Tech Corner Esistono i dischi flottanti in ambito MTB?

F

fi

Ospite
Come sempre fate tanta tanta confusione su quello che scrivo oppure vi piace raccontare cose così come vi viene nella testa per deridere e basta.
Non ho mai cambiato impianto frenante, uso i Dominion A4 che acquistai in super offerta promo di lancio, appositamente per montarli su bici nuova che avevo in programma di prendere. Per non tenerli nello scatolo li montai su una bici che già avevo, sovradimensionati mi dissero che erano per quella bici...vabbè, tutti professori e sin la primo giorno ho usato i dischi magura, cioè questi che monto adesso.
Quindi nè ho cambiato nulla ne vorrò farlo se non usare EVENTUALMENTE i dischi Hayes D originali. Punto.

A tal propostio Pietro...mi faresti vedere (ma vedere eh, non raccontare) tu come freneresti su una discesa di 500mt circa fatta di terreno zappato?
Questo a parte ogni scherzo interessa anche me, non per altro, sono spesso in queste situazioni e ogni suggerimento è ben accetto.
 

 

frenk

Redazione
Moderatur
8/6/05
9.866
1.250
☯︎
Bike
Ma tu senti da che pulpito... :smile: :smile: :smile:

Non so se davvero non te ne rendi conto o se lo fai apposta... in ogni caso tutte queste manie di protagonismo assolutamente fuori argomento in ogni topic sono di disturbo alla fruibilità dei topic stessi in cui intervieni e la sfilza di commenti dello stuolo di utenti che scrivono esclusivamente per il gusto di darti contro sono altrettanto fuori luogo, quindi cortesemente, tra tutti i coinvolti, qui e su altri topic... dateci un taglio, grazie!
 

ANDREAMASE

Biker meravigliosus
9/10/03
15.397
4.983
53
vicenza
Bike
una da strada e una no!
Come sempre fate tanta tanta confusione su quello che scrivo oppure vi piace raccontare cose così come vi viene nella testa per deridere e basta.
Non ho mai cambiato impianto frenante, uso i Dominion A4 che acquistai in super offerta promo di lancio, appositamente per montarli su bici nuova che avevo in programma di prendere. Per non tenerli nello scatolo li montai su una bici che già avevo, sovradimensionati mi dissero che erano per quella bici...vabbè, tutti professori e sin la primo giorno ho usato i dischi magura, cioè questi che monto adesso.
Quindi nè ho cambiato nulla ne vorrò farlo se non usare EVENTUALMENTE i dischi Hayes D originali. Punto.

A tal propostio Pietro...mi faresti vedere (ma vedere eh, non raccontare) tu come freneresti su una discesa di 500mt circa fatta di terreno zappato?
Quindi il tuo impianto frenante è andato in crisi su una discesa lunga 500m?
Ok che sei pesante e su una e-bike, ma mi tengo i miei Hope! ;-)
 

Big Steak One

Big Stairs One
10/7/18
13.793
3.038
43
Napoli
Bike
Ex Giant Dirt-E 2+ - Merida One Sixty 2
Di lunghezza???
Lascia andare e frena quando spiana...
Tanto più che, se affondavi fino alle caviglie, tanta velocità non avresti dovuto prenderla...
Ho dimenticato di ricordarvi...ripida. era il fianco della montagna, non un zig zag ma una enorme e lunghissima, ripida discesa.
Su 500mt circa ogni tot di metri c'era un pò di vegetazione che rendeva il terreno leggermente più solido ma subito dopo, nell'arco dell'interasse della bici, ripartiva il campo arato. Ripeto, ma per me eh, che non era possibile frenare dove e quando serviva
 

frenk

Redazione
Moderatur
8/6/05
9.866
1.250
☯︎
Bike
Quindi il tuo impianto frenante è andato in crisi su una discesa lunga 500m?
Ok che sei pesante e su una e-bike, ma mi tengo i miei Hope! ;-)
Ho dimenticato di ricordarvi...ripida. era il fianco della montagna, non un zig zag ma una enorme e lunghissima, ripida discesa.
Su 500mt circa ogni tot di metri c'era un pò di vegetazione che rendeva il terreno leggermente più solido ma subito dopo, nell'arco dell'interasse della bici, ripartiva il campo arato. Ripeto, ma per me eh, che non era possibile frenare dove e quando serviva
Forse non ci siamo capiti, ma al prossimo commento sono sicuro che capirete benissimo!
 
  • Like
Reactions: Big Steak One

Big Steak One

Big Stairs One
10/7/18
13.793
3.038
43
Napoli
Bike
Ex Giant Dirt-E 2+ - Merida One Sixty 2
Ma tu senti da che pulpito... :smile: :smile: :smile:

Non so se davvero non te ne rendi conto o se lo fai apposta... in ogni caso tutte queste manie di protagonismo assolutamente fuori argomento in ogni topic sono di disturbo alla fruibilità dei topic stessi in cui intervieni e la sfilza di commenti dello stuolo di utenti che scrivono esclusivamente per il gusto di darti contro sono altrettanto fuori luogo, quindi cortesemente, tra tutti i coinvolti, qui e su altri topic... dateci un taglio, grazie!
Scusa Frank non avevo letto questo altrimenti mi sarei risparmiato il mio ultimo messaggio. Hai detto una cosa reale...scrivono esclusivamente per darmi contro e io ci casco. Sembrano interessati ma velano ciò che hai detto.
Scusa ancora.
 

frenk

Redazione
Moderatur
8/6/05
9.866
1.250
☯︎
Bike
Scusa Frank non avevo letto questo altrimenti mi sarei risparmiato il mio ultimo messaggio. Hai detto una cosa reale...scrivono esclusivamente per darmi contro e io ci casco. Sembrano interessati ma velano ciò che hai detto.
Scusa ancora.
Prova a non dargli modo di darti contro con i tuoi continui e pedanti off topic, magari smettono anche loro. In caso non lo facessero, sarebbero esclusivamente loro dalla parte del torto, mentre ora lo siete tutti voi coinvolti in questo stucchevole teatrino! ;)
 

DG_MTBiker

Biker serius
20/10/18
146
44
40
Italia
Bike
Wilier 101FX, Rotwild RCC06
Ti cito perchè questo l'ho scritto io.
Non ho mai detto di saper frenare e nel messaggio dove hai riportato la mia frase, ma è la frase stessa che lo esprime, la discesa era ripida, lunga, con terreno simile a un campo arato che il piede affondava fino alla caviglia...
Vedi l'allegato 376621
(non è polvere che si è poggiata su di me ma i piedi che affondavano)
...e se non avessi avuto sempre le dita sui freni, affondando sarei caduto a prescindere.
Dopo questo ho spiegato cosa succedeva ai dischi, rumore e zinzin e avevo ipotizzato che forse coi dischi Hayes sarebbe diminuito senza partire subito col dire che volevo i flottanti perchè probabilmente con quelli originali avrei risolto.
Ma non lo posso sapere, come però al contrario so, che discese di questo genere non le avevo mai affrontate prima e non è che i trail sono fatti così da dover sempre e per forza tenere sempre i freni premuti.
Questo è l'inizio della discesa (sono salito fino in cima) incriminata:
Vedi l'allegato 376622
Penso che qualsiasi impianto frenante andrebbe in crisi a tenerlo sempre premuto e da quello che ho letto nell'articolo del techcorner, forse i flottanti soffrirebbero meno lo spostamento e conseguente rumore e prestazione.

EDIT: P.S. Mi è venuto in mente che una discesa lunghissima, un pò meno ripida, l'affrontai. Era al BP di Pescocostanzo e li i freni li ho toccati solo una volta arrivato in pianura...ma li le ruote non affondavano, anzi galleggiavano.
Ieri invece era assolutamente improponibile non restarci attaccato.
Ho anche detto facendo ironia: e che ci sei salito a fare? Perchè volevo!
Per curiosità cos'è la macchia bianca sulla tomaia sinistra?
 

DG_MTBiker

Biker serius
20/10/18
146
44
40
Italia
Bike
Wilier 101FX, Rotwild RCC06
Aveva in mano il mio Braking Battfly S3 semiflottante...
Mi basta e mi avanza... :-| :-| :-| :-|
Ogni ulteriore commento è superfluo....:mrgreen:
Confermo anch'io la bontà di questi dischi, specialmente col fango e uso prevalentemente xc. Gridano un po' con le pastiglie semimetalliche quando sono bagnate. Unico difetto: stesso discorso degli Hope, nottolini che passano a filo della pinza XT-M8000, ma mai avuto problemi per questo. Casomai la prossima volta provo la versione monolitica che costa anche meno.

Confermo l'effetto autocentrante sui Corsa Estrema, purtroppo ora fuori produzione. Avevano risolto brillantemente l'ingombro dei nottoli alternandoli da lato a lato e rendendoli praticamente piatti. Unico difetto: bisogna tenerli puliti perché tendono ad accumulare sabbietta e fango nei fori della pista. Anche questi dischi in raffreddamento fanno una serie di ticchettii.

Peggiori dischi provati: Shimano Icetech montati di serie: sia per prezzo (retail) che per comportamento troppo on-off. Poi la costruzione a sandwich per me è solo una complicazione inutile..

Comunque la prossima volta prenderò solo monolitici: costano di meno, durano uguali e sono nettamente più facili da centrare dei dischi a due pezzi.
 

DG_MTBiker

Biker serius
20/10/18
146
44
40
Italia
Bike
Wilier 101FX, Rotwild RCC06
:nunsacci:

Effetto autocentrante dei dischi?!?
Dischi più facili da centrare?!?

Scusami ma non riesco a comprendere queste tue affermazioni
perchè di norma è la pinza che va centrata sul disco e non viceversa
Provo a spiegarmi meglio: i dischi dopo ripetute frenate subiscono dei cicli di surriscaldamento-raffreddamento che li porta inevitabilmente a perdere la loro planarità e quindi a toccare in uno o più punti le pastiglie. Il fatto che esistano dischi in due materiali o con i nottoli serve a scongiurare questo fenomeno perché migliori la dissipazione del calore con l'alluminio oppure svincoli la pista frenante dallo spider in maniera che non si "butti" più di tanto.
Quindi ad un certo punto è inevitabile ripristinare la planarità del disco tirandolo con l'apposito attrezzo o con la chiave regolabile. È un'operazione molto semplice e basta prenderci un po' la mano.
I dischi monolitici sono più facili da centrare perché puoi tirarli sia dalla pista che dai bracci dello spider, mentre coi dischi coi nottoli o in due pezzi puoi tirare solo la pista. È un po' più laborioso ma nulla di impossibile.

Logico che è una tirata "alla buona", cioè se lo riporti a +/-0.2mm di sbiecamento è già tanto, inutile insistere.

Spero di essermi spiegato sennò per ogni dubbio c'è sempre @frenk.


Qua si vede bene il problema ed il da farsi:
 
28/12/15
11.316
5.541
Schio (VI)
www.swiss-epic.com
Bike
Cannondale
Non ho idea di cosa sono i nottoli :nunsacci:
suppongo tu faccia riferimento ai rivetti, ma fa nulla

che un disco perda planarità, da come la descrivi,
permettimi di aver più di una qualche perplessità in merito

una pinza ha un roll back di 0.3 mm. per lato e se il disco,
con queste condizioni va a toccare allora è da buttare e basta

non capisco perchè tiri in ballo @frenk
sei tu che hai fatto certe affermazioni, non lui!

p.s.
Video del 2016 con un disco in un unico pezzo
e da allora ne son passati di anni e anche di modifiche ;-)
 

DG_MTBiker

Biker serius
20/10/18
146
44
40
Italia
Bike
Wilier 101FX, Rotwild RCC06
Non ho idea di cosa sono i nottoli :nunsacci:
suppongo tu faccia riferimento ai rivetti, ma fa nulla

che un disco perda planarità, da come la descrivi,
permettimi di aver più di una qualche perplessità in merito

una pinza ha un roll back di 0.3 mm. per lato e se il disco,
con queste condizioni va a toccare allora è da buttare e basta

non capisco perchè tiri in ballo @frenk
sei tu che hai fatto certe affermazioni, non lui!

p.s.
Video del 2016 con un disco in un unico pezzo
e da allora ne son passati di anni e anche di modifiche ;-)
Sì, chiamali nottoli, rivetti o bussole è lo stesso....

Che il disco perda planarità col tempo è una cosa assolutamente normale e risaputa (ed evidenziata anche nel video che ho linkato). Il disco è da buttare in caso di botte, sassate o altri casi in cui si svergola...ma di parecchio eh!

Comunque se tu ritieni che un disco un po' storto non sia recuperabile cambialo pure! Vabbè la sicurezza prima di tutto, ma per me anche no agli eccessi di prudenza.

Ho citato @frenk perché insieme a @marco , @Hot e pochi altri in questo forum sono dei veri e propri guru della MTB. È una fortuna essere in contatto con persone con così tanti anni di passione ed esperienza sul campo.
In particolare @frenk mi ha ripreso diverse volte e da lui ho sempre imparato qualcosa di nuovo.

Il video sarà vecchio ma è ancora valido nei metodi e nei principi e mi sembrava il migliore in questo caso. Se mastichi un po' di inglese e cerchi "how to fix a bent disc rotor" su Youtube vedrai che più o meno dicono le stesse cose...in attesa che gentilmente @danibiker88 faccia un video a riguardo.

Adesso però ti prego non andiamo oltre che siamo già OT....
 
28/12/15
11.316
5.541
Schio (VI)
www.swiss-epic.com
Bike
Cannondale
Che un disco perda planarità col tempo NON è una cosa assolutamente normale e risaputa
ripeto, non è una cosa normale e risaputa, a meno che appunto non abbia preso delle botte

che poi non è roba da tutti i giorni che prenda delle botte, ecco a me per es. è successo
solo una volta con oltre una ventina o forse più di dischi consumati
un disco quando è storto, ben difficilmente si recupera, specie se questo è in due pezzi

il resto non lo commento, in quanto la considero solo fuffa di riempimento e a dirla tutta, scusami
ma qui di OT sei solo tu con i tuoi tag "fuori luogo" - tutto questo sempre scritto in maniera bonaria ;-)
 

frenk

Redazione
Moderatur
8/6/05
9.866
1.250
☯︎
Bike
Che un disco perda planarità col tempo NON è una cosa assolutamente normale e risaputa
ripeto, non è una cosa normale e risaputa, a meno che appunto non abbia preso delle botte

che poi non è roba da tutti i giorni che prenda delle botte, ecco a me per es. è successo
solo una volta con oltre una ventina o forse più di dischi consumati
un disco quando è storto, ben difficilmente si recupera, specie se questo è in due pezzi

il resto non lo commento, in quanto la considero solo fuffa di riempimento e a dirla tutta, scusami
ma qui di OT sei solo tu con i tuoi tag "fuori luogo" - tutto questo sempre scritto in maniera bonaria ;-)
DG_MTBiker si è rivolto a te con cortesia, non aggredirlo.

Dato che sono stato tirato in causa, confermo che i dischi sono soliti perdere planarità con l'utilizzo, anche senza prendere colpi, soprattutto alcuni dischi che sotto questo aspetto si rivelano più delicati di altri. Succede per effetto dei cicli di surriscaldamento e dello stress meccanico dell'attrito delle pastiglie quando sono eccessivamente surriscaldati. Un disco soggetto a queste deformazioni abbinato a un freno particolarmente potente, andrà sicuramente a deformare il disco quel tanto che basta per sfregare sulle pastiglie. Per esempio, chi ha avuto i potenti Formula The One o Oval delle diverse serie, montati con i vecchi dischi Formula, sa bene di cosa parlo... ma non è l'unico esempio. Normalmente queste deformazioni si riescono a recuperare in modo soddisfacente con un po' di pazienza e cognizione di causa. Ovviamente con un disco monoblocco è più semplice mentre con un disco in due pezzi risulta più complesso, ma è anche vero che quest'ultimo è meno soggetto sia per via della migliore dissipazione del calore che per le caratteristiche strutturali stesse.
 
28/12/15
11.316
5.541
Schio (VI)
www.swiss-epic.com
Bike
Cannondale
Non ho mai aggredito nessuno, @frenk, e sono sicuro di non averlo mai fatto
e non ho mai avuto nessuna intenzione di iniziare, ora, con @DG_MTBiker

l'ho pure scritto sul mio post: "tutto questo sempre scritto in maniera bonaria"

certo però che leggere di dischi con effetto autocentrante, e di più facili da centrare
spero converrai con me che queste sue "affermazioni" fanno veramente sorridere :-)
---
L'hai pure scritto anche tu, adesso, facendo degli esempi - vecchi dischi - ecco appunto!
Per cui queste tutte particolarità che descrivi sicuramente potevano andar bene
con i s.d. vecchi impianti/vecchi dischi, ma ora credo non trovino più alcun riscontro

infine, non credo valga la pena che stia qui a dilungarmi sull'evoluzione di materiali,
tecnica e criteri costruttivi e tanto altro, tutte cose di cui sei benissimo al corrente,
visto poi che le mie, potrebbero essere interpretate come inutili ridondanti ripetizioni
 
  • Like
Reactions: gargasecca

frenk

Redazione
Moderatur
8/6/05
9.866
1.250
☯︎
Bike
certo però che leggere di dischi con effetto autocentrante, e di più facili da centrare
spero converrai con me che queste sue "affermazioni" fanno veramente sorridere :-)
---
L'hai pure scritto anche tu, adesso, facendo degli esempi - vecchi dischi - ecco appunto!
Per cui queste tutte particolarità che descrivi sicuramente potevano andar bene
con i s.d. vecchi impianti/vecchi dischi, ma ora credo non trovino più alcun riscontro

infine, non credo valga la pena che stia qui a dilungarmi sull'evoluzione di materiali,
tecnica e criteri costruttivi e tanto altro, tutte cose di cui sei benissimo al corrente,
visto poi che le mie, potrebbero essere interpretate come inutili ridondanti ripetizioni
Si è certamente espresso male, sbagliando terminologia, ma i concetti sono fondamentalmente corretti. In ogni caso, quanto ti ho spiegato non vale solo per i "vecchi dischi", ma anche per gli attuali, che ne soffrono mediamente meno ma il principio è lo stesso e le conseguenze le stesse, seppure in misura (forse) inferiore. Quello dei dischi formula era solo un esempio di combinazione di "freno potente VS disco soggetto a deformazione" che ho riportato in quando sono certo che molti qui sul forum hanno posseduto tali impianti e quindi possono comprendere... ma ti assicuro che lo stesso principio vale per tutti gli impianti e per tutti i dischi, in misura differente forse, ma succede la medesima cosa. L'evoluzione dei materiali può fare in modo che un principio fisico venga mitigato ma non può eradicarlo completamente.
 
28/12/15
11.316
5.541
Schio (VI)
www.swiss-epic.com
Bike
Cannondale
Sull'evoluzione continua siamo d'accordo
infatti mi pare che il target sia ancora quello della dispersione del calore
isolando il più possibile l'impianto con l'adozione di pistoncini in ceramica,
piastrine delle pastiglie in AL, inserti ventilanti, e magari è inutile aggiungerlo
anche con dischi accoppiati inox-alu-inox anche qui con inserti ad hoc;
ma i dischi attuali non si deformano certo per una scaldata, ci vuole ben altro.