Power meter per MTB che novità ci sono sul mercato? Consigli per l'acquisto cercasi

nexuspolaris

Biker forumensus
13/7/10
2.124
129
0
48
da Polignano a Mare ad Alassio
Si fa tanto parlare dei misuratori di potenza e degli allenamenti mirati che, un uso consapevole di questi strumenti, apportano nella vita ciclistico-agonistica con conseguenti miglioramenti. Non ultimo, io stesso ho iniziato ad allenarmi "seriamente", grazie al misuratore di potenza che ho montato sulla bdc (Assioma DUO).

Ad oggi, però, quell'allenamento, per quanto mirato e valido vista la crescita prestazionale che ne ho ricevuto, non è pienamente compatibile o rapportabile ad un uso fuoristradistico. In altre parole, l'allenamento in bdc non sostituisce l'allenamento in mtb. Affermazione che sembrerebbe ovvia ma più sale l'asticella e più certe differenze diventano marcate e distanti tra loro.

Vorrei acquistare un misuratore di potenza per la mtb così da iniziare a vedere quelle che sono le reali differenze tra i due mondi e dove gli allenamenti con il misuratore di potenza le fa divergere così da allenarmi in bdc senza stravolgere quella che è la mia indole fuoristradistica.

Quali sono i misuratori di potenza presenti ad oggi sul mercato? Quali hanno un ottimo rapporto qualità prodotto (precisione) e prezzo? Quali hanno batterie sostituibili e quali ricaricabili? Quali prendono i dati da entrambi i lati e quali da uno solo? Sono stati presentati o verranno presentati nuovi modelli di misuratori di potenza nelle fiere internazionali di biciclette e ciclismo in genere?

Io giro qui sul forum la mia domanda sperando che qualche utente mi dia una mano a scegliere il modello più adatto a me, ben sapendo che non esiste solo SRM sul mercato anche come prezzo. L'ideale sarebbe trovare qualcosa che sia, grosso modo, come l'Assioma DUO, ovvero, che misuri da entrambi i lati, abbia la batteria ricaricabile di lunga durata e costi meno di €800,00...

Magari la redazione di MTB-MAG, leggendo il mio post creerà uno "speciale" con l'aggiornamento dei modelli di misuratori di potenza attualmente sul mercato con tanto di schede riepilogative stile "
DC Rainmaker" ;-)
 

fitzcarraldo358

Biker imperialis
13/11/08
10.606
1.627
0
Romagna
Bike
Canfield, Antidote, Singular
L'ideale sarebbe trovare qualcosa che sia, grosso modo, come l'Assioma DUO, ovvero, che misuri da entrambi i lati, abbia la batteria ricaricabile di lunga durata e costi meno di €800,00...
per avere misurazione indipendente delle due gambe penso che l'unica opzione sia Rotor 2Inpower.
se invece basta la misurazione allo spider (che quindi assomma entrambi i lati ma non in modo indipendente) penso che Quarq e P2M siano le soluzioni più appetibili...
Magari la redazione di MTB-MAG, leggendo il mio post creerà uno "speciale" con l'aggiornamento dei modelli di misuratori di potenza attualmente sul mercato con tanto di schede riepilogative stile "
DC Rainmaker" ;-)
sarebbe interessante ma forse l'argomento non ha abbastanza appeal sul grande pubblico del magazine per un giustificare un lavoro come quello di DCR...
 

 

nexuspolaris

Biker forumensus
13/7/10
2.124
129
0
48
da Polignano a Mare ad Alassio
DCR ogni tanto esce in MTB, magari fai prima a chiedere a lui se gli va di parlare di misuratori specifici per mtb.
Ho già chiesto a DCR... Mi ha risposto che, semplicemente, non é il suo campo la MTB è che non ha un interesse "principale" come lo ha con tutto quello che riguarda triathlon, ciclismo su strada e corsa...

Inviato dal mio BLA-L09 utilizzando Tapatalk
 

Derapage

Biker popularis
21/8/14
59
7
0
Marcon
Le marche principali sono quarq, rotor, stages e da poco anche fsa.
Dipende da che guarnitura monti, se vuoi un pm compatibile con quella che hai già o vuoi una cosa integrata.
Per esempio se hai già una xx1 puoi prendere solo lo spider quarq e risparmi qualcosa.
Il problema dei pm nella mtb è il continuo cambio di standard di movimenti centrali, anche tra le varie marche di bici, quindi il consiglio che posso darti è se hai intenzione di prendertene uno assicurati di tenerti per qualche tempo la tua bici.
 
  • Mi piace
Reactions: nexuspolaris

nexuspolaris

Biker forumensus
13/7/10
2.124
129
0
48
da Polignano a Mare ad Alassio
falso, lo spider Quarq monta solo su pedivelle Quarq, le Sram hanno attacco 3 bulloni mentre le quarq 8 bulloni.
Mi ricordavo qualcosa del genere... Ad ogni modo mi servirebbe un misuratore di potenza che legga da entrambi i lati.

Ho visto i nuovi Rotor con le corone ad innesto diretto ed é un sistema proprietario che non mi piace.

Per il resto sarebbe un misuratore di potenza ideale, con batteria ricaricabile e lettura sui due lati oltre che avere il sistema elettronico protetto nel movimento centrale...

Inviato dal mio BLA-L09 utilizzando Tapatalk
 

fitzcarraldo358

Biker imperialis
13/11/08
10.606
1.627
0
Romagna
Bike
Canfield, Antidote, Singular
Mi ricordavo qualcosa del genere... Ad ogni modo mi servirebbe un misuratore di potenza che legga da entrambi i lati.

Ho visto i nuovi Rotor con le corone ad innesto diretto ed é un sistema proprietario che non mi piace.

Per il resto sarebbe un misuratore di potenza ideale, con batteria ricaricabile e lettura sui due lati oltre che avere il sistema elettronico protetto nel movimento centrale...
se ti serve la misurazione indipendente di entrambi i lati, Rotor è la tua unica opzione.

quarq come gli altri a spider misurano il totale delle due gambe, poi ti danno un valore di bilanciamento ma non viene da misura indipendente.
 

nexuspolaris

Biker forumensus
13/7/10
2.124
129
0
48
da Polignano a Mare ad Alassio
se ti serve la misurazione indipendente di entrambi i lati, Rotor è la tua unica opzione.

quarq come gli altri a spider misurano il totale delle due gambe, poi ti danno un valore di bilanciamento ma non viene da misura indipendente.
In un'uscita di allenamento su strada questi sono i miei "soliti" valori di bilanciamento di entrambe le gambe misurate con gli Assioma Duo... 50%-50%

Credete possa bastarmi anche un misuratore che prenda il valore totale e lo divida oppure in MTB é importante la precisione del dato come in bdc?


Inviato dal mio BLA-L09 utilizzando Tapatalk
 

hjan

Biker popularis
22/12/10
48
4
0
Genova
In un'uscita di allenamento su strada questi sono i miei "soliti" valori di bilanciamento di entrambe le gambe misurate con gli Assioma Duo... 50%-50%

Credete possa bastarmi anche un misuratore che prenda il valore totale e lo divida oppure in MTB é importante la precisione del dato come in bdc?

Ti rispondo da stradista che sta approcciando la mtb.
Il valore del bilanciamento è secondo me sovrastimato come reale utilizzo (come del resto svariate metriche dei pedali tipo le proprietarie garmin) ai fini dell'allenamento, vuoi perchè il bilanciamento è in funzione non solo dell'individuo e della sua postura ma anche del carico allenante, ci sono studi che mostrano come il bilanciamento tenda al 50/50 in prossimità di sforzi in soglia per passare a tendenze verso arto dominante in caso di allenamento blando o a ritmi sottosoglia. Forse in caso di recupero da infortunio potrebbe avere senso però non credo sia il tuo caso.
Io su strada ho rotor 2inpower che trovo un grande strumento e misura anche lui l/r diretto, anche se ti devo dire la verità sono mesi che non guardo le percentuali che escono a fine giro e manco ho il campo nelle schermate del garmin, per la mtb mi stavo orientando al p2max ng-eco da mettere sulla guarnitra sram, tanto il dato che mi interessa ovvero la potenza c'è e risparmio :)
 
  • Mi piace
Reactions: gasht and kikhit

nexuspolaris

Biker forumensus
13/7/10
2.124
129
0
48
da Polignano a Mare ad Alassio
Ti rispondo da stradista che sta approcciando la mtb.
Il valore del bilanciamento è secondo me sovrastimato come reale utilizzo (come del resto svariate metriche dei pedali tipo le proprietarie garmin) ai fini dell'allenamento, vuoi perchè il bilanciamento è in funzione non solo dell'individuo e della sua postura ma anche del carico allenante, ci sono studi che mostrano come il bilanciamento tenda al 50/50 in prossimità di sforzi in soglia per passare a tendenze verso arto dominante in caso di allenamento blando o a ritmi sottosoglia. Forse in caso di recupero da infortunio potrebbe avere senso però non credo sia il tuo caso.
Io su strada ho rotor 2inpower che trovo un grande strumento e misura anche lui l/r diretto, anche se ti devo dire la verità sono mesi che non guardo le percentuali che escono a fine giro e manco ho il campo nelle schermate del garmin, per la mtb mi stavo orientando al p2max ng-eco da mettere sulla guarnitra sram, tanto il dato che mi interessa ovvero la potenza c'è e risparmio :)
Infatti neanche io visualizzo le percentuali degli Assioma Duo sul Garmin e ti confermo come nelle pedalate blande i valori equilibrati che ho evidenziato, seppur in un'uscita di 3 ore, tendono a discostarsi dell' 1% circa sul bilanciamento passando al 49%-51%

Ho voluto indicare il bilanciamento solo a scopo valutativo per la scelta del misuratore di potenza.

Un Rotor inpower (singolo) o 2inpower (doppio) sarebbe la mia prima scelta ma non mi convince il sistema di aggancio della corona.

Ecco, tralasciando il sistema "proprietario" di innesto della corona e prendendo in considerazione i dati di bilanciamento, non solo, gli allenamenti specifici verrebbero fatti maggiormente in bdc con gli Assioma Duo, avrebbe senso prendere il 2inpower o basterebbe la versione inpower? Che problemi di gestione informazioni potrei riscontrare? Ovviamente dovrei fare un test cp20' anche con questo misuratore per poter avere un dato rapportabile a quello estrapolato dagli Assioma...



Inviato dal mio BLA-L09 utilizzando Tapatalk
 

kikhit

Biker incredibilis
9/12/03
12.241
156
0
Torino
www.thegroupmtb.it
In un'uscita di allenamento su strada questi sono i miei "soliti" valori di bilanciamento di entrambe le gambe misurate con gli Assioma Duo... 50%-50%

Credete possa bastarmi anche un misuratore che prenda il valore totale e lo divida oppure in MTB é importante la precisione del dato come in bdc?

Inviato dal mio BLA-L09 utilizzando Tapatalk

Ti rispondo da stradista che sta approcciando la mtb.
Il valore del bilanciamento è secondo me sovrastimato come reale utilizzo (come del resto svariate metriche dei pedali tipo le proprietarie garmin) ai fini dell'allenamento, vuoi perchè il bilanciamento è in funzione non solo dell'individuo e della sua postura ma anche del carico allenante, ci sono studi che mostrano come il bilanciamento tenda al 50/50 in prossimità di sforzi in soglia per passare a tendenze verso arto dominante in caso di allenamento blando o a ritmi sottosoglia. Forse in caso di recupero da infortunio potrebbe avere senso però non credo sia il tuo caso.
Io su strada ho rotor 2inpower che trovo un grande strumento e misura anche lui l/r diretto, anche se ti devo dire la verità sono mesi che non guardo le percentuali che escono a fine giro e manco ho il campo nelle schermate del garmin, per la mtb mi stavo orientando al p2max ng-eco da mettere sulla guarnitra sram, tanto il dato che mi interessa ovvero la potenza c'è e risparmio :)

Sono d'accordo con te e la mia esperienza è in linea con quanto hai riportato, per il discorso bilanciamento.Salvo recuperi da infortunio, gravi asimmetrie tra i due arti, ecc., è un dato non particolarmente importante per l'allenamento.

Sto usando da qualche mese il p2max ng-eco, con il quale sono stato omaggiato dell'upgrade del bilanciamento appunto (che poco mi interessava ma visto che era un regalo..), e mi ci trovo bene (su bdc).
 
  • Mi piace
Reactions: hjan

paolo_iati

Biker popularis
4/5/15
93
34
0
Infatti neanche io visualizzo le percentuali degli Assioma Duo sul Garmin e ti confermo come nelle pedalate blande i valori equilibrati che ho evidenziato, seppur in un'uscita di 3 ore, tendono a discostarsi dell' 1% circa sul bilanciamento passando al 49%-51%

Ho voluto indicare il bilanciamento solo a scopo valutativo per la scelta del misuratore di potenza.

Un Rotor inpower (singolo) o 2inpower (doppio) sarebbe la mia prima scelta ma non mi convince il sistema di aggancio della corona.

Ecco, tralasciando il sistema "proprietario" di innesto della corona e prendendo in considerazione i dati di bilanciamento, non solo, gli allenamenti specifici verrebbero fatti maggiormente in bdc con gli Assioma Duo, avrebbe senso prendere il 2inpower o basterebbe la versione inpower? Che problemi di gestione informazioni potrei riscontrare? Ovviamente dovrei fare un test cp20' anche con questo misuratore per poter avere un dato rapportabile a quello estrapolato dagli Assioma...



Inviato dal mio BLA-L09 utilizzando Tapatalk

Tempo fa avevo letto un articolo in rete (non sto riuscendo a trovarlo per condividerlo) sul perché un misuratore bilaterale fosse nettamente superiore a quello monolaterale: ci sono a volte delle differenze notevoli correlate con la tecnica ciclistica del rider (questo era il succo dell’articolo, basato su dati scientifici rilevato durante molte sessioni di test svolte con power meter bilaterali e monolaterale utilizzati dalla stessa persona).

Personalmente è una cosa che mi intriga tantissimo, mi piacerebbe averlo, per capire quanto realmente lavoro durante le uscite.

Il problema è il costo: € 1000 circa per un buon prodotto.






Inviato dal mio dispositivo mobile utilizzando l'app MTB MAG
 

fitzcarraldo358

Biker imperialis
13/11/08
10.606
1.627
0
Romagna
Bike
Canfield, Antidote, Singular
A me avere la misurazione indipendente delle due gambe sembra superfluo, però anche avere misurato solo un lato (come con stages, raceface, i rotor non 2in ecc...) mi sembra limitativo, soprattutto in mtb dove capita di pedalare a cadenze basse e le differenze tra le due gambe possono cambiare. La misura allo spider trovo sia una buona soluzione, anche se limitativa nella scelta della corona...
 
  • Mi piace
Reactions: nexuspolaris

nexuspolaris

Biker forumensus
13/7/10
2.124
129
0
48
da Polignano a Mare ad Alassio
A me avere la misurazione indipendente delle due gambe sembra superfluo, però anche avere misurato solo un lato (come con stages, raceface, i rotor non 2in ecc...) mi sembra limitativo, soprattutto in mtb dove capita di pedalare a cadenze basse e le differenze tra le due gambe possono cambiare. La misura allo spider trovo sia una buona soluzione, anche se limitativa nella scelta della corona...
Quindi, ricapitolando e, prendendo come ipotesi tu avessi già un misuratore preciso per i due lati sulla bdc, sulla MTB quale modello di misuratore di potenza prenderesti (su tutti) e perché?

Inviato dal mio BLA-L09 utilizzando Tapatalk