Opinione Il ciclismo è veramente verde?

Riodda

Biker superis
9/11/18
326
191
0
46
Brescia
Bike
Cannondale Flash team 2013
4- Ahimè è così. A differenza di molti altri animali che si auto-regolano in base alla disponibilità di risorse (un modo carino per dire che se sono troppi, un certo numero morirà di fame), l'uomo in buona parte del pianeta riesce comunque a sopravvivere.
Non solo, ma sopravvivere e riprodursi sta diventando sempre piu' facile e come risultato la dimensione del cervello umano sta cominciando a ridursi, vedendo quello che succede nel mondo non mi servono nemmeno prove per questa teoria !!!!! :!::!:
 
  • Mi piace
Reactions: VINS61 and Badorx

 

Riodda

Biker superis
9/11/18
326
191
0
46
Brescia
Bike
Cannondale Flash team 2013
Complimenti di nuovo al direttore in questi ultimi periodi sta inanellando dei flame :voxpopul: strepitosi.
In realtà la discussione è molto semplice. In questo mondo consumistico ( sottolineo mondo perché l'uomo oramai lo ha invaso tutto) di verde c'è solo il colore. Quindi è inutile fare tanti discorsi ipocriti, il 99,999% non conosce il reale impatto sulla natura. La mattina invece di mettere i biscotti nel latte perché non andate a mungere la mucca, a macinare il grano, infornare i biscotti. Cioè qualsiasi azione o scelta determina un inquinamento.
Quindi io mi limito a pedalare quando posso senza tanti sensi di colpa :i-want-t:e lascio questi sterili discussioni a chi vede il dito e non la luna che c'è dietro.
Siamo d'accordo che il problema è il consumismo ma quindi per te, siccome non sei in grado di calcolarne l'impatto sull'ambiente non vale nemmeno la pena di fare la raccolta differenziata ? Oppure non acquistare prodotti che non hanno attraversato mezzo mondo ? Tenere in casa 18°C anzichè 26°C ?
Perdonami ma il tuo e' un discorso semplicistico, ci sono tantissime cose di buon senso che l'essere umano puo' fare per limitare il suo impatto sul pianeta anche senza poterne calcolare l'impatto.
 

Maiella

Biker Maiellensis
3/2/15
593
426
0
38
Maiella/Abruzzo
Bike
Black Forest Pro/Whistler Pro by Focus
Purtroppo anche le bici hanno un impatto notevole sull'ambiente. Se consideriamo che il suo utilizzo é legato alla sfera ludica, possiamo affermare che siamo sul campo del superfluo. Ciò aggrava la situazione, ma nessuno vuole rinunciare a consumare meno partendo dal basso con le scelte che possiamo fare tutti i giorni. Dall'alto, invece, vedo tanta paura dei governi nel prendere decisioni rapide sulla questione ambientale. In mezzo a tutto ciò ci sono gli affari.
 

paolop72

Biker superis
10/5/19
408
227
0
roma
Bike
Orbea Occam TR M20
Se inquadriamo sotto questo aspetto solo gli sport che non richiedono attrezzatura e che si praticano partendo da casa sono realmente "green", mi viene in mente la corsa, la camminata e poco altro.
Lo sci sarebbe uno sport "nero", attrezzature prodotte in cina o simili e non riciclabili, impianti di risalita che consumano milioni di kw, tutti i materiali impiegati nelle strutture e viaggi in macchina di centinai di km
Anche il surf sarebbe uno sport inquinante perchè utilizzi la tavola in resina tossica, perchè fai km in macchina per raggiungere lo spot, a meno che non abiti proprio sopra (e in Italia non è facile).
Forse bisogna distinguere tra un attività fisica "salutare" e uno strumento utilizzato che ha un impatto ambientale a prescindere,

Per tutti gli sport meccanizzati , quindi ebike compresa, entra anche in discussione un motore che seppure senza emissioni dirette ne comporta indiretta, ad esempio quelle per generare la corrente elettrica con cui si ricarica, oltre a uno smaltimento di componenti anche piu inquinanti come le batterie, a questo aggiungiamo il trasferimento in macchina dove esso avviene che riguarda anche il non meccanizzato..


In conclusione da un presunto "bilancio ambientale" emergerebbe che gli sport "green" si conterebbero sulle dita di una mano, forse neanche, a dimostrazione che l'uomo ha un impatto negativo sull'ambiente in quasi tutte le sue attività.
 
  • Mi piace
Reactions: Maiella

boliviano

biker lithium-free
31/7/11
76
40
0
44
Tesserete
Bike
Oiz TR19 e varie...;)
Ci sono due aspetti che noto essere poco considerati nei commenti e che ci vedono coinvolti più direttamente.

Il primo è il costo ambientale e paesaggistico di risalite meccanizzate e motorizzate.

Il secondo è legato all’impatto sui suoli (ricordo che il suolo è una risorsa fondamentale e sostanzialmente non rinnovabile). Questo secondo problema è legato sia alle modalità di guida e abitudini (seconda regola IMBA: “leave no trace”) ma anche da una cattiva progettazione dei sentieri...

Vivo in montagna e mi occupo di ambiente per lavoro. Vi garantisco che sono due aspetti molto sentiti da chi vive in montagna e che, se non impariamo a gestirli (anche a causa dell’esplosione delle ebike) genereranno nel prossimo futuro delle importanti resistenze da parte della popolazione e delle amministrazioni.
Quindi?
Regoliamoci e agiamo con responsabilità prima di aspettarci azioni dagli altri ;)
 
Ultima modifica:

Goldfinger

Biker novus
29/3/14
23
23
0
Siamo d'accordo che il problema è il consumismo ma quindi per te, siccome non sei in grado di calcolarne l'impatto sull'ambiente non vale nemmeno la pena di fare la raccolta differenziata ? Oppure non acquistare prodotti che non hanno attraversato mezzo mondo ? Tenere in casa 18°C anzichè 26°C ?
Perdonami ma il tuo e' un discorso semplicistico, ci sono tantissime cose di buon senso che l'essere umano puo' fare per limitare il suo impatto sul pianeta anche senza poterne calcolare l'impatto.
Se riesci a calcolare in maniera abbastanza precisa il tuo impatto ambientale tanto di capello, ma penso di no sennò ti spaventeresti:-((:. Ognuno nel suo piccolo tenta di fare qualcosa ma è solo per avere la coscienza più pulita. Per quanto riguarda la differenziata considera che sono vissuto in campagna fino a qualche anno fa e in casa li scarti venivano smistati in vari secchi ( per i maiali, per i polli ,per i cani, per i gatti), quindi ritengo di conoscere l'economia circolare meglio dei 2/3 di questa chat. Ribadisco e concludo la bici è solo un dei mille aspetti dell'inquinamento ma prima dobbiamo prima di tutto ridurre TUTTI i nostri fabbisogni perché oramai l'umanità non è più sostenibile.
 

Gianz

Biker velocissimus
28/6/07
2.409
1
1.752
0
Valdagno (VI)
Bike
Gas29 Stambek + GT Grade Carbon
4Kg di carne al giorno?
sicuro, mi sembra una quantità spropositata (ma che spiegherebbe l'estinzione). Mi interesserebbe saperne di più, mi potresti dire il titolo del libro? :-)

Il libro è questo:

Sulla quantità di carne persino uno degli autori si dice sconvolto, ma se consideri che il neanderthal aveva una massa m.uscolare notevole e viveva durante una glaciazione... sembra avesse il busto di forma diversa dalla nostra proprio per via del fegato ipersviluppato.
Sull'estinzione sembra invece le cose siano più complicate: in parole povere il neanderthal sarebbe stato assorbito geneticamente dal sapiens, essendo in numero molto esiguo da sempre. Un europeo/asiatico possiede dal 2 al 3% di geni neanderthal, mentre un africano no.
 
  • Mi piace
Reactions: AlexV

AlexV

Biker poeticus
22/1/16
3.995
2.833
0
Como
Bike
Radon Slide 140
Il libro è questo:

Sulla quantità di carne persino uno degli autori si dice sconvolto, ma se consideri che il neanderthal aveva una massa m.uscolare notevole e viveva durante una glaciazione... sembra avesse il busto di forma diversa dalla nostra proprio per via del fegato ipersviluppato.
Sull'estinzione sembra invece le cose siano più complicate: in parole povere il neanderthal sarebbe stato assorbito geneticamente dal sapiens, essendo in numero molto esiguo da sempre. Un europeo/asiatico possiede dal 2 al 3% di geni neanderthal, mentre un africano no.
Grazie :-)
 

Riodda

Biker superis
9/11/18
326
191
0
46
Brescia
Bike
Cannondale Flash team 2013
Se riesci a calcolare in maniera abbastanza precisa il tuo impatto ambientale tanto di capello, ma penso di no sennò ti spaventeresti:-((:. Ognuno nel suo piccolo tenta di fare qualcosa ma è solo per avere la coscienza più pulita. Per quanto riguarda la differenziata considera che sono vissuto in campagna fino a qualche anno fa e in casa li scarti venivano smistati in vari secchi ( per i maiali, per i polli ,per i cani, per i gatti), quindi ritengo di conoscere l'economia circolare meglio dei 2/3 di questa chat. Ribadisco e concludo la bici è solo un dei mille aspetti dell'inquinamento ma prima dobbiamo prima di tutto ridurre TUTTI i nostri fabbisogni perché oramai l'umanità non è più sostenibile.
Perdonami ma il tuo post non era proprio cosi' chiaro, ora ho capito il tuo punto di vista, cio' non toglie che se anche non sappiamo come calcolare il nostro impatto possiamo comunque minimizzarlo usando del buonsenso.
La bici ? Me la faccio durare degli anni o la compro di seconda mano da chi ad esempio fa gare e puo' avere un motivo per camiarla piu' spesso di me che sono cicloamatore.
 

Riodda

Biker superis
9/11/18
326
191
0
46
Brescia
Bike
Cannondale Flash team 2013
Il libro è questo:

Sulla quantità di carne persino uno degli autori si dice sconvolto, ma se consideri che il neanderthal aveva una massa m.uscolare notevole e viveva durante una glaciazione... sembra avesse il busto di forma diversa dalla nostra proprio per via del fegato ipersviluppato.
Sull'estinzione sembra invece le cose siano più complicate: in parole povere il neanderthal sarebbe stato assorbito geneticamente dal sapiens, essendo in numero molto esiguo da sempre. Un europeo/asiatico possiede dal 2 al 3% di geni neanderthal, mentre un africano no.
In una grotta in spagna hanno trovato feci di 50.000 anni fa e si pensa che una parte fosse di sapies e una parte di Neanderhal, l'ipotesi che i Nehanderthal si siano geneticamente fusi con i sapies è molto plausibile dato che è dimostrato che coabitassero e interagissero.
 
  • Mi piace
Reactions: Gianz

Luca Gottardo

Biker novus
3/3/17
2
1
0
47
Salò
Bike
Cube Fritzz
Ciao a tutti mi inserisco nel post perchè mi tocca personalmente visto che cerco la sostenibilità nella mia vita e me ne occupo anche per lavoro. Spunto interessante l'articolo e ho letto molti vs interventi che per la maggior parte condivido ed apprezzo. Oltre alle vostre considerazione per cercare di essere più "green" possibile e concordo nel dire che anche il rider più virtuoso, comunque avrà un impatto ambientale, aggiungerei che potremmo cercare di valutare, prima di un acquisto, oltre che la qualità del prodotto, anche l'approccio che l'azienda ha nei confronti dell'ambiente e perchè no, anche delle comunità. Da quel poco che ho approfondito il settore ho visto ad esempio Specialized, con una politica più che buona e ottime iniziative tra cui anche la gestione del fine vita del prodotto, vi lascio il link https://www.specialized.com/it/it/social-and-environmental-responsibility. Guarderò nei prossimi giorni altre aziende, ma ne ho guardate già una decina e sembra, purtroppo, ci sia scarsa attenzione all'argomento, fatto salvo alcune mosche bianche.
Davvero interessante l'azienda francese che produce caschi URGE prodotti con materiale per la maggior parte riciclato e ottima politica ambientale/sociale - vi lascio il link https://www.urgebike.com/index.php?...gory=our-values&controller=category&id_lang=9
Nell'abbigliamento ho guardato poco, ma senz'altro Endura fa delle cose interessanti https://www.endurasport.com/sustainability/
Segnalo inoltre che per chi non lo sapesse possiamo portare le nostre camere d'aria bucate alla Decathlon e loro le doneranno a una Onlus che se non sbaglio le utilizzerà per produrre quadrotti gommosi per le pavimentazioni dei parchi giochi dei bambini.
Ciao a tutti
 
  • Mi piace
Reactions: MauroPS

Luca Gottardo

Biker novus
3/3/17
2
1
0
47
Salò
Bike
Cube Fritzz
Ciao a tutti mi inserisco nel post perchè mi tocca personalmente visto che cerco la sostenibilità nella mia vita e me ne occupo anche per lavoro. Spunto interessante l'articolo e ho letto molti vs interventi che per la maggior parte condivido ed apprezzo. Oltre alle vostre considerazione per cercare di essere più "green" possibile e concordo nel dire che anche il rider più virtuoso, comunque avrà un impatto ambientale, aggiungerei che potremmo cercare di valutare, prima di un acquisto, oltre che la qualità del prodotto, anche l'approccio che l'azienda ha nei confronti dell'ambiente e perchè no, anche delle comunità. Da quel poco che ho approfondito il settore ho visto ad esempio Specialized, con una politica più che buona e ottime iniziative tra cui anche la gestione del fine vita del prodotto, vi lascio il link https://www.specialized.com/it/it/social-and-environmental-responsibility. Guarderò nei prossimi giorni altre aziende, ma ne ho guardate già una decina e sembra, purtroppo, ci sia scarsa attenzione all'argomento, fatto salvo alcune mosche bianche.
Davvero interessante l'azienda francese che produce caschi URGE prodotti con materiale per la maggior parte riciclato e ottima politica ambientale/sociale - vi lascio il link https://www.urgebike.com/index.php?...gory=our-values&controller=category&id_lang=9
Nell'abbigliamento ho guardato poco, ma senz'altro Endura fa delle cose interessanti https://www.endurasport.com/sustainability/
Segnalo inoltre che per chi non lo sapesse possiamo portare le nostre camere d'aria bucate alla Decathlon e loro le doneranno a una Onlus che se non sbaglio le utilizzerà per produrre quadrotti gommosi per le pavimentazioni dei parchi giochi dei bambini.
Ciao a tutti
Mi sono dimenticato valutazione positiva per i copertoni Schwalbe , per chi vuole vi allego il link https://www.schwalbe.com/en/sustainability
 

VINS61

Biker ultra
15/10/20
688
568
0
59
GHEMME
Bike
CANNODALE FLASH 29 SI
Il problema principale (non unico)dell'inquinamento deriva da un utilizzo ormai prevalente di un prodotto naturale
IL PETROLIO =plastica e via discorrendo, ogni volta che lo usi inquini
Quindi la riduzione dell'inquinamento dovrebbe partire dalla riduzione di questo elemento in ogni sua forma ,dalle magliette alle scarpe ai combustibili alla plastica e alle vernici ,ragazzi è ovunque in grande quantità
Guardate la vs bici pensandoci e capirete ,sono un oggetto meno invasivo meno inquinante molto utile anche per la salute ma ..
non sono ecologiche :roll: o sbaglio
 
  • Mi piace
Reactions: Maiella

manicomic

Biker extra
17/4/07
716
75
0
REGGIO CALABRIA
La bici é eco nel momento in cui sostituisce l’auto negli spostamenti urbani.
girare nei boschi con una e-mtb per Hobbie o sport entra produzione della bici, gomme, freni, batteria, corrente e tutto il resto é decisamente inquinante!
 

MauroPS

Biker acciaccatus
29/1/17
1.401
783
0
54
Vicino Udine.
Bike
Spectral AL 7.0, Grand Canyon Al 5.9, Marin Muirwoods
Purtroppo anche le bici hanno un impatto notevole sull'ambiente. Se consideriamo che il suo utilizzo é legato alla sfera ludica, possiamo affermare che siamo sul campo del superfluo. Ciò aggrava la situazione, ma nessuno vuole rinunciare a consumare meno partendo dal basso con le scelte che possiamo fare tutti i giorni. Dall'alto, invece, vedo tanta paura dei governi nel prendere decisioni rapide sulla questione ambientale. In mezzo a tutto ciò ci sono gli affari.
E' legato alla sfera ludica, ma comporta dei notevoli vantaggi rispetto alla salute e, non so perché, ma secondo me le persone in salute hanno un impatto ambientale minore, forse perché non gli viene il fiatone per fare 4 passi per andare a comprare il pane e quindi non ci vanno in auto parcheggiando in doppia fila con il motore acceso. (non c'è nulla di scientifico in questa mia affermazione, lo so)


Ciao a tutti mi inserisco nel post perchè mi tocca personalmente visto che cerco la sostenibilità nella mia vita e me ne occupo anche per lavoro.
Sarebbe interessante se facessi un elenco di marchi legati al mondo delle mtb vedendo quali sono le loro politiche caso per caso... lavoro immane...
 

dobolo

Biker novus
20/5/13
17
8
0
52
Bergamo
Bike
Cannondale Scalpel Carbon 2, Cannondale Slate, Salsa Mariachi
Salsa El Mariachi rigorosamente rigida, Jones 29/29+ non so se sono un biker 100% green ma non ho forcelle, non ho freni idraulici ( ma meccanici ) non uso il lattice ma camere d'aria Tubolito ( almeno quelle....... ) l'opposto della cosiddetta tecnologia, per favore ed è OVVIO che non voglia sentir parlare di bici a batteria VOMITEVOLI........ ergo un piccolo contributo lo sto dando da anni 1985 che ho questa passione
 

lorenzomartinelli

Biker ultra
9/9/20
615
1
347
0
50
Treviglio
Bike
Coppi
Pensa che pochi mesi fa c'era in trend una discussione sulle date di scadenza delle componenti delle mtb :-)
Che i componenti abbiano una loro vita utile perché soggetti ad usura, e quindi da manutenere e poi sostituire, la ritengo cosa normale.
Ciò che invece non ritengo normale è il mainstream del “le tue geometrie sono vecchie e quindi non più idonee, devi cambiare bici”. Insomma: la natura c’ha messo milioni di anni a fare le montagne, i produttori invece le cambiano in un anno e ogni anno. C’è qualcosa che non va in questo...