Sella xc-marathon

29ero

Biker superis
6/5/13
395
0
30
Roma Nord
www.facebook.com
Cari biker,
da circa un paio d'anni ho ricominciato ad andare in mtb un paio di volte a settimana.
Ne faccio un uso non molto prolungato e su percorsi spesso molto tecnici.
Ho posseduto una orbea ht da 29 ed ora ho una specialized epic.... Ma gira che ti rigira non riescoa ncora a trovare la famosa sella giusta: nell' ordine ho usato:

-Selle italia Q-bic di serie che montava la orbea=> dura come il marmo, dopo le uscite piu lunge avevo un fastidio al sottosella che durava anche 2 gg. Per questo sono passato al modello che segue

-SMP evolution=> il sottosella non ha piu dato problemi. Ma in questo caso mi facevano male le ossa in fondo al bacino (le punte x intenderci) x 3-4 gg. Ho pensato che cio fosse dovuto alla scarsa imbottitura xciò ho cambiato modello nuovamente. IN piu nei passaggi tecnici dava poche noie, ma essendo molto dura, ogni contatto cn l'interno cosci a era una bella botta

-SMP hybrid=> lo so sono sceso di gamma ma le mie finanze cominciavano a risentirne. Cmq al momento è forse la migliore che ho utilizzato (sia sulla orbea ht che sulla epic). Non ho piu dolori o fastidi particolari, l'unico problema è dato dal fatto che la trovo pesante, brutta e ingombrante tra le gambe quando affronto i passaggi piu tecnici.
Ho quindi provato la sella di serie della epic

-Specialized phenom=> sella senza lode e senza gloria. Non mi causa dolori ma se la uso per tempi piu prolungati mi lascia il sedere indolenzito. Va detto però che la trovo ottima nei percorsi tecnici in quanto non è per niente ingobrante. Quindi alla fine ho rimontato la SMP Hybrid.

Le cose quindi stanno lentamente migliorando ma con spese non indifferenti e con forti dubbi che rimangono:
-Xche sto avendo tutti questi fastidi ora che vado sulla 29"? prima ho avuto altre mtb da 26 e non ho avuto alcun tipo di problema di questo tipo

-Mi conviene rimanere in casa SMP provanto un modello di una misura un po piu larga ma cmq compatto? (tipo dynamic o stratos)

-Lascio perdere tutta la storia del canale centrale scarico e passo ad una bella fizik Tundra? Mi piacciono molto le fizik ed in piu era la marca che montavo sull'ultima 26 che ho avuto. Poi mi sembra anche "poco inborbrante tra le gambe".....

AIUTO!:specc:
 

 

angelo90

Biker serius
4/9/12
100
0
altamura
Ti consiglio di misurare la larghezza delle tue ossa ischiatiche e determinare la larghezza della sella in base a quella misura e non tanto all'ingombro. Un metodo fai da te è quello di sedersi su un cartoncino per un paio di minuti possibilmente con i piedi appoggiati su un rialzo e misurare la distanza centro-centro delle due fossette che si creano. La larghezza sella dovrebbe essere leggermente superiore a quella misura o comunque non dovrebbe mai scenderne al di sotto. Fatta questa operazione puoi cercare la sella con più imbottitura compatibile con la larghezza delle tue ossa.
Per quanto riguarda le selle smp la dynamic è larga poco meno della hybrid (138mm vs 140) ma ha la stessa imbottitura molto ridotta della evolution quindi te la sconsiglio perchè non risolveresti nè il problema dell'ingombro tra la gambe nè quello dell'indolenzimento delle ossa ischiatiche. Io ti consiglio di provare la Smp stratos o glider. Utilizzano entrambe lo stesso scafo ma hanno due imbottiture diverse, la prima utilizza un'imbottitura media, la seconda un'imbottitura più comoda comparabile con quella della hybrid. La larghezza e il peso variano di conseguenza (131mm x 260g la stratos, 136 x 270g la glider.
Aggiungo che persino quando ho montato la mia comodissima hybrid durante le prime uscite ho sentito le ossa un pò indolenzite, poi niente più, quindi penso che sia necessario un periodo di adattamento alla nuova sella a prescindere da cosa scegli.
 

29ero

Biker superis
6/5/13
395
0
30
Roma Nord
www.facebook.com
Ti consiglio di misurare la larghezza delle tue ossa ischiatiche e determinare la larghezza della sella in base a quella misura e non tanto all'ingombro. Un metodo fai da te è quello di sedersi su un cartoncino per un paio di minuti possibilmente con i piedi appoggiati su un rialzo e misurare la distanza centro-centro delle due fossette che si creano. La larghezza sella dovrebbe essere leggermente superiore a quella misura o comunque non dovrebbe mai scenderne al di sotto. Fatta questa operazione puoi cercare la sella con più imbottitura compatibile con la larghezza delle tue ossa.
Per quanto riguarda le selle smp la dynamic è larga poco meno della hybrid (138mm vs 140) ma ha la stessa imbottitura molto ridotta della evolution quindi te la sconsiglio perchè non risolveresti nè il problema dell'ingombro tra la gambe nè quello dell'indolenzimento delle ossa ischiatiche. Io ti consiglio di provare la Smp stratos o glider. Utilizzano entrambe lo stesso scafo ma hanno due imbottiture diverse, la prima utilizza un'imbottitura media, la seconda un'imbottitura più comoda comparabile con quella della hybrid. La larghezza e il peso variano di conseguenza (131mm x 260g la stratos, 136 x 270g la glider.
Aggiungo che persino quando ho montato la mia comodissima hybrid durante le prime uscite ho sentito le ossa un pò indolenzite, poi niente più, quindi penso che sia necessario un periodo di adattamento alla nuova sella a prescindere da cosa scegli.
Si, a livello teorico era esattamente come immaginavo, avevo gia pensato che (rimanendo in smp) la quaratura del cerchio sarebbe stata cn la glider o la stratos.

Però mi chiedevo anche se fossi "obbligato" a prendere una SMP o qualsiasi altra sella con il centro bucato.
Su strada sono convinto che una scelta a sella "bucata" sia la migliore, ma nell' XC e marathon mi sembra che si usino selle differenti (vedesi varie selle prologo o le classiche fizik tundra).
 

angelo90

Biker serius
4/9/12
100
0
altamura
La sella è una cosa molto relativa e varia da persona a persona, l'unica cosa oggettiva è che una sella con foro antiprostatite (che funzioni davvero e non sia solo una trovata di stile) aiuta a prevenire dolori e infiammazioni specialmente in una disciplina come la mountain bike in cui quella zona è esposta a notevoli sollecitazioni. Personalmente non abbandonerei mai più le Smp anche per la caratteristica forma della punta che tende verso il basso. Prima di avere la Smp avevo una sella "normale", dritta e senza foro e mi ci trovavo abbastanza bene infatti non avevo intenzione di cambiarla, senonchè un bel giorno pedalando in fuorisella ho preso un masso enorme col posteriore e la punta della sella mi ha dato un colpo secco proprio sulla zona della prostata: risultato per 3 giorni non potevo sedermi :smile: il giorno dopo ho ordinato la Smp
 

joordan

Moderatur
Membro dello Staff
Moderatur
17/5/12
10.612
432
vago per il nord ovest e svizzera
Bike
yeti su ruote e ibis sul chiodo
Cari biker,
da circa un paio d'anni ho ricominciato ad andare in mtb un paio di volte a settimana.
Ne faccio un uso non molto prolungato e su percorsi spesso molto tecnici.
Ho posseduto una orbea ht da 29 ed ora ho una specialized epic.... Ma gira che ti rigira non riescoa ncora a trovare la famosa sella giusta: nell' ordine ho usato:

-Selle italia Q-bic di serie che montava la orbea=> dura come il marmo, dopo le uscite piu lunge avevo un fastidio al sottosella che durava anche 2 gg. Per questo sono passato al modello che segue

-SMP evolution=> il sottosella non ha piu dato problemi. Ma in questo caso mi facevano male le ossa in fondo al bacino (le punte x intenderci) x 3-4 gg. Ho pensato che cio fosse dovuto alla scarsa imbottitura xciò ho cambiato modello nuovamente. IN piu nei passaggi tecnici dava poche noie, ma essendo molto dura, ogni contatto cn l'interno cosci a era una bella botta

-SMP hybrid=> lo so sono sceso di gamma ma le mie finanze cominciavano a risentirne. Cmq al momento è forse la migliore che ho utilizzato (sia sulla orbea ht che sulla epic). Non ho piu dolori o fastidi particolari, l'unico problema è dato dal fatto che la trovo pesante, brutta e ingombrante tra le gambe quando affronto i passaggi piu tecnici.
Ho quindi provato la sella di serie della epic

-Specialized phenom=> sella senza lode e senza gloria. Non mi causa dolori ma se la uso per tempi piu prolungati mi lascia il sedere indolenzito. Va detto però che la trovo ottima nei percorsi tecnici in quanto non è per niente ingobrante. Quindi alla fine ho rimontato la SMP Hybrid.

Le cose quindi stanno lentamente migliorando ma con spese non indifferenti e con forti dubbi che rimangono:
-Xche sto avendo tutti questi fastidi ora che vado sulla 29"? prima ho avuto altre mtb da 26 e non ho avuto alcun tipo di problema di questo tipo

-Mi conviene rimanere in casa SMP provanto un modello di una misura un po piu larga ma cmq compatto? (tipo dynamic o stratos)

-Lascio perdere tutta la storia del canale centrale scarico e passo ad una bella fizik Tundra? Mi piacciono molto le fizik ed in piu era la marca che montavo sull'ultima 26 che ho avuto. Poi mi sembra anche "poco inborbrante tra le gambe".....

AIUTO!:specc:
mai pensato che il problema risieda nel pantaloncino che usi?
 

jackenduro

Biker tremendus
17/7/07
1.154
50
N/D
Bike
Scott Spark
Ciao,
anche io aumentando un poco la fequenza delle uscite mi sono travato ad avere fastidi al sottosella e quindi a comiciare a cercare altro rispetto alla mia amata Specy Phenom Expert.....magari una con un canale specifico per prostata
(non le SMP le ho provate nel passato e a lungo e non mi sono trovato bene....).cosa mi consigliate ?? Selle Italia ???

Inoltre avendo una corporatura massiccia..1,86 per 93 Kg (si lo so sono troppi ma garantisco che a giugno saro' 86/87 Kg..) mi sono sempre state consigliate selle larghe per il mio didietro...almeno 143/145 mm meglio se 155 mm facendomi misurare la distanza delle ossa ischiatiche mi e' stato rilevato 110 mm quindi sella consigliata 135:nunsacci::nunsacci: chi ci capisce piu niente.
Credo anche io che per me NON possa essere la 135 mm la sella ideale ma tante'...
Grazie
Ciao
Jack
 

sandroS3

Biker ciceronis
10/11/06
1.567
1
42
Treviso
Ciao,
anche io aumentando un poco la fequenza delle uscite mi sono travato ad avere fastidi al sottosella e quindi a comiciare a cercare altro rispetto alla mia amata Specy Phenom Expert.....magari una con un canale specifico per prostata
(non le SMP le ho provate nel passato e a lungo e non mi sono trovato bene....).cosa mi consigliate ?? Selle Italia ???

Inoltre avendo una corporatura massiccia..1,86 per 93 Kg (si lo so sono troppi ma garantisco che a giugno saro' 86/87 Kg..) mi sono sempre state consigliate selle larghe per il mio didietro...almeno 143/145 mm meglio se 155 mm facendomi misurare la distanza delle ossa ischiatiche mi e' stato rilevato 110 mm quindi sella consigliata 135:nunsacci::nunsacci: chi ci capisce piu niente.
Credo anche io che per me NON possa essere la 135 mm la sella ideale ma tante'...
Grazie
Ciao
Jack
Non vedo cosa c'entri il peso e/o la corporatura con la larghezza delle ossa ischiatiche...
 

sandroS3

Biker ciceronis
10/11/06
1.567
1
42
Treviso
La ricerca della sella non è facile. Secondo me bisogna pedalare e fare il callo ed all'inizio è doloroso, con qualsiasi sella. Per qualcuno non lo è affatto, per altri è doloroso..
In ogni caso, secondo me bisogno distinguere il tipo di fastidi che si hanno, perchè parliamo di SMP che nascono per problemi di prostata che si infiamma o indolenzisce. Ma la larghezza della sella ed il buco non c'entrano un cavolo con i dolori ischiatici. Io la SMP l'ho provata anni fa ed i dolori alle ossa che mi ha fatto patire me li ricorderò tutta la vita. Non pedalavo per i quattro giorni successivi all'uscita della domenica.. infernale...
Quindi: hai problemi di prostata? Cerca una sella col buco
Hai dolori alle ossa ischiatiche? Provane varie e stai attento alla larghezza.
Se ne hai diverse a casa, prova a cambiarla spesso.
Se gli amici hanno selle che non usano, fattele prestare e pedala.
Le mie ossa per esempio "chiedono" una sella da 143. Eppure pedalo su una sella full carbon cinese larga 127 mi pare, la miglior sella che abbia mai avuto. Ovvio che se ti arriva sulla schiena o sulla prostata (come al nostro amico che ha aperto la discussione) bene non fa... Questo solo per dire che la larghezza delle ossa a volte non identifica la sella giusta...
 

jackenduro

Biker tremendus
17/7/07
1.154
50
N/D
Bike
Scott Spark
Non vedo cosa c'entri il peso e/o la corporatura con la larghezza delle ossa ischiatiche...
Ciao,
intendevo che essendo "tutto massiccio" ,struttura ossea compresa, sembra impossibile anche a me avere la distanza ischiatica di "soli" 11 cm e quindi sono portato a ritenere "non veritiera" questa misura effettuata,tanto piu' cominciando ad avere problemi di soprasella (prostata) se utilizzassi una sella + stretta (135 mm) in cui magari le ossa ischiatiche non appoggiano bene avrei buona parte del peso caricato sulla parte prostatica creando ulteriori problemi....

Grazie
Ciao
Jack
 

jackenduro

Biker tremendus
17/7/07
1.154
50
N/D
Bike
Scott Spark
La ricerca della sella non è facile. Secondo me bisogna pedalare e fare il callo ed all'inizio è doloroso, con qualsiasi sella. Per qualcuno non lo è affatto, per altri è doloroso..
In ogni caso, secondo me bisogno distinguere il tipo di fastidi che si hanno, perchè parliamo di SMP che nascono per problemi di prostata che si infiamma o indolenzisce. Ma la larghezza della sella ed il buco non c'entrano un cavolo con i dolori ischiatici. Io la SMP l'ho provata anni fa ed i dolori alle ossa che mi ha fatto patire me li ricorderò tutta la vita. Non pedalavo per i quattro giorni successivi all'uscita della domenica.. infernale...
Quindi: hai problemi di prostata? Cerca una sella col buco
Ok d'accordo !!
Hai dolori alle ossa ischiatiche? Provane varie e stai attento alla larghezza.
Perfetto...ma qui sorge il punto ...stare attento alla larghezza significa tener conto della larghezza degli appoggi ischiatici (e qui sorge il mio dubbio per le misurazioni fatte e senzazioni ricevute..) oppure andare avanti solo provando selle finche' spuntera' la giusta (ovviamente qui ho eagerato il concetto....)
Se ne hai diverse a casa, prova a cambiarla spesso.
Se gli amici hanno selle che non usano, fattele prestare e pedala.
Le mie ossa per esempio "chiedono" una sella da 143. Eppure pedalo su una sella full carbon cinese larga 127 mi pare, la miglior sella che abbia mai avuto. Ovvio che se ti arriva sulla schiena o sulla prostata (come al nostro amico che ha aperto la discussione) bene non fa... Questo solo per dire che la larghezza delle ossa a volte non identifica la sella giusta...
Grazie
Ciao
Jack
 

jackenduro

Biker tremendus
17/7/07
1.154
50
N/D
Bike
Scott Spark
Ti consiglio di misurare la larghezza delle tue ossa ischiatiche e determinare la larghezza della sella in base a quella misura e non tanto all'ingombro. Un metodo fai da te è quello di sedersi su un cartoncino per un paio di minuti possibilmente con i piedi appoggiati su un rialzo e misurare la distanza centro-centro delle due fossette che si creano.
Ciao,
ma e' cosi facile misurarsi ??
I segni lasciati sul cartoncino/o simile sono abbastanza ampi e non danno modo di eseguire poi una misurazione cosi esatta tra i due ... tu usi qualche altro accorgimento ??
Grazie
Ciao
Jack
 

sandroS3

Biker ciceronis
10/11/06
1.567
1
42
Treviso
Ciao,
intendevo che essendo "tutto massiccio" ,struttura ossea compresa, sembra impossibile anche a me avere la distanza ischiatica di "soli" 11 cm e quindi sono portato a ritenere "non veritiera" questa misura effettuata,tanto piu' cominciando ad avere problemi di soprasella (prostata) se utilizzassi una sella + stretta (135 mm) in cui magari le ossa ischiatiche non appoggiano bene avrei buona parte del peso caricato sulla parte prostatica creando ulteriori problemi....

Grazie
Ciao
Jack
Bè ma la misura puoi rifarla anche da te con un pezzo di cartone, ti ci siedi sopra poggiando bene le ossa ischiatiche e premendole bene sopra in modo da calcare bene il segno. Così hai una controprova della misura che ti è stata fatta. Il problema di prostata richiede il buco. Non pensare che su una sella stretta le ossa non appoggino, potrebbe essere proprio il contrario invece. Potrebbe succedere che con la sella larga non appoggi il punto corretto delle ossa ischiatiche (cioè dove dovrebbero normalmente appoggiare).
Ma direi che il problema più importante è la prostata. Se quella si infiamma sono caxxi. Se invece fanno male le ossa, ci fai il callo al massimo.
La larghezza è una indicazione per non provare tutte le selle senza un criterio. Dovresti trovare un rivenditore che ha delle selle test e ti faccia provare alcuni modelli. Magari uno stesso modello in larghezze differenti in modo da capire se cambia qualcosa
 

jackenduro

Biker tremendus
17/7/07
1.154
50
N/D
Bike
Scott Spark
Bè ma la misura puoi rifarla anche da te con un pezzo di cartone, ti ci siedi sopra poggiando bene le ossa ischiatiche e premendole bene sopra in modo da calcare bene il segno. Così hai una controprova della misura che ti è stata fatta. Il problema di prostata richiede il buco. Non pensare che su una sella stretta le ossa non appoggino, potrebbe essere proprio il contrario invece. Potrebbe succedere che con la sella larga non appoggi il punto corretto delle ossa ischiatiche (cioè dove dovrebbero normalmente appoggiare).
Ma direi che il problema più importante è la prostata. Se quella si infiamma sono caxxi. Se invece fanno male le ossa, ci fai il callo al massimo.
La larghezza è una indicazione per non provare tutte le selle senza un criterio. Dovresti trovare un rivenditore che ha delle selle test e ti faccia provare alcuni modelli. Magari uno stesso modello in larghezze differenti in modo da capire se cambia qualcosa
:hail:
 

angelo90

Biker serius
4/9/12
100
0
altamura
Ciao,
ma e' cosi facile misurarsi ??
I segni lasciati sul cartoncino/o simile sono abbastanza ampi e non danno modo di eseguire poi una misurazione cosi esatta tra i due ... tu usi qualche altro accorgimento ??
Grazie
Ciao
Jack
Si i segni a volte sono un pò imprecisi, conviene cercare un pezzo di cartone abbastanza spesso in modo che gli affossamenti siano più percettibili, magari anche mettersi in mutande aiuta :smile:
 

jackenduro

Biker tremendus
17/7/07
1.154
50
N/D
Bike
Scott Spark
Si i segni a volte sono un pò imprecisi, conviene cercare un pezzo di cartone abbastanza spesso in modo che gli affossamenti siano più percettibili, magari anche mettersi in mutande aiuta :smile:
Anche nudo...non e' problema... l'importante lasciare una impronta nitida(misurabile) sul cartone...ed utilizzandolo abbastanza spesso probabilmente si "ammacca" piu facilmente lasciando segni piu evidenti.....grazie
Ciao
Jack
 

 

Discussioni simili