Alla conquista dell'Etna!! #solocosemeravigliose....mtb & non

wreck

Biker serius
5/25/09
166
4
0
anywhere on trail...
Bike
Mtb&road
Etna. Punto.

Ottobre 2017, la missione è conquistare "Iddu", il vulcano Etna.

Il gruppo "#solocosemeravigliose mtb & non" formato da Sereno, Bidola, Kekks, Glicemia, il Principe ed il Duca parte da casa, con davanti 1100 km di pulmino e carica a mille.

Tanti giri sono stati fatti finora, Dolomiti, Alpi, Roc, Sardegna...tutti bellissimi e ad altissima gradazione alcolica...siamo sicuri che andrà così anche questa volta. Tappa intermedia a Matera (posto unico) e arrivo alla nostra base a Giardini Naxos a Villa Raineri, dove due signore gentilissime ci coccoleranno per tutto il soggiorno.

Day 1: check delle mtb, cominciamo a conoscere il territorio ed esploriamo le Gole di Alcantara: risaliamo il fiume omonimo, attraversiamo infinite piantagioni di limoni e arriviamo alle Gole. Bellissime e mentre sorseggiamo un caffè ci viene la malsana idea di chiedere info per il body- rafting (che faremo ovviamente- noi bimbi cresciuti non ci facciamo mancare niente...-, esperienza indimenticabile in positivo e negativo, ma questa è un'altra storia!). Proseguiamo e dopo aver passato una vecchia centrale idroelettrica ed una rampa in cemento al 30% arriviamo a Castiglione di Sicilia, borgo molto carino con immancabile cannolo al bar. Passiamo per la vecchia ferrovia "trans....qualcosa" riconvertita (a metà...poi evidentemente i fondi sono finiti) fino al Monte Salice ammirando da sopra Linguaglossa. Alla nostra destra annusiamo intanto "Iddu".....è veramente alto, "chissà se ce la faremo...."

Single-track inediti, sterrati di servizio che portano a coltivazioni in posti impensabili e arriviamo a Calatabiano e poi Giardini dove troviamo subito il posticino che sarà la nostra metà alcolica per il soggiorno: Sikanie Express, un chioschetto top. Come primo giorno ci portiamo a casa un 52x1150, qualche pestone (vero Glicemia? La prossima volta non frenare sulla pietra viscida....:-)), tanto gas e l'impressione di essere in un posto davvero atipico.

Foto e itinerario gps: https://itinerari.mtb-mag.com/tours/view/18682


Day 2: cominciano a prudere le gambine....ci avviciniamo al vulcano! Per diventargli amici....abbiamo deciso che la prima volta doveva essere con una guida. Troviamo on-line il mitico Maurizio di http://www.etnabiketours.com/, che scopriamo essere anche l'organizzatore della Etna Marathon etc etc. Persona squisita, gentilissima e disponibile: appuntamento a Milo nella loro sede per poi partire in pulmino. Partenza da sotto il Monte Vetore (vicino al Rif. Sapienza) per la circumnavigazione del vulcano: paesaggio lunare, si pedala in strade di lava con un piacevolissimo scricchiolio sotto le gomme: a destra le Bocche Sommitali ci tengono d'occhio, lo sanno che saranno conquistate uno di questi giorni! Single-tracks sulla lava, passaggi dove la paura era di cadere e tagliarsi con la roccia appuntita ci accompagna prima a Piano Provenzana poi nella discesa Kamikaze della Marathon: che figata, sfruttiamo ancora le rampe posizionate per la gara e il percorso pulito. Siamo nel parco giochi del biker! Arriviamo a Milo dove una birra e cannolo al bar del paese non ce li toglie nessuno. Foto di rito con Maurizio e ciao ciao! Altri 53kmx1100

Foto e Gps: https://itinerari.mtb-mag.com/tours/view/18684


Day3: giornata bike-off: si fa rafting nelle Gole! Acqua a 13°, per fortuna ci danno le mute da 5mm felpate, calzari e caschi: ci fanno firmare la liberatoria e dopo capiremo il perchè. Saliamo per le Gole controcorrente, si scivola, ci si tuffa come dei Fantozzi ridicoli aggrappandoci alle sporgenze, cavoli che fatica, finché non si torna indietro. E' tutta una centrifuga: botte a dx, a sx, sopra, sotto, caviglie che si girano, freddo da paura....alla fine tornare alla base è una liberazione. Bello, sì ok, ma cavoli è stata dura! E infatti il giorno dopo avevo la febbre, mannaggia!


Day4: Parco dei Nebrodi. Appuntamento a Randazzo ancora con Maurizio alla scoperta di questo posto tecnicamente povero ma con paesaggi meravigliosi: almeno per quel poco che ricordo, la febbre a 39° mi ha fatto abbandonare il giro a metà, ero una palla al piede del gruppo, quindi mi sono sganciato per spurgare i brividi sul pulmino. Tachipirina e apprensione per il giorno dopo: cmq anche oggi 43kmx1350.

Foto e Gps: https://itinerari.mtb-mag.com/tours/view/18685


Day5: in attesa del main event del giorno successivo decidiamo di staccare la spina e stare in zona a zonzo: zaini con costume e telo, divisa da bici e via. Bagno a Isola Bella e poi saliamo a Taormina in bici: Teatro greco, giro in centro, foto da urlo e stop al Bam Bar con la granita più buona del mondo e poi ideona: Castelmola (ma sì dai, una passeggiata....). Rampa al 30% su cemento ci taglia le gambine ma ci pensiamo noi: spaghettino in Piazza al Bar Turrisi (chi non lo conosce....ci vada....è stata una scoperta....molto particolare..eheheheh.....). E' ora di tornare: asfalto, giammai! Scopro con viewranger una stradina alternativa per tornare a Giardini. Mulattiere, passaggi su roccia, stradine chiuse da anni ci fanno sentire un po' avventurieri (mah...esagero..). Aperitivo al baretto nostro e check per il gran giorno. Un 24x850 lo portiamo a casa anche oggi.....

Foto e Gps: https://itinerari.mtb-mag.com/tours/view/18686


Day6: all'attacco del vulcano. Il target sono le Bocche Sommitali: partiamo senza guida ma solo con l'ausilio dei nostri gps e files trovati in rete. Siamo fuori stagione, zero gente, quindi anche le guardie forestali chiudono un occhio... Partenza da Piano Provenzana dove lasciamo il pulmino. Si sale, si sale e poi si sale: solo salita al 10/12/14% per 10 km dove facciamo 1500 metri di dislivello positivo: le gambe friggono, la schiena urla, il respiro è affannoso, per fortuna il tempo è bello. Sole, 26 gradi alla partenza e 9 in cima. Si riesce a pedalare bene, non puoi strappare ma devi salire di ritmo, altrimenti rimbalzi. Dopo poco più di due ore di pedalata arriviamo a quota 3100. Il fondo è mosso, abbandoniamo le bici e facciamo gli ultimi 150m a piedi. Il cuoricino batte forte per l'emozione e quando arriviamo in cima a 3245, insomma....cavolo....che spettacolo. Un forte odore acre e nuvolette escono dalle Bocche, forse è la suggestione (mi sa...) o forse sentiamo davvero un rumore di attività che arriva da dentro. Foto di rito, urla, attimi di raccoglimento per la nostra piccola impresa e il freddo ci consiglia di tornare giù. Ci aspettano 45' di discesa a palla dove però è un attimo fare il dritto nei tornanti con rocce laviche che ti aspettano quindi....mano ai freni che è meglio! Sosta al vecchio Osservatorio Etneo (in disuso?) poi di nuovo giù a palla. Non ci rilassiamo ancora perchè abbiamo appuntamento al Ristorante da Rinuccio dove la giornata finisce in gloria e tanta birra....

L'emozione di salire in cima alle Bocche Sommitali è stata grandissima: l'orizzonte comincia a curvarsi a quell'altezza, è stata un'esperienza veramente grande quasi mistica. Grazie Etna, grazie Iddu!

Foto e Gps: https://itinerari.mtb-mag.com/tours/view/18680


Il gruppo "#solocosemeravigliose" ha colpito ancora. Siamo un bel gruppo di amici, uniti dalla stessa passione. Grazie ragazzi e viva la mtb, sempre!!

To be continued....ottobre '18 Elba....
 
Last edited:
  • Like
Reactions: gaddo

Ultimi itinerari e allenamenti