Acquisti all'estero, prodotti OEM e garanzie

iuppareppa

Biker paradisiacus
1/11/02
6.390
2
Maranello
www.ciclonatura.eu
Si, è vero...la garanzia DEVE essere valida...però ci sono 2 problemi:

1) se il prodotto è aftermarket tu godi di garanzia, ma sempre presso il rivenditore krukko
2) spesso e volentieri (è capitato anche a me di acquistarci in passato) i rivenditori tedeschi vendono vagonate di prodotti OEM che ti vedi recapitare a casa nel cartoccio di fogli di giornale...con questi se succede qualcosa sei fritto...
Senza considerare il fatto poi che la cosa non è propriamente limpida
Fritto e fritto...
Ma cosa deve succedere?
Se devasti l'articolo con una caduta o con un salto ti vengono a dire che non hai usato il bene per l'uso preposto....
Se le ruote (o la forcella o quant'altro) le usi in modo appropriato è ben facile che vadano vendute o permutate col modello nuovo, con l'aggiunta della differenza, prima che abbiano bisogno di manutenzione straordinaria. A quel punto spesso sono già passati due anni...
Si parla di garanzie ma non del fatto che non si sa mai a quanto si deve o si può acquistare un bene. I listini sono puramente indicativi. Nel giro i pochi mesi ci sono delle differenze spropositate sullo stesso articolo. Senza contare che dal 2001 i prezzi sono raddoppiati... Non mi risulta che lo siano i margini dei negozianti. Non so voi ma i miei guadagni nemmeno...
Per cui, O si regolamenta il mercato in modo serio (da parte di chi compera e chi vende compresi i produtori) oppune non vedo perchè non si debba approfittare delle occasioni estere (o la globalizzazione per i consumatori e lavoratori dipendenti deve essere SOLO uno svantaggio?). Alle ditte non conviene che ci siano beni difettosi visto quello che se li fanno pagare. Se no nel giro di poco tempo perdono mercato! Per cui le garanzie sono rispettate.
Non rieco a capire come e perchè sia possibile che alcuni articoli vengano venduti all'utente finale agli stessi prezzi che vengono normalmente applicati ai negozianti italiani. Non mi si venga a dire che è la tassazione (non può essere una differenza del 20%, se no emigro...) o cosa visto che in teoria siamo tutti nella stessa comunità economica... O No...
Questo per dire che il problema sta da un'altra parte, non nelle garanzie. Per il materiale estero capisco benissimo chi rivende in Italia che si trova a non sapere mai come regolarsi con i loro acquisti, visto che noi siamo sempre più informati, esigenti e attenti a come spendiamo...
Non mi sembra nemmeno giusto che un negoziante debba poi "svendere il materiale" perchè poi arriva la gamma nuova... Allora chi acquista a prezzo pieno o ha soldi da butttare e lo fa vedere o è uno sprovveduto.
Non vuole essere una polemica ma solo uno sfogo dato che conosco diversi negozianti e come utente mi ritrovo sempre a non sapere a quanto comperare... Anzi, lo so: da ora in poi andrò a fondi di magazzino a ottobre visto che si spende un 30-40% in meno e il materiale è comunque valido... O no? Anche perchè sono abbastanza stufo del fumo negli occhi che vedo tutti i fine anno... Ma che cacchio di serietà è cambiare il telaio o i componenti di una bici ogni anno ormai... Io non ci sto a passare per scemo! Le bici non si fanno più come una volta, a tentativi... Una volta scelto uno schema se si razionalizza con i software non è che c'è molto da girarci attorno: la soluzione ottimale è una sola date le specifiche d'uso.
A parte questo non si stava parlando di bici: come mai si è arrivati alle garanzie?
 

 

Cattivik

Negotius
Shop
Fritto e fritto...
Ma cosa deve succedere?
Guarda, per una lunga serie di motivi con queste cose sto iniziando ad avere a che fare, magari ne riparliamo più avanti, in ogni caso non posso non darti ragione per molte delle cose che dici.
Ci sono però da fare delle precisazioni:

- una delle cose che non si considerano mai è che in italia c'è l'IVA, che è già da sola il 20% del costo finale. a meno ci che non si trovi il rivenditore che fa nero si paga
- come già detto 1000 volte il mercato tedesco è 1000 volte più grande del nostro, indi per cui i prezzi...

acquistare in germania è quindi molto conveniente, soprattutto per alcuni componenti...
L'ho fatto anche io più volte, però a posteriori giudico la cosa meno conveniente di quanto possa sembrare. Se non si spendono grossisisme cifre, considerando anche la spedizione, alla fine il risparmio è nell'ordine delle poche decine di euro, per contro bisogna spesso aspettare parecchio di più e si ha a che fare con siti su cui è facile comprare, ma dove poi se c'è un inconveniente (pezzo mancante o altre cosette) la comunicazione è un problema...questo lo dico perchè ho sperimentato sulla mia pelle.
Fatte tutte le considerazioni del caso, visto che alla fine la bici è un bene tutto sommato superfluo per cui spendo soldi in più, ho deciso che se a capo di un anno mi costa 100€ di più ma con meno scocciature acquisto in italia...
Vedo che spesso invece, per questioni di principio o chissà cosa, si acquista all'estero per fare il "risparmio del pidocchio", magari appunto 10 o 20€...ma ognuno fa come vuole, ovviamente.

Detto questo, ritengo abbastanza scorretto (successo a me personalmente) vedersi recapitare a casa una cassetta XTR avvolta in un foglio di carta, con tutti i pezzi tenuti insieme da una fascetta...petit napoleon può confermare (la cassetta era per lui)...fare i prezzi bassi con questa roba è facile...ma non credo sia così legale...
 

superman

Biker perfektus
29/12/05
2.833
0
in mezzo al cemento
Guarda, anch'io ho comprato all'estero via internet e farei alcune precisazioni
1/ il mercato tedesco non è più grande: è più trasparente. Voglio dire che è più facile muoversi in un mercato dove certi prodotti non si trovano solo da La Bicicletteria o Bike Planet (ormai ex), senza nulla togliere a questi due negozi, ma dove ci sono una fila lunga da qui fino al mare di negozi virtuali che si fanno una sana concorrenza che va poi a vantaggio di chi compra.
2/ se i prezzi che il mercato italiano presenta per i componenti fossero reali, allora nessun produttore potrebbe permettersi di vendere bici complete a, poniamo, 2.500 euro quando la somma dei singoli componenti sfiora i 4.000 e quando il solo kit forka+ammo passa di listino i 1.600 (fox 36 e dhx). Guarda caso se vai a fare la spesa in internet krukka o americana scopri che la somma dei comoponenti torna magicamente vicina a quei 2.500 euro, e che si abbassa ancora se cerchi negli "hot deals" o sconti o fondi di magazzino che dir si volgia.
3/ se io trovo un kit guarnitura Truvativ Hussefelt + movimento Howitzer Team a 70 euro oltre spedizione anzichè a 200 e passa euro, perchè non comprarlo in internet krukka? Forse i cari signori de La Bicicletteria non sanno che va fuori produzione? Però si guardano bene dal dirlo al gonzo che gli chiede se è un kit guarnitura/movimento valido per fare FR ... Non voglio dire che i commercianti non debbano farsi i loro conti, ma che anche noi ci dobbiamo fare bene i nostri anche perchè - come dice bene IUPPAREPPA - ci dovremmo ormai essere stufati del fumo negli occhi del classico natalizio "20% stiffer & 10% lighter" che regolarmente vanta il prodotto nuovo.
4/ se la merce che ordino arriva nella carta del giornale e non nella scatola Shimano, beh, tanto la butterei via comunque x montare la bici ....
5/ dopo aver scoperto il mercatino, ho scoperto di essere stato gonzo ... poi grazie a tutti voi ho imparato a muovermi sia nel forum, dove si trovano/si mettono in vendita ottime occasioni, sia in internet
6/ non credo che ci siano risvolti di illegalità nel mettere in vendita a prezzi decenti componenti OEM, direi che comporta vantaggi x noi e minori guadagni per i distributori - ma che c'importa?

FINE DEL CLAMOROSO OFF TOPIC !!
 

iuppareppa

Biker paradisiacus
1/11/02
6.390
2
Maranello
www.ciclonatura.eu
Guarda, per una lunga serie di motivi con queste cose sto iniziando ad avere a che fare,
Ci sono però da fare delle precisazioni:

- una delle cose che non si considerano mai è che in italia c'è l'IVA, che è già da sola il 20% del costo finale. a meno ci che non si trovi il rivenditore che fa nero si paga
- come già detto 1000 volte il mercato tedesco è 1000 volte più grande del nostro, indi per cui i prezzi...

acquistare in germania è quindi molto conveniente, soprattutto per alcuni componenti...
Detto questo, ritengo abbastanza scorretto (successo a me personalmente) vedersi recapitare a casa una cassetta XTR avvolta in un foglio di carta, con tutti i pezzi tenuti insieme da una fascetta...petit napoleon può confermare (la cassetta era per lui)...fare i prezzi bassi con questa roba è facile...ma non credo sia così legale...
Allora:
Per l'IVA c'è anche in germania: chedo che sia passata al 9 o al 12%: è da un pò che non acquisto più all'estero. Per cui il margine si riduce.
Se il mercato è più grande del nostro non vedo perchè sia i consumatori che i negozianti non ne possano usufruire. O siamo sempre al solito discorso sulla globalizzazione?
Poi devo capire perchè una gomma della Continental la pago 35 Euro On Line e al negoziante devo acquistarla a 62,00 Euro... Occhio pechè per un treno di gomme non è il risparmio di 10 o 20 euro... Tra l'altro mi permetto di dire che nel bilancio di un anno magari questo risparmio lo metto in qualche altra spesa di casa (e per ora ho parlato solo di gomme... catena, pignoni, pastiglie freno...). E poi non è detto che capiti sempre il pezzo messo nella carta. Non voglio fate pubblicità a nessuno ma sul sito dove ho acquistato la scatola era originale... Non si può generalizzare.
Quello che posso dirti io è che il mercato non è serio e per cui gli unici che ci guadagano sono gli operatori poco seri... Non voglio rinfocolare la polemaica e neanche andare fuori tema. ma non c'è bisogno di prendere componenti OEM dall'estero per fare affari.
Mi sa che se si vuole aprire un negozio una grande professionalità che spesso (io compreso) faccio fatica a trovare e forse anche a riconoscere. C'è chi fa revisioni ad ammortizzatori e per questo i fa pagare... Io certe cifre non sono disposto a spenderle... Dalle mie parti si conteranno sulle punte delle dita di una mano i negozi veramente in grado di fare assistenza. L'alta gamma è diventata per pochi dato che il rapporto è diventato 1:1 -> lira - euro. La media gamma praticamnte è scomparsa: L'unico negozio nella mia zona che fa cassetto è quello che vende bici fino a 1000 Euro. Niente superbici (ma per chi si iscrive alla squadra le può trovare e a fine anno si fanno affari) e tante bici di bassa gamma per fare numero. Nessuna scocciatura da parte di clienti che hanno problemi assurdi o cose del genere, chi prende bici da 1000 euro sa che non può petendere miracoli. Per cui esistono solo i due estremi del mercato. Bici da 3000-5000 e bici da 1000 Euro o meno. Non si può tenere in vita un'attività con l'alta gamma a meno che non si vende in tutta italia o non ci si trovi in situazioni come quella di Modena-Sassuolo dova di appassionati di bici danarosi ce ne sono... Ma vedo che nche questi negozi stanno aprendo alle bici "da tutti i giorni"
Questo è solo per dare qualche consiglio ai neo negozianti, anche se ogni zona ha le sue caratteristiche.
Tanto per parti capire: spesso io vado comunque dai rivenditori di zona perchè poi, alla fine, mi trattano sempre con rispetto (anche perchè sanno che so quanto costa il materiale) e mi servo da loro per la manutenzione.... Vuoi mettere parlare con qualcuno degli ultimi arrivi visti dal vero... Ma il nostro mercato MTB è considerato un bene di lusso (mentre i SUV no...) per cui IVA al 20% e vai col liscio.
In questa situazione di prezzi alti e qualità che cala non vedo perchè non devo difendermi come utente cercanto le situazioni più vantaggiose. I rivenditori di una zona non potrebbero consorziarsi e fare acquisti direttamente dalle ditte. No perchè ho l'impressione che succeda come con le zucchine che da campo si comperano a 50 Cent e poi arrivano sulla tavola a 2 Euro!!!
Ripeto: non faccio polemica con i negozianti e nemmeno con gli altri utenti ma mi sembra ovvio che c'è una situazione "strana" per cui come consumatore mi fa molta rabbia...
Ad ogni modo Mi scuso con i moderatori e se possibile chiedo che questa parte di discussione sia spostata nel bar :-)
 
Guarda, anch'io ho comprato all'estero via internet e farei alcune precisazioni
1/ il mercato tedesco non è più grande: è più trasparente. Voglio dire che è più facile muoversi in un mercato dove certi prodotti non si trovano solo da La Bicicletteria o Bike Planet (ormai ex), senza nulla togliere a questi due negozi, ma dove ci sono una fila lunga da qui fino al mare di negozi virtuali che si fanno una sana concorrenza che va poi a vantaggio di chi compra.
trasparente lo sarebbe se ti dicessero che i pezzi che ti vendono sono destinati al montaggio di bici complete, cioè oem. vero invece che il mercato è più grande.
2/ se i prezzi che il mercato italiano presenta per i componenti fossero reali, allora nessun produttore potrebbe permettersi di vendere bici complete a, poniamo, 2.500 euro quando la somma dei singoli componenti sfiora i 4.000 e quando il solo kit forka+ammo passa di listino i 1.600 (fox 36 e dhx). Guarda caso se vai a fare la spesa in internet krukka o americana scopri che la somma dei comoponenti torna magicamente vicina a quei 2.500 euro, e che si abbassa ancora se cerchi negli "hot deals" o sconti o fondi di magazzino che dir si volgia.
i prezzi mi pare che al listino siano gli stessi, almeno a vedere tutti i siti tedeschi, inglesi ed altri. Quelli praticati invece sono differenti, ma non di tutti (vedi chainreaction che ha prezzi allineati, e molte volte più alti, almeno di noi...), proprio per via del prodotto oem. insomma, gli sconti maggiori si trovano solo dai negozi che smontano (o non montano proprio) e rivendono.
Questo a detta delle aziende madri non è legale, perché se lo fosse sarebbe coperto da garanzia della casa madre, che invece non garantisce i prodotti oem se non accompagnati da scontrino o fattura della bici intera.
Ti posso assicurare che se facessimo anche noi così, avremmo gli stessi identici prezzi dei tedeschi. Un conto è però farlo via internet, con un negozio virtuale, e un conto farlo vis a vis. Per la legge italiana, la garanzia è data dal venditore. Un venditore scaltro che rivende oem, sapendo che la garanzia sul prodotto esiste solo se è lui a darla direttamente, mancando quella della casa madre, via internet ha più vita facile di uno col negozio su strada.
3/ se io trovo un kit guarnitura Truvativ Hussefelt + movimento Howitzer Team a 70 euro oltre spedizione anzichè a 200 e passa euro, perchè non comprarlo in internet krukka? Forse i cari signori de La Bicicletteria non sanno che va fuori produzione? Però si guardano bene dal dirlo al gonzo che gli chiede se è un kit guarnitura/movimento valido per fare FR ... Non voglio dire che i commercianti non debbano farsi i loro conti, ma che anche noi ci dobbiamo fare bene i nostri anche perchè - come dice bene IUPPAREPPA - ci dovremmo ormai essere stufati del fumo negli occhi del classico natalizio "20% stiffer & 10% lighter" che regolarmente vanta il prodotto nuovo.
strano perchè la hussefelt viene 77€ e il mov centrale howitzer team 45€. tutto al listino. con lo sconto e considerando che non paghi spedizioni e sopratutto che ti viene montato compreso nel prezzo, non sei molto distante. ma sopratutto, non è un prodotto oem. se vendessi i prodotti oem che mi passano per le mani, ripeto lo potrei vendere a un 20/30% in meno.


4/ se la merce che ordino arriva nella carta del giornale e non nella scatola Shimano, beh, tanto la butterei via comunque x montare la bici ....
si però ti manca la beneamata garanzia. se poi non serve allora non c'è problema.

5/ dopo aver scoperto il mercatino, ho scoperto di essere stato gonzo ... poi grazie a tutti voi ho imparato a muovermi sia nel forum, dove si trovano/si mettono in vendita ottime occasioni, sia in internet
hai sicuramente trovato delle persone al di là della barricata che magari non si sono comportate benissimo, ma ti assicuro che ce ne sono altrettante che si sbattono e cercano sempre di mettere i propri clienti nella migliore condizione possibile, anche consigliando di prendere su internet a volte... (io l'ho fatto per shimano ad esempio, che non vendo in negozio nemmeno a pagarmi oro...)

6/ non credo che ci siano risvolti di illegalità nel mettere in vendita a prezzi decenti componenti OEM, direi che comporta vantaggi x noi e minori guadagni per i distributori - ma che c'importa?

FINE DEL CLAMOROSO OFF TOPIC !!
la cosa peggiore è che invece le fabbriche produttrici ci guadagnano lo stesso identico compenso che se i prodotti finissero nei negozi, e poi neanche te li garantiscono... io ci trovo un qualcosa di veramente divertente!!!
e per certi prodotti non salti nemmeno i distributori, che sono autorizzati a rivendere a realtà piccole (marchi di bici non enormi, importatori di marchi di bici che fanno montaggi, ecc), e che il loro guadagno se lo cuccano sempre...
e anche loro non ti garantiscono il prodotto se venduto scorporato...
e poi il discorso di prezzi decenti mi suona strano se il prezzo è imposto dagli stessi distributori produttori... insomma la faccenda è complessa, quello che potete fare voi utenti, oltre a comprare su internet, è scegliervi dei negozianti di fiducia che facciano il loro lavoro con onestà e passione.
se passi per roma passaci a trovare, magari ti ricredi sulla nostra categoria...o-o
 

superman

Biker perfektus
29/12/05
2.833
0
in mezzo al cemento
Perdonami, ma il tuo argomentare è chiaramente di difesa della categoria dei sivende classici: non è sbagliato, è che apparteniamo a due categorie diverse. Che poi nella tua non ci siano solo lestofanti che ti chiedono 20 euro per montare una serie sterzo (dopo di che la bici nuova me la sono montata io dalla prima all'ultima brugola), te ne do atto ma sai perfettamente anche tu che nel panorama dei sivende di melemarce ce ne sono da vendere (eh eh eh) come puoi vedere per esempio dai post riportati qui http://www.bike-board.net/community/forum/showthread.php?t=56637
Se passo da Roma ci vediamo di sicuro.
 
Perdonami, ma il tuo argomentare è chiaramente di difesa della categoria dei sivende classici: non è sbagliato, è che apparteniamo a due categorie diverse. Che poi nella tua non ci siano solo lestofanti che ti chiedono 20 euro per montare una serie sterzo (dopo di che la bici nuova me la sono montata io dalla prima all'ultima brugola), te ne do atto ma sai perfettamente anche tu che nel panorama dei sivende di melemarce ce ne sono da vendere (eh eh eh) come puoi vedere per esempio dai post riportati qui http://www.bike-board.net/community/forum/showthread.php?t=56637
Se passo da Roma ci vediamo di sicuro.
assolutamente non sono un negoziante classico, e chi mi conosce te lo potrà confermare.
sono un utente storico del forum, appassionato e sfegatato per il mondo delle ruote grasse, e 1 anno fa ho aperto il mio negozio, proprio perchè per me se ne sentiva la mancanza, che stranamente riesco a campare (per ora sgrat sgrat) vendendo solo freeride, dh, street, dirt e bmx, e solo gamma alta.
io penso che se punti su qualità, professionalità e prezzi allineati con molti negozi online seri (chainreaction su tutti), di certo non puoi sfigurare nel mercato italiano.
detto questo passaci a trovare...o-o
 

Cos78

Biker paradisiacus
2/5/06
6.243
2
42
est
la cosa peggiore è che invece le fabbriche produttrici ci guadagnano lo stesso identico compenso che se i prodotti finissero nei negozi, e poi neanche te li garantiscono... io ci trovo un qualcosa di veramente divertente!!!
questo è un punto interessante che genera perplessità sulle normative vigenti... se la garanzia fosse comunque girabile al produttore, ci sarebbero molti più acquirenti online e questo per il consumatore sarebbe un bene.

Sono altresì conscio che non lo sarebbe per il venditore.

si potrebbero comunque avere due linee di vendita, come accade per i componenti pc: una retail e una oem, con prezzi e dotazione diversa.

faccio un esempio pratico.
ammortizzatore Magura Hugin venduto retail (cioè come adesso) e quindi fornito di scatola, manuale stampato, boccole e addirittura Pompa per il settaggio

oppure si potrebbe vendere lo stesso ammo, senza pompa, senza scatola, senza manuale cartaceo(che si scarica e si stampa via web...), senza 8mila tipi boccole (ne servono al più solo due misure) etc... facendolo pagare molto meno.

ora, io sceglierei la seconda versione ma conosco molti che sarebbero disposti a pagare di più per la dotazione completa.

il componente verrebbe venduto normalmente e anzi magari ci sarebbero più acquirenti del tale prodotto avendo la possibilità di risparmiare sul confezionamento (che spesso finisce nelle immondizie gravando sull'inquinamento?)e gli accessori spesso inutili (molti la pompa l'hanno già).

perchè nessuno lo fa?
indovina indovinello... maccondirondirondello!:mrgreen:
 

spartaco

Biker perfektus
io penso che se punti su qualità, professionalità e prezzi allineati con molti negozi online seri (chainreaction su tutti), di certo non puoi sfigurare nel mercato italiano.
Certo, però rimane il problema di molti modelli di bike o accessori che in Italia non vengono importati, mentre sono facilmente reperibili on line su siti europei, per cui in certi casi bisogna per forza acquistare oltralpe...
 

sembola

Moderatur cartesiano
Membro dello Staff
Moderatur
27/2/03
48.265
5.000
53
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
L'IVA non c'entra nulla, in Germania è al 19% quindi i fattori in gioco sono altri.

@Bike-Store: io ed i miei amici compriamo da almeno tre anni in Germania, e quanto affermi sulla provenienza del materiale e sulla garanzia non è del tutto corretto. Per quanto riguarda Shimano sono d'accordo che si tratta in larghissima parte di materiale OEM (ma con molte eccezioni); tutto il resto ci è sempre arrivato in confezione originale sicuramente non OEM. E quando uno di questi componenti si è rotto in maniera anomala dopo pochi mesi ci è stato sostituito senza storie.
 
L'IVA non c'entra nulla, in Germania è al 19% quindi i fattori in gioco sono altri.

@Bike-Store: io ed i miei amici compriamo da almeno tre anni in Germania, e quanto affermi sulla provenienza del materiale e sulla garanzia non è del tutto corretto. Per quanto riguarda Shimano sono d'accordo che si tratta in larghissima parte di materiale OEM (ma con molte eccezioni); tutto il resto ci è sempre arrivato in confezione originale sicuramente non OEM. E quando uno di questi componenti si è rotto in maniera anomala dopo pochi mesi ci è stato sostituito senza storie.
oddio, io stesso ho comprato online diverse volte, e tutte le volte che ho preso in germania componenti erano quasi sempre oem. Ho anche specificato che il materiale oem viene consegnato nel loro imballo originale. vedi tutti i componenti del gruppo sram, le ruote mavic e tante altre cosette... oem non vuol dire senza scatola, e la scatola non vuol dire garanzia.
Infine la garanzia è data dal venditore per ogni prodotto che acquisti, quindi ovviamente se prendi una forcella, smontata o aftermarket, la garanzia di norma viene attivata dal venditore. Quindi porti la forcella dal venditore, o la spedisci al negozio online, e poi aspetti che sia cambiata. Se questa forcella è aftermarket, non avrai alcun problema, e probabile che te possa direttamente spedirla al centro assistenza. infatti grosse case, tipo fox, marzocchi, sram (rockshox) mavic, e parecchie case di bici, ti permettono di non rivolgerti solo al tuo rivenditore ma direttamente a loro, proprio per agevolare il cliente. Se non hai la garanzia questa agevolazione ti manca. Se è oem, devi sperare che il venditore si attivi per fartela sistemare. Con gli ultimi sviluppi, non penso che riesca, a meno di non fornire uno scontrino di acquisto non della forcella ma di tutta la bici. Le fatture del negoziante non bastano, fidati, ne ho esperienza diretta, che pure a ragione ho dovuto fare i salti mortali per far passare a un cliente una forcella in garanzia, solo perchè presa in bundle con un telaio.
Certo se si accolla lui il costo, il problema non sussiste.
un conto è il costo di un cambio, un mov centrale o altre piccole cose, un conto è una coppia di ruote da 500€ o una forcella da 1000...
 

sembola

Moderatur cartesiano
Membro dello Staff
Moderatur
27/2/03
48.265
5.000
53
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
Capisco il tuo punto di vista e so benissimo che in caso di materiale OEM non si può accedere al servizio di garanzia del distributore/importatore nazionale. Resta il fatto che la garanzia continua ad esistere, anche se prestata dal venditore in Germania o chi per lui. Certo, una forcella è una cosa ed un pacco pignoni un'altra...
 
Capisco il tuo punto di vista e so benissimo che in caso di materiale OEM non si può accedere al servizio di garanzia del distributore/importatore nazionale. Resta il fatto che la garanzia continua ad esistere, anche se prestata dal venditore in Germania o chi per lui. Certo, una forcella è una cosa ed un pacco pignoni un'altra...
certo, questa è una cosa che ricordo sempre, per fortuna la garanzia per le norme vigenti è dovuta dal venditore, che poi si rifarà con il produttore/distributore, solo che vi assicuro che se ora non sei perfettamente in regola, non te la passano nemmeno se fai i salti mortali! e al cliente cosa resterebbe? se il venditore si carica le spese, ha la sostituzione/riparazione del pezzo, altrimenti non gli resta che intentare una causa internazionale per un problema di garanzia, che alla fine gli costa più della riparazione, e chi vende prodotti oem, lo sa meglio di te... cmq infine io consiglio sempre di prendere online prodotti poco garantibili (ad esempio, non me ne voglia Mic, consiglio a tutti i miei clienti di prendere shimano online, primo perchè mi rifiuto di venderla, secondo perchè la pago meno a prenderla anche io online!!!), cioè cambi, pacchi pignoni, comandi, e alcune guarniture, insomma prodotti meno soggetti a problemi di possibili rotture per difetto. freni, forcelle, ruote e telai, io almeno li ho presi sempre in negozio, magari girando per trovare il prezzo migliore, o attaccandomi al telefono, ma con la certezza di avere un interlocutore dall'altra parte...
 

sembola

Moderatur cartesiano
Membro dello Staff
Moderatur
27/2/03
48.265
5.000
53
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
Siamo d'accordo, ma quando il venditore mi sostituisce o fa riparare un pezzo OEM difettoso sinceramente a me non interessa se lo fa a suo carico o no. Detto questo, certe differenze di prezzo non sono spiegabili solo e soltanto con la provenienza OEM: per dire, differenze notevoli sui listini Shimano tra Italia e Germania ce ne sono sempre state...
 

superman

Biker perfektus
29/12/05
2.833
0
in mezzo al cemento
assolutamente non sono un negoziante classico, e chi mi conosce te lo potrà confermare.
sono un utente storico del forum, appassionato e sfegatato per il mondo delle ruote grasse, e 1 anno fa ho aperto il mio negozio, proprio perchè per me se ne sentiva la mancanza, che stranamente riesco a campare (per ora sgrat sgrat) vendendo solo freeride, dh, street, dirt e bmx, e solo gamma alta.
io penso che se punti su qualità, professionalità e prezzi allineati con molti negozi online seri (chainreaction su tutti), di certo non puoi sfigurare nel mercato italiano.
detto questo passaci a trovare...o-o
Dai tuoi post nella discussione in cui siamo comparsi entrambi mi sono reso conto che ragioni in modo diverso dalla media dei tuoi colleghi; purtroppo siete in pochi, quindi non ti sorprendere dei post miei, di Sembola, di Cos78 ecc ecc (forse ieri li avresti postati anche tu ...)
 
Siamo d'accordo, ma quando il venditore mi sostituisce o fa riparare un pezzo OEM difettoso sinceramente a me non interessa se lo fa a suo carico o no. Detto questo, certe differenze di prezzo non sono spiegabili solo e soltanto con la provenienza OEM: per dire, differenze notevoli sui listini Shimano tra Italia e Germania ce ne sono sempre state...
sulla questione shimano, l'hai detto te, io non ho detto nulla... :-)
e infatti io non vendo shimano ;-)
 
Dai tuoi post nella discussione in cui siamo comparsi entrambi mi sono reso conto che ragioni in modo diverso dalla media dei tuoi colleghi; purtroppo siete in pochi, quindi non ti sorprendere dei post miei, di Sembola, di Cos78 ecc ecc (forse ieri li avresti postati anche tu ...)
forse ero anche peggio! ;-)
a volte penso che i distributori che periodicamente contattavo, mi hanno convinto ad aprire un negozio solo per togliersi un rompi in più dalle scatole...
p.s.
grazie del complimento :-)
 

flavionus

Biker grossissimus
21/5/05
5.659
1
trentino
ma allora carissimi forumendoli mi spiegate come fanno su ebay.it ?????????????????????????????????????????????

li' certe volte sui prodotti nuovi messi all'asta puoi risparmiare come se non di più, di quando compri in germania !!!!!!!!!!!!!!! :capitani:
come fanno ????????????? eppur loro sono in italia !!!!!!!!!!!!!
 

backtiom

Biker tremendus
2/11/05
1.074
0
caponago
in .italia,quando cè da mungere gli italiani sono superlativi---- spero mi abbiate capito------ fortunatamente c'è chi non è cosi, ma li conti su una mano di un vecchio falegname. Sfogliavo internet x sapere le qualità di alcune gomme,e sono finito su un sito francese,dove oltre la prova ,indicava anche il prezzo.......eeeeeee.......non ci siamo, devo dire che non ci siamo proprio. PREZZO FRANCESE 36, 5 EURI PREZZO MUNGITORI 48 FINCHE LA BARCA VA LASSSSIALA ANDARE BUON ANNO BICHERS DOMANI PARTO X L'INDIA
 

Cos78

Biker paradisiacus
2/5/06
6.243
2
42
est
ma allora carissimi forumendoli mi spiegate come fanno su ebay.it ?????????????????????????????????????????????

li' certe volte sui prodotti nuovi messi all'asta puoi risparmiare come se non di più, di quando compri in germania !!!!!!!!!!!!!!! :capitani:
come fanno ????????????? eppur loro sono in italia !!!!!!!!!!!!!
succede che nelle aste spesso il venditore ci perde... su ebay, "compralosubito" a parte funziona tutto come un asta.
inoltre più basso è il prezzo di inizio meno paghi per mettere l'inserzione, quindi per sperare nel massimo guadagno, spesso e volentieri si parte da 1€.

se poi va come deve andare il venditore prende quanto preventivato.
altrimenti ci perde.

vanno poi considerati gli alti oneri della baia...
 

 

Discussioni simili

Risposte
4
Visite
785
Robybil
R
Risposte
21
Visite
2K
kikhit
K
Risposte
61
Visite
4K
mandrake
M
Risposte
6
Visite
2K
giovi.fz6
G