
7.689
0
33
Padova
Bike
Warden, Hightower, Venge
Qui riporto una spiegazione di come ho modificato l'escursione alla mezzer, che mi è arrivata con 180 mm da originale in 27.5.
Al momento non ci sono manuali ufficiali e quindi ho operato sulla base della mia esperienza e col buon senso.
Ci sono dei passaggi simili a quanto visto per la mattoc ed altri passaggi diversi, un paio sono poco intuitivi e quindi non è detto che come ho fatto io sia il modo migliore, anche se il risultato è soddisfacente.
Non mi ritengo responsabile di eventuali problemi se doveste seguire la mia stessa procedura e ovviamente vi consiglio sempre di seguire le guide ufficiali.
Con la stessa procedura è anche possibile fare il service dei foderi e lato aria, non so quanti avranno la forcella a breve ma è meglio se scrivo oggi finché ho ancora tutto a mente.
La procedura è semplice e veloce, come in passato Manitou non complica inutilmente la vita dei clienti con soluzioni strane o attrezzi costosissimi, se ce l'ho fatta io che di lavoro faccio il chimico può riuscirci chiunque con un po' di manualità.


Attrezzi necessari:
Mattoc tool kit (in particolare cassette tool tagliata, thin wall socket da 8mm)
Brugola da 8mm
Brugola da 2mm
Chiave inglese da 14mm
Martello in gomma
Pompa sospensioni
Olio da lubrificazione foderi (motorex supergliss o fox gold 20wt nel mio caso)
Grasso per sospensioni tipo slickoleum, sram butter, Manitou prepM
Isopropanolo
Chiave dinamometrica (opzionale)

- sgonfiare IRT valvola superiore
- sgonfiare camera d'aria valvola inferiore togliendo prima il tappo, togliere anche oring
- con brugola da 2mm rimuovere il registro rebound blu svitando la vite, consiglio loctite blu sulla vite prima di rimontarlo (già perso sulla mattoc prima di usare loctite) e togliere oring.
- con una chiave inglese da 14mm o una bussola svitare i due tappi/dadi inferiori, riavvitare quindi per 2-3 giri di filetto e dare un colpo secco col martello in gomma su entrambi, per scollegare le aste dai foderi. Il colpo è meglio darlo sulla bussola che tiene il tappo piuttosto che direttamente sul tappo. Svitare.
- far colare l'olio dove volete, rimuovere i foderi e otterrete questo




- con la mattoc cassette tool rimuovere IRT da sopra lo stelo sinistro svitando il tappo.
- con la mattoc cassette tool posizionata come nella foto qui sotto, evitando di strisciare l'asta, svitare l'asta dell'aria. Io per girare il tool ho usato una chiave esagonale regolabile.




- otterrete quello che c'è in foto, pulire dove serve, se è nuova non fare nulla. Controllare che IRT abbia grasso dove ho messo le frecce cioe i due oring pistone e tappo, oring piccolo sotto pistone e anche l'asta.
Idem per i due oring dell'asta dell'aria a sinistra, se sono secchi va un velo di grasso.




- passando poi al cambio di escursione vero e proprio, quello che vedete indicato con la freccia è uno spacer da 10mm. Senza spacer la forcella ha 180 mm di escursione e ogni spacer aggiunto la fa calare di 1 cm. Nel mio caso la foto mostra una configurazione a 170 mm, uno spacer. Vanno inseriti solo li, fra il bumper in gomma e il pistone.




- procedere al contrario, riavvitare asta dell'aria dal fondo, poi IRT. Sul fondo ho serrato a mano con la chiave esagonale regolabile, IRT serrato a 20-22 Nm.
- gonfiare IRT e camera d'aria principale 20 psi tanto per estendere l'asta.
- pulire foderi con isopropanolo e carta assorbente se serve, olio nelle spugnette se serve, slickoleum nei parapolvere. Reinserire i foderi con le aste aria e rebound estese completamente.
- inserire 20 ml per lato di olio lubrificazione foderi (18-19 ml è circa il volume che ho raccolto aprendo la forcella considerato una perdita di olio rimasto dentro attaccato alle pareti sono circa 20ml, ho messo questo volume in attesa del valore ufficiale).
- mandare in battuta i foderi facendo uscire le aste dai due fori.
- utilizzando la thin wall socket 8mm e la brugola da 8mm (un lato per volta ovviamente) come in foto qui sotto, tenere ferme le aste che altrimenti ruotano, e serrare coi due tappi/dadi utilizzando la chiave inglese, non forzare tanto basta serrare, quando li ho aperti la prima volta erano chiusi appena, direi sui 3-4 Nm.



- procedendo al contrario rimontare il resto, oring, dado rebound, tappo aria.
- riportare la forcella alla pressione voluta gonfiando prima IRT e poi sotto. Per non perdere escursione la forcella deve essere completamente estesa (anche forzatamente) quando si rimuove la pompa dalla valvola inferiore e la pompa deve essere avvitata del tutto perché le due camere positiva e negativa comunichino.

Questa è la forcella che adesso ha 170mm. Lo stelo esposto è quindi maggiore dell'escursione effettiva di circa 1cm come per tutte le Manitou, prima dell'operazione era 19 cm.
 
Ultima modifica:
Upvote 0

fafnir

Biker delirius tremens
9/11/13
11.136
7.689
0
33
Padova
Bike
Warden, Hightower, Venge
Primo giro con la Mezzer, un giro pedalato di 40km e quasi 1000m di dislivello.
La prima impressione da fermo, giocando coi registri, è che il pacco lamellare sia poco precaricato se si tiene il registro HSC tutto aperto (ricordo che HSC precarica le lamelle, LSC chiude un foro).
Infatti con HSC tutto aperto (4 click totali) agendo su LSC le differenze fra tutto aperto e tutto chiuso ci sono ma non sono enormi e soprattutto la forcella è ben lontana dall'essere bloccata. Questo è un bene, vuol dire che l'olio è in grado di passare per il pistone facilmente anche alle basse velocita.
Chiudendo HSC il registro LSC inizia a guadagnare efficacia, le lamelle chiudono meglio il pistone e quindi la chiusura del bypass per il foro inizia ad essere percepibile.
Chiudendo completamente tutti e due i registri la forcella è molto frenata ma non bloccata, a differenza della mattoc che in questa condizione era quasi ferma.
Questo mi fa pensare che a livello di taratura la mezzer sia un pelo meno frenata in compressione, probabilmente un pacco lamellare più leggero e/o l'assenza di lamelle grandi platform/blowoff, quindi bene è roba inutile buona quasi solo per forcelle xc, da verificare quando aprirò l'idraulica.

Inizialmente ho regolato le pressioni IRT e principale seguendo la tabella sul fodero, per il mio peso era indicato 52 psi principale e mi pare 75 per IRT. Fatto la mia solita prova della frequenza e ho scartato subito le pressioni consigliate, troppo basse per me e i miei 80kg. Mi sono trovato bene con 60 psi principale e 90 psi IRT, casualmente le stesse della mattoc. Ricordo che irt va gonfiato circa da 1.5 a 2 volte la pressione della camera principale. Rebound regolato di conseguenza. Ho voluto iniziare con 1 HSC da tutto aperto e 5 LSC da tutto aperto.

Come discese ho affrontato tratti flow, qualche ripido, pietrosi e un paio di tratti veloci pieni di piccole buche. Ero in collina quindi discese non troppo lunghe.
La forcella ha risposto benissimo fin da subito, le regolazioni iniziali sono abbastanza vicine all'ideale probabilmente.

Ho trovato una forcella estremamente robusta e rigida in frenata, come comportamento si capisce che è della stessa "famiglia" della mattoc infatti il feeling è abbastanza simile ma è incredibilmente tutto migliorato.
Il miglioramento più importante è sulla sensibilità iniziale ai piccoli urti/vibrazioni, quasi sicuramente grazie alla camera negativa piu grande.
In frenata e in generale la forcella lavora molto alta, non spreca escursione come ad esempio fa una lyrik. Nonostante questo resta estremamente comoda, questa caratteristica non è stata persa ma secondo me migliorata.
Sono tornato a casa abbastanza galvanizzato [emoji28][emoji28]

Si tratta solo di un primo giro e con discese corte, quindi tutte queste impressioni andranno confermate.
Ho in programma di andare in bike park sabato prossimo, mi piacerebbe a plose che è notoriamente un park spaccamani con la skyline.
 
Upvote 0

fafnir

Biker delirius tremens
9/11/13
11.136
7.689
0
33
Padova
Bike
Warden, Hightower, Venge
Un breve video di ieri in bike park della mezzer. Purtoppo la qualità è scarsa, l'attacco sul telaio aveva troppe vibrazioni (che ho in parte eliminato col programma che si vede).
Quando ho un po' di tempo scrivo come è andata :)

 
Upvote 0

fafnir

Biker delirius tremens
9/11/13
11.136
7.689
0
33
Padova
Bike
Warden, Hightower, Venge
Ieri ho fatto 55 km per 5400 m di dislivello negativo a Bressanone, un misto di flow con salti e sponde, una discesa più naturale con radici e una veloce e pietrosa oltre che lunghissima (950 m dislivello per 6.6 km), notoriamente una spaccamani.

Peso 80 kg e ho girato con 60 psi camera principale e 90 psi IRT, LSC 5 da tutto aperto e HSC 1 da tutto aperto, rebound 6 da tutto aperto.

Posso confermare le ottime impressioni iniziali con qualche aggiunta.
Per come guido io le pressioni consigliate sulla tabella del fodero non vanno bene, troppo basse. Infatti mi trovo bene con circa 10 psi in più per tutte e due le pressioni, probabilmente potrei osare 2-3 psi in meno ma di certo se girassi a 50/75 come consigliato sarei veramente troppo basso.
La Mezzer è estremamente comoda, nonostante il tanto dislivello e alcune discese molto usuranti a livello fisico sono tornato a casa con le mani in condizioni perfette, facendo un giudizio solo di mani/braccia sarei potuto andare avanti senza problemi ancora a lungo, ma ero stanco a livello generale soprattutto di gambe. La sensibilità alle piccole asperità/vibrazioni è migliorata notevolmente rispetto alla gia ottima mattoc, non rende tutto ovattato ma anzi si sente esattamente quello che avviene sotto la ruota, solo che è notevolmente filtrato ed è tutta opera dell'idraulica. Un equilibrio perfetto di frenatura idraulica in compressione alle alte velocità, che non deve essere troppo poca nè troppa. Inoltre non ho fatto nulla per aiutarla, nel senso che giro con ruote rigidissime (in carbonio e alte 28mm, 32 raggi) e a pressioni alte (1.8 bar ant e 2.3 bar posteriore), roba da far saltare le otturazioni insomma :-) e io non sono certo uno allenato fisicamente, bicicletta a parte non faccio altro.
Gli impatti più importanti sono gestiti molto bene, l'ho trovata più progressiva della Mattoc. Con la Mattoc quando andavo in bike park dovevo usare IRT a pressione 2 volte quella della camera principale o anche più, per evitare fine corsa nei salti. Invece la Mezzer ha una progressitivà perfetta già col fattore consigliato in tabella cioè 1.5.
La forcella è granitica, non flette minimamente. Per confronto ho provato a fermarmi ed a scambiare la bici col mio amico che ha una pike, la differenza è imbarazzante. Non posso fare un paragone del genere con F ox36 e Lyrik che sarebbero sicuramente più confrontabili.
Lavora altissima come potete vedere dal video e non perchè è troppo gonfia (sono arrivato a poco più di 1 cm dal fine corsa in qualche occasione) ma perchè è una sua caratteristica, non spreca escursione inutilmente, soprattutto in frenata e in curva. Resta molto più alta della Mattoc ed ovviamente delle Rockshox, ma meno della mia DVO Diamond, anche se non è molto distante. C'è da dire che la DVO ha un settaggio ottimale, mentre la Mezzer ha lo stesso setting che ho messo dal primo giorno, sono sicuro che può essere migliorata ulteriormente con più freno in compressione (ma che potrebbe renderla meno comoda), ma comunque anche cosi è già eccellente.

N.B. Non ho mai usato la Mezzer con olio originale, ho messo da subito il supergliss 100k dopo aver cambiato escursione.
 
Ultima modifica:
Upvote 0