News [Video] La spaventosa caduta di Gee Atherton

Tc70

Entomobiker
4/20/11
22,460
1
9,429
0
51
Provincia di Bs
Bike
Picola ma carattarastica...
Bella però sta cosa se responsabili o meno...lasciando perdere i pro, fisicamente e tecnicamente preparati, lo fanno per lavoro e son stipendiati, che se compiono imprese estreme sanno benissimo cosa fanno...
Mi chiedo se tutto il resto, cioè noi, i non pro...come si possano definire...
C è chi, se pur amatore, fa competizioni e se la cavicchia, c è chi non le fa, ma se la cavicchia comunque, poi ci sono credo la stragrande maggioranza, che si allena e si diverte nei wkend...o a 3000mt o nei bikepark o semplicemente nei boschi dietrocasa...
Definire il concetto di irresponsabilità in questi casi non mi sembra facile, un biker finisce giù dal sentiero, ma li è divieto, è definito, giustamente un irresponsabile...un altro scivola dalla discesa a tornanti del Tremalzo come potrebbe esser definito? Li è consentito andarci in mtb...scommetto già le prime battute: " eh andava troppo veloce, aveva le gomme troppo piene, gli è partita davanti ecc ecc...dispiace, ma poco responsabile...ha moglie e figli,a 50 anni non poteva scegliere qualcosa di più semplice? "
Sono chiacchere da bar, prevenute e sentite, ma è qui che poi risulta difficile definire un concetto di responsabilità...

Auguri a Gee ovviamente, ma anche a tutti quelli che si trovano nelle medesime condizioni.
 

dang67

Biker tremendus
3/19/17
1,258
1,192
0
54
Desio
Bike
Orbea Oiz M60
:smile: :smile:

A differenza della maggior parte dei biker della domenica quale io sono, io quando esco metto sempre in conto di cadere 1-2 volte e a seconda del programma anche di più. Quando mi va da dio non cado, quando mi va benissimo cado e non mi faccio niente, quando mi va bene cado, devo interrompere l'uscita e devo stare fermo per qualche giorno, quando mi va male come la volta scorsa mi rompo qualcosa.
Un pro, secondo me fa lo stesso ragionamento. Sa che potrebbe cadere e lo mette in conto sperando di non rompersi qualcosa.

Da qualche tempo la mia politica era quella di non giocarmi più jolly.
Ma non ho resistito a lungo.
Per cui alla fine, due settimane fa, mi sono arreso.
E ho comprato le ginocchiere. :smile:

Concordo con chi ha scritto che l'amatore medio rischia molto di più di loro: solo che in bici va molto di meno per cui diviene anche meno probabile che gli capiti.

Parlo di gente che fa mtb vera e non che va a spasso per ciclabili ovviamente.
 
  • Like
Reactions: AlfreDoss

Barons

~ Dh Enduro & Beer ~
10/19/13
10,356
5
8,869
0
☮️
Bike
Marin El Roy
Bella però sta cosa se responsabili o meno...lasciando perdere i pro, fisicamente e tecnicamente preparati, lo fanno per lavoro e son stipendiati, che se compiono imprese estreme sanno benissimo cosa fanno...
Mi chiedo se tutto il resto, cioè noi, i non pro...come si possano definire...
C è chi, se pur amatore, fa competizioni e se la cavicchia, c è chi non le fa, ma se la cavicchia comunque, poi ci sono credo la stragrande maggioranza, che si allena e si diverte nei wkend...o a 3000mt o nei bikepark o semplicemente nei boschi dietrocasa...
Definire il concetto di irresponsabilità in questi casi non mi sembra facile, un biker finisce giù dal sentiero, ma li è divieto, è definito, giustamente un irresponsabile...un altro scivola dalla discesa a tornanti del Tremalzo come potrebbe esser definito? Li è consentito andarci in mtb...scommetto già le prime battute: " eh andava troppo veloce, aveva le gomme troppo piene, gli è partita davanti ecc ecc...dispiace, ma poco responsabile...ha moglie e figli,a 50 anni non poteva scegliere qualcosa di più semplice? "
Sono chiacchere da bar, prevenute e sentite, ma è qui che poi risulta difficile definire un concetto di responsabilità...

Auguri a Gee ovviamente, ma anche a tutti quelli che si trovano nelle medesime condizioni.
Come già detto , credo che qui dentro nessuno sia all altezza di questi pro ma nemmeno lontanamente il problema viene quando questi si emulano in pro :-)
 

Koroviev

Il Re dei Troll / Il Signore delle forcelle
8/25/17
13,279
7,212
0
Krukkolandia
Bike
Trollbike perculantis
Concordo con chi ha scritto che l'amatore medio rischia molto di più di loro: solo che in bici va molto di meno per cui diviene anche meno probabile che gli capiti.

Parlo di gente che fa mtb vera e non che va a spasso per ciclabili ovviamente.

L'amatore medio che va meno in bici rischia meno perchè fa cose meno pericolose. La probabilità di cadere però potrebbe essere la stessa nel momento in cui sia il pro che l'amatore medio alzano l'asticella, relativamente al proprio livello e capacità e non in maniera assoluta.
Io in bici, meteo permettendo, in genere ci vado quasi tutti i giorni e non a pedalare intorno al fiume. Motivo per cui il rischio di cadere è più alto. Sarei quindi più propenso a dire che più si è in bici, più il rischio di cadere è alto nel momento in cui si esce dalla propria confort zone. Ovviamente sfiga a parte come nel mio ultimo caso o nel caso di Mr. Atherton che, in un'altra circostanza, sono felice di immaginare che non sarebbe caduto su quel tratto.
 
  • Like
Reactions: AlfreDoss

dang67

Biker tremendus
3/19/17
1,258
1,192
0
54
Desio
Bike
Orbea Oiz M60
L'amatore medio che va meno in bici rischia meno perchè fa cose meno pericolose. La probabilità di cadere però potrebbe essere la stessa nel momento in cui sia il pro che l'amatore medio alzano l'asticella, relativamente al proprio livello e capacità e non in maniera assoluta.
Io in bici, meteo permettendo, in genere ci vado quasi tutti i giorni e non a pedalare intorno al fiume. Motivo per cui il rischio di cadere è più alto. Sarei quindi più propenso a dire che più si è in bici, più il rischio di cadere è alto nel momento in cui si esce dalla propria confort zone. Ovviamente sfiga a parte come nel mio ultimo caso o nel caso di Mr. Atherton che, in un'altra circostanza, sono felice di immaginare che non sarebbe caduto su quel tratto.

Esatto. Comfort zone: era quello che intendevo quando dicevo che di jolly cerco di giocarmene il meno possibile.

Però ogni tanto di andare per terra capita.
 

Tc70

Entomobiker
4/20/11
22,460
1
9,429
0
51
Provincia di Bs
Bike
Picola ma carattarastica...
Come già detto , credo che qui dentro nessuno sia all altezza di questi pro ma nemmeno lontanamente il problema viene quando questi si emulano in pro :-)
Se emulano, non avendo le capacità, sono irresponsabili.

Se hanno le capacità e non emulano, ma cadono per una delle milioni di ragioni si possan azzardare...?
Semplicemente sfortunati? ;-)
 
  • Like
Reactions: FedeNova12 and Fbf

Barons

~ Dh Enduro & Beer ~
10/19/13
10,356
5
8,869
0
☮️
Bike
Marin El Roy
Se emulano, non avendo le capacità, sono irresponsabili.

Se hanno le capacità e non emulano, ma cadono per una delle milioni di ragioni si possan azzardare...?
Semplicemente sfortunati? ;-)
Esatto
 
  • Like
Reactions: Koroviev

kitkat

Biker cesareus
7/17/12
1,608
159
0
Ossola
No. Ad esempio io scio, ma non mi butto a 150km/h sulla Streif.
Pratico MTB da oltre 25 anni e mi ritengo, nel contesto amatoriale, di buon livello. Magari domani cado, come ogni tanto succede, e mi ferisco seriamente. Ma non credo possa essere ritenuto un irresponsabile.
ma che discorsi sono? Per chi ha la tua mentalità e non va in bici, saresti sicuramente un irresponsabile.
 

Koroviev

Il Re dei Troll / Il Signore delle forcelle
8/25/17
13,279
7,212
0
Krukkolandia
Bike
Trollbike perculantis
Esatto. Comfort zone: era quello che intendevo quando dicevo che di jolly cerco di giocarmene il meno possibile.

I jolly sono quelli che tu metti in conto, non quelli che ti vengono "regalati" ;-)
 

dang67

Biker tremendus
3/19/17
1,258
1,192
0
54
Desio
Bike
Orbea Oiz M60
I jolly sono quelli che tu metti in conto, non quelli che ti vengono "regalati" ;-)

Su quelli regalati ci possiamo fare poco: non siamo noi a decidere.
Sugli altri se capisco in anticipo che la probabilità di andar per terra e farmi male è troppo alta non lo gioco più.

Ma capisco e non critico chi sceglie di giocarseli.
 

pk71

Biker ciceronis
12/15/08
1,578
1,305
0
Vicopisano
Bike
Nicolai G16
Io non ho capito come ha fatto a fracassarsi il viso avendo il casco integrale :nunsacci:, cioè me lo immagino ma c….o bisogna avere uno scudo enorme
 

85549

Biker ultra
4/25/04
659
33
0
lugano
questi son dei malati e vogliono sempre di più. Il confine tra chiudere quel percorso e ammazzarsi é molto sottile. Vuoi fare un film spettacolare sennò non ricevi soldi da redbull e nessuno ti caga? Prego... Il discorso con gli amatori non c`entra una cippa secondo me,
 
  • Like
Reactions: Canister

la tzeca

Biker serius
12/11/18
131
124
0
51
Bellizona
Bike
Santa Cruz Hightower
Non so se definirli irresponsabili a quei livelli. ,sanno il rischio che corrono e sanno perfettamente cosa fanno e purtroppo capita anche a loro, gli irresponsabili siamo noi o almeno quelli che osano e non sappiamo andare in bici , tutti compresi
No. Ad esempio io scio, ma non mi butto a 150km/h sulla Streif.
Pratico MTB da oltre 25 anni e mi ritengo, nel contesto amatoriale, di buon livello. Magari domani cado, come ogni tanto succede, e mi ferisco seriamente. Ma non credo possa essere ritenuto un irresponsabile.
Discorsi veramente futili nei confronti di un professionista. È il suo lavoro, si prepara per fare questo ed è uno dei pochissimi al mondo specializzato nel farlo. La possibilità che uno come Gee Atherton cada è remota e infatti è la prima volta che gli capita un infortunio di questa gravità, infortunio che tra l'altro gli sarebbe potuto capitare in una qualsiasi gara di DH o di enduro. Senza andare a scomodare lavori veramente pericolosi, rischia molto di più un qualsiasi operaio edile... e rischia ancora di più il biker della domenica. Vai a fare a loro la morale sulla responsabilità.

PS: dichiarazione del fratello Dan in merito all'incidente: “People think that Gee’s wild because of the scale of the stuff he’ll take on and those huge crashes but most of the time he won’t do something until he thinks he can do it easily."
A me non interessa se uno è professionista o meno. Sono semplicemente dell'idea che c'è una malsana deriva di gente disposta a mettere a repentaglio la propria vita con la bibita del toro rosso che cavalca l'onda e si riempie le tasche. E con lei, naturalmente, tutti i vari attori del marketing a due ruote.

Poi, quando l'inevitabile succede, allora giù tutti a scrivere i "R.I.P." nel forum.
 

la tzeca

Biker serius
12/11/18
131
124
0
51
Bellizona
Bike
Santa Cruz Hightower
ma che discorsi sono? Per chi ha la tua mentalità e non va in bici, saresti sicuramente un irresponsabile.
Ognuno si assume il livello di rischio che meglio crede. Ma quando la valutazione è influenzata da cronometro, soldi, sponsor o quant'altro, allora non va più bene.
 

frenk

Redazione
Moderatur
6/8/05
10,543
1
2,372
0
-
Bike
-
No. Ad esempio io scio, ma non mi butto a 150km/h sulla Streif.
Pratico MTB da oltre 25 anni e mi ritengo, nel contesto amatoriale, di buon livello. Magari domani cado, come ogni tanto succede, e mi ferisco seriamente. Ma non credo possa essere ritenuto un irresponsabile.

A me non interessa se uno è professionista o meno. Sono semplicemente dell'idea che c'è una malsana deriva di gente disposta a mettere a repentaglio la propria vita con la bibita del toro rosso che cavalca l'onda e si riempie le tasche. E con lei, naturalmente, tutti i vari attori del marketing a due ruote.

Poi, quando l'inevitabile succede, allora giù tutti a scrivere i "R.I.P." nel forum.

Discorso comprensibile, in parte anche condivisibile, ma sempre futile resta. Puoi dedicare ogni giorno della tua vita a trovare qualcuno a cui dare dell'irresponsabile e ne troverai sempre di nuovi, dagli astronauti al postino che non si è allacciato il casco per fare da un civico all'altro, avendo per altro ragione, ma generalmente questo è un hobby a cui dedicarsi da vecchi, molto vecchi. Allo stesso modo qualcuno vedendoti sciare o andare in bici o fare qualsiasi altra attività (magari solo svoltare senza freccia), ti avrà definito più volte irresponsabile. Ognuno ha la propria scala di valori, tu hai la tua che definisce sicuro ciò che fai tu e irresponsabile ciò che fa un atleta professionista come Gee... ma non puoi pretendere che la tua scala di valori debba essere un riferimento per chiunque e che Gee sia per questo definibile un irresponsabile. La tua scala di rischio è diversa dalla sua e la tua possibilità di farti male rapportata a ciò che fai e alle tue capacità tecniche nell'affrontare ciò che fai è con forte probabilità molto più alta di quella di Gee.
 

FOF

Biker serius
9/12/12
164
111
0
Lontano
Bike
X
Discorso comprensibile, in parte anche condivisibile, ma sempre futile resta. Puoi dedicare ogni giorno della tua vita a trovare qualcuno a cui dare dell'irresponsabile e ne troverai sempre di nuovi, dagli astronauti al postino che non si è allacciato il casco per fare da un civico all'altro, avendo per altro ragione, ma generalmente questo è un hobby a cui dedicarsi da vecchi, molto vecchi. Allo stesso modo qualcuno vedendoti sciare o andare in bici o fare qualsiasi altra attività (magari solo svoltare senza freccia), ti avrà definito più volte irresponsabile. Ognuno ha la propria scala di valori, tu hai la tua che definisce sicuro ciò che fai tu e irresponsabile ciò che fa un atleta professionista come Gee... ma non puoi pretendere che la tua scala di valori debba essere un riferimento per chiunque e che Gee sia per questo definibile un irresponsabile. La tua scala di rischio è diversa dalla sua e la tua possibilità di farti male rapportata a ciò che fai e alle tue capacità tecniche nell'affrontare ciò che fai è con forte probabilità molto più alta di quella di Gee.
A mio parere tutt’altro che futile. La domanda va posta in ogni caso, la risposta tutt’altro che scontata, i tristi esempi non si contano e la vita ha un valore che non si paga in sponsorizzazioni. Tema aperto e personale, altroché futile.
 

frenk

Redazione
Moderatur
6/8/05
10,543
1
2,372
0
-
Bike
-
A mio parere tutt’altro che futile. La domanda va posta in ogni caso, la risposta tutt’altro che scontata, i tristi esempi non si contano e la vita ha un valore che non si paga in sponsorizzazioni. Tema aperto e personale, altroché futile.

Gee è un professionista, adulto e maturo, veterano di questa disciplina, che ha sempre cercato di alzare il livello con interpretazioni estreme della MTB, non lo metterei sullo stesso piano del ragazzino che si lancia in acrobazie improvvisate alla ricerca di uno sponsor o con l'intento di impressionare e compiacere gli sponsor che ha già. Allo stesso modo non credo si faccia influenzare da Red Bull per spingersi oltre al suo limite, anche perché ha sempre dimostrato di fare ciò che fa per sé stesso e non per dimostrare niente a nessuno, anche considerando che è già meritatamente ritenuto uno dei più grandi talenti al mondo. Sono d'accordo che sia un tema con interpretazione ampiamente soggettiva, per questo abbastanza fine a sé stesso, in altri termini, futile. Poi se si prova piacere a disquisire sul senno di poi, moralizzare e puntare il dito, allora mi arrendo e vi lascio proseguire indisturbati senza provare a sottoporvi altri punti di vista.