ORSO: come comportarsi...

gnafo

Biker superis
10/9/08
324
0
0
Ottawa - Canada
Visit site
Avere paura di ciò che non si conosce è normale: però i mezzi per conoscere ci sono, se li si vuole adoperare. Il che consente di farsi un'idea e conseguentemente valutare il "pericolo orso": che, a giudicare da quanto avviene in Abruzzo (e nel resto dell' Europa) ad oggi non esiste visto non risultano aggressioni ad esseri umani.

Giustissimo voler evitare lo stesso un "pericolo potenziale" non andando dove esso è presente: allora però occorre non andare dove ci sono i cani liberi o i randagi o dove sono le vipere, questi sì pericoli reali ed effettivi. E invece si va lo stesso...

Sul discorso della reintroduzione ci sarebbe molto da dire, soprattutto sulla pretesa che sia l'ambiente a doversi adattare alle esigenze dell'uomo e non viceversa. Peccato che ogni tanto la natura ci ricordi che è più forte di noi...

Quoto! Ripeto rispetto per tutti: ambiente innanzi tutto il che vuole dire animali (tutti) e tutto cio che lo compone e come detto gia detto conoscenza dei reali problemi. Ragazzi per farvi un esempio chiaro: tutte le domeniche pedalo in area protetta non grandissima circa 120 km x 80 km, bhe sono censiti circa 200-250 orsi... sapete quante volte mi e' capitato di vedere un orso? 1!!! (ed era distante 200 m ed e' scappato a gambe levate). Per cui non fascatevi la testa, in Italia per ora il problema e' poca cosa, e personalmente mi ritengo fortunato che anche sul nostro bellissimo territorio ricompaiano, seppur in modo minore, animali cosi affascinanti come il lupo e l'orso.
 

offROADisNOTaCRIME

Biker corsarus
5/10/06
11,901
5
0
35
TARANTO-LECCE
Visit site
Secondo me la differenza tra orso ed altri pericoli è analoga a quella di chi ha paura dell'aereo. E' chiaro che l'aereo è il mezzo più sicuro, però c'è chi ha paura, ma viaggia tranquillamente in macchina. Io non ho paura di volare, oramai ci ho preso il callo, perl sono nella categoria "beh, un po' ci penso" per la mia completa impotenza nel caso di un problema durante un volo.

Tornando alla nostra discussione, ritengo che si possa fare un parallelo: la vipera la posso evitare? il cane randagio? posso fare qualcosa per evitarli (guardare più avanti ad esempio). Se mi mordono posso morire? E' già più difficile sia nel caso della vipera che del cane.

Se incontro un orso e mi aggredisce? Forse va peggio.
Quindi la probabilità è minore, ma il danno potenziale è maggiore.

Questa è la mia sensazione e questo mi porta ad avere timore e quindi a pensarla in un certo modo. Razionalmente sono d'accordo con te, dovrei avere più paura del cane randagio, però c'è il mio istinto a fare baccano.... ;-)

esatto o-o

non posso che quotare!
 

gnafo

Biker superis
10/9/08
324
0
0
Ottawa - Canada
Visit site
ma un giorno stavo scendendo da un sentiero (a piazzola:spetteguless:) e ho visto due cervi....poco dopo un contadino che abita li vicino mi ferma e mi chiede cosa erano perchè due giorni prima gli erano sparite delle pecore....:cucù:

bhooo!! ripeto meglio i lupi agli orsi! :celopiùg:
l'orso se ti attacca hai voglia a fermarlo...un lupo almeno ci si può riuscire!

I lupi a Piazzola non sarebbe poi cosi male... potremmo ribatezzare la Cruss de l'omm -
Cruss del luff!!!
Ps mi sa che erano cervi li ho visti anche io qualche volta.
 

sembola

Moderatur cartesiano
Staff member
Moderatur
2/27/03
50,138
8,259
0
56
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
@rover: continuo a non capire perchè un orso dovrebbe aggredire qualcuno, visto che non ci sono in tutta Europa segnalazioni di aggressioni ad esseri umani da decine e decine di anni. E in Abruzzo, dove ce ne sono molti di più che in Trentino e da più tempo, hanno al massimo rubato il formaggio dalle cantine... Allo stesso modo trovo un po' specioso sostenere che un orso non si può evitare ed un cane sì: quando il maremmano esce da dietro la curva che fai, ti teletrasporti? (e sapessi quanti ce ne sono qui allegramente a spasso per la campagna... se hai paura dei cani meglio diventare stradisti)-

Per concludere, conoscere le abitudini dell'animale va benissimo, alimentare una psicosi va meno bene. :prost:
 

rovermtb

Moderatur Beatus
Perché sono animali e gli animali sono imprevedibili. Date le dimensioni e la poca confidenza non mi lasciano tranquillo. Si veda che altri hanno una confidenza maggiore con gli animali di quanta ne abbia io.

Nessuno sta gridando all'orso all'orso, si stanno solo espondendo delle considerazioni sul perché non ci si possa sentire tranquilli. Considerazioni che possono essere condivise o meno, ma sono stati d'animo: l'ho ben ammesso che possono essere poco razionali, ma ci sono ;-)

Come è stato detto già prima, è chiaro che abbiamo opinioni divergenti in merito... :prost:
 

sembola

Moderatur cartesiano
Staff member
Moderatur
2/27/03
50,138
8,259
0
56
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
Perché sono animali e gli animali sono imprevedibili.
Date le dimensioni e la poca confidenza non mi lasciano tranquillo. Si veda che altri hanno una confidenza maggiore con gli animali di quanta ne abbia io.

Nessuno sta gridando all'orso all'orso, si stanno solo espondendo delle considerazioni sul perché non ci si possa sentire tranquilli. Considerazioni che possono essere condivise o meno, ma sono stati d'animo: l'ho ben ammesso che possono essere poco razionali, ma ci sono ;-)

Come è stato detto già prima, è chiaro che abbiamo opinioni divergenti in merito... :prost:

La mia opinione è che in Trentino da anni è in atto una campagna allarmistica contro l'orso e contro la gestione faunistica provinciale, a colpi di articoli senzazionalistici e con toni apocalittici sulla stampa locale. E certi stati d'animo non sono estranei a questa campagna, le cui motivazioni ed obbiettivi non sono molto limpide. Resta da capire perchè in Abruzzo, dove gli orsi sono molto più numerosi e si spingono spesso a valle, non esistono più toni di questo tipo.

In ogni caso, gli animali fanno parte del "giochino", selvatici o no, autoctoni o allevati, cani e cinghiali, zecche, api e zanzare. Alla fin fine siamo noi gli estranei nella natura, e non loro, per cui conoscerli (anche per evitarli) è l'unica cosa sensata.
 

gnafo

Biker superis
10/9/08
324
0
0
Ottawa - Canada
Visit site
La mia opinione è che in Trentino da anni è in atto una campagna allarmistica contro l'orso e contro la gestione faunistica provinciale, a colpi di articoli senzazionalistici e con toni apocalittici sulla stampa locale. E certi stati d'animo non sono estranei a questa campagna, le cui motivazioni ed obbiettivi non sono molto limpide. Resta da capire perchè in Abruzzo, dove gli orsi sono molto più numerosi e si spingono spesso a valle, non esistono più toni di questo tipo.

In ogni caso, gli animali fanno parte del "giochino", selvatici o no, autoctoni o allevati, cani e cinghiali, zecche, api e zanzare. Alla fin fine siamo noi gli estranei nella natura, e non loro, per cui conoscerli (anche per evitarli) è l'unica cosa sensata.

Non conosco i casi specifici, ma credo di ricordare che in Abruzzo la risorsa orso sia stata gestita in modo oculato e non sensazionalistico. Risultato ora si e' arrivati a comprendere che una convivenza e' possibile ed augurabile.
Parere personale: ho scelto di fare MTB per stare a contatto con la natura con tutto quello che la caratterizza, fatica e a volte anche paura come ad esempio di cadere lungo un ripidone ecc (che puo essere assai pericloso). Non sopporterei di pedalare in un suo surrogato sterile tipo gardaland, pensato solo per il mio divertimento.
 

maxITR

Biker tremendus
La mia opinione è che in Trentino da anni è in atto una campagna allarmistica contro l'orso e contro la gestione faunistica provinciale, a colpi di articoli senzazionalistici e con toni apocalittici sulla stampa locale. E certi stati d'animo non sono estranei a questa campagna, le cui motivazioni ed obbiettivi non sono molto limpide. Resta da capire perchè in Abruzzo, dove gli orsi sono molto più numerosi e si spingono spesso a valle, non esistono più toni di questo tipo.

In ogni caso, gli animali fanno parte del "giochino", selvatici o no, autoctoni o allevati, cani e cinghiali, zecche, api e zanzare. Alla fin fine siamo noi gli estranei nella natura, e non loro, per cui conoscerli (anche per evitarli) è l'unica cosa sensata.

In Trentino vivono grazie anche al turismo e la presenza di un animale come l'orso può allontanare i turisti.Non vorrei sbagliarmi ma credo che da quelle parti ne abbiano ammazzato uno o addirittura tutta la famiglia.
Comunque se dovessimo avere paura di tutti i pericoli che ci sono in giro,non dovremmo neanche mettere il naso fuori di casa.
Anch'io avrei molta paura se mi trovassi davanti ad un orso,pero' dobbiamo convivere con gli animali,basta stare lontani a quelli piu' pericolosi. A me fanno più paura certe persone che girano per strada che un animale che si fa i fatti suoi A CASA SUA!
 

offROADisNOTaCRIME

Biker corsarus
5/10/06
11,901
5
0
35
TARANTO-LECCE
Visit site
La mia opinione è che in Trentino da anni è in atto una campagna allarmistica contro l'orso e contro la gestione faunistica provinciale, a colpi di articoli senzazionalistici e con toni apocalittici sulla stampa locale. E certi stati d'animo non sono estranei a questa campagna, le cui motivazioni ed obbiettivi non sono molto limpide. Resta da capire perchè in Abruzzo, dove gli orsi sono molto più numerosi e si spingono spesso a valle, non esistono più toni di questo tipo.

In ogni caso, gli animali fanno parte del "giochino", selvatici o no, autoctoni o allevati, cani e cinghiali, zecche, api e zanzare. Alla fin fine siamo noi gli estranei nella natura, e non loro, per cui conoscerli (anche per evitarli) è l'unica cosa sensata.

eh no... io sono daccordissimo sul fatto che tutti gli animali hanno diritto al loro spazio e RIPENSANDOCI in effetti l'orso è giusto che ci sia e anche se IO ne ho paura, sarà raro che lo possa incontrare o-o

però NON è vero che siamo noi ad essere estranei... L'UOMO esiste da moltissimo e anche se è il + sfigato e STRONZO degli animali è IL + INTELLIGENTE (anche se non sembra)... detto questo (e ci sarebbe da aggiungere altro, ma non mi dilungo PERò non voglio che pensiate che il mio punto di vista sia del tipo "io sono uomo, il mondo è mio" non la penso così o-o)

dicevo...

l'uomo come gli altri animali HA IL DIRITTO di vivere sereno e tranquillo, e di convivere SENZA FARSI DA PARTE rispetto agli animali... cioè voglio dire che io NON mi sento estraneo in un bosco, solo perkè vivo (SFORTUNATAMENTE) in città, non vuol dire che non vorrei vivere in mezzo ad un bosco con aria buona, tanti animali intorno, magari il serpente che mi entra in casa (visto che ho la villa in una riserva naturale), o il cerbiatto che mi rosicchia il prezzemolo e cose del genere :celopiùg:

praticamente voglio dire che l'uomo non deve essere paragonato ad un'animale come importanza o essere ritenuto addirittura inferiore (ke è un discorso di mexxa ke fanno alcuni animalisti, e scusate, ma gli estremismi che ho letto (non qui sul forum) e visto mi fanno un po' skifo!) l'uomo in millenni ha scalato la catena alimentare fino ad arrivare all'apice, questo non gli da il diritto di distruggere gli altri anelli, anzi deve rispettare e aiutarne lo sviluppo, ma comunque stiamo sopra e di scendere non se ne parla...

punto di vista o-o
 

sembola

Moderatur cartesiano
Staff member
Moderatur
2/27/03
50,138
8,259
0
56
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
In Trentino vivono grazie anche al turismo e la presenza di un animale come l'orso può allontanare i turisti.
A quanto ne so gli avvistamenti sono avvenuti in aree abbastanza lontane da quelle del turismo di massa, che è quello che conta per il Trentino. Anche perchè qualunque animale selvatico sano di mente si tiene alla larga dai luoghi dove ci sono rumori od odori estranei. Ripeto, ho la sensazione che la polemica antiorso sia animata da interessi di bottega mascherati.


...credo di ricordare che in Abruzzo la risorsa orso sia stata gestita in modo oculato e non sensazionalistico. Risultato ora si e' arrivati a comprendere che una convivenza e' possibile ed augurabile.
Ecco, sarebbe interessante capire quali differenze ci siano tra i due casi, sia a livello pratico che a livello sociologico. Forse, ma è solo un'ipotesi, in Abruzzo le limitazioni portate del parco (compresa la presenza degli orsi) alla lunga sono state accettate per le positive ricadute dal punto di vista turistico, e quindi economico, in un'area poco sviluppata da questo punto di vista. Forse un'area più ricca è meno sensibile a tematiche di questo genere. :nunsacci:

praticamente voglio dire che l'uomo non deve essere paragonato ad un'animale come importanza o essere ritenuto addirittura inferiore (ke è un discorso di mexxa ke fanno alcuni animalisti, e scusate, ma gli estremismi che ho letto (non qui sul forum) e visto mi fanno un po' skifo!) l'uomo in millenni ha scalato la catena alimentare fino ad arrivare all'apice, questo non gli da il diritto di distruggere gli altri anelli, anzi deve rispettare e aiutarne lo sviluppo, ma comunque stiamo sopra e di scendere non se ne parla...
Questi sono concetti un po' discutibili e piuttosto pericolosi. Sono il primo a dire che l'ambiente va gestito in maniera razionale e non come una religione, cioè basandosi su concetti scientifici e non dei dogmi: proprio per questo non si può pensare che l'interesse dell' uomo sia sempre e comunque superiore e tutto giustifichi, se non altro per un motivo di convenienza visto che tutto quello che di male facciamo all'ambiente ce lo ritroviamo poi sul groppone. So benissimo a chi ti riferisci quando parli di estremismi animalisti, e li considero infatti espressione di una sorta di religione animista, per sua natura irrazionale e quasi sempre controproducente per l'ambiente. La presenza di questi "estremisti" non giustifica però l'atteggiamento contrario, il ritenere l'uomo al di sopra di ogni regola e di ogni valore, perchè questa è la strada per la distruzione di tutto e per l'autoestinzione.
Nel caso specifico, trovo sbagliato pensare che l'ambiente debba essere messo al servizio dell'uomo sempre e comunque. Il bosco e le montagna non sono dei lunapark, ma ambienti con precise caratteristiche che a volte possono anche risultare pericolose per i frequentatori: pretendere di "sterilizzarli" per il nostro comodo è sbagliato e controproducente.
 
  • Like
Reactions: offROADisNOTaCRIME

offROADisNOTaCRIME

Biker corsarus
5/10/06
11,901
5
0
35
TARANTO-LECCE
Visit site
Questi sono concetti un po' discutibili e piuttosto pericolosi. Sono il primo a dire che l'ambiente va gestito in maniera razionale e non come una religione, cioè basandosi su concetti scientifici e non dei dogmi: proprio per questo non si può pensare che l'interesse dell' uomo sia sempre e comunque superiore e tutto giustifichi, se non altro per un motivo di convenienza visto che tutto quello che di male facciamo all'ambiente ce lo ritroviamo poi sul groppone. So benissimo a chi ti riferisci quando parli di estremismi animalisti, e li considero infatti espressione di una sorta di religione animista, per sua natura irrazionale e quasi sempre controproducente per l'ambiente. La presenza di questi "estremisti" non giustifica però l'atteggiamento contrario, il ritenere l'uomo al di sopra di ogni regola e di ogni valore, perchè questa è la strada per la distruzione di tutto e per l'autoestinzione.
Nel caso specifico, trovo sbagliato pensare che l'ambiente debba essere messo al servizio dell'uomo sempre e comunque. Il bosco e le montagna non sono dei lunapark, ma ambienti con precise caratteristiche che a volte possono anche risultare pericolose per i frequentatori: pretendere di "sterilizzarli" per il nostro comodo è sbagliato e controproducente.

si, capisco la delicatezza dell'argomento :medita:


comunque 6 un mito :celopiùg:
 

StelvioTn

Biker superioris
10/10/11
991
0
0
Visit site
Sarebbe interessante riaprire questo topic dato che in Trentino é stato avvistato l'orso su sentieri molto comuni per chi fa mtb(proprio sopra Trento) . Io non sono felice e un po' di paura la ho. Magari sbaglio però...
 

sembola

Moderatur cartesiano
Staff member
Moderatur
2/27/03
50,138
8,259
0
56
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
Sarebbe interessante riaprire questo topic dato che in Trentino é stato avvistato l'orso su sentieri molto comuni per chi fa mtb(proprio sopra Trento) . Io non sono felice e un po' di paura la ho. Magari sbaglio però...

Probabilmente non è felice neppure l'orso...si fa per sdrammatizzare, eh! :-)

Metti un campanellino da cani al manubrio in modo da avvertire gli animali selvatici del fatto che c'è qualcuno in zona. E' un sistema che si usa anche in Canada dove hanno a che fare con i grizzly, decisamente più pericolosi...
 

StelvioTn

Biker superioris
10/10/11
991
0
0
Visit site
Probabilmente non è felice neppure l'orso...si fa per sdrammatizzare, eh! :-)

Metti un campanellino da cani al manubrio in modo da avvertire gli animali selvatici del fatto che c'è qualcuno in zona. E' un sistema che si usa anche in Canada dove hanno a che fare con i grizzly, decisamente più pericolosi...

:D!

Si Sembola hai ragione ma di recente vicino a Trento c'è stato un attacco ad un signore che faceva Jogging e anche altri miei conoscenti si rifiutano di andare in mtb da soli. Ormai si sta abituando troppo alla presenza dell'uomo e il Trentino non è che sia così grande da potersi permettere più di 100(!!!) orsi (si stima siano più di 100 tra tracciati e non). Ormai la situazione è sfuggita di mano. :nunsacci:
 

kikhit

Biker incredibilis
12/9/03
12,643
630
0
Torino
www.thegroupmtb.it
:D!

Si Sembola hai ragione ma di recente vicino a Trento c'è stato un attacco ad un signore che faceva Jogging e anche altri miei conoscenti si rifiutano di andare in mtb da soli. Ormai si sta abituando troppo alla presenza dell'uomo e il Trentino non è che sia così grande da potersi permettere più di 100(!!!) orsi (si stima siano più di 100 tra tracciati e non). Ormai la situazione è sfuggita di mano. :nunsacci:

provocatoriamente... o-o "non è che il Trentino sia poi così grande da potersi permettere più di 350.000 umani" :-)

scherzi a parte, il suggerimento di [MENTION=351]sembola[/MENTION] mi pare il più opportuno... tecnica preventiva usata in Nord America o-o
 

sembola

Moderatur cartesiano
Staff member
Moderatur
2/27/03
50,138
8,259
0
56
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
A chi non conosce la vicenda si fa riferimento a questo episodio:

http://www.lastampa.it/2015/06/12/i...o-fermarlo-6o3dl8DbXVhzRq67quz1qO/pagina.html

http://www.corriere.it/cronache/15_...so-cea2c664-10df-11e5-b09a-9f9a058e6057.shtml

http://trentinocorrierealpi.gelocal...gredito-dall-orso-grave-un-podista-1.11591014

Il mio parere è che certe valutazioni le debba fare chi ha competenze tecniche per farle, i servizi faunistici della provincia autonoma credo che ne sappiano più dei giornalisti o della sora Maria di turno.
 
  • Like
Reactions: kikhit

BSTH

Biker superioris
8/28/04
862
2
0
Modena
Visit site
Bike
Enduro specialized - Hibike Fat
La notizia ultima di cui i link di Sembola, è solo una delle numerose che ho letto tra le informazioni che trapelano in internet, tanti episodi si cerca di insabbiarli o far conoscere la notizia il meno possibile. Perche?, mi sono chiesto, Ho trovato la risposta sempre tra le numerose informazioni su internet che, premetto di filtrare proprio perchè si trova di tutto e il contrario di tutto ma anche parlando con persone del luogo, la regione Trentino prende sovvenzioni per gli orsi presenti (quindi conviene che rimangano) ma perderebbe molto turismo se le notizie relative agli attacchi di orsi (che comunque rimangono limitati) sarebbero pubblicizzate dai media.
Anche dove mi trovo ora (lago delle piazze a baselga di pinè) qualche tempo fà un orsa ha compiuto un finto attacco ad una nonna con i nipoti spaventandoli a morte ma senza ferirli proprio sulla ciclabile che gira intorno al lago, il luogo è molto frequentato in estate dai turisti.
La verità secondo me è quella che sostengo fin dall'inizio, l'orso è un animale intelligente e ben presto capirà che può avere la meglio sull'uomo, fino ad ora lo ha imparato a conoscere ma i più anziani sanno già che possono azzardare, tanto sarà un confronto perdente per l'essere umano.
Ricodate che non sono solo i Grizzly ad uccidere, come pensano in molti. In Slovenia (dove ci sono orsi della stessa razza dei nostri) hanno ucciso non molto tempo fà due giovani americani che facevano escursioni su un gruppo di cinque e ferito altri due. In altri paesi dell'est gli attacchi sono in aumento...
Non voglio spaventare nessuno con quello che ho scritto, per ora, nelle nostre montagne, possiamo stare ancora relativamente tranquilli, sempre che non capiti un confronto con un orso che quella mattina si è svegliato male! :-), io sono tra quelli che pensano che l'orso sia un animale più adatto a luoghi remoti e meno turistici...:????: Austria ,Germania e Svizzera lo hanno già capito!
 

sembola

Moderatur cartesiano
Staff member
Moderatur
2/27/03
50,138
8,259
0
56
Siena
www.sembola.it
Bike
una nera e l'altra pure
non concordo su nulla.

in primo luogo le notizie su incontri coi plantigradi ci sono sempre state, le conosco io che vivo a 500 km quindi parlare di "insabbiamento" è completamente fuori luogo.

idem da un punto di vista etologico, non ha alcun senso attribuire ad un animale ragionamenti tipici dell'uomo.

infine il concetto di "luoghi remoti e turistici", anche questo insensato a meno di volere sterilizzare un'area e destinarla alla sostanziale distruzione pur di spremere soldi dal turismo. Purtroppo la storia recente non depone favorevolmente.
 

Ultimi itinerari e allenamenti