Condropatia e MTB

matte84

Biker serius
3/22/09
103
0
0
bologna
Ciao a tutti,
a settembre dell'anno scorso dopo aver avuto dei fastidi al ginocchio sinistro ho deciso di fare una RMN..esito minimi segni di condropatia rotulea in sede laterale alta..le mie ginocchia hanno sempre scricchiolato..fin da quando ero bambino.
Con la MTB come mi devo comportare visto che voglio tornare a pedalare?
è consigliabile avere i pedali con sgancio rapido o avere il piede libero con pedali normali?
Per quanto riguarda i percorsi..dovrò per sempre fare della pianura?

grazie
 

paulstorm

Biker superis
6/4/09
385
4
0
Vigodarzere (PD)
Anch'io ho una condropatia, anzi una condromalacia; purtroppo quando ci son di mezzo le cartilagini non esistono terapie assolutamente risolutive. Gli ortopedici tendono a prescrivere della ginnastica per rafforzare il quadricipite (specie il vasto mediale) e poco altro.
Tu hai dolore?
 
Upvote 0

matte84

Biker serius
3/22/09
103
0
0
bologna
Anch'io ho una condropatia, anzi una condromalacia; purtroppo quando ci son di mezzo le cartilagini non esistono terapie assolutamente risolutive. Gli ortopedici tendono a prescrivere della ginnastica per rafforzare il quadricipite (specie il vasto mediale) e poco altro.
Tu hai dolore?

ogni tanto un piccolo fastidio non ben localizzabile..una sensazione di indolenzimento del ginocchio davanti ai lati e dietro..soprattutto quando cambia il tempo (me ne sono accorto ultimamente)..
tu hai dolore? ma vai in MTB?
 
Upvote 0

lupocante

Biker popularis
8/27/08
54
1
0
cisterna
ciao,anche io soffro di contropatia a entrambe le ginocchia...una l'ho operata 4 anni fa e ora non ho piu problemia quel ginocchio ma il fatto di aver comunque inciso il legamento alare ha comportanto l'insorgenza di alcune assimetrie che adesso comportano delle tensioni su gran parte dei muscoli della gamba.considerato questo quando sono cominciati i dolori anche all'altro ginocchio ho deciso di non operarlo perche non so quali dei due problemi(contropatia e tensioni)sia piu grave.cmq sappi che vado in mtb anche con una certa frequenza,su tutti i tipi di percorso affrontando qualsiasi pendenza e ti dico come faccio:
1fatti vedere da un bravo osteopata,non so come fanno ma hanno le mani d'oro e se ogni tanto fai delle sedute ti aiutano tantissimo
2allena il vasto facendo esercizi di leg press...piu lo rafforzi meno la rotula andrà a sfregare sulla cartilagine
3cosa piu importante impara a sentire il tuo fisico e le tue gambe,i giorni che ti fa male nn spingere troppo,mentre osa un po di piu man mano che la tua preparazione aumenta
4fai tanto stretching alla fine di ogni uscita ma fatti insegnare dall'osteopata,io ero convinto di saperlo fare prima che lui mi aprisse un mondo
5se serve fai 20 min di ghiaccio dopo l'uscita
6anche quando vedi tutto nero....non mollareeeeeeeeeee!!!!!!!!!forse in questo sport sono pochissimi a potersi permettere di correre al 100%...noi comuni mortali dobbiamo stringere i denti!
spero di essertu stato d'aiuto
ciao!!!
 
  • Like
Reactions: Pof1981
Upvote 0

matte84

Biker serius
3/22/09
103
0
0
bologna
ciao,anche io soffro di contropatia a entrambe le ginocchia...una l'ho operata 4 anni fa e ora non ho piu problemia quel ginocchio ma il fatto di aver comunque inciso il legamento alare ha comportanto l'insorgenza di alcune assimetrie che adesso comportano delle tensioni su gran parte dei muscoli della gamba.considerato questo quando sono cominciati i dolori anche all'altro ginocchio ho deciso di non operarlo perche non so quali dei due problemi(contropatia e tensioni)sia piu grave.cmq sappi che vado in mtb anche con una certa frequenza,su tutti i tipi di percorso affrontando qualsiasi pendenza e ti dico come faccio:
1fatti vedere da un bravo osteopata,non so come fanno ma hanno le mani d'oro e se ogni tanto fai delle sedute ti aiutano tantissimo
2allena il vasto facendo esercizi di leg press...piu lo rafforzi meno la rotula andrà a sfregare sulla cartilagine
3cosa piu importante impara a sentire il tuo fisico e le tue gambe,i giorni che ti fa male nn spingere troppo,mentre osa un po di piu man mano che la tua preparazione aumenta
4fai tanto stretching alla fine di ogni uscita ma fatti insegnare dall'osteopata,io ero convinto di saperlo fare prima che lui mi aprisse un mondo
5se serve fai 20 min di ghiaccio dopo l'uscita
6anche quando vedi tutto nero....non mollareeeeeeeeeee!!!!!!!!!forse in questo sport sono pochissimi a potersi permettere di correre al 100%...noi comuni mortali dobbiamo stringere i denti!
spero di essertu stato d'aiuto
ciao!!!

grazie mille..mi hai tirato un po su il morale..
 
Upvote 0

paulstorm

Biker superis
6/4/09
385
4
0
Vigodarzere (PD)
Segui i consigli di lupocante e rivolgiti ad un osteopata.. per questo tipo di patologie son, a mio modo di vedere, preferibili rispetto agli ortopedici.
Io ho dolore solo correndo a piedi, adesso che son passato alla Mtb il problema sembra essersi attenuato, non ho particolare dolore, ma penso di andare anch'io dall'osteopata.
 
Upvote 0

seagate

Biker urlandum
8/9/08
563
1
0
Mantova provincia
ci vuole tempo e costanza e dopo aver "costruito" un bel tono muscolare tale che sostenga e blocchi la rotula, vedrai che le cose andranno meglio, ti consiglio di evitare il più possibile l'uso di rapporti duri, quindi occhio anche alle salite....(lo so è dura non poter fare salita almeno nella fase iniziale, poi piano piano vedreai che torni a fare le salite che vuoi, sempre in agilità mi raccomando).cerca di mantenere una frequenze di pedalata che non sia troppo bassa e neanche troppo alta.....insomma poi sarai tu "ascoltando" le tue gambe a sentire il giusto sforzo.

Farei anche piscina durante tutto l'anno....per dare tono muscolare alle gambe con esercizi mirati.

Personalmente consiglierei un plantare fatto come si deve, che tenga allineato il ginocchio nella fase di pedalata, con il resto della gamba.
Un'ultima cosa l'altezza sella controlla di non essere troppo basso, magari inizialmente un pelo più alto del normale....
 
  • Like
Reactions: jolly black
Upvote 0

matte84

Biker serius
3/22/09
103
0
0
bologna
ci vuole tempo e costanza e dopo aver "costruito" un bel tono muscolare tale che sostenga e blocchi la rotula, vedrai che le cose andranno meglio, ti consiglio di evitare il più possibile l'uso di rapporti duri, quindi occhio anche alle salite....(lo so è dura non poter fare salita almeno nella fase iniziale, poi piano piano vedreai che torni a fare le salite che vuoi, sempre in agilità mi raccomando).cerca di mantenere una frequenze di pedalata che non sia troppo bassa e neanche troppo alta.....insomma poi sarai tu "ascoltando" le tue gambe a sentire il giusto sforzo.

Farei anche piscina durante tutto l'anno....per dare tono muscolare alle gambe con esercizi mirati.

Personalmente consiglierei un plantare fatto come si deve, che tenga allineato il ginocchio nella fase di pedalata, con il resto della gamba.
Un'ultima cosa l'altezza sella controlla di non essere troppo basso, magari inizialmente un pelo più alto del normale....

grazie..
io nuoto già costantemente (2 volte a settimana) da qualche anno (a parte rana) in più la ho già provveduto a un plantare ortopedico fatto su misura.. per quanto riguarda la sella alta sono d'accordo..secondo te è meglio il piede libero o gli attacchi a sgancio rapido??
 
Upvote 0

seagate

Biker urlandum
8/9/08
563
1
0
Mantova provincia
io mi trovo meglio con pedali sgancio rapido....., sempre che le tacchette siano montate nel giusto modo.

Il plantare deve essere apposito per il ciclismo .....quindi non per camminare....
 
Upvote 0

One_1

Biker perfektus
7/17/08
2,719
19
0
Milano
Interessante il tuo intervento Lupocante.. posso chiederti due cose?

2allena il vasto facendo esercizi di leg press...piu lo rafforzi meno la rotula andrà a sfregare sulla cartilagine

Ho letto che il più importante è il vasto mediale obliquo... intendi quello? Però mi sembra strano che sia necessario allenarlo quando proprio il gesto della pedalata va a stimolarlo, soprattutto negli ultimi gradi di estensione della gamba.

4fai tanto stretching alla fine di ogni uscita ma fatti insegnare dall'osteopata,io ero convinto di saperlo fare prima che lui mi aprisse un mondo

Potresti dirmi che stretching ti ha consigliato io faccio (e raramente) i classici allungamenti fino a toccarsi le punte e un allungamento generico del quadripite tirando il piede da dietro.

stretching_02.jpg
stretching_03.jpg



Grazie
 
  • Like
Reactions: jolly black
Upvote 0

matte84

Biker serius
3/22/09
103
0
0
bologna
io mi trovo meglio con pedali sgancio rapido....., sempre che le tacchette siano montate nel giusto modo.

Il plantare deve essere apposito per il ciclismo .....quindi non per camminare....

Che caratteristiche deve avere un plantare apposito per il ciclismo?

A livello di prestazioni sono sicuramente meglio i pedali sgancio rapido..ma a livello di ginocchia??
 
Upvote 0

alphabike2006

Biker superioris
5/30/06
853
0
0
Sud(NA)
ciao a tutti,
ho un fastidio da vari mesi alle ginocchia, ovvero avverto che la rotule si spostano un pochetto con scricchiolii quando cammino, in bici o mi piego(spesso), in bici invece mi da fastidio(quasi sempre) sopratutto quando incremeta lo sforzo(le salite),tanto che ho sospeso l'attività per ora.Ogni tanto mi sento la gamba debole però dolori forti mai fortunatamente..
In seguito ad una risonanza magnetica, ecco i risultati del referto:

Bilateralmente reperto pressochè simmetrico
Sinovite reattiva articolare.
Rotula in minima bascula laterale, condropatia di 1 grado della faccetta mediale della rotula.
Lieve tendinopatia prossimale del rotuleo
Non lesioni meniscali
Nella norma i legamenti crociati e le altre strutture capsulo-legamentose.
Nella norma le altre formazioni mio-tendinee.
Segnale osseo nella norma.

Oggi ho provato a fare 1 km, sul pianeggiante andando lento non avverto poco fastidio ognitanto, ma sulle salite o sempre su pianeggiante incrementando la velocità, è quasi inevitabile il fastidio dello schiocco-spostamento della rotula, quindi penso la causa sta tutta nello spostamento che provoca anche i "rumoretti", perchè sul piano andando lento già va meglio...Non sto andando più in bici da qualche mese a causa di ciò, spero tanto di risolvere :(
Qualcuno di voi ha avuto una situazione simile alla mia? E in tal caso come avete risolto?
 
Upvote 0

seagate

Biker urlandum
8/9/08
563
1
0
Mantova provincia
il mio consiglio è quello di cercare con calma...di dare tono ai muscoli che bloccano il ginocchio, le salite per il momento lasciale perdere, stessa cosa per l'uso di rapporti duri, quindi solo agilità, senza per questo dover mulinare le gambe a 100 e passa rpm.... la sella non deve essere troppo bassa, diciamo quella giusta ma un poco più alta......sembra un non senso... l'arretramento lo terrei anche lui un poco più lungo in modo da fare lavorare la gamba più in agilità...

che altro... a parte esercizi che ti verranno indicati da un ortopedico, nuoto, la corsa a piedi la lascirei stare.....

vedrai che poi torni a fare quello che vuoi...
 
Upvote 0

alphabike2006

Biker superioris
5/30/06
853
0
0
Sud(NA)
il mio consiglio è quello di cercare con calma...di dare tono ai muscoli che bloccano il ginocchio, le salite per il momento lasciale perdere, stessa cosa per l'uso di rapporti duri, quindi solo agilità, senza per questo dover mulinare le gambe a 100 e passa rpm.... la sella non deve essere troppo bassa, diciamo quella giusta ma un poco più alta......sembra un non senso... l'arretramento lo terrei anche lui un poco più lungo in modo da fare lavorare la gamba più in agilità...

che altro... a parte esercizi che ti verranno indicati da un ortopedico, nuoto, la corsa a piedi la lascirei stare.....

vedrai che poi torni a fare quello che vuoi...
si anche io concordo, infatti sul piano andando lento 10-15 km/h max non da molto fastidio nei brevi traggitti(5-10 km).Visto che da me è tutto sali scendi mi conviene prendere tono muscolare sulla cyclette.
ancora una cosa non mi è chiara, da internet ho letto che la condropatia corrisponte nel mio caso ad un rammollimento della cartilagine,Ho pensato che quando il fastidio è minimo(forse dovuto alla sola infiammazione) ovvero quando non si blocca/sposta la rotula, il fastidio si riduce tantissimo, quindi il problema principale non dovrebbe essere lo spostamento della sede della rotula,più che lo stato della cartllagine?

Riguardo alla corsa l'ho praticata per qualche mese solo l'anno scorso, e ovviamente al momento mi interessa la bici prima di tutto :)

Tutto si complica quando aumenta la forza da esercitare sulla gamba, per esempio non mi piego più al massimo sulle ginocchia, mi risulta impossibile senza evitare schiocchi e quindi dolori, l'altro giorno per alzarmi da una sedia mettendo una gamba sola a terra,ho avvertito un rumoretto e mi è rimasta l'infiammazione fino al giorno dopo.

In palestra provai con la leg exstention per i quadricipiti, ma anche là si avverte il fastidio...
Ho letto in rete che alcuni fanno esercizi per il vasto mediale importante in questi casi, ma non riesco a trovare una guida degli esercizi..
 
Upvote 0

m-dis

Biker cesareus
3/10/08
1,735
33
0
54
osimo
quindi il problema principale non dovrebbe essere lo spostamento della sede della rotula,più che lo stato della cartllagine?

Non è uno spostamento dalla sede ... in pratica la rotula non scorre linearmente (a causa di diversi problemi)e crea delle pressioni anomale sulla cartilagine ( di solito all'esterno ) che , lentamente ma inesorabilmente infiammano , poi rammolliscono e quindi consumano lo strato di cartilagine arrivando alla classica artrosi

Così l'ho capita io dopo anni di "esperienza" ...:zapalott:




In palestra provai con la leg exstention per i quadricipiti, ma anche là si avverte il fastidio...
Ho letto in rete che alcuni fanno esercizi per il vasto mediale importante in questi casi, ma non riesco a trovare una guida degli esercizi..

Bisogna lavorare negli ultimi gradi di estensione (30 -40 ) dove si evita anche il sovraccarico sulla rotula xchè maggiore è il piegamento e maggiori sono le pressioni tra rotula e femore ... assolutamente da evitare
 
Upvote 0

alphabike2006

Biker superioris
5/30/06
853
0
0
Sud(NA)
Non è uno spostamento dalla sede ... in pratica la rotula non scorre linearmente (a causa di diversi problemi)e crea delle pressioni anomale sulla cartilagine ( di solito all'esterno ) che , lentamente ma inesorabilmente infiammano , poi rammolliscono e quindi consumano lo strato di cartilagine arrivando alla classica artrosi

Così l'ho capita io dopo anni di "esperienza" ...:zapalott:






Bisogna lavorare negli ultimi gradi di estensione (30 -40 ) dove si evita anche il sovraccarico sulla rotula xchè maggiore è il piegamento e maggiori sono le pressioni tra rotula e femore ... assolutamente da evitare

Quindi se ho capito bene bisogna evitare eliminare lo "scorrimento non lineare", in modo tale che la cartilagine non si consuma e tutto ritorna apposto.. vero?
Per far ciò esistono solo gli esercizi per le gambe, quindi ripresa del tono muscolare?.
Nel mio caso è una condropatia di primo grado, quindi se riesco a far ritornare la rotula con uno scorrimento adeguato ritornerei in ottima forma...
Quindi tutto sta nel risolvere il problema dello scorrimento della rotula, prima che è troppo tardi...sempre se ho capito bene.
Sto cercando degli esercizi apositi da fare a casa, ma non riesco a trovare nulla...
 
Upvote 0

m-dis

Biker cesareus
3/10/08
1,735
33
0
54
osimo
Quindi tutto sta nel risolvere il problema dello scorrimento della rotula, prima che è troppo tardi...sempre se ho capito bene.
Sto cercando degli esercizi apositi da fare a casa, ma non riesco a trovare nulla...

Bisogna xò vedere cos'è che provoca uno scorrimento "scorretto" , malallineamento , lassità legamentosa , etc ... e di solito è un'insieme di cause x cui abbastanza difficile da affrontare , non da soli ed a caso !
 
Upvote 0

alphabike2006

Biker superioris
5/30/06
853
0
0
Sud(NA)
Bisogna xò vedere cos'è che provoca uno scorrimento "scorretto" , malallineamento , lassità legamentosa , etc ... e di solito è un'insieme di cause x cui abbastanza difficile da affrontare , non da soli ed a caso !
Se non sbaglio una volta una fisiatra mi disse che facendo spesso stretching(lo facevo spesso anche alle gambe), ciò causava i legamenti lassi,
strano perchè leggevo che lo stretching è consigliato in caso di condropatia, non dovrebbe peggiorare le cose?.
Malallineamento non credo perchè se no il problema si sarebbe presentato anche in precedenza.
In caso fossero i legamenti lassi, come si possono riportare allo stato normale?
la visita l'avrò tra una quindicina di giorni, però nel frattempo cercavo di capirne di più...
 
Upvote 0