News Yeti cancella la parola "Tribe" dai suoi raduni per rispetto dei nativi americani

sideman

Biker incredibilis
9/19/05
12,320
5,460
0
Firenze/Castelfranco di Sopra
Visit site
Bike
Cannondale Trigger Giant e.Trance SX0
Secondo me invece, quando si parla di rispetto, ogni passo avanti è da accogliere con plauso.

un conto è il rispetto che come dice @fafnir si dimostra con i fatti
altro conto è l'idiozia camuffata da rispetto che eleva l'ipocrisia (con i soldi che contano sempre più di ogni altra cosa....) ai massimi livelli

sid
 

MauroPS

Biker acciaccatus
1/29/17
3,988
3,164
0
56
Vicino Udine.
www.pistocco.com
Bike
Ragley Big AL
un conto è il rispetto che come dice @fafnir si dimostra con i fatti
altro conto è l'idiozia camuffata da rispetto che eleva l'ipocrisia ai massimi livelli

sid

in realtà state ragionando sull'uso della parola TRIBE da italiani, non da nativi americani. ovvio che non ci trovate nulla di strano ad usarla, ma se un nativo americano (che lavora sponsorizzato dalla YetI) ha fatto la petizione, vuol dire che il problema era sentito.

poi se leggete gli articoli che ho riportato capite meglio il loro punto di vista.
 
  • Like
Reactions: sembola

sembola

Moderatur cartesiano
Staff member
Moderatur
2/27/03
50,137
8,257
0
56
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
ma basta con questa ipocrisia del cavolo.
e allora demoliamo il colosseo. demoliamo roma intera. demoliamo tutti i nostri monumenti del passato che furono costruiti attraverso gli schiavi.
C'è una piccola, ma sostanziale differenza. Stiamo parlando di avvenimenti di più di venti secoli fa e non esiste più nessuno che possa riconoscersi in una delle parti o sentirsi offeso dai simboli di quelle vicende.

Qua la cosa è abbastanza diversa, esistono ancora i discendenti degli oppressi (che in forma diversa lo sono tuttora), esistono i discendenti degli oppressori che ancora oggi celebrano tale oppressione, anche se almeno in parte per motivi diversi dal razzismo vero e proprio .

Mi permetto poi di far presente che parlare di "storia che non può essere cambiata" è una falsità o perlomeno un grosso fraintendimento. Quello che non può essere cambiato sono I fatti storici assodati ed incontrovertibili (almeno per chi segue i metodi scientifici ed il buon senso), per dire non si può "cambiare la storia" dell'impero romano o del furto della terra e dello sterminio a danno dei nativi americani . Ma l'interpretazione di questi fatti cambia e come nel tempo, perchè è pesantemente dipendente dallo spirito del tempo e dai valori di riferimento, per non dire di come gli avvenimenti storici vengano "narrati" dai media al grande pubblico, creando "fatti alternativi" . L'espansione continentale degli Stati Uniti è stata realizzata sottraendo la terra ai nativi con le buone o le cattive e sterminandoli a fucilate o sottraendogli i mezzi di sostentamento: questo è un fatto storico che al netto dei dettagli è difficilmente contestabile e non può essere cambiato. Poi però fino alla fine degli anni '60 gli indiani , anzi i pellirosse, erano mostrati al pubblico come dei selvaggi che assalivano i poveri pionieri, infidi e cattivi, sottotitolo "se lo meritavano".

Ecco, di fronte a richieste di forme di rispetto irrisorie rispetto a quanto subito è sconcertante che si accusi di "voler cambiare la storia" quando la narrazione di quella storia è stata per lunghissimo tempo completamente falsa.

Come dicono là, too little, too late. Forse anche un po' ipocrita, e fortemente motivato da ragioni commerciali. Meglio poco che niente.
 

sembola

Moderatur cartesiano
Staff member
Moderatur
2/27/03
50,137
8,257
0
56
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
in realtà state ragionando sull'uso della parola TRIBE da italiani, non da nativi americani. ovvio che non ci trovate nulla di strano ad usarla, ma se un nativo americano (che lavora sponsorizzato dalla YetI) ha fatto la petizione, vuol dire che il problema era sentito.
Oppure andate da un nostro emigrato nelle miniere del nord della Francia o del Belgio o dai suoi figli e nipoti, e chiamatelo macaroni e se obietta dategli del "buonista". Meglio che abbiate scarpe buone per correre, però ;-)
 
  • Haha
Reactions: MauroPS

pk71

Biker forumensus
12/15/08
2,000
1,841
0
Vicopisano
Visit site
Bike
Nicolai G16
Oppure andate da un nostro emigrato nelle miniere del nord della Francia o del Belgio o dai suoi figli e nipoti, e chiamatelo macaroni e se obietta dategli del "buonista". Meglio che abbiate scarpe buone per correre, però ;-)

Perché forse in quegli anni francesi e belgi, come gli svizzeri nel '70, non avevano ragione?
 

fafnir

Biker fantasticus
11/9/13
14,504
13,120
0
35
Padova
Visit site
Bike
Warden, Hightower, Venge
in realtà state ragionando sull'uso della parola TRIBE da italiani, non da nativi americani. ovvio che non ci trovate nulla di strano ad usarla, ma se un nativo americano (che lavora sponsorizzato dalla YetI) ha fatto la petizione, vuol dire che il problema era sentito.

poi se leggete gli articoli che ho riportato capite meglio il loro punto di vista.
Loro non hanno tolto la parola tribe e basta, lo hanno fatto e lo hanno pubblicizzato e sbandierato ai 4 venti, e scommetto un milione contro un bagigio che lo hanno fatto per migliorare la loro immagine, perché ormai va di moda così da quando è accaduto il fattaccio.
Nessuno se ne sarebbe accorto se avessero tolto la parola tranne appunto la parte offesa, invece hanno voluto provare ad ottenere l'ennesimo vantaggio dalla situazione, e a mio avviso hanno avuto l'esatto contrario del rispetto
 
  • Like
Reactions: Maiella and sideman

sideman

Biker incredibilis
9/19/05
12,320
5,460
0
Firenze/Castelfranco di Sopra
Visit site
Bike
Cannondale Trigger Giant e.Trance SX0
Qua la cosa è abbastanza diversa, esistono ancora i discendenti degli oppressi (che in forma diversa lo sono tuttora), esistono i discendenti degli oppressori che ancora oggi celebrano tale oppressione, anche se almeno in parte per motivi diversi dal razzismo vero e proprio .

il nodo è qui...
se la squadra dei redskins con quel nome celebra ad oggi l'oppressione di quel popolo...
e per conto mio non esiste, cosi come non esiste nel nome dato a una bicicletta...
 

sideman

Biker incredibilis
9/19/05
12,320
5,460
0
Firenze/Castelfranco di Sopra
Visit site
Bike
Cannondale Trigger Giant e.Trance SX0
Loro non hanno tolto la parola tribe e basta, lo hanno fatto e lo hanno pubblicizzato e sbandierato ai 4 venti, e scommetto un milione contro un bagigio che lo hanno fatto per migliorare la loro immagine, perché ormai va di moda così da quando è accaduto il fattaccio.
Nessuno se ne sarebbe accorto se avessero tolto la parola tranne appunto la parte offesa, invece hanno voluto provare ad ottenere l'ennesimo vantaggio dalla situazione, e a mio avviso hanno avuto l'esatto contrario del rispetto

esatto...
ad oggi c'è più gente incazzata che altro...
succede sempre quando si esagera e si supera il limite ....
da sempre cosi...l'effetto è assolutamente l'opposto
 
  • Like
Reactions: fafnir

fafnir

Biker fantasticus
11/9/13
14,504
13,120
0
35
Padova
Visit site
Bike
Warden, Hightower, Venge
esatto...
ad oggi c'è più gente incazzata che altro...
succede sempre quando si esagera e si supera il limite ....
da sempre cosi...l'effetto è assolutamente l'opposto
Se vuoi fare un bel gesto togli il nome che da fastidio e finita lì, lo fai subito e basta. Se rendi pubblica la cosa non fai altro che attirare antipatie verso la "vittima" che magari è più antipatica dopo che prima, funziona così da sempre.
Al marketing gliene frega poco di questo
 
  • Like
Reactions: sideman

MauroPS

Biker acciaccatus
1/29/17
3,988
3,164
0
56
Vicino Udine.
www.pistocco.com
Bike
Ragley Big AL
Loro non hanno tolto la parola tribe e basta, lo hanno fatto e lo hanno pubblicizzato e sbandierato ai 4 venti, e scommetto un milione contro un bagigio che lo hanno fatto per migliorare la loro immagine, perché ormai va di moda così da quando è accaduto il fattaccio.
Nessuno se ne sarebbe accorto se avessero tolto la parola tranne appunto la parte offesa, invece hanno voluto provare ad ottenere l'ennesimo vantaggio dalla situazione, e a mio avviso hanno avuto l'esatto contrario del rispetto

E meno male aggiungo. che siano d'esempio. A petizione pubblica si risponde pubblicamente, se poi a voi dà fastidio, fatevene una ragione.
E adesso corro a comprarmi una Yeti...
 

Hot

Biker nirvanensus
9/30/12
28,195
14,250
0
MI
Visit site
Bike
Varie
@Hot

ti svelo un'altra cosa che da quanto scrivi sembri non conoscere:
sul fatto che la razza per gli umani esista o no si dibatte e si è dibattuto da secoli...giusto per puntualizzare quello che tu spacci per certo, ma certo non è.
Sull'argomento sono in disaccordo perenne anche anche gli Antropologi


Detto questo e detto che ovunque puoi trovare teorie a favore dell'ipotesi della razza e della negazione della razza, una volta che è stato dimostrato che esistono differenze genetiche, chiamarli razza o no non è altro che una questione semantica (sega mentale)
Ciò che hai linkato da conto del dibattito sull'accettazione da parte di alcuni, che non ha nulla a che vedere con la realtà acclarata. Guarda caso sono gli stessi americani creazionisti: quelli che vogliono cancellare l'esistenza di Darwin, che credono fermamente che il mondo sia stato creato dal lunedì al sabato, che si dicono certi che i fossili siano stati seppelliti per fare un dispetto a loro, che fanno fatica ad accettare che le differenze razziali esitono certamente, ma tra primati. Per cui uno scimpanzè o un orango sono cugini strettissimi, che siedono semplicemente su un ramo parallelo della evoluzione umana.
Non esistono più "teorie", ma piuttosto esiste chi non accetta la realtà, come i terrapiattisti. Puoi scegliere di non credere alla forza di gravità... ma chissà perchè non vedo molta gente che prova a volare dal tetto degli edifici...
Non ho menzionato le differenze genetiche, perchè sono praticamente inesistenti, come ormai si sa (per certo, non per opinione) dalla mappatura del genoma, completata nel 2003. Evento che ha spostato la discussione da un piano inutilmente "filosofico" a quello reale, scientifico.
Tutti gli esseri umani discendono dagli stessi progenitori, che lasciarono le praterie dell'Africa diffondendosi per il globo, adattandosi gradualmente all'ambiente esterno. Si tratta di gruppi etnici, cosa ormai accertata e accettata da chiunque sia in grado di capire ciò che legge, se si apre un libro basato su basi scientifiche e non un manuale del KKK.
Quando si parla di etnia si fa riferimento a "una comunità caratterizzata da omogeneità di lingua, cultura, tradizioni e memorie storiche, stanziata tradizionalmente su un determinato territorio"
Non è assolutamente vero che esiste un dibattito da secoli. Si tratta di scoperte relativamente recenti. Se si vuole dibattere di questi argomenti si dovrebbe sapere di cosa si disquisisce, o almeno ci si informa.
Quello che è vero, piuttosto, che ci siamo trascinati per secoli un modo di vedere che faceva comodo a chi riempiva le navi di gente sottratta al proprio paese e ridotta in schiavitù o, in tempi più recenti, chi ha cremato milioni di persone per creare un nemico "esterno", per sottrarre i loro averi, togliere loro il controllo economico.
Credo che chiunque capisca bene che in entambi i casi le ragioni erano soprattutto economiche. Oggi chi parla ancora di razza, o si comporta da razzista, probabilmente lo fa soltanto per due ragioni. O forse tre
Una è la convenienza economica, l'altra la paura (evidente o latente) dell'altro, di quello che appare diverso...
Poi, infine, c'è la bieca ignoranza di gregge, ma confido che non è a questa categoria che appartiene chi frequenta questo forum.
 
Last edited:

sideman

Biker incredibilis
9/19/05
12,320
5,460
0
Firenze/Castelfranco di Sopra
Visit site
Bike
Cannondale Trigger Giant e.Trance SX0
Ciò che hai linkato da conto del dibattito sull'accettazione da parte di alcuni, che non ha nulla a che vedere con la realtà acclarata. Guarda caso sono gli stessi americani creazionisti: quelli che vogliono cancellare l'esistenza di Darwin, che credono fermamente che il mondo sia stato creato dal lunedì al sabato, che si dicono certi che i fossili siano stati seppelliti per fare un dispetto a loro, che fanno fatica ad accettare che le differenze razziali esitono certamente, ma tra primati. Per cui uno scimpanzè o un orango sono cugini strettissimi, che siedono semplicemente su un ramo parallelo della evoluzione umana.
Non esistono più "teorie", ma piuttosto esiste chi non accetta la realtà, come i terrapiattisti. Puoi scegliere di non credere alla forza di gravità... ma chissà perchè non vedo molta gente che prova a volare dal tetto degli edifici...
Non ho menzionato le differenze genetiche, perchè sono praticamente inesistenti, come ormai si sa (per certo, non per opinione) dalla mappatura del genoma, completata nel 2003. Evento che ha spostato la discussione da un piano inutilmente "filosofico" a quello reale, scientifico.
Tutti gli esseri umani discendono dagli stessi progenitori, che lasciarono le praterie dell'Africa diffondendosi per il globo, adattandosi gradualmente all'ambiente esterno. Si tratta di gruppi etnici, cosa ormai accertata e accettata da chiunque sia in grado di capire ciò che legge, se si apre un libro basato su basi scientifiche e non un manuale del KKK.
Quando si parla di etnia si fa riferimento a "una comunità caratterizzata da omogeneità di lingua, cultura, tradizioni e memorie storiche, stanziata tradizionalmente su un determinato territorio"
Non è assolutamente vero che esiste un dibattito da secoli. Si tratta di scoperte relativamente recenti. Se si vuole dibattere di questi argomenti si dovrebbe sapere di cosa si disquisisce, o almeno ci si informa.
Quello che è vero, piuttosto, che ci siamo trascinati per secoli un modo di vedere che faceva comodo a chi riempiva le navi di gente sottratta al proprio paese e ridotta in schiavitù o, in tempi più recenti, chi ha cremato milioni di persone per creare un nemico "esterno", per sottrarre i loro averi, togliere loro il controllo economico.
Credo che chiunque capisca bene che in entambi i casi le ragioni erano soprattutto economiche. Oggi chi parla ancora di razza, o si comporta da razzista, probabilmente lo fa soltanto per due ragioni. O forse tre
Una è la convenienza economica, l'altra la paura (evidente o latente) dell'altro, di quello che appare diverso...
Poi, infine, c'è la bieca ignoranza di gregge, ma confido che non è a questa categoria che appartiene chi frequenta questo forum.

Peccato solo che l'argomento fino a poco tempo fa divideva sia antropologi forensi che antropologi fisici e di vari sondaggi (anche post anni 2000) tra questi a livello mondiale delineavano la dicotomia su tale interpretazione.
Che poi si sia voluto abolire il termine razza per fini "diciamo politici" è abbastanza chiaro, anche se si parla di razza un pò ovunque... sono note le strumentalizzazioni ed aberrazioni a fini ideologici, soprattutto politici, che hanno dato luogo al razzismo. Ed è per questo aspetto che molti autori hanno dato l'ostracismo al vocabolo razza o comunque manifestano una forte idiosincrasia al suo impiego anche in Antropologia.

Quello che non sopporto è il legare forzatamente il parlare di razze con il concetto che esistano razze superiori e razze inferiori, sempre sotto inteso quando si affronta l'argomento.

Perchè inserire nello stesso contesto il termine razza con il termine razzista non è altro che il facile giochino per conquistare consensi sull'argomento e parlo in generale.

Se cerco la definizione di Europoide, questo è quello che si trova:
Si distingue per la pigmentazione cutanea limitata, l'occhio orizzontale, i capelli cimotrichi (ondulati a sezione ovale) e il naso leptorrino (lungo e sottile)[10]. Le orbite sono subrettangolari; la fossa nasale alta e stretta, a forma di goccia allungata. La spina dorsale è ben marcata.
La pelosità corporea appare più abbondante rispetto a quella degli altri gruppi fisici (eccetto quella degli australoidi) e si riscontra accentuata tendenza a canizie (imbianchimento dei capelli) e alopecia androgenetica. La pigmentazione e la statura media presentano notevoli differenze tra i vari tipi fisici. I capelli e gli occhi chiari sono più frequenti nell'Europa del nord rispetto al resto del continente, mentre risultano rari nelle aree extraeuropee.

E quindi si ritorna a quello che avevo scritto sopra esemplificando le varie pappardelle sulla sega mentale esclusivamente semantica...
(e dimostra che forse al giorno d'oggi...il posto più "libero" e meno ipocrita del pianeta è... Porn Hub...) :-|

bona...
 
  • Like
Reactions: Offroad93

sideman

Biker incredibilis
9/19/05
12,320
5,460
0
Firenze/Castelfranco di Sopra
Visit site
Bike
Cannondale Trigger Giant e.Trance SX0
Se vuoi fare un bel gesto togli il nome che da fastidio e finita lì, lo fai subito e basta. Se rendi pubblica la cosa non fai altro che attirare antipatie verso la "vittima" che magari è più antipatica dopo che prima, funziona così da sempre.
Al marketing gliene frega poco di questo
Il problema che nessuno ha fatto un bel gesto, ma esclusivamente un gesto commerciale.
I bei gesti sono quelli della vita reale...non queste stronzate ipocrite per pulirsi la coscienza agli occhi dei più.
Tanto il mondo va avanti a mode e filoni... ma alla fine a nessuno frega un cazzo...Greta docet.
 
  • Like
Reactions: Sailman

fafnir

Biker fantasticus
11/9/13
14,504
13,120
0
35
Padova
Visit site
Bike
Warden, Hightower, Venge
E adesso corro a comprarmi una Yeti...
Per coerenza dovresti preoccuparti anche dei vietnamiti sfruttati per fare il telaio della yeti, a proposito di fatti.
Secondo me se la passano peggio di chi si è offeso a leggere "tribe"
 

Ultimi itinerari e allenamenti