gravel+seggiolino...Kona sutra? alternative?

curmisagos

Biker serius
4/10/14
100
0
0
Ciao a tutti...sono un novizio del genere e scrivo per chiedere un'informazione: sono alla ricerca di una bici con cui girare in città (Trieste, quindi salite e discese) quasi giornalmente e nel contempo da usare nel weekend sia per svago più serio che caricando il mio bimbo di 2 anni su un seggiolino per giretti su piste ciclabili asfaltate e qualche sterrato non impegnativo.
Mi ero indirizzato su bici trekking in acciaio perché leggendo un po' in giro ho capito che è meno stancante dell'alluminio e che nel, mio caso, la forcella ammortizzata non servirebbe a nulla o quasi (confermate?).
Esteticamente mi attrae la Kona Sutra, credete che sia adatta al mio uso? inoltre, avendo sempre avuto mtb vi chiedo: il drop bar di queste bici rende la vita più facile o più difficile (anche in presenza del bimbo).
Alternative su quell'ordine di prezzo?
Grazie in anticipo
Stefano
 

vdisalvo

Biker superis
8/28/12
401
136
0
roma
ciao,

la sutra è un modello superclassico, difficilmente ti deluderà. Per quanto riguarda acciaio vs. alluminio, non è solo il materiale che conta: la geometria, lo spessore e la forma dei tubi, per non parlare delle ruote e dei copertoni, sono tutti fattori che influenzano la comodità o meno di una bicicletta.
Per quanto riguarda il manubrio, io quando avevo le figlie piccole le ho sempre portate sul seggiolino con il manubrio da corsa, nessun problema.
 

curmisagos

Biker serius
4/10/14
100
0
0
Grazie per la risposta! e che tu ne sappia la Sutra per tutte le sue caratteristiche è una bici che si può definire comoda? per il mio uso cosa pensi del discorso forcella ammortizzata o rigida? Circa il manubrio io non avevo grossi dubbi ma una volta entrato in un negozio il commesso mi disse "se vuoi portare il bimbo dimenticati quel tipo di manubrio perché avresti una postura che non permetterebbe al bambino di appoggiarsi anche a te"...
 

albasnake

Biker tremendus
8/28/16
1,323
970
0
Vicenza
Bike
OnOne Deedar
Se cerchi comodità, credo che la sutra sia un po' il punto di riferimento del panorama gravel, è una bici pensata appositamente per lunghi viaggi su sentieri sterrati. La piega da corsa ti spinge a mantenere una posizione più avanzata, con la schiena più inclinata, per raggiungere i freni, posizione che ti consente di scaricare peso sulle braccia e quindi far riposare di più la schiena. Inoltre ti consente di stare esattamente come su una flatbar quando i freni non ti servono, tipo in salita.
Per la questione forcella, le ammortizzate hanno lo scopo di attutire salti e forti sconnessioni tipo sassi o radici, se non intendi fare questo tipo di percorsi non ti serve a molto. Unico discorso però, se vuoi mettere il bambino sul manubrio, è ovvio che lui se la passerà meglio su una forcella ammortizzata, d'altro canto però non penso che farai su e giù dai marciapiedi, o che andrai a cercarti i tombini col bimbo sul manubrio. Se metti il seggiolino posteriore, allora credo che una sutra con forcella rigida sia il meglio che puoi prendere, ha tutti gli agganci del caso, è solidissima, e soprattutto ha delle geometrie pensate appositamente per darti comodità al posteriore.
Per ottimizzare la comodità, ti consiglio di montare gomme più grosse possibile, rigorosamente pieghevoli, e camere d'aria leggere, per esperienza personale ti assicuro che fanno una differenza enorme rispetto a gomme rigide antiforatura su camere stock.
 

curmisagos

Biker serius
4/10/14
100
0
0
Se cerchi comodità, credo che la sutra sia un po' il punto di riferimento del panorama gravel, è una bici pensata appositamente per lunghi viaggi su sentieri sterrati. La piega da corsa ti spinge a mantenere una posizione più avanzata, con la schiena più inclinata, per raggiungere i freni, posizione che ti consente di scaricare peso sulle braccia e quindi far riposare di più la schiena. Inoltre ti consente di stare esattamente come su una flatbar quando i freni non ti servono, tipo in salita.
Per la questione forcella, le ammortizzate hanno lo scopo di attutire salti e forti sconnessioni tipo sassi o radici, se non intendi fare questo tipo di percorsi non ti serve a molto. Unico discorso però, se vuoi mettere il bambino sul manubrio, è ovvio che lui se la passerà meglio su una forcella ammortizzata, d'altro canto però non penso che farai su e giù dai marciapiedi, o che andrai a cercarti i tombini col bimbo sul manubrio. Se metti il seggiolino posteriore, allora credo che una sutra con forcella rigida sia il meglio che puoi prendere, ha tutti gli agganci del caso, è solidissima, e soprattutto ha delle geometrie pensate appositamente per darti comodità al posteriore.
Per ottimizzare la comodità, ti consiglio di montare gomme più grosse possibile, rigorosamente pieghevoli, e camere d'aria leggere, per esperienza personale ti assicuro che fanno una differenza enorme rispetto a gomme rigide antiforatura su camere stock.

Gentilissimo grazie! Ma quindi secondo te ho centrato anche la tipologia di bicicletta? L’alternativa era una buona ibrida, però mi pare siano tutte in alluminio e da quello che mi sembra di aver capito che l’acciaio dovrebbe essere più adatto per le caratteriste che cerco, o sbaglio?
Una curiosità: il manubrio e, di conseguenza il cambio (mai usato bar-end) eventualmente si possono cambiare con un flat?
Il bimbo lo metterò sicuramente nel seggiolino dietro a me (tra l’altro dovrò iniziare anche la ricerca di quello).
Circa le gomme le Schwalbe Marathon 700x40 che monta la Sutra secondo te andrebbero cambiate?
Grazie ancora
 

albasnake

Biker tremendus
8/28/16
1,323
970
0
Vicenza
Bike
OnOne Deedar
Gentilissimo grazie! Ma quindi secondo te ho centrato anche la tipologia di bicicletta? L’alternativa era una buona ibrida, però mi pare siano tutte in alluminio e da quello che mi sembra di aver capito che l’acciaio dovrebbe essere più adatto per le caratteriste che cerco, o sbaglio?
Una curiosità: il manubrio e, di conseguenza il cambio (mai usato bar-end) eventualmente si possono cambiare con un flat?
Il bimbo lo metterò sicuramente nel seggiolino dietro a me (tra l’altro dovrò iniziare anche la ricerca di quello).
Circa le gomme le Schwalbe Marathon 700x40 che monta la Sutra secondo te andrebbero cambiate?
Grazie ancora
Come ha giustamente detto curminsagos ogni materiale ha le sue caratteristiche, l'alluminio è leggero ma molto rigido, scarica bene la potenza a terra ma ti scarica anche le buche sulla schiena. L'acciaio è ottimo perché è comunque rigido nel trasmettere la potenza, però smorza molto meglio le vibrazioni, il problema è che pesa, ma per un uso tipo city commuter o "for fun" direi che il peso è l'ultimo dei problemi. Bici comode in acciaio ce ne sono anche di altre marche, credo che comunque le aziende che hanno più know how storico siano salsa e kona, la sutra è sicuramente ok.
Sui comandi bar-end non ho la minima idea, mai usati, a naso tanto comodi non sono, la trasmissione comunque è deore/alivio shimano 3x9, quindi comandi compatibili ne trovi finché vuoi, sia flat da MTB, sia STI da corsa, che mi sentirei di consigliarti mantenendo la piega (esistono modelli intorno ai 100€).
Sulle gomme... ho avuto delle marathon mondial rigide da 50mm sulla mia vecchissima mtb da 26pollici tutta in acciaio, utilizzo urbano/ciclabili: sono la cosa più dura che io abbia mai usato, scorrevolezza impressionante, ma comfort proprio no. Persino la bici da strada in alluminio coi pieghevoli sembrava più comoda, non so quanto diverse siano le marathon originali, ma vedo che le fanno solo rigide. Di sicuro sono gomme che difficilmente forano, però dalla mia poca esperienza di bici ho imparato che il 70% del comfort dipende dalle gomme, forse anche di più. Provale e poi vedi.
 

vdisalvo

Biker superis
8/28/12
401
136
0
roma
i bar end sono comodi, molto robusti, sono certamente meno comodi dei comandi integrati con le leve freno però. Montare il manubrio flat su di un telaio previsto per un drop bar ti falserebbe completamente la geometria (la bici sarebbe corta). Montare i comandi flat su un drop bar non è una buona soluzione, qualcuno lo ha fatto artigianalmente costruendo adattattori vari.
Per le gomme io ti consiglio di iniziare con le gomme che trovi di serie, tanto con il tempo le gomme si consumano e a quel punto le sostituirai con qualcosa di maggiormente adatto alle tue necessità. Io ho provato le marathon plus e le marathon mondial, e al di la della eccezionale resistenza alle forature non ho trovato che aspetti negativi: peso elevato, scorrevolezza pessima e poco confort in rapporto alla sezione. Per un uso commuter da tutti i giorni però sono quasi indispensabili.
 

curmisagos

Biker serius
4/10/14
100
0
0
Come ha giustamente detto curminsagos ogni materiale ha le sue caratteristiche, l'alluminio è leggero ma molto rigido, scarica bene la potenza a terra ma ti scarica anche le buche sulla schiena. L'acciaio è ottimo perché è comunque rigido nel trasmettere la potenza, però smorza molto meglio le vibrazioni, il problema è che pesa, ma per un uso tipo city commuter o "for fun" direi che il peso è l'ultimo dei problemi. Bici comode in acciaio ce ne sono anche di altre marche, credo che comunque le aziende che hanno più know how storico siano salsa e kona, la sutra è sicuramente ok.
Sui comandi bar-end non ho la minima idea, mai usati, a naso tanto comodi non sono, la trasmissione comunque è deore/alivio shimano 3x9, quindi comandi compatibili ne trovi finché vuoi, sia flat da MTB, sia STI da corsa, che mi sentirei di consigliarti mantenendo la piega (esistono modelli intorno ai 100€).
Sulle gomme... ho avuto delle marathon mondial rigide da 50mm sulla mia vecchissima mtb da 26pollici tutta in acciaio, utilizzo urbano/ciclabili: sono la cosa più dura che io abbia mai usato, scorrevolezza impressionante, ma comfort proprio no. Persino la bici da strada in alluminio coi pieghevoli sembrava più comoda, non so quanto diverse siano le marathon originali, ma vedo che le fanno solo rigide. Di sicuro sono gomme che difficilmente forano, però dalla mia poca esperienza di bici ho imparato che il 70% del comfort dipende dalle gomme, forse anche di più. Provale e poi vedi.

Visto che citi Salsa, cosa pensi della Marrakesh in rapporto alla Sutra? L’avevo valutata anche perché, oltre ad essere bella esteticamente ho visto che nel genere è l’unica o quasi che da la possibilità di usare il manubrio Flat modificando la geometria. Però a livello di componentistica, vista la mia scarsa conoscenza, non la so valutare
 

vdisalvo

Biker superis
8/28/12
401
136
0
roma
a livello di telaio mi sembrano molto simili. La marrakesh esiste in due versioni, ma le misure del telaio tra le due versioni sono ben diverse ! Devi decidere prima quale manubrio vuoi. L'alternativa, se sei indeciso sul tipo di manubrio, è quella di prendere un telaio con un orizzontale "intermedio" in modo da poter montare o un flat bar con uno stem più lungo o un drop bar con uno stem più corto.
 

albasnake

Biker tremendus
8/28/16
1,323
970
0
Vicenza
Bike
OnOne Deedar
Visto che citi Salsa, cosa pensi della Marrakesh in rapporto alla Sutra? L’avevo valutata anche perché, oltre ad essere bella esteticamente ho visto che nel genere è l’unica o quasi che da la possibilità di usare il manubrio Flat modificando la geometria. Però a livello di componentistica, vista la mia scarsa conoscenza, non la so valutare
Manco io sono questo grande esperto, pedalo seriamente da due anni, l'esperienza me la sono fatta passando ore a informarmi su internet, ed è impressionante la quantità di discussioni, articoli, guide e videoguide disponibili.
Sulla flat bar mi ha anticipato vdisalvo, serve un orizzontale più lungo, e la salsa offre a catalogo il prodotto adatto (la kona invece non lo prevede) però io dopo aver girato per anni con flatbar e da due anni con piega, ti consiglierei piega+sti tutta la vita, la soluzione è molto più versatile per qualsiasi tipo di utilizzo; in particolare, quando stai tornando a casa, e hai quegli ultimi 10km in piano, e sei cotto, e ti trovi pure con quell'orrendo vento contro che ti sembra di faticare per stare fermo, si va in presa bassa e la bici riparte.
Sui componenti, tra la sutra liscia e la marrakesh dropbar cambia veramente pochissimo, sembrano due bici fotocopia, persino le ruote sono le stesse, vedo un deragliatore anteriore più economico sulla kona, ma non cambia niente, il deore è comunque buono. Non capisco bene le geometrie della salsa, dalla 55 in su ha il piantone lunghissimo, quindi pensata per longilinei, però mi sa che esce una ciofeca di estetica.
 

curmisagos

Biker serius
4/10/14
100
0
0
Manco io sono questo grande esperto, pedalo seriamente da due anni, l'esperienza me la sono fatta passando ore a informarmi su internet, ed è impressionante la quantità di discussioni, articoli, guide e videoguide disponibili.
Sulla flat bar mi ha anticipato vdisalvo, serve un orizzontale più lungo, e la salsa offre a catalogo il prodotto adatto (la kona invece non lo prevede) però io dopo aver girato per anni con flatbar e da due anni con piega, ti consiglierei piega+sti tutta la vita, la soluzione è molto più versatile per qualsiasi tipo di utilizzo; in particolare, quando stai tornando a casa, e hai quegli ultimi 10km in piano, e sei cotto, e ti trovi pure con quell'orrendo vento contro che ti sembra di faticare per stare fermo, si va in presa bassa e la bici riparte.
Sui componenti, tra la sutra liscia e la marrakesh dropbar cambia veramente pochissimo, sembrano due bici fotocopia, persino le ruote sono le stesse, vedo un deragliatore anteriore più economico sulla kona, ma non cambia niente, il deore è comunque buono. Non capisco bene le geometrie della salsa, dalla 55 in su ha il piantone lunghissimo, quindi pensata per longilinei, però mi sa che esce una ciofeca di estetica.

Beh ma se sono praticamente uguali la Salsa si autoesclude visto che costa 500 euro di più. O sbaglio? Ma queste bici per la città sono portate o potrei avere delle difficoltà?
 

albasnake

Biker tremendus
8/28/16
1,323
970
0
Vicenza
Bike
OnOne Deedar
Beh ma se sono praticamente uguali la Salsa si autoesclude visto che costa 500 euro di più. O sbaglio? Ma queste bici per la città sono portate o potrei avere delle difficoltà?
Per la città va bene anche la graziella!
Con una bici come queste hai molto di più, puoi fare salite, puoi avventurarti su sterrato, puoi farci viaggi lunghissimi portandoti bagagli, e molto altro.
Qualche differenza tra sutra e marrakesh immagino ci sia, forse il telaio più leggeri, forse sui componenti minori, come attacco, piega, reggisella ecc., salsa credo sia un marchio più storico di kona, io comunque prenderei quella che costa meno, i pezzi che contano sono uguali.
 

curmisagos

Biker serius
4/10/14
100
0
0
Per la città va bene anche la graziella!
Con una bici come queste hai molto di più, puoi fare salite, puoi avventurarti su sterrato, puoi farci viaggi lunghissimi portandoti bagagli, e molto altro.
Qualche differenza tra sutra e marrakesh immagino ci sia, forse il telaio più leggeri, forse sui componenti minori, come attacco, piega, reggisella ecc., salsa credo sia un marchio più storico di kona, io comunque prenderei quella che costa meno, i pezzi che contano sono uguali.

Ho capito! La storicità del marchio conta sempre però 500 euro di differenza non sono pochi. Un altro negoziante oggi spingeva molto per le Specialized Awol e/o Sequoia...qualcuno le conosce rispetto alle due di cui parlavamo? Così, a vedere, mi sembravano un po’ più “cattive” e meno comode però magari mi sbaglio
 

bigio65

ci provo
10/4/16
407
427
0
BASSA MODENESE
Bike
Aeko ぼけっと

curmisagos

Biker serius
4/10/14
100
0
0
Per la città va bene anche la graziella!
Con una bici come queste hai molto di più, puoi fare salite, puoi avventurarti su sterrato, puoi farci viaggi lunghissimi portandoti bagagli, e molto altro.
Qualche differenza tra sutra e marrakesh immagino ci sia, forse il telaio più leggeri, forse sui componenti minori, come attacco, piega, reggisella ecc., salsa credo sia un marchio più storico di kona, io comunque prenderei quella che costa meno, i pezzi che contano sono uguali.

Chiedo una cosa: una forcella in carbonio rispetto ad una in acciacio (vedi Sutra e Marrakesh) sarebbe più o meno adatta per comodità, vibrazioni, trasporto bimbo? Perché ho messo nel mirino anche una Salsa Vaya che ha quel tipo di forcella e costa meno della Marrakesh
 

vdisalvo

Biker superis
8/28/12
401
136
0
roma
anche per la forcella stesso discorso che per il telaio, conta la geometria oltre che il materiale. Io ho avuto una forcella in acciaio fatta a mano, una forcella in alluminio e diverse in carbonio. Io eviterei soltanto quelle in alluminio, non credo ne esistano montate su bici di medio / buon livello. Su quelle in carbonio nulla da dire per quanto riguarda la robustezza. Per quanto riguarda l'assorbimento delle vibrazioni mi sembra che le forcelle in acciaio siano mediamente più comode, da quello che leggo in giro, ma forse è solo dovuto al fatto che vengono costruite e montate per lo più su bici da viaggio dove la comodità è fattore preponderante. Detto questo adesso ho solo forcelle in carbonio e mi trovo bene, non ne farei un fattore vincolante almeno nella scelta della tua prima bici "seria".
 

curmisagos

Biker serius
4/10/14
100
0
0
a livello di telaio mi sembrano molto simili. La marrakesh esiste in due versioni, ma le misure del telaio tra le due versioni sono ben diverse ! Devi decidere prima quale manubrio vuoi. L'alternativa, se sei indeciso sul tipo di manubrio, è quella di prendere un telaio con un orizzontale "intermedio" in modo da poter montare o un flat bar con uno stem più lungo o un drop bar con uno stem più corto.

Mi sa tanto che opterò per una flat bar: da quando sono nato ho sempre guidato con questo tipo di manubrio e cambiare adesso totalmente impostazione proprio ora che devo scarrozzare dietro mio figlio piccolo mi fa un po' paura. Dite che esagero?
 

vdisalvo

Biker superis
8/28/12
401
136
0
roma
dipende quello che vuoi fare con la bici. Il drop bar è secondo me i molto utile per viaggi su strada, anche solo di 1 giorno e 50 Km. Si può fare anche senza, ma il manubrio da corsa su strada è meglio, fidati. In città è questione di abitudine, in ogni caso il manubrio flat male non va di sicuro. Per quanto riguarda il servizio taxi al/ai figli è un periodo breve, dopo un paio d'anni rischi di ritrovarti con una bicicletta che non ti soddisfa in pieno. In ogni caso io non ho mai avuto nessuna difficoltà, al limite puoi far montare sul manubrio da corsa le leve freno intermedie, da usarsi in presa alta. Io non le amo, ma molti ci si trovano bene (e ho visto anche un corridore alla Rubaix quest'anno che le aveva montate !)
 

curmisagos

Biker serius
4/10/14
100
0
0
dipende quello che vuoi fare con la bici. Il drop bar è secondo me i molto utile per viaggi su strada, anche solo di 1 giorno e 50 Km. Si può fare anche senza, ma il manubrio da corsa su strada è meglio, fidati. In città è questione di abitudine, in ogni caso il manubrio flat male non va di sicuro. Per quanto riguarda il servizio taxi al/ai figli è un periodo breve, dopo un paio d'anni rischi di ritrovarti con una bicicletta che non ti soddisfa in pieno. In ogni caso io non ho mai avuto nessuna difficoltà, al limite puoi far montare sul manubrio da corsa le leve freno intermedie, da usarsi in presa alta. Io non le amo, ma molti ci si trovano bene (e ho visto anche un corridore alla Rubaix quest'anno che le aveva montate !)

il partire con un flat per poi montare un drop è sconsigliabile per le geometrie, giusto?
 

Ultimi itinerari e allenamenti

  • Colle Laz Arà - Val Chisone
    Wed, 28 Sep 2022 23:25:46 CEST
    [Routes] Italy - Piemonte, TO 38,20 km +1 150 mt Da San Germano Chisone (500m) si prosegue n ...
  • Corsa 28-09-2022
    Wed, 28 Sep 2022 21:02:36 CEST
    [Training] 10,44 km +173 mt 01:08:48 ...
  • Attività pomeridiana
    Wed, 28 Sep 2022 20:38:09 CEST
    [Training] 1,95 km +8 mt 00:08:00 ...
  • MTB Formello scuola di ciclismo
    Wed, 28 Sep 2022 19:36:50 CEST
    [Training] 8,51 km +195 mt 02:06:57 ...
  • Moschera
    Wed, 28 Sep 2022 18:39:08 CEST
    [Routes] Switzerland 16,08 km +756 mt Giro breve ma tosto che porta da Tesserete fino in cim ...