Perché questa incongruenza? gps64s

pla23

Biker novus
1/21/11
5
0
0
lecco
Buon giorno,
Io avrei un problema da risolvere riguardo il gps 64s.
Quando faccio un escursione e alla fine leggo sul computer di bordo i km. fatti mi da, ad esempio, km.15.02
ma quando scarico la traccia e la faccio leggere al programma BaseCamp e vado a visualizzare il grafico leggo che ho percorso km.13.9.
Perché questa incongruenza?
Io alla fine quanti km. ho percorso?
Quali sono in realtà i km. percorsi, quelli letti sul computer di bordo del 64s o quelli letti sul programma basecamp nel grafico.

Cordialmente vi ringrazio
 

Somis

Biker poeticus
6/23/14
3,835
979
0
Merano (BZ)
www.somis.name
Bike
Santa Cruz Bronson 2 CC, Ghost ASX 7500, Trek 4700
Da come ho capito leggendo in internet il GPS utilizza due algoritmi diversi per il calcolo della distanza, uno per la distanza che visualizzi sul display del dispositivo in tempo reale, un altro algoritmo per la registrazione del file l .fit/gpx, per questo motivo i due valori sono diversi. Quale sia quello più vicino alla realtà non lo so.
Tieni presente che all'interno di molti GPS è presente un'opzione per decidere in che modo vengono registrati i punti traccia (intervallo in secondi, modalità intelligente, ecc.). Già cambiando questa opzione dovrebbe cambiare la distanza del file .fit/gpx che poi importi in Basecamp, e se ho capito bene variando questa opzione non cambia invece il valore della distanza che leggi sul display del GPS, perchè appunto utilizza un diverso algoritmo di calcolo.
 
  • Like
Reactions: scratera

 

pla23

Biker novus
1/21/11
5
0
0
lecco
Grazie della risposta Somis, attualmente ho il gps Garmin GPSMAP 64s settato come registrazione:auto e come intervallo:normale, proverò a variare questi parametri per vedere se cambiano i km. letti in Basecamp
 

scratera

Biker nirvanensus
6/30/07
25,840
2,183
0
rovereto TN
Bike
...solo full...rigide...
Grazie della risposta Somis, attualmente ho il gps Garmin GPSMAP 64s settato come registrazione:auto e come intervallo:normale, proverò a variare questi parametri per vedere se cambiano i km. letti in Basecamp
...basecamp legge il file.gpx e legge le distanze tra un punto registrato e il seguente...più punti ho meno distanza tra due punti c'è e migliore è la precisione...naturalmente bisogna trovare il compromesso per le proprie esigenze...personalmente uso una registrazione a distanza impstata a 10m...occhio che non è propiro reale in quanto i garmin registrano sempre a tempo...ovvero se per fare 10 metri impiego 5,5 secondi il garmin registrarà allo scadere dei 6 secondi anche in questo caso... .prost:
..dai una letta alle considerazioni uso del 62s che ho in firma...hanno le stesse funzioni di base..
 

the.mtb.biker

Biker assatanatus
10/30/05
3,204
28
0
www.themtbbiker.com
Bike
a
Buon giorno,
Io avrei un problema da risolvere riguardo il gps 64s.
Quando faccio un escursione e alla fine leggo sul computer di bordo i km. fatti mi da, ad esempio, km.15.02
ma quando scarico la traccia e la faccio leggere al programma BaseCamp e vado a visualizzare il grafico leggo che ho percorso km.13.9.
Perché questa incongruenza?
Io alla fine quanti km. ho percorso?
Quali sono in realtà i km. percorsi, quelli letti sul computer di bordo del 64s o quelli letti sul programma basecamp nel grafico.

Cordialmente vi ringrazio

Potrebbe essere dovuto a due motivi, anche la somma di entrambi.

1)A differenza del GPS, che registra la traccia in 3 dimensioni, il software lavora su due dimensioni associando poi a ogni punto il suo dato altimetrico. Almeno, su CompeGPS ti da due misure distinte (con e senza proiezione).

Mi spiego meglio (spero si veda il triangolo rettangolo :-))
C
/ I
/ I
/ I
A-----B

Tu vai da A a C, in salita. Il GPS registra la distanza A-C.
Il software invece proietta sul piano la traccia che hai percorso, quindi dà come misura A-B.

Per il teorema di Pitagora, A-C (letto su GPS) sarà sempre maggiore di A-B (dato dal software).

Quindi, più il percorso è ondulato e maggiore sarà l'errore. Un po' come quando si misurano le distanze su una cartina piana, non saranno mai esatte al 100% (ma con pendenze fino al 12-15% l'errore è trascurabile).


2) Il GPS registra SEMPRE, ma salva nel GPX solo alcuni punti (in base alle impostazioni che gli hai dato: x tempo, x distanza, auto, ecc...).

La distanza data dal GPS è quella comprensiva di tutti i punti, mentre quella letta dal software è generata dalla traccia GPX che ha un numero di punti inferiore.
 

frder

Biker tremendus
11/7/06
1,259
28
0
Rimini
1)A differenza del GPS, che registra la traccia in 3 dimensioni, il software lavora su due dimensioni associando poi a ogni punto il suo dato altimetrico. Almeno, su CompeGPS ti da due misure distinte (con e senza proiezione).

Mi spiego meglio (spero si veda il triangolo rettangolo :-))
C
/ I
/ I
/ I
A-----B

Tu vai da A a C, in salita. Il GPS registra la distanza A-C.
Assolutamente no. Nei GPS la distanza calcolata è sempre riferita alla proiezione sul piano orizzontale, quindi la distanza A-B.

francesco
 

pla23

Biker novus
1/21/11
5
0
0
lecco
Scusate, non capisco.
Ma allora se la distanza calcolata è sempre riferita alla proiezione sul piano orizzontale, se io percorressi 1 km. in verticale sul mio gps leggerei una distanza di 0 metri?
 

Somis

Biker poeticus
6/23/14
3,835
979
0
Merano (BZ)
www.somis.name
Bike
Santa Cruz Bronson 2 CC, Ghost ASX 7500, Trek 4700
Scusate, non capisco.
Ma allora se la distanza calcolata è sempre riferita alla proiezione sul piano orizzontale, se io percorressi 1 km. in verticale sul mio gps leggerei una distanza di 0 metri?
E' così.
Con un sensore velocità montato alla ruota (i vecchi sensori + calamita sul raggio della ruota, oppure i nuovi sensori giroscopici) il discorso distanza cambia. Imposti la circonferenza della ruota dopo averla misurata, la distanza viene calcolata moltiplicando la circonferenza per il numero di volte che la calamita passa davanti al sensore. I problemi della precisione dei GPS sono comunque anche altri.
L'esempio che hai riportato è estremo, se fai conto di fare una salita al 10% costanti (10 km con dislivello di 1000 m), l'ipotenusa del triangolo sarebbe 10,05 km (vera distanza percorsa), ossia 50 metri in più su 10 km, l'errore è quindi relativamente basso.
 

skipper51

Biker superis
5/5/12
405
5
0
70
Nuoro
Assolutamente no. Nei GPS la distanza calcolata è sempre riferita alla proiezione sul piano orizzontale, quindi la distanza A-B.

francesco
Allora Francesco, perchè quando salvo la traccia dopo aver fatto un'escursione, vado a vedere i dati della traccia e il 64s mi dà SEMPRE una lunghezza maggiore di quella che mi ritrovo dopo averla trasferita al PC, sia usando Basecamp, sia usando Compegps....ad esempio il 64s mi dice che la traccia appena registrata è di 13.5 Km: a casa sul PC mi dà ad esempio 12 Km e le differenze dei 2 software (Basecamp e Compegps) sono trascurabili. Se il 64s mi dà sempre la traccia proiettata in orizzontale come mai la lunghezza è sempre maggiore di quella che mi ritrovo al PC?
 

frder

Biker tremendus
11/7/06
1,259
28
0
Rimini
Allora Francesco, perchè quando salvo la traccia dopo aver fatto un'escursione, vado a vedere i dati della traccia e il 64s mi dà SEMPRE una lunghezza maggiore di quella che mi ritrovo dopo averla trasferita al PC, sia usando Basecamp, sia usando Compegps....ad esempio il 64s mi dice che la traccia appena registrata è di 13.5 Km: a casa sul PC mi dà ad esempio 12 Km e le differenze dei 2 software (Basecamp e Compegps) sono trascurabili. Se il 64s mi dà sempre la traccia proiettata in orizzontale come mai la lunghezza è sempre maggiore di quella che mi ritrovo al PC?
La traccia registrata nel gps è IDENTICA alla traccia che trasferisci nel computer.
E' quindi evidente che si tratta solo di una diversa interpretazione dei dati in essa contenuti. Tempo fa avevo fatto delle prove con un foglio excel e mi pare di ricordare che il gps, avendo capacità di calcolo limitate, si limita a sommare le distanze fra i vari punti registrati.

I software nei computer invece sfruttano la potenza del processore per elaborare la traccia, cercando di eliminare eventuali errori di registrazione.

Se mi mandi la traccia vedo di recuperare il foglio excel che ho usato e ci do un'occhiata.

Ricordo ancora una volta che nel mondo GPS le distanze e le quote sono 2 mondi completamente separati. L'unico caso in cui vengono considerate insieme è quello del calcolo del rateo di planata quando si usano i gps in volo.

francesco
 

skipper51

Biker superis
5/5/12
405
5
0
70
Nuoro
La traccia registrata nel gps è IDENTICA alla traccia che trasferisci nel computer.
E' quindi evidente che si tratta solo di una diversa interpretazione dei dati in essa contenuti. Tempo fa avevo fatto delle prove con un foglio excel e mi pare di ricordare che il gps, avendo capacità di calcolo limitate, si limita a sommare le distanze fra i vari punti registrati.

I software nei computer invece sfruttano la potenza del processore per elaborare la traccia, cercando di eliminare eventuali errori di registrazione.

Se mi mandi la traccia vedo di recuperare il foglio excel che ho usato e ci do un'occhiata.

Ricordo ancora una volta che nel mondo GPS le distanze e le quote sono 2 mondi completamente separati. L'unico caso in cui vengono considerate insieme è quello del calcolo del rateo di planata quando si usano i gps in volo.

francesco
Ok Francesco, mi confermi che è quello che pensavo anch'io ma non ne ero sicuro. Registrando in automatico alla massima precisione o registrando a tempo, ho verificato degli "errori" di registrazione: ad esempio (ma ci sono anche altri errori) nei punti in cui mi fermo compare una ragnatela, dovuta all'imprecisione del Gps...in pratica è come se mi spostassi di qualche metro, il che non è, e il 64s registra dei punti "falsi". I software di cui parlavo è come se facessero una "ripulitura" della traccia eliminando i vari errori e in effetti ho verificato che è giusta la lunghezza traccia che mi danno Basecamp o Compe mentre la lunghezza che mi dà il 64s è chiaramente esagerata. La ripulitura può essere fatta anche a mano eliminando i punti chiaramente errati con i software citati e si vede come la traccia diminuisce in lunghezza...ecco, cosa che invece non sapevo è quella delle quote: ero convinto che il 64s considerasse anche i dislivelli per la distanza percorsa....in questo senso cercavo di giustificare la maggior distanza che mi dava nel percorso, visti i vari su e giù che mi capita di fare nelle mie escursioni mooolto accidentate...e invece a quanto mi dici non è così.
 

frder

Biker tremendus
11/7/06
1,259
28
0
Rimini
...ecco, cosa che invece non sapevo è quella delle quote: ero convinto che il 64s considerasse anche i dislivelli per la distanza percorsa....in questo senso cercavo di giustificare la maggior distanza che mi dava nel percorso, visti i vari su e giù che mi capita di fare nelle mie escursioni mooolto accidentate...e invece a quanto mi dici non è così.
Anche perchè considerando esatta la distanza nel piano di 12 km, e considerando esatta la distanza reale di 13.5 km, verrebbe fuori un dislivello di circa 6 km con una pendenza media di circa il 45%, che in effetti mi sembra un pò esagerata :mrgreen:

francesco
 
Last edited:

skipper51

Biker superis
5/5/12
405
5
0
70
Nuoro
Anche perchè considerando esatta la distanza nel piano di 12 km, e considerando esatta la distanza reale di 13.5 km, verrebbe fuori un dislivello di circa 6 km con una pendenza media di circa il 45%, che in effetti mi sembra un pò esagerata :mrgreen:

francesco
Si Francesco, il teorema di Pitagora dice questo...ma ti vorrei far vedere le escursioni che faccio! Il 14 Maggio per esempio ho fatto una tappa del Selvaggio Blu (quella relativa a Bacu Tenadili). Il Selvaggio Blu è probabilmente uno dei trekking più famosi e difficoltosi d'Europa (prova a cercare su Internet). Abbiamo fatto un percorso ad anello e il ritorno comprendeva una salita di 5 Km per un dislivello di 750 mt ...non esiste sentiero ma ci si arrampica dentro i Bacu (canyons) (sull'IGM si prende in salita da Bacu Maore, risalendo da Porto Cuao, zona Ogliastra, il Bacu Etrodoi...in certi punti si avanza sulle rocce aiutandosi con le braccia..) ...ci son volute 3 ore e mezzo solo per quel tratto (l'intera escursione di 14 km ha richiesto più di 8 ore). In pratica non esistono sentieri ma si va su pietraie e rocce (su Bacu Tenadili ci si arrampica per uscirne in punti esposti e con pendenze che ti lascio immaginare). Considerando le arrampicate e le disarrampicate forse ha ragione il 64s sulla lunghezza del percorso...per questo pensavo che tenesse conto anche dei dislivelli! Ti mando la traccia in privato così la controlli...
 
Last edited:

baburic

Biker novus
8/27/16
14
0
0
ciao a tutti,
mi collego a questa discussione perché possiedo anche io un gpsmap 64s che uso per trekking e scialpinismo e credevo erroneamente che la distanza che leggevo sul display a fine gita fosse quella reale e non la proiezione sul piano...
ora però ho acquistato anche un garmin fenix 3 che ha la possibilità di attivare la distanza 3d ( e anche la velocità 3d)che leggendo sul manuale sembra calcolare la famosa ipotenusa tra un punto traccia e il successivo durante l'escursione.
Vi risulta plausibile questa cosa? Hanno inserito un algoritmo che tiene conto della variazione di quota oltre che dello spostamento?
 

Somis

Biker poeticus
6/23/14
3,835
979
0
Merano (BZ)
www.somis.name
Bike
Santa Cruz Bronson 2 CC, Ghost ASX 7500, Trek 4700
Vi risulta plausibile questa cosa? Hanno inserito un algoritmo che tiene conto della variazione di quota oltre che dello spostamento?
Esattamente, se percorri 1 metro come distanza ed 1 metro di dislivello, con la distanza 3D attiva ti segnerà 1,41 m (diagonale del quadrato) di distanza percorsa, mentre con la distanza 3D disattiva ti segnerà 1 m.