Grosso colpo assestato alle Gran Fondo

teora

Biker poeticus
6/5/05
3,621
8
0
54
rimini
siralexteora.blogspot.com
RIPRENDO UN ARGOMENTO DAI CUGINI DELLA BICI DA CORSA, io penso che se si attuasse questa iniziativa, ci sarebbe anche nel nostro mondo una bella pulizia e forse ci si divertirebbe anche di +.


9 settembre 2010 - Ormai è ufficiale, visto che il presidente FCI Renato Di Rocco ha già lasciato trapelare alcune indiscrezioni tramite un'intervista rilasciata ad una rivista di settore.
Le Cinque Grandi del granfondismo italiano (in ordine di calendario, la GF Felice Gimondi, la Nove Colli, la GF Sportful, la Maratona dles Dolomites e La Pinarello), in accordo con la Federazione Ciclistica Italiana, hanno steso un proprio regolamento che, di fatto, vieterà la partecipazione di ex professionisti ed ex dilettanti (i Master Gold FCI), alle loro competizioni.

Il caso Maccanti, che tanto ha fatto discutere in questi ultimi mesi, è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Sebbene il tema degli ex pro fosse già sul tavolo di lavoro di Gianluca Santilli, procuratore Federale, nonchè presidente del Petit Velò, il fatto accaduto alla Maratona, ha dato un'accelerata ai tempi, tanto che, le Cinque Grandi si sono ritrovate a Roma, con la Federazione, per stendere un documento che le proteggesse da tali incresciosi avvenimenti.

L'ufficialità di questo incontro verrà data mercoledì 22 agosto, alle ore 15.30, a Roma, attraverso una Conferenza Stampa che vedrà la partecipazione delle più alte cariche sportive a livello nazionale, dalla Federciclismo al CONI.

Abbiamo parlato con uno degli artefici di questo progetto che ci ha illustrato i punti salienti. Eccoli.
Le Cinque Grandi non accetteranno l'iscrizione dei Master Gold FCI, ovvero gli atleti ex-pro ed ex-elite, presenti nella lista pubblicata sul sito della FCI. Questi 4000 ciclisti, di cui solo una trentina abitualmente partecipano alle granfondo, dal 2011 non potranno più parteciparvi. Non ci saranno nè ma, nè se.
I primi 100 del Ranking, dovranno essere sottoposti a controllo, prima della partecipazione ad una di queste manifestazioni. Quindici giorni prima della granfondo, chi dei 100 vorrà partecipare, dovrà comunicarne la volontà alla FCI, la quale lo manderà presso la propria ASL di competenza (del ciclista) ad effettuare una serie di controlli antidoping. L'iscritto dovrà quindi inviare i risultati alla FCI, la quale, attraverso il dott. Luigi Simonetto, il medico di riferimento federale per le attività antidoping, determinerà se l'atleta potrà prendere il via alla manifestazione oppure no.
Non contenti di tutto questo, si andrà anche oltre. Se una ciclista non presente nei primi 100 del ranking, dovesse iniziare ad avere risultati eccellenti per un discreto periodo, questi verrà sottoposto a controllo antidoping, in una qualsiasi delle gare alle quali prenderà parte.
L'operazione ha in sè un costo decisamente elevato, in quanto, come ben si sa, i vari controlli antidoping e i relativi esami presso i centri di analisi autorizzati, sono alquanto costosi. Il protocollo prevede quindi che tale spesa verrà sostenuta in parte dagli organizzatori delle Cinque Grandi, in parte dal Ministero della Salute, ma anche da sponsor privati sensibili ad attività di questo genere.

Questa è l'azione di maggiore rilevanza che si è vista nell'arco di ventanni di granfondismo di massa e che riuscirà sicuramente a dare uno scossone all'ambiente, soprattutto agli alti livelli agonistici.

Quarant'anni fa Neil Armstrong disse : "Un piccolo passo per l'uomo, un grande balzo per l'umanità" riferendosi allo sbarco sulla Luna. Oggi ci sentiamo di citare la frase a favore della lotta al doping nel mondo amatoriale.
Speriamo comunque che le attività messe in proposito, siano mantenute tutto l'anno e che non siano solo un fuoco di paglia.

Il progetto avrà sicuramente dei "buchi", ma da qui all'inizio della stagione c'è ancora tempo sufficiente per tararlo a modo e per farsi trovare pronti per la GF Felice Gimondi.

Per il momento, ci mettiamo alla finestra e stiamo a vedere.
 

iaco70

Biker paradisiacus
2/4/09
6,022
619
0
Gradisca d'Isonzo
Bike
Scott Scale RC 900 Ultimate 2017
come sempre in Italia si agisce in ritardo, e si reagisce per eccessi!

quelli della Maratona dles Dolomites hanno fatto una figura di m... in diretta RAI elogiando il vincitore sul palco postgara... ed allora ecco che adesso si danno una "regolata".
 
  • Like
Reactions: wilduca

teora

Biker poeticus
6/5/05
3,621
8
0
54
rimini
siralexteora.blogspot.com
come sempre in Italia si agisce in ritardo, e si reagisce per eccessi!

quelli della Maratona dles Dolomites hanno fatto una figura di m... in diretta RAI elogiando il vincitore sul palco postgara... ed allora ecco che adesso si danno una "regolata".

la figura di merda l'hanno fatta per colpa di un dopato e per colpa dei vari enti per cui era iscritto, la sentenza della squalifica guarda caso è uscita il lunedi.
 

seagate

Biker urlandum
8/9/08
563
1
0
Mantova provincia
....un ex dilettante ex prof che volesse fare queste competizoni non potrà più.....a me sembra ridicolo, cosè che non va più ora la presenza di ex nomi illustri??? ma come prima erano riveriti, gli speacker che gridano i loro nomi, servizi sui giornali, riprese televisive, gare intitolate coi loro nomi... e adesso via di qua????? come vecchiume??


semplicemente ridicoli......questo non è un passo in avanti ma indietro....non mi sembra che sia tutelato il diritto di partecipare a qualsiasi gf lo si voglia in tutto questo.

se hanno paura di essere presi (gli organizzatori..) per il c...o dai furbi che bazzicano in questo ambiente, la ferazione /e gli altri enti si mettano d'accordo nel obbligare a fare controlli a queste manifestazioni e poi vediamo....e che ognuno sia libero di correre dove gli pare....
 

ppower

Biker perfektus
....un ex dilettante ex prof che volesse fare queste competizoni non potrà più.....a me sembra ridicolo, cosè che non va più ora la presenza di ex nomi illustri??? ma come prima erano riveriti, gli speacker che gridano i loro nomi, servizi sui giornali, riprese televisive, gare intitolate coi loro nomi... e adesso via di qua????? come vecchiume??


semplicemente ridicoli......questo non è un passo in avanti ma indietro....non mi sembra che sia tutelato il diritto di partecipare a qualsiasi gf lo si voglia in tutto questo.

se hanno paura di essere presi (gli organizzatori..) per il c...o dai furbi che bazzicano in questo ambiente, la ferazione /e gli altri enti si mettano d'accordo nel obbligare a fare controlli a queste manifestazioni e poi vediamo....e che ognuno sia libero di correre dove gli pare....

E le gare che portano il nome di un atleta, tipo Simoni, Gimondi e Pezzo?

Vedrete che potranno iscriversi ancora, ma come cicloturisti...
 

Iceluke

Biker tremendus
8/18/04
1,040
27
0
Imperia
beh direi che questo e' il primo effetto "buono" di fattore k

master gold... punti top class... un database unico.... direi che tutti i furboni che vanno a vincere il prosciuttino la domenica... (noi amatori non corriamo nel tour... ma c'e' qualcuno che la domenica se lo dimentica....) e per fare questo si dopano... cominceranno finalmente ad aver paura... e magari a pensarci un po' di + prima di farlo
 

teora

Biker poeticus
6/5/05
3,621
8
0
54
rimini
siralexteora.blogspot.com
se hanno paura di essere presi (gli organizzatori..) per il c...o dai furbi che bazzicano in questo ambiente, la ferazione /e gli altri enti si mettano d'accordo nel obbligare a fare controlli a queste manifestazioni e poi vediamo....e che ognuno sia libero di correre dove gli pare....

fare un controllo antidopping costa tanti euro e se per colpa di questi nomi illustri da controllare dobbiamo vederci aumentare il costo gia salato delle iscrizioni allora dico che i nomi illustri se li facciano da soli visto che sono pure stipendiati.
 
  • Like
Reactions: Gepp1

Gepp1

Biker assatanatus
5/27/08
3,484
2
0
rovereto
Non sarà la cura definitiva al male ma sicuramente sembra una presa di volontà da parte di chi ci mette la faccia (e i $) e se, come presumo, la cosa dovesse toccare sui soldi vedrete come faranno passi avanti...per ora dico bravi alle intenzione taremo a vedere se la cosa produrrà gli effetti sperati.
 

seagate

Biker urlandum
8/9/08
563
1
0
Mantova provincia
..purtroppo non ho più sottomano la copia di un noto mensile che si occupa di GF e non , amatoriali....dove diversi, praticamente tutt le grandi Gf, volevano anzi si auspicavano un coinvolgimento maggiore di prof ed ex prof alle loro manifestazioni ( e queste che ora non li vogliono mi fanno semplicemente ridere....) la loro "redenzione" non so a cosa sia dovuta....o meglio immagino...(€ da parte di qualcuno???? sotto forma sponsorizzazioni, riprese televise??? vedremo....)


@ppower se si iscrivono come cicloturisti, non vanno messi in graduatoria.....almeno dovrebbe essere cosi...
 

DevilOnWheels

Biker novus
10/10/09
26
0
0
Caderzone Terme (TN)
Mah. Secondo me - e del resto come qualcuno ha già fatto notare - si sta agendo tardi e forse in eccesso.
Già sarebbe stato qualcosa di buono lasciare a casa, in passato, almeno quei corridori che non hanno avuto carriere delle più limpide. A me venne il magone un giorno vedendo che in una gran fondo molto importante, probabile che fosse la maratona visto che era in TV, ci fosse in testa RAIMONDAS RUMSAS. Lo stesso Rumsas che un paio di anni prima fu cacciato dal Tour de Frace per EPO. Lo stesso Rumsas che fece rimanere in galera sua moglie - beccata dai gendarmi mentre usciva dalla francia con l'auto carica di medicinali - per dei mesi, pur di confessare l'uso di doping. Questo era bellamente tra migliaia di amatori veri. Senza paura. Senza vergogna. Mentre altri suoi colleghi di vergogna Morivano, letteralmente morivano.

Avessero cominciato lasciando a casa certa gentaglia anni fa, forse adesso non avrebbero il bisogno di colpire alla cieca.
 

xtrncpb

Biker imperialis
9/23/04
10,512
5
0
56
Milano
Le grandi organizzazioni delle 5 granfondo più importanti potranno anche non accettare l'iscrizione dei Master Gold e contribuire economicamente alle spese di controllo antidoping, dato che hanno introiti molto elevati.
Il problema dei dopati, però, rimane per tutte le altre granfondo. E non sono poche... :-?
 

Lukafrizz

Biker superis
8/25/09
311
0
0
Pinzolo (tn)
....un ex dilettante ex prof che volesse fare queste competizoni non potrà più.....a me sembra ridicolo, cosè che non va più ora la presenza di ex nomi illustri??? ma come prima erano riveriti, gli speacker che gridano i loro nomi, servizi sui giornali, riprese televisive, gare intitolate coi loro nomi... e adesso via di qua????? come vecchiume??


semplicemente ridicoli......questo non è un passo in avanti ma indietro....non mi sembra che sia tutelato il diritto di partecipare a qualsiasi gf lo si voglia in tutto questo.

se hanno paura di essere presi (gli organizzatori..) per il c...o dai furbi che bazzicano in questo ambiente, la ferazione /e gli altri enti si mettano d'accordo nel obbligare a fare controlli a queste manifestazioni e poi vediamo....e che ognuno sia libero di correre dove gli pare....

ti appoggio in pieno! giusto che chiunque possa partecipare! nomi illustri benvangano! portano pregio alle manifestazioni! se vanno forte e vincono buon per loro! ma giustamente controlli anti doping a tappeto! (anche se i costi dei controlli dicono esser cari)
 

Minni

Biker tremendus
5/25/05
1,199
0
0
Friuli Venezia Giulia
....un ex dilettante ex prof che volesse fare queste competizoni non potrà più.....a me sembra ridicolo, cosè che non va più ora la presenza di ex nomi illustri??? ma come prima erano riveriti, gli speacker che gridano i loro nomi, servizi sui giornali, riprese televisive, gare intitolate coi loro nomi... e adesso via di qua????? come vecchiume??


semplicemente ridicoli......questo non è un passo in avanti ma indietro....non mi sembra che sia tutelato il diritto di partecipare a qualsiasi gf lo si voglia in tutto questo.

se hanno paura di essere presi (gli organizzatori..) per il c...o dai furbi che bazzicano in questo ambiente, la ferazione /e gli altri enti si mettano d'accordo nel obbligare a fare controlli a queste manifestazioni e poi vediamo....e che ognuno sia libero di correre dove gli pare....

condivido in pieno e secondo me questa decisione lede la libertà delle persone.
Per i controlli antidoping bisognerebbe controllare anche gli amatori e non solo gli ex professionisti.
 
  • Like
Reactions: 44x11

xtrncpb

Biker imperialis
9/23/04
10,512
5
0
56
Milano
@ teora: ovviamente le spese per organizzare quelle 5 manifestazioni sono elevate, non si discute.
Ma qualche organizzatore è riuscito a creare un vero e proprio business (forse Miki Costa ??), altre GF chiudono sempre con bilanci positivi (Gimondi, Sportful) e mi auguro che non siano le sole tra le cinque... :roll:
Poi, molto sta nella cupidigia degli organizzatori... :omertà:
 

CYBRIDO

Biker tremendus
9/23/08
1,226
0
0
50
VICENZA
condivido in pieno e secondo me questa decisione lede la libertà delle persone.
Per i controlli antidoping bisognerebbe controllare anche gli amatori e non solo gli ex professionisti.


concordo pienamente; sul doping tra i prof ed ex prof sappiamo tutto benissimo ma facendo così non si risolve il problema in quanto molti amatori si dopano tanto quanto i prof. eliminare una categoria non è la soluzione giusta.

se sono in regola, tutti hanno il diritto di partecipare ad una gara; è il solito concetto di tutta un'erba un fascio.

bisogna trovare una soluzione alternativa
 

seagate

Biker urlandum
8/9/08
563
1
0
Mantova provincia
le alternative secondo me sono due... la prima togli le classifiche.......e qui crolla tutto il castello, chi vuoi che vada a farsi delle semplici cicloturistiche??? pochi non c erto le migliaia din gf come l 9 colli..... secondo antidoping obbligatori in tutte le manifestazioni, ma qui sarebbe una cosa praticamente impossibile, miglia di migliaia di controlli, pratcicamente impossibile farli su qualsia si manifestazione dove via sia una classifica.... si parta da quelle con maggior rilevanza, non solo le 5 di queta iniziztiva, poi si abbassino i costi di questi controlli, un modo ci sarà no??
 

teora

Biker poeticus
6/5/05
3,621
8
0
54
rimini
siralexteora.blogspot.com
LEGGETE I COMMENTI, potrebbero sembrare off topic, ma visto che c'è gente che ha corso il camp. ita marathon in val di fassa, allora un minimo centra anche nel off road:

http://www.facebook.com/#!/photo.php?pid=4860067&id=310847204854&fbid=434744354854&ref=nf

purtroppo sono commenti solo di gente che corre su bitume, ma trovo ridicole alcune affermazioni, di alcuni di questi che alle gare sono seguiti da ammiraglie, hanno sponsor tecnici, ecc. che vengano a raccontare la favolina che a malapena si riescono a pagare i copertoni, e che per le analisi perdono ore di lavoro (ma allora per andare cosi forte quando si allenano), io penso che se la cosa venisse attuata veramente, a vincere le gran fondo si vedrebbero nomi un po diversi, poi per carità c'è chi si bomba anche alla gara di paese per il salame o il prosciutto.
 

Ultimi itinerari e allenamenti