La manutenzione dei telai full suspended

Danybiker88

Redazione
9/4/04
12,194
121
0
33
Torino
www.picasawebweb.com
Benvenuti all’ottavo appuntamento con il Tech Corner, in esclusiva per voi su MTB Forum!

Oggi abbandoniamo il filone delle sospensioni e ci occupiamo di un argomento che è comunque correlato: la revisione degli snodi dei telai full.
Inutile dire che il buon funzionamento del telaio è un presupposto fondamentale per il buon funzionamento della sospensione posteriore (insieme di carro e ammortizzare). Inutile avere un ammortizzatore in perfetto ordine e un carro con i cuscinetti grippati. Oltre al rischio di danneggiamento dei perni, si avrà un calo delle prestazioni della sospensione stessa.

Cominciamo col dire che gli snodi dei telai da MTB sono diversi a seconda del modello. Lo smontaggio generalmente non è complicato, però la procedura può variare da costruttore a costruttore. Non essendo parti particolarmente complicate, basterà prestare attenzione durante lo smontaggio per memorizzare l’ordine e la posizione delle varie parti per evitare problemi di rimontaggio. Non essendoci una procedura unica per tutti i telai, ci limiteremo ad una descrizione generale.

Nei telai da biciclette, a parte alcuni casi come i telai Yeti che adottano sistemi con slitte, i movimenti delle varie parti sono esclusivamente movimenti rotatori attorno ad un asse. Per ridurre l’attrito della parte in rotazione e dell’asse, vengono utilizzati dei cuscinetti, che possono essere:
- Cuscinetti radiali a sfere
- Cuscinetti radenti (conosciuti anche come boccole).

Cuscinetti radiali a sfere.


main_picture_CD_steel.jpg

I cuscinetti radiali a sfere sono generalmente utilizzati sugli snodi della stragrande maggioranza dei telai. Il cuscinetto radiale a sfera è progettato per sopportare un carico in prevalenza radiale rispetto all’asse di rotazione.
Il cuscinetto a sfera quindi non supporta eccessivi carichi e patisce eccessivi carichi assiali, che possono causare un precoce invecchiamento o danneggiamento del cuscinetto stesso. In compenso garantiscono un attrito volvente estremamente basso.

Il cuscinetto è costituito da due piste (1-5), di forma circolare e sezione convessa (a forma di U) con interposte una corona di sfere (4). Le sferette possono o meno essere separate da appositi distanziali (2). Le sferette sono protette da due guarnizioni di protezione, generalmente in gomma con all’interno una pista metallica (3).
02.png


Nel campo della bicicletta esistono prevalentemente due tipi di cuscinetti radiali a sfere:
- I cuscinetti classici: in cui interposti alle sfere ci sono dei distanziali che evitano il contatto tra le sfere stesse. Questi distanziali riducono nettamente l’attrito volvente, specialmente alle alte velocità. In compenso la presenza del distanziale riduce il numero di sferette presenti su cui si distribuisce il carico. Sono indicati per velocità di rotazione elevate e per carichi radiali moderati come ad esempio nei mozzi.
0323.jpg

- I cuscinetti MAX (o Full Complements): nei cuscinetti MAX non ci sono distanziali tra le sferette. Questo permette di utilizzare un maggior numero di sfere e di conseguenza di distribuire in maniera più uniforme il carico. Sono indicati in ambienti dove la velocità di rotazione è molto limitata e i carichi sono elevati, come appunto nei carri delle biciclette.
0410.jpg


Risulta quindi evidente che nei carri delle MTB è meglio utilizzare cuscinetti MAX.

Oltre al tipo e al numero di sfere i cuscinetti si classificano in base al tipo di guarnizione. Un sistema di tenuta migliore aumenta l’attrito volvente, ma riduce lo sporco che può entrare all’interno del cuscinetto e soprattutto evita che entri acqua, che innesca un processo di corrosione che porta ad un rapido degrado del cuscinetto stesso.
Per la MTB
, che è spesso soggetta a sporco, fango, polvere, acqua è consigliabile quindi utilizzare cuscinetti di tipo 2RS ovvero con doppio labbro di protezione.

MECCANISMO DI USURA DEI CUSCINETTI NEI TELAI DA MTB

I cuscinetti nei telai da MTB non hanno vita facile… Purtroppo sono soggetti a rotazioni parziali e carichi anche elevati. Poiché la rotazione nei telai delle MTB non è completa e poiché la sollecitazione è solitamente uni assiale e con una direzione precisa, ne consegue che il cuscinetto non è caricato uniformemente: ci sono delle sferette che durante l’utilizzo subiscono un carico molto più elevato. Poiché inoltre la rotazione non è completa (come nel caso dei mozzi) saranno sempre le stesse sfere che dovranno sopportare, per tutta la vita del cuscinetto, tutto il carico. Questo comporta un’usura precoce e disomogenea del cuscinetto.

Può essere quindi molto utile, per prolungare la vita del cuscinetto, cambiare la posizione delle sferette, smontando lo snodo eseguendo una rotazione di 180°.

Inoltre i cuscinetti del carro sono spesso in posizioni sfavorevoli. Si trovano infatti spesso esposti a sporco, fango e all’umidità. Spesso i costruttori di telai utilizzano sistemi di protezione addizionali (tappi, guarnizioni, ecc) oltre alle guarnizioni del cuscinetto stesso con buoni risultati. Tuttavia in molti casi i cuscinetti sono lasciati a vista, vuoi per limare qualche grammo dal telaio e di conseguenza sono maggiormente esposti allo sporco. L’utilizzo dell’idropulitrice o eccessivi lavaggi possono provocare l’ingresso di acqua all’interno del cuscinetto e la conseguente ossidazione.

L’utilizzo di cuscinetti MAX 2RS aumenta la durata del cuscinetto, che tuttavia non sarà eterno. La durata dei cuscinetti è generalmente 1 anno 1 anno e mezzo, se si usa molto la bici. Si può arrivare anche a 2 anni o più se i cuscinetti sono di buona qualità e si seguono gli intervalli di manutenzione che in seguito indicheremo.

Cuscinetti radenti o boccole.


Alcuni telai, per lo più pochi modelli, utilizzano invece cuscinetti radenti o boccole. Le boccole sono anche utilizzate negli occhielli dell’ammortizzatore.

Le boccole sono semplicemente dei cilindretti, di materiale polimerico o in metallo, che si interpongono tra l’elemento che deve ruotare e l’asse su cui ruota. Generalmente sono solidali con l’elemento che deve ruotare e strisciano sull’asse di rotazione. Di solito sono autolubrificanti, ovvero sono presenti delle particelle di polimero lubrificante direttamente sulla boccola stessa.

I vantaggi delle boccole sono di supportare più facilmente carichi anche molto elevati e di non patire eccessivamente l’acqua. Di contro le boccole hanno un’usura abbastanza rapida, causano usura anche sul perno su cui ruotano e hanno un attrito volvente molto elevato. Per questo sui telai vengono oramai scarsamente utilizzate.

LE BOCCOLE DEGLI AMMORTIZZATORI


Negli snodi che collegano telaio con ammortizzatore, poiché i carichi sono molto elevati, vengono generalmente utilizzate delle boccole.
0515.JPG


Il sistema di fissaggio al telaio è composto da 3 parti:
0612.JPG

- N° 2 riduttori o distanziali che hanno il compito ti mantenere distanziato e centrato l’ammortizzatore all’interno dell’alloggiamento nel telaio. La larghezza dei distanziali varia da telaio a telaio, così come il diametro del foro interno (generalmente da 6 o 8 mm). I distanziali costituiscono il perno su cui scorre la boccola.
- Boccola solidale con l’occhiello dell’ammortizzatore. La boccola generalmente è tagliata per permetterne l’inserimento all’interno dell’occhiello dell’ammortizzatore.

In questo sistema quindi saranno soggetti ad usura sia i riduttori che la boccola.

Interventi di manutenzione.


BOCCOLE


Le boccole specialmente se autolubrificanti non richiedono alcuna manutenzione. Vanno solo sostituite se eccessivamente usurate, ovvero se lo snodo ha preso gioco.

CUSCINETTI A SFERE SIGILLATI


Generalmente si dice che i cuscinetti sigillati non richiedono manutenzione. Questo è vero solo in parte, poiché per quanto riguarda i cuscinetti dei telai con alcuni piccoli accorgimenti è possibile prolungarne notevolmente la vita.

1) Ogni 6 mesi è buona norma smontare lo snodo e ruotare il cuscinetto di 180°, o comunque in modo che da variare la posizione delle sfere in modo da evitare che vengano sollecitate sempre le stesse. In questo modo si prolunga moltissimo la durata del cuscinetto e si garantisce un usura più uniforme.
2) Se durante tale operazione si sente che lo scorrimento del cuscinetto non è ottimale, ovvero lo si sente grattare, o proprio non gira, si può procedere con l’apertura dello stesso, la pulizia ed un successivo ingrassaggio. Generalmente se si interviene per tempo è possibile recuperare cuscinetti parzialmente grippati o parzialmente ossidati.
3) Se anche dopo la pulizia e l’ingrassaggio del cuscinetto questo dovesse rimanere grippato, allora sarà opportuno sostituirlo.

PROCEDURA DI PULIZIA CUSCINETTO.


Materiale occorrente:
- Chiave/i a brugola o opportune chiavi inglesi per smontare lo snodo (varia da telaio a telaio)
- Loctite frena filetti blu (medio)
- Un cacciavite piccolo a taglio affilato
- Straccio
- Sgrassante (petrolio bianco o uno sgrassatore spray abbastanza potente).
- Grasso per cuscinetti


1) Smontaggio hardware snodo: questa operazione varia a seconda del telaio, quindi non possiamo dare una linea guida. Consiglio se non si è mai effettuata tale operazione di procedere con calma e di annotare la posizione dei vari distanziali, in modo da poter poi facilmente ritrovare la posizione corretta dei vari pezzi.
http://foto.mtb-forum.it/showphoto.php/photo/57314


2) Ispezione dell’asse: rimosso l’hardware ispezioniamo l’asse su cui appoggia internamente il cuscinetto. Se il cuscinetto è grippato è possibile che l’asse scorra relativamente al cuscinetto strisciando e consumandosi. Un’eccessiva usura può causare giochi nello snodo.
0811.JPG


3) Rimozione guarnizione cuscinetto: rimosso l’hardware, avremo il cuscinetto a vista. Con il piccolo cacciavite a taglio cerchiamo di infilare la punta al di sotto del labbro di tenuta sulla pista inferiore, come in figura.
099.JPG

Prestare attenzione a non danneggiare la pista metallica all’interno della guarnizione e a non danneggiare il labbro in gomma di guarnizione. Procedere con particolare delicatezza.
A questo punto dovremmo aver rimosso la guarnizione:
1024.JPG


4) Pulizia cuscinetto: con l’aiuto di uno spazzolino o di un piccolo pennello puliamo per bene l’interno del cuscinetto col il petrolio bianco o con lo sgrassatore. Controlliamo lo stato delle biglie, che siano tutte intere e che non ci sia eccessivo ossido. Se il cuscinetto è grippato può essere utile l’utilizzo di prodotti sbloccanti antiruggine.
Durante l’operazione di pulizia ruotiamo con le dita il cuscinetto. Se il cuscinetto è grippato proviamo ad aiutarci con una pinza o con un punteruolo conico.
1132.JPG


5) Ingrassaggio cuscinetto: con l’aiuto di un cacciavite, di un pennellino o delle dita applicare abbondante grasso all’interno delle sfere. Schiacciare il grasso in modo che occupi tutte le intercapedini tra le sferette.
Durante l’operazione di pulizia ruotare con le dita il cuscinetto. Se il cuscinetto non gira anche dopo la lubrificazione è da sostiurie.
1224.JPG


6) Rimontaggio guarnizione: appoggiamo la guarnizione sul cuscinetto e con un movimento circolare delle dita esercitiamo pressione in modo che la guarnizione rientri in sede. Controlliamo che sia in posizione lungo tutta la circonferenza
IMMAGINE 13

7) Pulizia e reinstallazione hardware: con uno straccio rimuoviamo il grasso in eccesso.
1320.JPG

Rimontiamo l’hardware dello snodo, mettendo una goccia di frena filetti per evitare che si allenti durante l’utilizzo.
1521.JPG


FAQ


Il mio telaio produce rumori durante la pedalata, specialmente in fuori sella. Cosa può essere?
La prima cosa da fare in questi casi è controllare che il rumore non provenga dal movimento centrale o dalla ruota libera. Se la causa del rumore non è in questi due elementi, allora probabilmente proviene dagli snodi del carro. Smontare i vari snodi e controllare se tutti i cuscinetti girano liberamente. Eventualmente pulire e re ingrassare i vari cuscinetti secondo la procedura indicata.

Il mio telaio presenta gioco in alcuni snodi. Cosa devo fare?

La presenza di gioco non è mai un buon segno ed è causata dall’eccessiva usura di un elemento dello snodo. Dopo aver controllato il corretto serraggio dello snodo (potrebbe essere semplicemente allentato) occorre smontare il nodo stesso e procedere all’ispezione dell’asse e del cuscinetto. Se l’asse risulta troppo consumato o il cuscinetto presenta gioco, vanno sostituiti.

Il mio telaio presenta segni di colamento di ruggine da alcuni snodi. Cosa devo fare?

Se non si sono ancora presentati malfunzionamenti, allora la situazione è probabilmente ancora recuperabile. La ruggine generalmente proviene dal cuscinetto. Effettuare l’operazione di pulizia utilizzando prodotti anti ruggine.

Gli snodi del mio telaio si allentano spesso. Come posso risolvere?

Il problema dell’allentamento dell’hardware dello snodo è comune a molti telai i cui elementi degli snodi sono in alluminio. Generalmente applicando una goccia di Loctite frena filetti medio (blu) su ogni filetto si risolve il problema.

Dove posso reperire i cuscinetti/boccole e l’hardware dello snodo (l’asse ad esempio)?

I cuscinetti e le boccole standard si trovano si solito facilmente presso le rivendite di cuscinetti o prodotti industriali. Le boccole invece se non sono standard, i cuscinetti se sono particolari o l’hardware di montaggio vanno richiesti all’importatore del proprio telaio.

Come si identifica un cuscinetto?

I cuscinetti sono identificati da una sigla che ne identifica in maniera univoca le dimensioni e la tipologia. Con la sigla un rivenditore è in grado di fornire il cuscinetto adatto (anche se è sempre meglio andare con il pezzo in mano).
 

Senza Bici

Biker cesareus
8/20/08
1,733
-1
0
23 km da ROMA
ooooooooooooooooh! Finalmente! Mi serviva proprio questo servizio! :D
Non vedevo l'ora di capire cosa ci fosse all'interno degli snodi del carro ammortizzato...eheheheheheh...eh si, la paura è che poi nel rimontarlo ci si dimentichi la posizione...
 

FreeRoby

Biker popularis
2/9/10
46
0
0
Roma
Ciao, mi chiedevo se i cuscinetti ceramici possono essere migliori rispetto a quelli tradizionali per l'utilizzo sugli snodi di un carro ammortizzato?

un mio amico li ha montati, costano tre volte quelli normali e come durata non si sà.
 

Danybiker88

Redazione
9/4/04
12,194
121
0
33
Torino
www.picasawebweb.com
Ciao, mi chiedevo se i cuscinetti ceramici possono essere migliori rispetto a quelli tradizionali per l'utilizzo sugli snodi di un carro ammortizzato?

Dipende... Teoricamente cuscinetti completamente ceramici (che costano uno sproposito) non patiscono l'ossidazione, tipo questo:
cuscinetto-a-sfere-di-ceramica-362420.jpg

In pratica però sui telai è consigliabile l'utilizzo di cuscinetti MAX, pena un rapido deterioramento della pista di scorrimento delle biglie e purtroppo cuscinetti ceramici MAX non si trovano.

Il guadagno in termini di scorrevolezza dei cuscinetti ceramici è ininfluente in quanto la velocità di rotazione è bassa.
 

sgamarco

Nulla si crea tutto si modifica
5/27/08
3,651
51
0
48
Roma EST
Bike
- IBIS Mojo 27.5 - Camber 29EVO - Stj HT carbon
bellissimo e molto interessante. Lo spaccato dei cuscinetti poi ne accresce l'interesse verso il loro funzionamento.
Grazie!!!!
 

SHARDBIKER

Biker tremendus
4/2/09
1,118
1
0
Calasetta - Isola di S.Antioco
Bike
Canyon Spectral
Dipende... Teoricamente cuscinetti completamente ceramici (che costano uno sproposito) non patiscono l'ossidazione, tipo questo:
cuscinetto-a-sfere-di-ceramica-362420.jpg

In pratica però sui telai è consigliabile l'utilizzo di cuscinetti MAX, pena un rapido deterioramento della pista di scorrimento delle biglie e purtroppo cuscinetti ceramici MAX non si trovano.

Il guadagno in termini di scorrevolezza dei cuscinetti ceramici è ininfluente in quanto la velocità di rotazione è bassa.

quindi a conti fatti la manutenzione che si risparmia viene compensata da un costo troppo elevato e da un prodotto che non è proprio indicato per questo utilizzo.. buono a sapersi

mille grazie per l'info
 

andre_jacare

Biker velocissimus
4/3/08
2,398
1
0
Torino
Grande Danybiker!!! Aspettavo questo servizio.
Spero che in un futuro breve il servizio sia aggiornato con la procedura per l'estrazione e sostituzione dei cuscinetti dal telaio/carro. Intanto complimenti!
 

figaro54

Biker perfektus
6/11/08
2,746
5
0
51
Artena (Roma)
bel servizio per iniziare a capire cosa sono i cuscinetti e boccole per chi e' a digiuno dell' argomento.
per chi e' ben a conoscenza di cosa sono e chi ci lavora, il servizio e' un po' sommario.
lo so' che l' argomento e' immenso e ci sono tante possibilita' combinazioni e prodotti che ci volevano almeno 50 pagine per sviscerarlo, ed allora conveniva mettere qualche link al sito di case produttrici di cuscinetti, boccole, rasamenti, guarnizioni che faceva comodo.

[URL]http://www.skf.com/portal/skf/home/products?maincatalogue=1&newlink=first&lang=it

http://www.skf.com/portal/skf/home/products?lang=it&maincatalogue=1&newlink=1

[/URL]
http://www.skf.com/portal/skf/home/products?lang=it&maincatalogue=1&newlink=3a


il post non vuole essere critico assolutamente in nessun modo, ma se lo ampliate e' anche vero che i cuscinetti si possono sostituire in base alle esigenze, tipo mettere quelli a rulli che reggono carichi molto superiori, sono piu' veloci e si usurano meno di quelli a sfere.
ce ne sono di tutti i tipi e dimensioni ed addirittura le boccole stesse si possono sostituire con appositi cuscinetti che si trovano in tutte le dimensioni.
si trovano anche boccole di materiali particolari che alla fine della vita dello snodo dove sono inserite, loro sono ancora nuove!!!
qui cominciamo ad andare sul particolare e sul costoso, ma questo non esclude che se anche il cuscinetto o boccola dovesse costare 100 euro, su alcune bike molto costose tipo in carbonio o bike che devono sopportare colpi durissimi in dh, la spesa puo' essere giustificata.

se abbiamo altre notizie possiamo partecipare all' ampliamento cosi' esce fuori una gran cosa?
 

motobimbo

Biker nirvanensus
9/30/08
28,901
1,883
0
Cimino
Bike
reputazioni ricevute vecchio forum: 11.988
lo so' che l' argomento e' immenso e ci sono tante possibilita' combinazioni e prodotti che ci volevano almeno 50 pagine per sviscerarlo, ed allora conveniva mettere qualche link al sito di case produttrici di cuscinetti, boccole, rasamenti, guarnizioni che faceva comodo.

beh..vabbè...ma il servizio si occupa della manutenzione, non dell'upgrade...:celopiùg:
 

Danybiker88

Redazione
9/4/04
12,194
121
0
33
Torino
www.picasawebweb.com
bel servizio per iniziare a capire cosa sono i cuscinetti e boccole per chi e' a digiuno dell' argomento.
per chi e' ben a conoscenza di cosa sono e chi ci lavora, il servizio e' un po' sommario.
lo so' che l' argomento e' immenso e ci sono tante possibilita' combinazioni e prodotti che ci volevano almeno 50 pagine per sviscerarlo, ed allora conveniva mettere qualche link al sito di case produttrici di cuscinetti, boccole, rasamenti, guarnizioni che faceva comodo.

http://www.skf.com/portal/skf/home/products?maincatalogue=1&newlink=first&lang=ithttp://www.skf.com/portal/skf/home/products?maincatalogue=1&newlink=first&lang=it

http://www.skf.com/portal/skf/home/products?lang=it&maincatalogue=1&newlink=1http://www.skf.com/portal/skf/home/products?lang=it&maincatalogue=1&newlink=1


http://www.skf.com/portal/skf/home/products?lang=it&maincatalogue=1&newlink=3ahttp://www.skf.com/portal/skf/home/products?lang=it&maincatalogue=1&newlink=3a


il post non vuole essere critico assolutamente in nessun modo, ma se lo ampliate e' anche vero che i cuscinetti si possono sostituire in base alle esigenze, tipo mettere quelli a rulli che reggono carichi molto superiori, sono piu' veloci e si usurano meno di quelli a sfere.
ce ne sono di tutti i tipi e dimensioni ed addirittura le boccole stesse si possono sostituire con appositi cuscinetti che si trovano in tutte le dimensioni.
si trovano anche boccole di materiali particolari che alla fine della vita dello snodo dove sono inserite, loro sono ancora nuove!!!
qui cominciamo ad andare sul particolare e sul costoso, ma questo non esclude che se anche il cuscinetto o boccola dovesse costare 100 euro, su alcune bike molto costose tipo in carbonio o bike che devono sopportare colpi durissimi in dh, la spesa puo' essere giustificata.

se abbiamo altre notizie possiamo partecipare all' ampliamento cosi' esce fuori una gran cosa?

Le possibilità di upgrade ci sono, l'unico limite è la nostra fantasia :mrgreen:

Secondo me un upgrade utile potrebbe essere quello di utilizzare cuscinetti a rullini, che scaricano meglio il carico senza deformare eccessivamente la pista di scorrimento anche in caso di fondocorsa. Tuttavia ci sono problemi legati ad esempio ai carichi assiali, che sulla MTB non sono da trascurare...

Comunque se uno vuole approfondire l'argomento è pieno il web di articoli a riguardo, qui ci vogliamo occupare di MTB non di meccanica o-o
Un articolo troppo approfondito sarebbe stato dispersivo e non so quanto avrebbe interessato i più. Ho cercato di riassumere in estrema sintesi i concetti fondamentali che riguardano la MTB, non di certo di trattare in maniera approfondita l'argomento cuscinetti... Non è l'argomento del nostro forum :mrgreen:

Se poi qualcuno ha dei dubbi o vuole approfondire l'argomento, il vantaggio del tech corner è proprio questo: poter interagire direttamente tra autore e lettori per discutere su temi non trattati o approfondire specifici aspetti. Quindi se avete qualcosa da chiedere, chiedete pure!
 
  • Like
Reactions: heymax

wally73

Biker imperialis
6/10/08
10,332
579
0
48
Bologna
mspmtb.jimdo.com
Bike
Yeti SB130-Chisel
grazie Dany articolo ottimo.
come approfondimento avrei solo aggiunto qualche esempio di come estrarre un cuscinetto da sostituire e come rimontare quello nuovo...