Consigli abbigliamento invernale

Morknano

Biker novus
9/22/18
2
0
0
47
Ticino
Bike
Trek
ciao a tutti!

Dopo un mese di settembre caldo, dove non ho avuto problemi ad andare in MTB in pantaloncini e maglietta, ora che arriva l’inverno non so che abbigliamento acquistare per poter continuare a fare i miei giretti settimanali. Vivo in Ticino zona Bellinzona. Fin’ora ho acquistato qualcosa su probikeshop, ma per l’estate. Mi potere dare qualche consiglio su cosa acquistare? Budget di ca. Euro 400 Max.
Grazie
 

cinus

Biker serius
6/24/15
106
52
0
38
Cadempino
Bike
Scott Spark 740 (mod 2014), Merida One-Forty 7.800 (mod 2018)
Mediamente tra novembre e febbraio sarà di ca 7 gradi
Ciao, io che vivo in zona Lugano,

durante la mezza stagione dei pantaloni 3/4 leggermente felpati con fondello e sopra ci metto gli short. Per il torso ho una maglia da ciclista da strada leggermente felpata anche quella (sotto la stessa maglietta della salute che metto d'estate).

Per l'inverno, pantaloni lunghi della northwave + calze da sci + shorts, per il torso, intimo termico by salomon + maglia felpata a maniche lunghe + giacca decathlon. Se proprio fa un freddo cane ho anche la giacca impermeabile che serve a tener lontano il vento, ma non mi è mai capitato.
 

Chinaski033

Spazio/tempo...
4/17/18
1,162
349
0
Utopia (la terra della libertà di espressione)
Bike
Specialized fsr xc comp
Riprendo questa discussione. Vorrei chiedervi consiglio su cosa indossare in questi giorni.
Fino a due settimane fa il termometro alle 8 di mattina segnava 4 gradi e me la sono cavata con 3 strati sopra (maglia aderente in tessuto tecnico, maglia aderente in cotone sopra e giacca non so in che materiale ma è quella rossa della decathlon da 70 euro, per intenderci), guanti interi ma non imbottiti, scalda collo leggero e una tuta in cotone con prese d'aria per le gambe.
Ora, quando esco per andare a lavorare la mattina alle 6.30 il termometro segna -3 gradi e li sento tutti!
Al che pensavo di aggiungere al mio abbigliamento un quarto strato sopra, un pantalone aderente sotto la tuta, guanti imbottiti e scaldacollo in pile. Che dite? L'uscita è prevista per domani quindi non avrei tempo per ordinare indumenti adatti su internet.
La mia domanda è più che altro perché credo che in tutti i casi ci sarà da ghiacciare. Potrei prendere qualcosa di più "potente" al deca? O meglio che me stia direttamente a letto? [emoji23]
Io non capisco come fanno quelli che scrivono che a queste temperature escono cmq in pantaloncini e con tre strati sopra. Saranno fatti d'acciaio...

Sent from my Redmi Note 6 Pro using MTB-Forum mobile app
 

rad77

Biker scrausissimus
2/25/14
2,570
876
0
>lake
Bike
Skraus Barbon Race Team Replica Miticus Edition nera
Io non capisco come fanno quelli che scrivono che a queste temperature escono cmq in pantaloncini e con tre strati sopra. Saranno fatti d'acciaio...
Ciao. Uso shorts Endu.ra Hummvee tutto l'inverno e non sopporto neanche le calze lunghe, ma l'acciaio non c'entra. Polenta e Cassoeula sono il segreto! :-)
Stupidate a parte, mi pare che tu tenda a fare un mischione unico tra quantità, qualità e specificità dei capi, così come sembri mettere sullo stesso piano trasferimenti su strada ed uscite MTB ad alta intensità. Non è lo stesso sport e non ci si veste nello stesso modo.
Per andare al lavoro, ritardi a parte, puoi permetterti di pensare esclusivamente a combattere la temperatura esterna in modo statico ed il fatto che tu sia in bici è (quasi) ininfluente. Lo sforzo sarà di bassa intensità e non sudando puoi permetterti qualsiasi capo di qualsiasi materiale purché la loro somma raggiunga la soglia minima di comfort termico. Pochi capi e di alta qualità sono sempre preferibili e oltre al comfort migliorano anche l'impatto estetico rispetto ad una stratificazione esuberante, magari alla docojocojo. Però se ne può fare a meno finché non c'è da sudare
.
Passando allo sport di intensità, invece, non ci sono catzi, per dirla con accento svedese, la qualità dei capi è fondamentale e poco conta che sull'etichetta di questo o quello ci sia scritto "tessuto tecnico" o che sia costato una tombola, contano solo le caratteristiche specifiche dei materiali e la qualità produttiva. Ogni volta che in un topic sull'abbigliamento sportivo appare la parola "cotone" aumentano le possibilità che un meteorite colpisca l'Emilia Romagna, per dirne una che mi hanno garantito essere vera e su cui conviene riflettere...
Idealmente bisognerebbe poter coprire qualsiasi esigenza con tre strati complessivi (simbolici). Intimo isolante e traspirante, strato termico e traspirante, guscio protettivo e traspirante. Poi ci sono mille modi di combinare le caratteristiche di isolamento, calore e protezione dagli agenti atmosferici, in uno, due o più capi abbinati tra loro, ma la base è quella.
È già stato scritto praticamente tutto sul forum e una ricerca un po' più estesa conviene farla prima di riesumare topic come questo che non include nemmeno contenuti utili, alla fine... ;-)
 
  • Like
Reactions: Boro

Chinaski033

Spazio/tempo...
4/17/18
1,162
349
0
Utopia (la terra della libertà di espressione)
Bike
Specialized fsr xc comp
Ciao. Uso shorts Endu.ra Hummvee tutto l'inverno e non sopporto neanche le calze lunghe, ma l'acciaio non c'entra. Polenta e Cassoeula sono il segreto! :-)
Stupidate a parte, mi pare che tu tenda a fare un mischione unico tra quantità, qualità e specificità dei capi, così come sembri mettere sullo stesso piano trasferimenti su strada ed uscite MTB ad alta intensità. Non è lo stesso sport e non ci si veste nello stesso modo.
Per andare al lavoro, ritardi a parte, puoi permetterti di pensare esclusivamente a combattere la temperatura esterna in modo statico ed il fatto che tu sia in bici è (quasi) ininfluente. Lo sforzo sarà di bassa intensità e non sudando puoi permetterti qualsiasi capo di qualsiasi materiale purché la loro somma raggiunga la soglia minima di comfort termico. Pochi capi e di alta qualità sono sempre preferibili e oltre al comfort migliorano anche l'impatto estetico rispetto ad una stratificazione esuberante, magari alla docojocojo. Però se ne può fare a meno finché non c'è da sudare
.
Passando allo sport di intensità, invece, non ci sono catzi, per dirla con accento svedese, la qualità dei capi è fondamentale e poco conta che sull'etichetta di questo o quello ci sia scritto "tessuto tecnico" o che sia costato una tombola, contano solo le caratteristiche specifiche dei materiali e la qualità produttiva. Ogni volta che in un topic sull'abbigliamento sportivo appare la parola "cotone" aumentano le possibilità che un meteorite colpisca l'Emilia Romagna, per dirne una che mi hanno garantito essere vera e su cui conviene riflettere...
Idealmente bisognerebbe poter coprire qualsiasi esigenza con tre strati complessivi (simbolici). Intimo isolante e traspirante, strato termico e traspirante, guscio protettivo e traspirante. Poi ci sono mille modi di combinare le caratteristiche di isolamento, calore e protezione dagli agenti atmosferici, in uno, due o più capi abbinati tra loro, ma la base è quella.
È già stato scritto praticamente tutto sul forum e una ricerca un po' più estesa conviene farla prima di riesumare topic come questo che non include nemmeno contenuti utili, alla fine... ;-)
Ciao, grazie della risposta, anche stavolta sei stato preciso e completo.
In effetti il mio più grande problema è il trasferimento. In quei 15 km rischio l'ibernazione.
Mi sono letto per bene il teach corner ed effettivamente dice quello che mi hai già detto tu che peraltro non si discosta di molto da ciò che già faccio.
Niente, mi sa che è una di quelle cose troppo soggettive da poter apprendere dal forum. Credo che per le prime volte uscirò con la valigia cambiandomi di volta in volta fin quando non avrò trovato l'equilibrio perfetto per me. [emoji23]

Sent from my Redmi Note 6 Pro using MTB-Forum mobile app
 

rad77

Biker scrausissimus
2/25/14
2,570
876
0
>lake
Bike
Skraus Barbon Race Team Replica Miticus Edition nera
In effetti il mio più grande problema è il trasferimento. In quei 15 km rischio l'ibernazione.
Questo non riesco a spiegarmelo. Se ti vesti esattamente come quando non sei in bici, non è sufficiente? C'è solo quel po' di vento in più, ma c'è anche quel po' di sforzo che fai che produce calore. Forse non riesci a coprire come si deve le estremità che influiscono molto sulle temperatura percepita.
 

Chinaski033

Spazio/tempo...
4/17/18
1,162
349
0
Utopia (la terra della libertà di espressione)
Bike
Specialized fsr xc comp
Questo non riesco a spiegarmelo. Se ti vesti esattamente come quando non sei in bici, non è sufficiente? C'è solo quel po' di vento in più, ma c'è anche quel po' di sforzo che fai che produce calore. Forse non riesci a coprire come si deve le estremità che influiscono molto sulle temperatura percepita.
No, è che bisogna trovare l'equilibrio tra i momenti freddi (trasferimento) e momenti caldi (salita) riuscendo allo stesso tempo a non sovraccaricarsi. È la combinazione perfetta di tutti questi fattori che trovo difficile. Se mi copro troppo in trasferimento mi trovo appesantito in salita e se mi vesto basandomi sulla salita sentirò freddo nel trasferimento.


Sent from my Redmi Note 6 Pro using MTB-Forum mobile app
 

rad77

Biker scrausissimus
2/25/14
2,570
876
0
>lake
Bike
Skraus Barbon Race Team Replica Miticus Edition nera
No, è che bisogna trovare l'equilibrio tra i momenti freddi (trasferimento) e momenti caldi (salita) riuscendo allo stesso tempo a non sovraccaricarsi. È la combinazione perfetta di tutti questi fattori che trovo difficile. Se mi copro troppo in trasferimento mi trovo appesantito in salita e se mi vesto basandomi sulla salita sentirò freddo nel trasferimento.
Non era scontato che ci fosse della salita per andare al lavoro, non ne hai mai fatto cenno..
Comunque non vedo molte vie. O trovi l'equilibrio con quello che hai, oppure lo compri :-)
E per "comprare l'equilibrio" non intendo aggiungere altri indumenti di "dubbia tecnicità", ma procurarti pochi capi di elevata qualità che ti permettano sia di affrontare il casa-lavoro-con-salita, sia le uscite sportive. Ad esempio un intimo in lana merino ed un softshell Windstopper per dire due utili banalità...
 

Boro

Biker incredibilis
8/25/04
12,851
5
8,078
0
Reggio Emilia
D'inverno, specie col nostro clima umido, se fai giri con trasferimenti l'unica opzione valida e' avere 3 strati, maglia intima tipo sconda pelle un po' calda e buona (tipo aerofit 900 per citare il deca), maglia termica sopra traspirante e poi giacca antivento piu' o meno imbottita a seconda della temperatura esterna e del proprio grado di freddolosita' (light shell o sofshell se fa proprio freddo io non la uso quasi mai). Poi ci vuole berretto temico o passamontagna, scaldacollo e guanti buoni ma due paia, uno caldo windstopper e uno estivo, piu' le scarpe invernali con calze invernali, quelle per me sempre. Per le gambe o usi la salopette invernale oppure pantaloncini in cordura piu' gambali.
Quando arrivi alla salita ti spogli della giacca antivento, dei guanti pesanti del passamontagna o berretto termico antivento e sali disperdendo il calore senza sudare troppo, quando devi scendere ti rivesti.
Se fai continui saliscendi allora puoi optare per un intimo windstopper con sopra maglia termica.
 

Chinaski033

Spazio/tempo...
4/17/18
1,162
349
0
Utopia (la terra della libertà di espressione)
Bike
Specialized fsr xc comp

Boro

Biker incredibilis
8/25/04
12,851
5
8,078
0
Reggio Emilia

monorotula

Moderatur
Moderatur
11/13/03
26,035
1
1,208
0
55
Collegno (TO)
www.mtbcucuzzoli.it
Mi inserisco perchè sto cercando un paio di guanti che effettivamente tengano a temperature sui 0°....
Avevo visto questi,qualcuno ne conosce la qualità?
Altrimenti come alternativa un sottoguanto?

Non li conosco, ma a giudicare da materiali e pesi sembrano proprio fare al caso tuo. Il sottoguanto può funzionare, ma solitamente, inserito sotto un guanto che calza giusto (come deve essere), costringe la mano, ottenendo l'effetto opposto a quello desiderato.
In ogni caso, per chi gira tutto l'anno, un paio di guanti pesanti, per le situazioni più critiche, è bene averli nello zaino. Possona andar bene anche quelli da sci, che spesso costano meno.
 
  • Like
Reactions: cocoku

cocoku

Biker infernalis
5/1/06
1,904
244
0
Auronzo di Cadore (BL)
Bike
Scott Spark 910
Non li conosco, ma a giudicare da materiali e pesi sembrano proprio fare al caso tuo. Il sottoguanto può funzionare, ma solitamente, inserito sotto un guanto che calza giusto (come deve essere), costringe la mano, ottenendo l'effetto opposto a quello desiderato.
In ogni caso, per chi gira tutto l'anno, un paio di guanti pesanti, per le situazioni più critiche, è bene averli nello zaino. Possona andar bene anche quelli da sci, che spesso costano meno.
Due settimane fa ho girato con un paio che usavo a far sci da fondo,ma a 0° e anche qualcosa in meno avevo tutte le dita ghiacciate,mentre il mio amico no....in effetti il sottoguanto lo dovrei mettere su guanti larghi...li cercavo con degli inserti in gel possibilmente...
Come quest'altri...
 

monorotula

Moderatur
Moderatur
11/13/03
26,035
1
1,208
0
55
Collegno (TO)
www.mtbcucuzzoli.it
Due settimane fa ho girato con un paio che usavo a far sci da fondo,ma a 0° e anche qualcosa in meno avevo tutte le dita ghiacciate,mentre il mio amico no....in effetti il sottoguanto lo dovrei mettere su guanti larghi...li cercavo con degli inserti in gel possibilmente...
Come quest'altri...

Per sci intendevo sci alpino, i guanti da sci di fondo sono troppo leggeri.
I guanti pesanti sono parecchio imbottiti, gli inserti in gel a parer mio sono di scarsa utilità, a differenza dei guanti monostrato (che sono simili a quelli da fondo).
 
  • Like
Reactions: cocoku

monorotula

Moderatur
Moderatur
11/13/03
26,035
1
1,208
0
55
Collegno (TO)
www.mtbcucuzzoli.it
Mi sembrano ingombranti quelli da sci alpino...

Lo sono per certo, ma quelli più caldi da bici sono praticamente uguali: stiamo parlando però di situazione estreme, quelle in cui io ad esempio preferisco rimanere a casa.
 
  • Like
Reactions: cocoku