Set up per photo-biking

lorenzomartinelli

Biker serius
9/9/20
134
59
50
Treviglio
Bike
Coppi
Buongiorno a tutti,
come anticipato nella mia presentazione unisco il piacere dia andare in bici con la passione della fotografia analogica (ripresa, sviluppo e stampa in camera oscura).
Questo mi porta su asfalto, sterrato compatto, sentieri sconnessi di campagna e boschivi, generalmente in piano o con moderati saliscendi per lunghezze tra i 50 e 80 km.
Per diverso tempo mi sono arrangiato portando a spalla uno zaino, contenente tutto il necessario e pesante 8kg IMG_2904.JPG , sulla mia Coppi 29" ma sono sempre stato consapevole della pericolosità della cosa, specie la testa del cavalletto a livello nuca.
Complice un ribaltamento in avanti dovuto ad una frenata di emergenza per taglio di strada da parte di un autovettura (in quell'occasione, fortunatamente, senza l'attrezzatura fotografica) e il mio disagio verso l'assetto molto carico sull'avantreno, ho deciso per un'importante intervento sulla bici e abbinandoci anche una manutenzione generale.
Qui la bici prima:
IMG_3326.jpg
Qui dopo:
IMG_3568.jpg

Questo è l'elenco degli interventi effettuati (tutti da me, mi sono divertito :) ) e finalizzati allo scopo:
- sostituzione della ruota posteriore da 29" con una da 27,5", passando quindi alla configurazione mullet;
- revisione della forcella, perché piantata;
- sostituzione della precedente guarnitura 42-32-22 con una nuova Shimano Acera M3000 40-30-22;
- sostituzione della catena con una nuova Rotor CH-SL-901 9v;
- sostituzione della classica cassetta 11-34T 9v con una Shimano Alivio CS-HG400-9 11-25T;
- smontaggio, pulizia e controllo completo dei deragliatori
- sostituzione integrale di cavi e guaine dei comandi dei deragliatori;
- sostituzione del disco posteriore da 160 perché usurato;
- sostituzione delle Maxxis Ikon da 29" 2.2 con due copertoni più adatti alla stagione invernale: Michelin Wild Grip'r 2.1 posteriore e Vredestein Black Panter Xtreme 2.2 (la scelta delle gomme, pur scelte allo scopo di affrontare gli sterrati fangosi che troverò in inverno, è stata condizionata anche da opportunità di offerta);
- installazione di un portapacchi posteriore omologato per 25kg;
- installazione del cestello che ospita la borsa fotografica;
- robusto velcro da 5 cm per il fissaggio della borsa del cavalletto al portapacchi;
- installazione di un cavalletto laterale.

Sicuramente il cavalletto e, soprattutto, il cestello minano la virilità della bici ma sono risultati entrambi necessari.

Domani mattina uscirò per la prima volta con il lavoro completato: dopo il trasferimento su asfalto farò un tratto lungo il Serio, accidentato e penso pure fangoso con le recenti piogge, per fotografare un soggetto di archeologia industriale e quello che capiterà.
Vi aggiornerò. :)
 
Ultima modifica:
  • Like
Reactions: sirc57

 

sirc57

Biker serius
12/12/09
278
155
cividate al piano
Buongiorno a tutti,
come anticipato nella mia presentazione unisco il piacere dia andare in bici con la passione della fotografia analogica (ripresa, sviluppo e stampa in camera oscura).
Questo mi porta su asfalto, sterrato compatto, sentieri sconnessi di campagna e boschivi, generalmente in piano o con moderati saliscendi per lunghezze tra i 50 e 80 km.
Per diverso tempo mi sono arrangiato portando a spalla uno zaino, contenente tutto il necessario e pesante 8kg Vedi l'allegato 388061 , sulla mia Coppi 29" ma sono sempre stato consapevole della pericolosità della cosa, specie la testa del cavalletto a livello nuca.
Complice un ribaltamento in avanti dovuto ad una frenata di emergenza per taglio di strada da parte di un autovettura (in quell'occasione, fortunatamente, senza l'attrezzatura fotografica) e il mio disagio verso l'assetto molto carico sull'avantreno, ho deciso per un'importante intervento sulla bici e abbinandoci anche una manutenzione generale.
Qui la bici prima:
Vedi l'allegato 388062
Qui dopo:
Vedi l'allegato 388063

Questo è l'elenco degli interventi effettuati (tutti da me, mi sono divertito :) ) e finalizzati allo scopo:
- sostituzione della ruota posteriore da 29" con una da 27,5", passando quindi alla configurazione mullet;
- revisione della forcella, perché piantata;
- sostituzione della precedente guarnitura 42-32-22 con una nuova Shimano Acera M3000 40-30-22;
- sostituzione della catena con una nuova Rotor CH-SL-901 9v;
- sostituzione della classica cassetta 11-34T 9v con una Shimano Alivio CS-HG400-9 11-25T;
- smontaggio, pulizia e controllo completo dei deragliatori
- sostituzione integrale di cavi e guaine dei comandi dei deragliatori;
- sostituzione del disco posteriore da 160 perché usurato;
- sostituzione delle Maxxis Ikon da 29" 2.2 con due copertoni più adatti alla stagione invernale: Michelin Wild Grip'r 2.1 posteriore e Vredestein Black Panter Xtreme 2.2 (la scelta delle gomme, pur scelte allo scopo di affrontare gli sterrati fangosi che troverò in inverno, è stata condizionata anche da opportunità di offerta);
- installazione di un portapacchi posteriore omologato per 25kg;
- installazione del cestello che ospita la borsa fotografica;
- robusto velcro da 5 cm per il fissaggio della borsa del cavalletto al portapacchi;
- installazione di un cavalletto laterale.

Sicuramente il cavalletto e, soprattutto, il cestello minano la virilità della bici ma sono risultati entrambi necessari.

Domani mattina uscirò per la prima volta con il lavoro completato: dopo il trasferimento su asfalto farò un tratto lungo il Serio, accidentato e penso pure fangoso con le recenti piogge, per fotografare un soggetto di archeologia industriale e quello che capiterà.
Vi aggiornerò. :)
se passi sul serio dalla parte verso Seriate , Cavernago .Romano di Lombardia non trovi fango .Dall'altra parte verso Grassobbio .Urgnano fino a Romano lo trovi di sicuro
 

lorenzomartinelli

Biker serius
9/9/20
134
59
50
Treviglio
Bike
Coppi
se passi sul serio dalla parte verso Seriate , Cavernago .Romano di Lombardia non trovi fango .Dall'altra parte verso Grassobbio .Urgnano fino a Romano lo trovi di sicuro
Mmmmh, sto un po’ più a sud: partendo da Treviglio raggiungo il Serio a Bariano o a Mozzanica. Qui sta proprio il soggetto da fotografare. Però di certo non scappa. È bello il tratto da Bariano a salire? È poi più bella la sponda est o ovest?
 

lorenzomartinelli

Biker serius
9/9/20
134
59
50
Treviglio
Bike
Coppi
Questa mattina ho fatto il giro di prova per le modifiche apportate: 45 km partendo da Mozzanica, andando prima verso nord e poi verso sud per poi tornare al punto di partenza a riprendere l'auto. IMG_3579.jpg
Il percorso è stato quindi (salvo una manciata di km di asfalto) praticamente tutto sterrato, con tratti sia su fondo compatto e piano che altri accidentati e molli fino a fangosi. Parte di questi li ho fatti settimana scorsa con la bici ancora in configurazione 29er.
Sono tutto tranne che un biker esperto pertanto le mie opinioni sono da prendersi per quello che sono, cioè sensazioni.
Innanzitutto il passaggio dalla ruota posteriore da 29" a 27,5 si sente eccome: seduto sulla bici questa "sembra" più compatta e all'inizio, rispetto a prima, mi è sembrato di stare su un bidet :paur: poi con i km tutto è tornato normale.
In più la ruota da 27,7" mi ha permesso di alzare la sella di circa 2 cm, migliorando pertanto la pedalata a parità di distanza tra la sella e il suolo.
Quando è iniziato lo sterrato un poco più impegnativo ho trovato riscontro a quanto letto qui e altrove, con la bici più reattiva sia allo sterzo che nella ripresa e diventando anche più divertente. anche il carico sui polsi ne ha beneficiato.
I copertoni montati soddisfano le esigenze, con una buona trazione sul posteriore e l'anteriore che fende il fango senza particolari patemi (per me :-)).
Gli otto chili e passa di attrezzatura fotografica, posti proprio sul mozzo posteriore (contrariamente a quando usavo lo zaino dove stavano al centro), in pedalata si sentono, specie salendo su dossi ripidi con l'anteriore che tende ad alleggerirsi un poco.
La configurazione tutta 29" si fa rimpiangere un po' solo sull'asfalto e sulle strade bianche sgombre lisce e compatte.
In tutto ho fatto due scatti. Nei prossimi giorni li sviluppo e stampo: se saranno buoni li posterò. :-)
IMG_3578.jpg
IMG_3571.jpg
 

ibanez

Nanakorobi yaoki!
15/10/04
453
251
52
Salerno
Bike
Camber
Per le modifiche che hai fatto non hai speso poco, ed hai ottenuto un mezzo secondo me poco guidabile, soprattutto mi preoccupa la combinazione ruota 27.5 e 8 kg li dietro, fossi in te non mi lancerei in curva su asfalto a una certa velocita.
Io sarei andato alla ricerca di una bici tipo questa Screenshot_20200927-174306_Chrome.jpg
 

lorenzomartinelli

Biker serius
9/9/20
134
59
50
Treviglio
Bike
Coppi
Per le modifiche che hai fatto non hai speso poco, ed hai ottenuto un mezzo secondo me poco guidabile, soprattutto mi preoccupa la combinazione ruota 27.5 e 8 kg li dietro, fossi in te non mi lancerei in curva su asfalto a una certa velocita.
Io sarei andato alla ricerca di una bici tipo questa
Ti ringrazio innanzitutto per la segnalazione di questo produttore: non lo conoscevo (so poco di questo mondo) ma il sito mi pare piuttosto completo di informazioni. Forse quello che hai postato non è il modello giusto per me ma i prodotti sembrano davvero interessanti.
Si, ho speso un po' ma meno che acquistare una bici nuova. Considerando poi che avrei voluto comunque personalizzarla.
Ti dirò che sono soddisfatto del set up ottenuto ma il peso dell'attrezzatura fotografica si sente. Il problema è il cavalletto (un Manfrotto completamente in alluminio, il minimo indispensabile per lo scopo) che per la miglior distribuzione dei pesi dovrebbe stare sotto il tubo superiore. Ahime non ci sta in lunghezza.
 
Ultima modifica:

sirc57

Biker serius
12/12/09
278
155
cividate al piano
Mmmmh, sto un po’ più a sud: partendo da Treviglio raggiungo il Serio a Bariano o a Mozzanica. Qui sta proprio il soggetto da fotografare. Però di certo non scappa. È bello il tratto da Bariano a salire? È poi più bella la sponda est o ovest?
da bariano in su e' piu bello che verso Crema . specialmente dopo Romano .cìe anche un sentierino dentro a un boschetto da fare . Dall'altra sponda piu campi e il sentiero e' una ciclabile .come quella che va a Crema
 

lorenzomartinelli

Biker serius
9/9/20
134
59
50
Treviglio
Bike
Coppi
come quella che va a Crema
Intendi forse il percorso permanente della pavoncella? L’ho fatto ieri per una quindicina di chilometri: paesaggisticamente molto bello ma, in effetti, tutto piatto.
C’è un tratto del Serio che offre molti spunti fotografici, che è quello che comincia, salendo la valle, dove termina la superstrada fino a Ponte Nossa. Ci sono dei bei complessi manufattorieri fine ‘800/inizio ‘900, cave e dighe sul fiume.
L’ho sempre percorso in auto, ripromettendomi un giorno di farlo in bici per qualche scatto.
 
  • Like
Reactions: sirc57

lorenzomartinelli

Biker serius
9/9/20
134
59
50
Treviglio
Bike
Coppi
Ieri sera sono rientrato dal lavoro troppo tardi per riuscire a preparare sia l'uscita di questa mattina che l'attrezzatura fotografica (ho ancora dentro le lastre scattate domenica scorsa e non ancora sviluppate), pertanto stamane ho girato così come veniva: 46 km di strade e sentieri della bassa e lungo l'Adda senza il "carico da 8" sull'asse posteriore (a riguardo la bici, con il cestino vuoto, è un po' da sciura Maria ma non avevo molte possibilità).
IMG_E58F6D7B0D2E-1.jpeg
Con i riferimenti ancora freschi del 2x29"+Maxxis Ikon posso solo dire che la configurazione mullet (29"/27,5"+Michelin Wild Grip'r 2.1 post e Vredestein Black Panter Xtreme 2.2 ant) si è dimostrata davvero convincente: dimenticata presto la rassicurante sensazione di "binario" del 2x29", la nuova è più briosa, "scattosa" e diretta in tutte le condizioni di percorso, consentendomi più velocità e divertimento.
Non ho sufficiente esperienza (sono anni che tengo esclusivamente la configurazione 2x29"+Maxxis Ikon) per capire quanto il cambiamento di carattere dipenda dalle dimensioni delle ruote e quanto dalle coperture però quanto ho oggi è proprio la bici che fa per me. Il Vredestein anteriore poi da una una sensazione di sicurezza nello sterrato con fango e pozze d'acqua mai provato prima. Tornato a casa lercio di mota, mia moglie non ha però manifestato lo stesso entusiasmo. :mavadaviaiciapp:

Voglio però continuare a sperimentare, pur senza fretta, e pensavo ad una configurazione alternativa 2x29" (in modo da recuperare il vecchio cerchio posteriore e prendendone uno nuovo anteriore) con due copertoni adatti a asfalto e strade bianche, da sostituire rapidamente al mullet in funzione del percorso previsto.
 
Ultima modifica:

yura

Redazione
13/2/11
3.136
1.427
Varesott
Bike
Orbea Rallon
E pensare che io pensavo di essere un "depravato" perchè giro "solo" con una misera reflex + un paio di ottiche (qualche rara volta anche tre).
Cazzius tu ti porti il banco ottico con relativo cavalletto e tuttecose !!! Sei peggio di me e quindi mi consolo !

:-|

P.s. ad onor del vero i percorsi che faccio sono un pò più impegnativi dei tuoi eh... :i-want-t:
 

lorenzomartinelli

Biker serius
9/9/20
134
59
50
Treviglio
Bike
Coppi
E pensare che io pensavo di essere un "depravato" perchè giro "solo" con una misera reflex + un paio di ottiche (qualche rara volta anche tre).
Cazzius tu ti porti il banco ottico con relativo cavalletto e tuttecose !!! Sei peggio di me e quindi mi consolo !

:-|
Eheheh. E beh, insomma, non so quale reflex tu abbia ma 2-4 kg te li porti appresso pure tu.
la fotografia col banco ottico (più precisamente quella in foto è una field camera, più leggera, perché il banco Sinar F che ho pesa da solo 3/4 chili in più e richiede già l'altro cavalletto più robusto ma non trasportabile in bici) è bella perché richiede il suo tempo: tra tutto uno scatto può richiedere anche 30-40 minuti. Io poi giro con due chassis doppi, cioè in tutto quattro lastre 4x5", quindi considerando anche il tempo necessario per lo sviluppo e la stampa lo scatto deve essere proprio meritevole.
P.s. ad onor del vero i percorsi che faccio sono un pò più impegnativi dei tuoi eh... :i-want-t:
Dimmi dimmi, che sono sempre in cerca di siti fotografici interessanti. ;-)
 

yura

Redazione
13/2/11
3.136
1.427
Varesott
Bike
Orbea Rallon
Eheheh. E beh, insomma, non so quale reflex tu abbia ma 2-4 kg te li porti appresso pure tu.
la fotografia col banco ottico (più precisamente quella in foto è una field camera, più leggera, perché il banco Sinar F che ho pesa da solo 3/4 chili in più e richiede già l'altro cavalletto più robusto ma non trasportabile in bici) è bella perché richiede il suo tempo: tra tutto uno scatto può richiedere anche 30-40 minuti. Io poi giro con due chassis doppi, cioè in tutto quattro lastre 4x5", quindi considerando anche il tempo necessario per lo sviluppo e la stampa lo scatto deve essere proprio meritevole.

Dimmi dimmi, che sono sempre in cerca di siti fotografici interessanti. ;-)
Beh complimenti davvero, mi ha sempre affascinato molto l' utilizzo di un banco ottico o anche solo di corpi medio formato. Ovviamente non per la fotografia sportiva ma per qualcosa di più "meditato". Così come mi affascina un sacco lo sviluppo e la stampa...ma tant'è non si può avere tutto, fotografando quasi sempre in montagna ho dovuto trovare un giusto compromesso tra portabilità e risultati e quindi mi accontento di quel che ho e di quello che riesco a fare, con alti e bassi.
Ora, visto che giro spesso da solo, mi arrangio con una Gopro e, fino a quando l' ho perso, con un drone ma la soddisfazione che mi danno le foto sono ben altra cosa rispetto ai video.
Se invece c'è qualche compagno porto una Canon 5D III con 16-35 e 70-200. Se voglio esser più leggero porto solo un 24-70.
Puoi vedere qualche scatto al link che ho in firma qui sotto, e che riporta ai report che ho pubblicato qui sul MAG.
Se invece vuoi vedere qualche video puoi trovarli qui: https://www.youtube.com/channel/UCR5namXV-8HcZexqCkcXE8Q?view_as=subscriber

Qui sono alcuni scatti in B&W che ho montato durante il lock-down quando ero mooooolto in down e anche lock :mrgreen:

Buona serata e buoni scatti con la tua nuova ammiraglia !
 
  • Like
Reactions: MagicTartaruga

lorenzomartinelli

Biker serius
9/9/20
134
59
50
Treviglio
Bike
Coppi
Puoi vedere qualche scatto al link che ho in firma qui sotto, e che riporta ai report che ho pubblicato qui sul MAG.
Se invece vuoi vedere qualche video puoi trovarli qui: https://www.youtube.com/channel/UCR5namXV-8HcZexqCkcXE8Q?view_as=subscriber

Qui sono alcuni scatti in B&W che ho montato durante il lock-down quando ero mooooolto in down e anche lock :mrgreen:
Veramente molto belli! Vedo che ci metti passione anche in questo: ne ho montati di video ed è cosa che richiede il suo tempo.
Sono d'accordo poi... beh..che i tuoi percorsi siano assai più impegnativi dei miei. :oops:
Doppi complimenti!

Così come mi affascina un sacco lo sviluppo e la stampa...ma tant'è non si può avere tutto.
Se ti va ti posto il link ad un video, semiserio fatto l'inverno scorso per amici, sulla mia CO (che sta per Cantina Oscura :loll:)
.
Magari ti scocca la scintilla anche per l'analogico. :-)
 
Ultima modifica:

lorenzomartinelli

Biker serius
9/9/20
134
59
50
Treviglio
Bike
Coppi
Buonasera a tutti,
sono così soddisfatto delle modifiche apportate alla mia bici che sto pensando di ultimarle con altri due lavori:
- la sostituzione della basica e malconcia forcella SR Suntour XCT con una rigida in alluminio della Force. Il risparmio di peso sarebbe nell'ordine di un chilo e mezzo, non poco considerando che mi porto appresso 8 kg di attrezzatura fotografica (in realtà uno l'ho risparmiato pure lì eliminando la testa del cavalletto, cosa che tra l'altro mi dovrebbe consentire di portarlo sul canotto orizzontale della bici)
- la sostituzione dei comandi e dei deragliatori shimano (Acera i primi e Alivio i secondi) con degli Sram: comandi rotary shifter X0 e deragliatore posteriore X5 (per quello anteriore devo ancora indagare nella gamma sram). I motivi sono diversi: innanzitutto il comando di sx shimano ha la leva di salita rotta, la riesco ad usare ma è scomoda e.. brutta. Poi, quando li ho avuti su due bici da city/trekking, ho sempre trovato comodi i comandi rotanti, più di quelli trigger. Per ultimo temo che il comando di dx sia arrivato perché ha un punto, al terzo o quarto pignone dal più piccolo, il comportamento è incerto sia a salire che a scalare, tanto che devo agire due volte. Ho regolato diverse volte il cambio (come lo ha fatto anche il ciclista) ma il problema permane.

Cosa ne pensate?

PS altre due domane a riguardo:
- per cambiare il deragliare devo sostituire che il forcellino?
- in considerazione della tripla 40-30-22 e della cassetta 11-25T devo prendere la gabbia lunga o anche la media va bene?
 
Ultima modifica: