I report del forum Monte Stivo (Trentino)

Giovedì 08 Ottobre 2020, in una favolosa giornata di sole pieno, dedichiamo il tempo per un tour su una delle cime più ambite da inserire nel carnet di ogni biker che si rispetti, sia perchè la vetta supera i 2000 metri di quota sia per la strabiliante visuale che si apre ai nostri occhi sulla "busa" e il Lago di Garda.

Image05.jpg

La lunga ascesa può essere fatta partendo sia dalla Valle dell'Adige che dalla Valle dei Laghi. Nel caso odierno la nostra marcia parte dal paese di Drena posto un pò più in alto della valle per Riva del Garda a circa 400 m di altitudine col suo meraviglioso e imponente castello.

Image14.jpg

Ai nastri di partenza siamo in quattro, io, il promotor del giro @Jacque, lo schiacciasassi @ghostbanner e l'ormai abitudinario @Tony lo Svelto.

Saliamo lungo la direttrice principale asfaltata del versante in ombra dello Stivo fino ad "abbracciare" finalmente il sole nei pressi dei pascoli di Malga Campo di Drena.

Image01.jpg

Al successivo bivio prendiamo a sinistra superando Malga Campo di Arco e continuando a salire in direzione della sella de La Bassa.

Image02.jpg

Sbucati con ultimo tratto su sentiero a monte della selletta menzionata, invertiamo direzione e verso destra iniziamo ad "arrampicare" più decisamente alternando segmenti ciclabili a porzioni meno pedalabili.

Image03.jpg


Image04.jpg

Dopo una serie di tornantini aerei si guadagna il bellissimo crinale nord-occidentale dello Stivo che di lì a poco ci conduce alla croce di vetta a 2059 m di quota.

Dal "panettone" sommitale lo sguardo spazia a 360 gradi fino a volgersi e fissare a sud il meraviglioso specchio lacustre del Garda con la piana della sponda trentina e gli abitati di Arco, Riva e Torbole.

Image06.jpg

Inizia, dopo la pausa pranzo, la prima parte di discesa lungo il versante sud-ovest in direzione del sottostante Rifugio Stivo Prospero Marchetti.

Image07.jpg


Image08.jpg


Image09.jpg

A Malga Stivo pieghiamo a destra sul traverso con segnavia 666B non completamente ciclabile ma molto particolare e caratteristico.

Image10.jpg


Image11.jpg


Image12.jpg


Image13.jpg

In località Mandrie Alte termina il tratto roccioso e inizia la seconda parte della discesa prima sempre lungo il 666B e quindi, da Malga Vallestrè, dal 668 immerso nel bosco fino alla località Carobbi.

Con successivo sentiero si scende al grazioso borgo di Braila e con finale soft su bitume si rientra al punto di partenza dopo 34 km e 1820 m.

Traccia:

E soprattutto il bellissimo video di @Jacque:


:}}}: