I report del forum OSERO IN BIANCO (PC)


  • Trova gli itinerari vicino a te con un click e navigali dal tuo Garmin o direttamente dal telefono con le mappe OpenStreetMaps!
    Scarica l'ultima versione dell'app Android (link) o iOS (link).

    Domande? Falle QUI.


Per questa escursione ritorniamo bambini sfruttando la nevicata del giorno e della notte precedente.

In pianura ha piovuto ma sui nostri monti dovrebbe esserci proprio la misura giusta di neve: 10/15 cm.
Almeno così sembra dalle webcam sparse nella nostra Provincia.

Vuoi non andare??

Ci troviamo a Bettola, nella media Val Nure, sotto un cielo grigio ma sappiamo che, una volta superata la coltre di nuvole, lo spettacolo sarà assicurato.

I primi km su asfalto con neve pressata scorrono rapidi sino a prendere la deviazione sterrata che ci porta alle case dei Ronchi



finalmente oltrepassiamo le nubi e ci catapultiamo in un'atmosfera fiabesca





molti tratti sono a spinta





io e Ila abbiamo qualche difficoltà con i pedali e con gli attacchi che si riempiono di neve, mentre Luca, sempre con attacchi (ma di un'altra marca) e Paolino con i flat vanno senza problemi



un mare di nuvole ricopre l'intera valle sotto di noi







Arriviamo alla Cappelletta e deviamo a destra per intraprendere la sterrata che porta in cima al Monte Osero a 1300 mt.

Inizialmente riusciamo a pedalare nonostante i 20 cm di neve ma poi ci sono le rampe che facciamo a piedi anche con l'asciutto



Arriviamo sulla sella che divide il Monte Cogno dal Monte Osero



le ultime dure rampe





...e siamo in cima





Breve pausa e via in discesa









Discesa impegnativa su sentiero sino all'abitato di Montosero





dove, dopo un ultimo tratto a spinta, iniziamo la picchiata su Bettola tutta su sentiero





Purtroppo perdendo quota rientriamo nelle nuvole



Ed in un attimo siamo alle auto.

La traccia che abbiamo seguito è QUESTA

Avviso ai naviganti: dei ponti fatti con i bancali, ne è rimasto solo uno che è comunque molto malmesso. Noi non ci siamo fidati a passarci in cima. Prestate attenzione perchè si trova alla fine di una ripida discesa.
Nell'ultimo tratto ricordo sempre la presenza del tubo nero dell'acqua che, se preso male, vi può stendere.

Come al solito è finita da veri atleti al vicino bar tra panini e birre!!!
 

Classifica mensile dislivello positivo