Opinione Il declino della novità

marco

Not
Staff member
Diretur
10/29/02
43,369
18,770
113
52
Monte Bar
www.mtb-mag.com
TC
KM Percorsi
Bike
Diverse
Questo sito ha avuto per anni dei picchi incredibili di visite grazie alla presentazione di prodotti nuovi. La bici X, la forcella Y, la trasmissione Z. Novità che incuriosivano anche chi non è un malato di mountain bike perché, come dice la parola, portavano qualcosa di nuovo e dunque interessante....
Leggi tutto...
 

Treppy

Biker grossissimus
1/25/21
5,027
3,031
0
32
Marche
Visit site
Bike
Rockrider XC100S
Io ad esempio amo le novità, peccato che quasi tutti i prezzi di ingresso siano improponibili o comunque troppo impegnativi per togliersi uno sfizio dettato dalla semplice curiosità!

Vero, è una bella novità il T-type, ma col costo di ingresso preferirei piuttosto comprarci una bici da commuting discreta! ...alla fine la bici cambia lo stesso decisamente bene con l'umilissimo SLX!

Quindi sì, le novità riguardano miglioramenti marginali, i prezzi sono folli e quindi l'interesse scende!
 

lumerennù

Biker forumensus
4/14/05
2,121
393
0
57
San Severino Marche (MC)
Visit site
Bike
Norco Range - Mondraker Crafty RR
L'articolo dice parole Sante. Non vedo quali possano essere le vere novità, tali da riaccendere l'interesse a cambiare bici.... Forse due cose talmente fantascientifiche da essere solo un sogno.... una trasmissione senza catena, guarnitura, pacchi pignoni veramente efficiente, che non sia uno degli obbrobri attualmente in circolazione e batterie leggere e capienti. Allora sarà un'altra rivoluzione, ma per ora le attuali mtb sono arrivate a livelli tecnologici elevatissimi, siamo in una fase di stasi, di piccoli cambiamenti. L'unica cosa che dovrebbe cambiare, in meno, è il prezzo.
 
  • Like
Reactions: Barborsa

Deroma

Biker ciceronis
6/12/07
1,559
166
0
lontano da casa
Visit site
parole sante e condivisibili, io mi ci riconosco come credo molti altri (avevo addirittura un abbonamento ad un paio di riviste mensili).
una cosa però non mi è chiara, ma se è da un pò che si parla di stagnazione del mercato del nuovo come mai i prezzi rimangono comunque molto alti? cosa c'è che mi sfugge della legge domanda/offerta? se come sembra il mercato è plafonato non si dovrebbe registrare una contrazione dei prezzi? o è tutto scollegato dalla domanda e i produttori (di bici e componenti) continuano a produrre come prima o i prezzi delle materie prime e del costo del lavoro obbligano le scelte? non mi immagino magazini strapiene di bici invendute, che la produzione si sia più che dimezzata? boh
 
  • Like
Reactions: Jimmy88 and S-Razzo

Vinciguerra

Biker superioris
9/2/12
888
326
0
Treviso
Visit site
Bike
Specialized Epic Expert 2018
Tutto molto giusto, purtroppo le poche novità che ci sono sono, vedi anche il Flight Attendant, hanno un prezzo d'ingresso talmente elitario che sono un vezzo per pochi.
Anche le stesse trasmissioni elettriche hanno prezzo assurdo nonostante siano uscite da anni.
Ormai non si cambia più bici come una volta, con i prezzi che ci sono.
Io pedalo dal 2014, ho avuto solo bici nuove, iniziato con una front, e dopo 1 anno ho preso la mia prima Epic full.
Dopo 3 anni nel 2018 ho preso la nuova generazione di Epic, e comunque senza smenarci troppo tra sconto e ritiro usato.
Poi c'è stato il covid, ed è finita che la mia Epic l'ho tenuta ben SEI anni, prima di fare il salto e prendere la Epic 8 appena uscita.
Ci ho smenato un bel po' di soldi, però ritengo giustificato il salto tecnologico che c'è tra le 2 bici, e sono coscente che questa nuova bici la terrò almeno altri 6 anni.
Secondo me se uno vuole assaporare qualcosa di nuovo deve saltare almeno una generazione tra un modello e l'altro
 
  • Like
Reactions: Sem18 and Kostola

andy_g

Biker poeticus
4/27/06
3,793
1,125
0
Roma
Visit site
Bike
Giant Trance
Comprai la mia prima MTB nel 2003, la bici da corsa invece l'avevo già dalla fine degli anni 70, quando me la comprarono i miei. Ci andavo, ma non leggevo riviste di settore, ammesso che esistessero, e ho cominciato ad interessarmi alle novità dopo che ho comprato la prima MTB, anche se non subito.
Le uniche novità che generano ancora attesa per me sono i motori delle bici da strada elettriche, ancora immaturi o importati dal settore eMTB, forse proprio perché secondo me manca qualcosa. Peraltro mi frenerebbe dal comprarne una il limite a 25 kmh, molto limitante su una bici da strada. Al resto do giusto un'occhiata quando ho tempo, probabilmente per i motivi elencati.
 
Last edited:

avalonice

Biker grossissimus
4/2/09
5,516
4,001
0
ovunque
Visit site
Bike
con le ruote
Non sono d'accordo che non sia possibile sviluppare novità interessanti, il vero problema è l'incapacità dei costruttori ancora ancorati ad una mentalità artigianale.
Ad esempio lo sviluppo di un sistema antiforatura facile da installare, gestire di grande affidabilità basato su un aereogel (tanto per dire una cosa a caso) richiederebbe un investimento importantissimo in ricerca, anche di base, che nessun produttore di bici è in grado di sostenere, soprattutto non avendo certezza di un ritorno economico immediato.
Per imbarcarsi in una operazione del genere occorre un gruppo di grandi dimensioni che possa gestire i rischi e le opportunità e nel mondo del ciclismo non c'è nessuno che può avvicinarsi a questa dimensione.
I produttori aspettano che siano sviluppate tecnologie che poi possono usare ma mai sono impegnati nello sviluppo di queste tecnologie.
La bici è un oggetto maturo occorre pensare all'affidabilità, alla semplicità ed alla economicità cose che non hanno molto appeal per i produttori ma possono averlo per gli utilizzatori.
 
Last edited:
  • Like
Reactions: Andrea7576

saetta1980

Biker velocissimus
9/10/09
2,506
2,706
0
Sicily
Visit site
Bike
Stumpjumper ht 26” - Epic expert Carbon full
Nel corso degli anni i produttori tra supercazzole e menate varie hanno provato e spesso convinto ( me compreso) che una mtb/bdc doveva avere chissa’ quali tecnologia per essere competitiva ed efficiente.
Per un po’ complice anche il covid si sono divertiti alla grande … adesso tra crisi , lavoro sottopagato e prezzi alle stelle l’utente medio è RINSAVITO e con ragione non compra più a cifre folli.
Sulle bici non c’è piu nulla da inventare , alla fine sempre di 2 ruote e 1 telaio si tratta , non sono shuttle spaziali !
A mio avviso chiunque possieda una bici dal 2018/2019 in avanti con almeno una trasmissione slx o equivalente può pedalare sereno fin quando non si spezzerà in due per fine vita .
 

vitamin

Biker forumensus
10/22/07
2,146
1,496
0
Milano
Visit site
Bike
YT Capra
Articolo molto condivisibile, in generale si è un po' raffreddato tutto ciò che concerne la MTB, mi ricordo nei primi anni 2010 l'interesse che c'era sul mondo enduro, sulla Megavalanche ed altri aspetti, agonistici e non
 
  • Like
Reactions: dieguito

VinciTrail

Biker assatanatus
5/29/18
3,066
3,882
0
39
Tesero
Visit site
Bike
Orbea OIZ M-Team
concordo su quanto scritto nell'articolo!
Soprattutto al punto 3 e punto 4!
Ovvero, il discorso dei costi delle novità e il discorso del poco interesse che dimostrano i giovani!

Paradossalmente (almeno per quello che posso notare io qui nella valle) c'è molto più interesse da parte dei 50enni o neo pensionati verso le ebike piuttosto che i giovani verso le mtb! Per fortuna rimane ancora un certo interesse rispetto al MTB agonistica o comunque "di un certo livello", ma giovani che vanno in giro per puro piacere/interesse ne conosco e ne vedo ben pochi..

PS: per i giovani continuo a ripetere che il discorso del costo delle bici è del tutto relativo. Se non marginale a mio parere.. perchè gli stessi giovani non ci pensano due volte a spendere 1500€ di Iphone, 180€ di un paio di Nike, 1000€ della vacanza a Ibiza ecc.. ecc.. ecc.. Se ci fosse l'interesse e il giudizio di darsi delle priorità, le MTB potrebbero comprarsele eccome..
 

pablos

Biker superis
2/1/09
487
185
0
48
Torino
www.mtbtrail.it
Bike
Stereo 150 SL 2020
La novità utile, e più intelligente che è apparsa negli ultimi anni è l' Ochain (ribadisco che non ho interessi!), potrebbe ridare lustro a sospensioni semplici e leggere, e anche meno costose, potrebbe perchè il trend è quello di costruire bici con tante rotelle...vuoi mettere?!
Personalmente gradirei una vera novità sugli pneumatici, peso/resistenza alle forature.Al di la degli inserti (che hanno un ricarico insensato) nessuna vera novità.
 

lorenzom89

Biker dantescus
10/23/10
4,714
6,416
0
emilia romagna
Visit site
Bike
mtb
Bell'articolo che condivido in pieno.

in sintesi secondo me a livello tecnico la mtb ha raggiunto una certa maturità, quindi di novità eclatanti secondo me non se ne vedranno per un bel pò, a meno che non vengano introdotti nuovi materiali o nuove tecnologie... magari giusto nelle ebike potremmo vedere rivoluzioni di batterie leggerissime.

per i veri appassionati (tra cui ci sono anch io) secondo me è solo vantaggiosa la cosa, meno speculazioni del mercato, meno novellini che iniziano e dopo 3 mesi abbandonano "il giochino nuovo" in garage, meno "merenderos" che vanno in bici solo per provare una cosa nuova... ecc.. ecc..

mi viene da paragonare la situazione al trekking , tolta la novità di alcune scarpe, alcuni vestiari, alcuni zaini, alcuni orologi, alla fine rimane a praticare lo sport solo chi ha vero interesse e passione verso la natura e verso fare fatica perchè l'essenza dello sport è quella, un pò come la mtb.
 
  • Like
Reactions: lonelybikersiculus

TdTrado

Biker superis
3/28/09
422
297
0
Marsiglia, FR
Visit site
Bike
BMC SpeedFox 2017
L'unica che ho visto presentare recentemente qualcosa di realmente nuovo é Pinion, con il motore/cambio integrato.
In un colpo solo un grosso miglioramento sulla manutenzione e robustezza, e sulla funzionalità della sospensione posteriore visto l'alleggerimento del carro.
Grazie ai comandi servoassistiti hanno finalmente messo il trigger, pure sul cambio pinion classico per MTB.
Mi incuriosce molto ma non sono mai riuscito a provarlo. Vorrei un giorno provare una Simplon ed una Zerode....
 

Badorx

Biker forumensus
4/7/12
2,028
1,491
0
Trentino
Visit site
Completamente d'accordo con l'articolo, in tutti i punti.
Sarebbe bello se finito tutto questo hype per gli oggetti ne nascesse uno per la MTB intesa come cultura, cultura di andare nei trail, costruirne di sempre più arditi e diffusi, con associazioni che si occupino della manutenzione e della divulgazione.
 
  • Like
Reactions: andreazz71

lumerennù

Biker forumensus
4/14/05
2,121
393
0
57
San Severino Marche (MC)
Visit site
Bike
Norco Range - Mondraker Crafty RR
..........

PS: per i giovani continuo a ripetere che il discorso del costo delle bici è del tutto relativo. Se non marginale a mio parere.. perchè gli stessi giovani non ci pensano due volte a spendere 1500€ di Iphone, 180€ di un paio di Nike, 1000€ della vacanza a Ibiza ecc.. ecc.. ecc.. Se ci fosse l'interesse e il giudizio di darsi delle priorità, le MTB potrebbero comprarsele eccome..
Forse siamo noi 50/60enni che siamo legati al nostro "piccolo modo antico" fatto di giochi per strada e biciclette. Pensiamo che i giovani oggi "debbano" per forza avere i nostri stessi gusti..... Faccio parte di un gruppo FB di fan del fumetto "Super Eroi Classic" che ristampa in maniera cronologica i principali eroi dell'universo Marvel... e anche li tutti o quasi "anziani".... :cry::cry::cry::cry::cry:
 

Gigispeed3

Biker superis
2/4/16
348
388
0
Marostica
Visit site
Bike
Nomad 6
Caro marco, un punto su cui concordo con te , è quando parli del punto Zenith, in effetti si è raggiunto non solo a livello tecnico, ma anche a livello di mercato. Chi voleva la bici se l è presa, e ora non resta che usarla, da qui genererà una serie di acquisti relativi ai " consumabili " ossia a tutte quelle parti soggette ad usura e sostituzione.

Mi fa spesso sorridere quando presenti dei prodotti nuovi, perchè ti immagino interpretare la scenetta per rendere accattivante l ennesima pompetta elettrica, e immagino che a volte sia anche comico.
Ovviamente la struttura del Mag ha bisogno di entrate, dunque il tutto si chiude con un pratico do ut des, di cui nulla da eccepire.

I giovani sono pochi, perchè come sappiamo le passioni costano, e questa non è da meno, dunque un ventenne squattrinato, può fare limitatamente quel che può. O ha la fortuna di avere un genitore appassionato, oppure la vedo dura ad iniziare.

Le novità non sono l unico aspetto che trascina il mercato, prima o dopo si doveva cmq arrivare ad un punto di saturazione,
probabilmente ci siamo quasi.

Nel mio gruppetto cmq i nostri figli costruiscono trail , girano assieme a noi , ci umiliano, e si divertono pure,
mi ritengo fortunato.
 

lorenzom89

Biker dantescus
10/23/10
4,714
6,416
0
emilia romagna
Visit site
Bike
mtb
Completamente d'accordo con l'articolo, in tutti i punti.
Sarebbe bello se finito tutto questo hype per gli oggetti ne nascesse uno per la MTB intesa come cultura, cultura di andare nei trail, costruirne di sempre più arditi e diffusi, con associazioni che si occupino della manutenzione e della divulgazione.
per quel che vedo io esiste già questa cosa, ed è bellissima, molto di più delle novità sulle bici

tanti giovani e meno giovani che si fanno il mazzo per costruire e mantenere trail area e anche tanti business che nascono attorno a bike-hotel, guide mtb, tour guidati ecc.. ecc..
questo secondo me è l'unico vero modo di mantenere e far crescere la mtb, fare in modo che in qualsiasi parte d'italia vai, ci siano aree dove praticare la mtb con giri per ogni livello e grado.
 

ParanoidAndroid

Biker ultra
6/17/15
683
349
0
Visit site
Bah, noi siamo una famiglia di ciclisti ma tipo a un bike festival o una fiera non ci mettiamo piede da anni.
Una volta provata (e scartata) l'elettrica, che ci andiamo a fare? Fare la fila per provare una trail identica a quella che abbiamo perche' hanno inclinato di un grado il tubo sella?
 

jbar

死神 Shinigami
3/26/19
659
678
0
milano
Visit site
Bike
Donzelli 1964
@marco A mio parere, oltre a quello che hai giustamente citato, va aggiunto un fattore indipendente da quelli endogeni legati a produzione e vendita dell'oggetto bici e dei suoi accessori.

Si tratta di un fenomeno sociale abbastanza diffuso (non solo nel ciclismo), dovuto al declino della cultura della fatica, alla scelta quasi sistematica di ottenere un risultato facilmente e in tempi brevissimi, qualsiasi cosa che non richieda né disciplina, né pazienza, un po' come nei videogames, insomma...
I "nuovi" biker, millennials, sono nativi digitali, non hanno quasi mai avuto la necessità di studiare ricercando sui libri in biblioteca, né di sudare per andare a prendersi un pacco in posta, ignorano totalmente il valore delle cicatrici fatte pedalando una bmx e saltando su una tavola da ponteggio appoggiata su 4 forati posticci.
Nascono in un mondo agevolato e, al ritmo di "google, dammi la soluzione", si sono un po' infiacchiti, come gli umani nello scenario distopico di WALL-E.

Oltretutto, sono pure sostenuti dalla maggior parte dei genitori, che, alla prima difficoltà (leggi: l'allenatore non mi fa giocare, non riesco a fare la capriola, non ho le scarpe super mega duper che mi permettono di saltare bene), sono pronti a supportarli e far loro cambiare sport...
figuriamoci l'appeal che ha ora il ciclismo, che, come qualsiasi sport di resistenza, fa della sofferenza una forma di estasi e di godimento continuo, ore e ore di fatica per ottenere (forse) qualche risultato...

Quanto alle generazioni precedenti, invece, diciamolo: per prima cosa, non è che abbiano tutti l'anello al naso; quindi:
  • quelli che compravano pre-covid si ricordano bene che i prezzi non era quelli di oggi, pedalavano felici, compravano bene pescando tra offerte "vere", bici sicuramente più leggere, mezzi tuttora validi (il 2021 era pochi anni fa, non il giurassico); quindi a loro rode un po' il chiurlo essere stati trattati come vacche d'ingrasso fino all'altro ieri... insomma, sentono che ora è il momento della vendetta
  • poi ci sono i pedalatori del covid, che, nel 2020-21, compravano qualsiasi cosa si trovasse online o nei negozi, pur di poter uscire di casa. Quelli ormai la bici ce l'hanno in cantina a prendere la polvere, oppure l'hanno venduta... che han riaperto le trattorie e gli outlet e son tornati a far sport li. Il loro contributo - appoggiato da quello statale con i bonus farlocchi - è stato determinante a far crescere la bolla... e a farla esplodere dopo poco!
 
Last edited:

Andrea7576

Biker superis
2/8/23
326
282
0
48
Ostra
Visit site
Bike
Cannondale Scalpel HT Carbon 3
concordo su quanto scritto nell'articolo!
Soprattutto al punto 3 e punto 4!
Ovvero, il discorso dei costi delle novità e il discorso del poco interesse che dimostrano i giovani!

Paradossalmente (almeno per quello che posso notare io qui nella valle) c'è molto più interesse da parte dei 50enni o neo pensionati verso le ebike piuttosto che i giovani verso le mtb! Per fortuna rimane ancora un certo interesse rispetto al MTB agonistica o comunque "di un certo livello", ma giovani che vanno in giro per puro piacere/interesse ne conosco e ne vedo ben pochi..

PS: per i giovani continuo a ripetere che il discorso del costo delle bici è del tutto relativo. Se non marginale a mio parere.. perchè gli stessi giovani non ci pensano due volte a spendere 1500€ di Iphone, 180€ di un paio di Nike, 1000€ della vacanza a Ibiza ecc.. ecc.. ecc.. Se ci fosse l'interesse e il giudizio di darsi delle priorità, le MTB potrebbero comprarsele eccome..
Insieme al costo bici, va considerato il mantenimento. Io ogni 2/3 mesi, devo "versare" 100/200 euro per le varie riparazioni, sostituzioni, ecc...
E non tutti i giovani buttano vagonate di soldi in stupidate per questioni economiche. Mantenere una bici oltre che comprarla, costa. Inutile nascondersi dietro ad un dito. Per cui un giovane è più predisposto ad una corsetta (ne vedo tantissimi), ad una partitella a calcio o calcetto con gli amici, ecc... che ti porta via un paio d'ore massimo e qualche decina di euro, tra tutto.
Inoltre per i giovani (per giovani intendo 20/30 anni) è una questione di tempistiche (mi ricollego sopra). L'uscita in bici la fai nei fine settimana in genere la mattina, partendo presto. Mattina che poi occupi per intero (io di media sto fuori tra le 3.5 ore e le 4.5 ore). E la mattina chi fa le ore piccole, dorme. Mettersi a letto alle 1:00/2:00 (dopo qualche bevuta magari), ti obbliga ad alzarti minimo alle 7/8, e già ti sei "bruciato" parte della mattina.
La bici presuppone che si faccia una vita più o meno sana, altrimenti più che divertimento diventa sofferenza.
In sintesi, è più facile che si approcci a questo passatempo una persona che abbia raggiunto una certa "stabilità" con una vita regolare. E questo avviene in genere dopo i 30 anni. Ed andare in bici deve piacere molto, perchè come penso sappiamo tutti, si fa tanta fatica.
Più volte sento dirmi "ma chi te lo fa fare?". Eh vallo a spiegare.
 

Classifica giornaliera dislivello positivo

Classifica mensile dislivello positivo