Montare una bici - Parte 2: installazione forcella e serie sterzo

Danybiker88

Redazione
9/4/04
12,194
121
0
33
Torino
www.picasawebweb.com
Bentrovati a tutti con il tech corner e con la guida su come montare una bici!

Nelle puntate precedenti:Argomento di questa seconda puntata sarà l’installazione della forcella e della serie sterzo.

Oltre alla procedura di installazione, vedremo alcuni suggerimenti per realizzare con materiale facilmente reperibile in ferramenta, gli attrezzi necessari per l’installazione di questi componenti.
Sul mercato esistono degli attrezzi specifici sicuramente realizzati in maniera ottimale, ma il costo di tali attrezzi spesso è tale da non rendere conveniente il loro acquisto, se non per un uso professionale. Vedremo come arrangiarci con poca spesa!

Installazione delle calotte della serie sterzo.

Quest’operazione va eseguita solo su telaio con serie sterzo di tipo tradizionale e semi-integrate, qualora le calotte non siano state già preinstallate in fabbrica. Se le calotte sono già state inserite o il vostro telaio utilizza una serie sterzo di tipo integrato, passate al paragrafo successivo.

Le calotte si inseriscono semplicemente a pressione nella scatola sterzo. Con una barra filettata e delle rondelle di opportuno diametro possiamo facilmente realizzare l’attrezzo per piantare le calotte:
0165.JPG


Nella foto la barra filettata è stata sostituita per ragioni di ingombro con una vite, ma la sostanza rimane sempre quella. Ai due estremi si posizionano una serie di rondelle a scalare con all’esterno due dadi. Serrando i dadi le rondelle premono sulle calotte che si andranno a piantare nella scatola sterzo.

0253.JPG


Come si può vedere, in questo caso la rondella [FONT=&quot]⌀[/FONT]36 si inserisce perfettamente all’interno della calotta funzionando da guida. Inserire la calotta premendo sul labbro interno non è sempre consigliabile: qualora l’installazione risultasse difficoltosa è opportuno per evitare di stortare il labbro interno, dopo aver inserito parte della calotta nella scatola sterzo, utilizzare una rondella o un pezzo di legno di diametro maggiore che eserciti pressione sulla faccia esterna della calotta e non sul labbro interno, più delicato. Si utilizza sempre la rondella [FONT=&quot]⌀[/FONT]36 appoggiata all’interno della calotta come guida ma non si fa pressione su di essa.

L’unica cosa a cui bisogna fare attenzione infatti è che la barra filettata sia centrata rispetto alla scatola sterzo e alla calotta, in modo da garantire una pressione uniforme sulla calotta stessa e che quest'ultima entri dritta. La rondella [FONT=&quot]⌀[/FONT]36 svolge proprio questa funzione: mantenere centrata la barra filettata.

Qualora risultasse difficoltoso mantenere la perpendicolarità della barra filettata e delle calotte rispetto alla scatola sterzo o l’inserimento risultasse particolarmente difficoltoso, consiglio di installare le calotte una per volta, inserendo dal lato opposto un pezzo di legno, assicurandosi sempre, prima di stringere le viti, che la barra rimanga centrata, soprattutto dal lato legno.

A parole sembra complicato, in realtà capito il principio poi sul campo tutto diventa più semplice e intuitivo.

Sconsiglio invece di inserire le calotte a martellate senza alcuna guida che ne garantisca l’ortogonalità. E’ vero che una volta piantata la calotta si raddrizza da sola, ma se piantata storta si possono causare gravi danni al telaio. E’ una tecnica che spesso funziona, ma oltre a richiedere manualità non è molto ortodossa per un montaggio di buona qualità.

Taglio del cannotto della forcella.

Le forcelle vengono vendute con cannotto da tagliare. La lunghezza a cui si deve tagliare il cannotto dipende dalla lunghezza della scatola sterzo, dall’altezza della pipa e dal numero di spessori che si vogliono mettere sotto la pipa (e di conseguenza all’assetto che si vuole dare alla bici).

Poiché ad accorciare si fa sempre in tempo, ma allungare non è possibile, consiglio all’inizio di tenere una lunghezza di cannotto abbondante, posizionando un paio di spessori da 1cm sopra la pipa, in modo da poter alzare ulteriormente lo stem se si dovesse sentire la necessità di un manubrio più alto.
Una volta che si è definito l’assetto definitivo si potrà (per ragioni estetiche o di peso) accorciare a misura il cannotto.

Procediamo come segue:

1) Misura lunghezza cannotto: posizioniamo la forcella nel telaio, anche se non abbiamo ancora installato tutta la serie sterzo. Posizioniamo sul cannotto tutti i vari elementi della serie sterzo, ad eccezione della pista di scorrimento inferiore che installeremo con cura più avanti. Sopra la serie sterzo posizioniamo gli spessori che pensiamo di posizionare sotto lo stem (o lo stem direttamente sopra la serie sterzo se non vogliamo alcuno spessore), sopra di essi lo stem e qualche spessore che ci servirà per gli aggiustamenti. Con un metro misuriamo l’altezza tra la testa della forcella e l’ultimo spessore.
Smontiamo la forcella e con un metro riportiamo la misura precedentemente realizzata. Sottraendo 3-5mm e segniamo il cannotto con un pennarello, un cacciavite o un giro di nastro isolante
0354.JPG


2) Taglio cannotto: da un punto di vista funzionale non è importante che la superficie di taglio sia perfettamente piana ed ortogonale all’asse del cannotto, tuttavia un taglio dritto e regolare aumenta la superficie di contatto stem-cannotto ed evita ad esempio di dover utilizzare spessori sopra lo stem a causa di irregolarità o sporgenze.
Per effettuare un taglio preciso quindi sarà opportuno utilizzare una guida.
0446.JPG

La guida è costituita da due cunei, con all’interno un foro di [FONT=&quot]⌀[/FONT]1,25” (oppure [FONT=&quot]⌀[/FONT]1,5” per cannotti onepointfive). I due cunei sono tenuti insieme da due viti. Il taglio si effettua con un seghetto appoggiandosi alla guida.
0545.JPG

Altri strumenti utilizzabili per un taglio preciso sono:
il taglia tubi
0639.jpg

Oppure la sega per cornici
0740.jpg


3) Rifinitura del taglio: una volta effettuato il taglio eliminiamo eventuali sbavature esterne ed interne con una lima, creando un leggero svaso interno ed esterno che faciliterà l’inserimento dei cuscinetti, degli spessori e dello stem.
0834.JPG


Installazione forcella e serie sterzo.

A questo punto che tutto è pronto possiamo procedere con l’installazione dei due componenti.

INSERIMENTO PISTA INFERIORE SERIE STERZO.

La pista inferiore della serie sterzo è un anellino che va inserito a pressione sulla parte inferiore del cannotto della forcella, in modo che vada a battuta sulla testa della forcella stessa.
Il metodo più facile per inserire la pista inferiore è di avere un tubo di alluminio con il diametro interno leggermente superiore a quello del cannotto e di lunghezza sufficiente che permetta di battere con un martello dalla sua sommità.

Tuttavia se non si possiede il tubo, ci si può arrangiare con un cacciavite. Bisogna solo prestare attenzione a non danneggiare la pista della serie sterzo, procedendo con pazienza e piccoli colpi.
0929.JPG

Se possibile cerchiamo di battere nella zona interna della pista, posizionando il cacciavite (che dev’essere largo e con la punta non troppo tagliente) seguendo il seguente schema:
1053.jpg

Ovvero operando alternativamente su punti diametralmente opposti.

INSERIMENTO RAGNETTO.

L’inserimento del ragnetto o spider (se presente e non sostituito da sistemi alternativi) è un’operazione che se concettualmente facile, può creare alcune difficoltà operative: non è così semplice farlo entrare dritto!

Poiché la vite del tappo della serie sterzo perché faccia presa sul filetto del ragnetto richiede che quest’ultimo sia abbastanza dritto, capirete che un ragnetto storto non è utilizzabile e va sostituito o raddrizzato (operazione non sempre possibile).

Premesso che ci sono specifici attrezzi per l’installazione dello spider, vediamo come arrangiarci in casa.

Personalmente trovo molto pratico procedere nel seguente modo:
- Si prende vite di opportuno diametro (solitamente M6) e la si avvita nello spider. Si batte sulla vite, cercando di mantenere l’ortogonalità fino a che non è entrata la prima serie di ali del ragnetto e la seconda fila è in battuta con il cannotto.
- Si prende un’opportuna chiave tubolare (da 12mm) e si batte lo spider fino ad un approfondimento di ca 1cm rispetto al bordo superiore del cannotto. Essendo già entrata la prima serie di ali il ragnetto dovrebbe entrare dritto.
1175.JPG


INSTALLAZIONE FORCELLA E SERIE STERZO.

A questo punto abbiamo praticamente finito.

Inseriamo i cuscinetti nelle calotte e la forcella nel telaio. Posizioniamo quindi nell’ordine:
- anellino conico
- tappo superiore serie sterzo
- spessori (se presenti)
- stem
- spessori
1245.JPG


Ricordiamoci di applicare grasso bianco al litio sui vari componenti per evitare scricchiolii ed infiltrazioni d'acqua.

Registriamo la serie sterzo avvitando prima la vite sul tappo della serie sterzo, fino ad eliminare eventuali giochi senza tuttavia arrivare al punto che ci sia resistenza alla rotazione del manubrio. Successivamente centriamo approssimativamente lo stem e stringiamo le viti di serraggio.

A questo punto la nostra forcella e la nostra serie sterzo sono correttamente installate.

Arrivederci alla prossima puntata!


ARTICOLI CORRELATI:
- La serie sterzo
 

pes

Biker serius
7/21/10
258
0
0
Troppo lontano dai monti
Come sempre: grande Deny!
Parlando da profano: non sarebbe opportuno mettere un po' di grasso qua e la (diciamo sull'esterno del canotto della forca per agevolare l'inserimento delle componenti)?
 

Danybiker88

Redazione
9/4/04
12,194
121
0
33
Torino
www.picasawebweb.com
Come sempre: grande Deny!
Parlando da profano: non sarebbe opportuno mettere un po' di grasso qua e la (diciamo sull'esterno del canotto della forca per agevolare l'inserimento delle componenti)?

Si, è vero: bisogna ingrassare i vari componenti prima di montarli.
In grasso sul cannotto non serve, basta applicarlo sui vari componenti della SS.

Comunque hai fatto bene a segnalarmelo! Davo per scontato di mettere il grasso, ma magari per chi non è molto esperto non lo è.
 

rafgabo

Biker novus
3/25/08
37
2
0
Leno (BS)
Bike
Stereo
complimenti per il resoconto Dany...
preciso e dettagliato anche per neofiti!

A proposito di taglio cannotto sterzo, volevo suggerire un'alternativa ancora più semplice per chi non ha una guida specifica.

Io di solito inserisco un distanziale/ spessore non nuovo nel cannotto e lo fisso all'altezza desiderata con un paio di giri di nastro adesivo così che resti fermo.
Poi mi appoggio con il seghetto e taglio, in questo modo lo sfrutto come se fosse una guida vera e propria.
Il risultato è comunque soddisfacente
 
Complimenti come di consueto a Dany per gli articoli.

Purtroppo io ho sempre avuto problemi a far entrare correttamente il ragnetto battendo sulla vite come descritto, il problema è proprio mantenere la prima serie di ali dritte: mi è sempre successo che se entrano storte le prime non c'è più nulla da fare, il ragno entra storto.
Per questo ho pensato di "trascinare" dentro il ragnetto dal basso, sempre usando una barra filettata e una rondellona da appoggiare alla base del cannotto: si infila la barra da sotto al cannotto, si avvita il ragnetto alla barra, si tira un dado contro la rondellona. Data la lunghezza della barra rispetto al ragnetto, è praticamente impossibile farlo entrare storto.
Accorgimenti :spetteguless: :
poichè il ragnetto non ha un filetto tanto grosso, ho saldato una vite che si accoppia allo stesso in testa ad una barra più consistente, sulla quale lo si va ad avvitare tenendolo circa a metà; all'altra estrenità della barra ho saldato un dado: questo permette di tenere la barra mentre si avvita il dado contro la rondellona per far scendere il ragno; se non si facesse questo, la barra girerebbe, andado ad avvitarsi e stringersi sempre di più sul ragno, che una volta in posizione non si riuscirebbe più a liberare dalla barra stessa (come ho potuto constatare al primo tentativo :omertà:).
 

Ghevor

Biker novus
8/22/10
38
0
0
Brianza velenosa
Bentrovati a tutti con il tech corner e con la guida su come montare una bici!

Nelle puntate precedenti:Argomento di questa seconda puntata sarà l’installazione della forcella e della serie sterzo.

[CUT]

A questo punto la nostra forcella e la nostra serie sterzo sono correttamente installate.

Arrivederci alla prossima puntata!


ARTICOLI CORRELATI:
- La serie sterzo


Bellissimo articolo!!
Complimenti
 

ribazzi

Biker superis
6/26/08
310
2
0
52
Verona
Io ho appreso "l'arte" del turpiloquio montando ragnetti :wink:
Poi ho deciso che in fondo, con solo 40 euri spesi su CRC per l'apposito attrezzo, potevo continuare a sperare nel paradiso :prega:
...neanche caro alla fine :smile:
 

dragone volante

Biker serius
10/6/05
263
0
0
vignate
Bike
Turbo Levo, Giant Reign
Grazie Dany ottimo articolo! Proprio stasera ho montato la serie sterzo mediante barra filettata al nuovo telaio che ho preso e non ho avuto nessun problema.
Ora pero' ho bisogno che continui con la parte terza altrimenti sono fermo!

Ciao
 

sgamarco

Nulla si crea tutto si modifica
5/27/08
3,651
51
0
48
Roma EST
Bike
- IBIS Mojo 27.5 - Camber 29EVO - Stj HT carbon
grazie, molto interessanti alcuni punti...
 

endry

Biker superis
4/12/09
342
4
0
bergamo
Bike
Focus
un informazione.... la la rondella conica che va tra cuscinetto superiore e quella rondella che chiude la serie sterzo è un TUTTE le serie sterzo??
perchè io ne ho comprata una e nn la aveva nel pacchetto
 

vitello

Biker superis
4/6/06
303
-30
0
milano
per il montaggio del ragno, la mia prassi è utilizzare un cacciavite (magari a stella) che passa per il buco della vite del ragno. In questo modo si batte sul manico del cacciavite, e la presa è più salda perchè è sul manico, aiutando anche la precisione, di conseguenza.