Tech Corner Sette upgrade inutili

Pan-Bagnat

Biker superis
8/13/05
440
104
0
50
Torino
www.mtbconnection.com
Bike
Orbea Rallon X-ltd 2014
Siamo alle solite , quasi tutti d’accordo con il “buon senso” ma cerco un buon set di cerchi in alluminio da 1,5 kg è tutti mi propongono (si trova quasi solo ) set in carbonio....
Ho avuto cerchi in carbonio sulla Rallon 27,5 per 5 anni (ruote Sram Roam 60). Nessun problema tranne qualche raggio rotto al posteriore.
Di sicuro il feeling è piuttosto granitico, ma da allora si fanno cerchi con un profilo più basso che offrono più flessione verticale.
Da 3 anni ho una Hugene 29" con ruote dignitose, cerchi Flow e mozzi Propain che hanno cuscinetti Enduro Bearings. Scorrono molto bene, 2 kg il paio.
Le ho montate sempre con Magic Mary anteriore e Hans Dampf o Rock Razor (Snake Skin) al posteriore con salciciotti 'Tyreinvider' o quello del video, la Supermousse. Con il tyreinvider al posteriore esagerando con pressioni basse e mossa azzardata ho piegato il cerchio flow (cambiato da Daniel!).
Con la supermousse tutto ok.
Ma poi ho montato il Magic Mary e l'Hans Dampf entrambi con la nuova carcassa super Trail, 2 etti in più a gomma.
La carcassa è molto più corposa. Con pressioni 1,5 post. / 1,2 bar ant. non arrivo mai a toccare il cerchio, senza salciciotti.
Il bello è la gestione del rimbalzo, un altro pianeta. Si può osare di più sugli impatti.
Il brutto è l'aggravio di peso. In salita si sente parecchio anche in confronto a copertoni Snake Skin + salciciotto.
Dunque ho pensato ad alleggerire le ruote. Carbonio, alluminio, raggi, montaggio a mano o industriale, mozzi, mi sono fatto una cultura.
Alla fine sono andato su un set di ruote con cerchi in alluminio assimetrici, di larghezza differenziata post./ant., montate a mano con raggi Cx-race e mozzi Bitex:

Un po' meno di 1,7 kg.

Devo ancora riceverle, ma se la pedalata sarà più leggera potrei confermare quanto detto da Daniel:
I salciciotti non servono quasi mai, meglio copertoni più spessi.
Meglio ruote con cerchi in alluminio, per rapporto qualità prezzo.
 
Last edited:

fafnir

Biker delirius tremens
11/9/13
11,476
1
8,290
0
33
Padova
Bike
Warden, Hightower, Venge
Tu forse hai fatto una battuta ma io sinceramente sono convinto che siano meglio delle ruote in carbonio piuttosto che un telaio.
Le mie ruote per le quali NON ho speso un botto, (forse anche perchè me le sono autocostruite con cerchi cinesi , mozzi dt 350 e raggi SP sfinati a 1,65) le ho pagate come un buon set in alluminio e nonostante i quasi 4 anni di maltrattamenti ancora non ho speso un secondo per ricentrarle, sono ancora perfettamente dritte, tant'è che ne ho costruito un altro set da montare sulla front da enduro.
Il grosso vantaggio trovo che sia nell'essere riuscito ad avere una ruota con canale 32 ad un peso inferiore di 150 grammi rispetto al set precedente in alluminio con canale 25 (perennemente bozzato e da ricentrare), con una ruota che rimane centrata, e poter viaggiare a pressioni decisamente inferiori, con incredibili vantaggi di grip.

.....per tutto il resto, tranne il manubrio, sono d'accordo con Daniel
Anche io preferisco ruote carbonio a telaio in carbonio, se devo scegliere. Soprattutto se parliamo di 29
 

 

cicluto

Biker ciceronis
7/6/13
1,596
752
0
Bike
Epic Expert brain
Alla fine sono andato su un set di ruote con cerchi in alluminio assimetrici, di larghezza differenziata post./ant., montate a mano con raggi Cx-race e mozzi Bitex:
Un po' meno di 1,7 kg.

Devo ancora riceverle, ma se la pedalata sarà più leggera potrei confermare quanto detto da Daniel:
Però se si fanno bene i conti forse risulta più economico un set di ruote in carbonio da 2000 euro con garanzia a vita che poi passerai sulle bici future, oltre che essere anche più performante e più resistente rispetto a cerchi in alluminio leggero
 

AlexV

Biker grossissimus
1/22/16
5,314
2
4,095
0
Como
Bike
Radon Slide 140
Però se si fanno bene i conti forse risulta più economico un set di ruote in carbonio da 2000 euro con garanzia a vita che poi passerai sulle bici future

Ni... se non ti cambiano qualche standard per cui per passarle ad una futura bici non devi sostituire i mozzi e ri-raggiare... :????:
 
  • Like
Reactions: gargasecca

lollo72

Biker tremendus
7/25/12
1,211
437
0
48
Romagnano Sesia
Per quanto riguarda il rivestimento Kashima non lo vedo tanto come un upgrade , nel senzo che se ho una forcella con finitura "normale" difficilmente sostituisco solo gli steli per avere il rivestimento K. solitamente si cambia tutta la forcella per passare ad una di livello "superiore" (da listino!) che abbia anche tale finitura oltre ad altre varianti. Ultimamente ho preso una Fox 40 mod.2021 e senza rivestimento Kaschima non era nemmeno disponibile ( probabilmente quella piccola differenza di scorrevolezza dovuta al rivestimento si percepisce maggiormente quanto più grande sia il diametro degli steli ? )
 

Pan-Bagnat

Biker superis
8/13/05
440
104
0
50
Torino
www.mtbconnection.com
Bike
Orbea Rallon X-ltd 2014
Però se si fanno bene i conti forse risulta più economico un set di ruote in carbonio da 2000 euro con garanzia a vita che poi passerai sulle bici future, oltre che essere anche più performante e più resistente rispetto a cerchi in alluminio leggero
Ma sai la garanzia a vita è anche scomoda, quando mandi indietro una ruota ci mettono spesso un mese o due a sistemarla se te la sistemano. Un cerchio in alluminio costa 100 €, e con i Schwalbe Super Trail che monto la possibilità di bozzarli mi sembra remota, almeno per il mio uso.
 
Last edited:
  • Like
Reactions: gargasecca

drmale

Biker forumensus
7/17/09
2,134
1,465
0
Brescia
Bike
RMElement, RM Altitude, StbCubeAttain, GaryFisherProcaliber1991, BMWr65Scrambler
che nastro usi? Mai sentito di un nastro da elettricista che si incolli in questa maniera
Tanti coloro che corrono in xc dalle nostre parti lo usano da qualche tempo. E' il metodo più rapido per chiudere un giro, e anche per arrivare a fine gara in caso di taglio, quando la bombola di fast rischia di fallire miseramente, con quell'aiuto si perde poco tempo e si arriva a fine gara. Certo l'affidabilità è discutibile, però funziona. Si usa comune nastro da elettricista e si deve girare il fasciare la zona tagliata girando il nastro intorno al coperto e cerchio. La tenuta deriva dall'abbondante uso e dalla sovrapposizione del nastro sesso che fa un sorta di bendaggio.
 
  • Like
Reactions: Tc70 and monta

monta

Biker serius
8/16/03
216
58
0
111
bologna
che nastro usi? Mai sentito di un nastro da elettricista che si incolli in questa maniera
guarda se pizzichi che esce il lattice e non ce bisogno del bigatto il giro di nastro trattiene il liquido il tempo necessario per la coaugulazione....ci puoi girare sopra il nastro si rompera e a quel punto il liquido sara gia coaugulato....mi sembra strano che nessuno conosca questo sistema .
la fuoriuscita di liquido non si disperde cosi facendo funge da tappo.
normalmente si fanno un paio di giri attorno alla ruota senza schiacciarla troppo.
ci si gira e quando si rompe solitamente il buco è tappato
 

edosossi

Biker superioris
4/3/08
888
92
0
Marina di Carrara
Bike
Olympia Pro Tech
Sulle ruote l'alleggerimento ci sta ma si torna al solito discorso: scendere sotto un certo peso poi il rischio di abbozzarle è molto alto oltre al fatto che una coppia da 1.5 KG secondo me sono già ottime.
Io sulla 26" ho delle Fulcrum Red Metal 5: fatto gare XC ai tempi, botte ne hanno prese ed in 12k km circa ho sostituito solo un cuscinetto. Avevo speso meno di 200€ per la coppia e comunque avevo tolto quasi 4 etti dalle Ambrosio 360 "di serie". Poi io essendo smilzo vincevo sempre nei confronti peso bici + ciclista con i miei compagni di squadra con le Scalpel da 4500€ da 9.5 kg: loro avevano tutte viti in titanio per togliere i grammi ma non riuscivano a competere con i miei kg in meno :mrgreen:

Per il discorso freni sono d'accordo: alla fine già l'SLX ha prestazioni di frenata ottime senza dover per forza orientarsi su XT/XTR ed è inutile montare dischi sovradimensionati su impianti base. Piuttosto conviene montare buone pastiglie o cambiare mescola a seconda dell'utilizzo.

La mia conclusione comunque è: inutile fossilizzarsi sui grammi però qualche sfizio ce lo si dovrà pur togliere :smile:
 

pk71

Biker ciceronis
12/15/08
1,451
1,133
0
Vicopisano
Bike
Nicolai G16
E' notte tarda e sono sveglio. Dopo il mio primo commento, ho nell'ordine smontato e rimontato con altri pezzi la mtb muletto di mio figlio, mangiato, litigato con mia moglie, corretto i compiti di inglese a un figlio, all'altro bendato il polso prob rotto, che se l'è rotto in allenamento xc, letto e commentato 12 pagine di un disegno di legge, e guardato anche soccombere la Juve... ma la seconda dose di vax non dava effetti devastanti, mal di ossa, febbre, irsutismo, e orchite fotonica. Il fatto è che ha ragione il Naft, ma ha anche torto, sulla bici non ci sono solo 7 upgrade inutili, ma tutto è inutile. Ma come diceva il filosofo, il fatto di essere inutili e non servire, vuol dire non essere servi... Io riempio la mia bici di inutili orpelli, per sfuggire dalla mia serva utilità.
Se riesci a farti una foto (vestito mi raccomando) mandamela che ci faccio un poster a grandezza naturale.
 

Maiella

Biker Maiellensis
2/3/15
938
771
0
39
Maiella/Abruzzo
Bike
Black Forest Pro/Whistler Pro by Focus
Io del peso non ne faccio un diktat, poi se è meno ben venga, ma avendo avuto anche io un brutto incidente (polso) quando finalmente mi sono rimesso in sella ho notato grande differenza tra manubrio in alluminio e manubrio in carbonio. Vibrazioni parecchio contenute e dolore al polso leggero fino alla completa guarigione!
Da quel momento solo manubrio carbonio!
Consiglio a tutti quelli che non l’hanno mai provato di farci un pensierino!
:-?:
Testimonianza abbastanza attinente che ci fa capire la soggettività degli upgrade cicati da Daniel, e di quanta considerazione merita la casistica in tali circostanze. Dopo il tuo infortunio al polso, un manubrio in carbonio al posto di quello in alluminio ti ha agevolato neltornare in sella. In precedenza con tutta probabilità ti andava bene anche quello in alluminio. In coclusione il video di Daniel va interpretato sotto un duplice punto di vista: da un lato le valutazioni circa l'utilità finalizzata a se stessa di questi upgrade, dall'altro l'esistenza di motivazioni necessarie. In ultimo, ma non per importanza, rimane anche il gusto personale e puramente estetico: se uno vuole farli questi upgrade non é che più sfigato. E mi pare che il buon Daniel non ha voluto intedere ciò.
 

Maiella

Biker Maiellensis
2/3/15
938
771
0
39
Maiella/Abruzzo
Bike
Black Forest Pro/Whistler Pro by Focus
che nastro usi? Mai sentito di un nastro da elettricista che si incolli in questa maniera
Più che nastro da elettricista, potrebbe essere più indicato il nastro telato. Ci sono di diversi tipi e con diversi spessori. Alcuni sono fatti anche con "mescole" in fibra non so se metalliche. Dentro il mio zaino da trekking non manca mai e una volta mi ha salvato lo scarpone.
 

MasterOfSilence

Biker superis
8/30/09
380
166
0
33
Genova
Bike
Heckler, Wilson
piccolo OT. c'è veramente così tanta differenza fra il Renthal e i concorrenti?
Io uso un Nukeproof in carbonio con soddisfazione, che costa meno della metà del Renthal e stiamo cmq parlando di un oggetto che esce da una casa primaria (per questioni di sicurezza che sui manubri in carbonio non trascurerei).

Vale veramente l'extra costo il renthal? magari si, però sono curioso di sentirlo da chi ce l'ha.
ma figurati, per me non c'è alcuna differenza, o se c'è non sono certo io a sentirla. E' bello, da prestigio alla bici e la rende più appetibile se la si vuole vendere...
 
  • Like
Reactions: ant and gargasecca

czarn

Biker superis
6/28/10
347
13
0
udine
Sul serio? Così grande differenza? Non avevo mai considerato questo aspetto, anche per me era un pezzo inutile ( il materiale,non il manubrio...) . Non è per caso un fatto di diverse Forcelle?
sì, io sulla dh ho un manubrio in alluminio con vibrocore che fa bene lo stesso lavoro, ma su una enduro o xc credo che il carbonio risolva meglio
 

lumerennù

Biker infernalis
4/14/05
1,978
194
0
54
San Severino Marche (MC)
Bike
Norco Range
una domanda, sempre in tema di upgrade: la mia Mondraker crafty RR ha un reggisella telescopico da 150 mm. Vorrei metterne uno con più escursione (ammesso che ci entri) perché a me in discesa mi piace stare basso. Mi è stato sconsigliato perché, pesando circa 90 kg, un reggisella da 170 o 180 prenderebbe più "gioco". E' vero??? Ricordo che questo era lo stesso commento che si faceva quando i reggisella erano da 125 e si cominciavano a trovare quelli da 150: ""non li prendere, li scassi tutti…"" e invece ne ho uno sulla Norco Range da 3 o 4 anni e non gli è successo nulla.
 

rickyvic

Biker ultra
11/13/13
618
111
0
Upgrade utili sono sospensioni, telescopico da 200 o 170 e ruote/gomme.
Cambia un botto. I cuscinetti scorrono da dio e vai a un altra velocita in salita.
In discesa non ce da commentare oltre.

Altra cosa da fare e' la manutenzione del carro, sospensioni e cuscinetti mozzi.
Ho visto gente cambiare manubri e non fare manutenzione ordinaria alla forca.
Badate che upgrade sospensioni potrebbe anche essere un tuning fatto da specialisti.
 
  • Like
Reactions: ant

gargasecca

Biker meravigliosus
8/17/05
17,370
1
4,330
0
44
--Roma--
Bike
Orbea Rallon M-Team 2020 - Cinelli The Machine 1992
una domanda, sempre in tema di upgrade: la mia Mondraker crafty RR ha un reggisella telescopico da 150 mm. Vorrei metterne uno con più escursione (ammesso che ci entri) perché a me in discesa mi piace stare basso. Mi è stato sconsigliato perché, pesando circa 90 kg, un reggisella da 170 o 180 prenderebbe più "gioco". E' vero??? Ricordo che questo era lo stesso commento che si faceva quando i reggisella erano da 125 e si cominciavano a trovare quelli da 150: ""non li prendere, li scassi tutti…"" e invece ne ho uno sulla Norco Range da 3 o 4 anni e non gli è successo nulla.

Dipende anche da quanto è "sbragato" il telaio...ti faccio un es:
su una Santa...per es. un Nomad o una Mega...già "visivamente" ti accorgi che il reggisella è meno "verticale"...per forza di cose, maggior peso applicato ad un maggior svettamente ed escursione, può comportare dei giochi maggiori o un non fluido movimento.
Per es...io faccio 1 quintale e ho avuto uno YEP da 155mm e poi un OC da 170mm e adesso ho un OneComponent da 180mm...ed ho un angolo sella da 76° abbastanza "verticale".
Non nego che tutti avessero gioco...ma mi pare sempre nei limiti tali da funzionare bene e non dare noie.
:prost:
 
  • Like
Reactions: lollo72

akko69

Biker poeticus
11/12/04
3,841
112
0
51
Alessandria
www.akko69.altervista.org
dissento solo per i salsicciotti...
per la front in acciaio avrei voluto montare il cushcore ma poi per provare ho preso l'anaconda barbieri.
come comfort di guida non so dire (bici nuova) ma in compenso mi ha consentito di pedalare fino a casa (15km) quando ho strappato un raggio e relativo nipple, piegando il cambio...
direi che l'inserto ha fatto egregiamente il suo lavoro e non si è nemmeno rovinato granché.
sicuramene ha altri difetti (assorbimento lattice e allungamento) rispetto a sistemi più costosi...
;-)
 
Last edited:

lumerennù

Biker infernalis
4/14/05
1,978
194
0
54
San Severino Marche (MC)
Bike
Norco Range
Dipende anche da quanto è "sbragato" il telaio...ti faccio un es:
su una Santa...per es. un Nomad o una Mega...già "visivamente" ti accorgi che il reggisella è meno "verticale"...per forza di cose, maggior peso applicato ad un maggior svettamente ed escursione, può comportare dei giochi maggiori o un non fluido movimento.
Per es...io faccio 1 quintale e ho avuto uno YEP da 155mm e poi un OC da 170mm e adesso ho un OneComponent da 180mm...ed ho un angolo sella da 76° abbastanza "verticale".
Non nego che tutti avessero gioco...ma mi pare sempre nei limiti tali da funzionare bene e non dare noie.
:prost:
grazie. La Crafty ha un angolo sella di 76°, come la tua.
 
  • Like
Reactions: gargasecca