La "sfiga scolastica" ma non solo

frankcastillo

Biker poeticus
24/9/17
3.638
1.459
0
Castlegood (PA)
Bike
Btwin Rockrider 520
Premessa: scusate la lungaggine ma è una cosa doverosa, visto il tema delicato che battezzo come il "De sphiga Squolae" scimmiottando un po del latino che è ancora rimasto in me dopo il liceo.

Quante volte avete detto perché capitano tutte a me?
vi racconto alcune storielle realmente accadute in diversi anni passati sui libri e vediamo se sono io incasinato dentro fino al midollo oppure no ahaha

Comincio dal liceo...anche se alle medie ce ne sarebbe una che mi evito di preparatevi perchè è si lunga, ma ne vale la pena(spero).
Il liceo fu quanto di piu' catastrofico ci potesse essere nella mia vita passata in qualità di studente. Liceo per altro fatto davvero male per quanto mi riguarda,anzi a dirla tutta sono stato talemnte sfigato che gia prima di mettere piede sulla soglia della porta del medesimo che poi è diventato hotel e oggi casa per anziani, ho dovuto fare una trafila burocratica non indeifferente perche invece di accettarmi al geometria di cefalu per un disgruido fui sbattuto nella succurdale coi peggiori delinquenti,insomma manco avevo iniziato che era gia un casino per ottenere il nullaosta e lasciare quel posto assurdo.
cmq, iniziamo
Al liceo la sfiga maggiore fu l'aver chiesto la matita alla mia amica Daniela...ragazza molto sveglia e con la mania di fagocitare libri al punto che quando veniva interrogata si poteva benissimo aprire il libro e starle appresso leggendo il capitolo, che tanto non faceva nessuna differenza nemmeno di una virgola !ad ogni modo...
terzo liceo..ora di Dante Alighieri,divina commedia..la scienza delle scienze secondo la prof d'italiano,il nulla mischiato col niente secondo il sottoscritto,ma vabbè tant'era e si doveva studiare..consisteva nella lettura della sintassi dell'italiano antico quasi latino...e nella lettura dei passi della divina commedia con la relativa comprensione del testo...insomma una rottura di catzo simile al calcio negli stinchi e un fastidio secondo solo al quinto gg di diarrea cmq...Daniela che stava al primo banco a ridosso della cattedra,recepisce la mia richista...doveva passarmi la matita utile per sovrascrivere sul paragrafo la traduzione di parti incomprensibili del testo,la passa da ragazza civile qual era alla compagna dietro di lei e cosi passa mano fino a me...nell'altra fila e per giunta al penultimo banco...la trovo utile,la utilizzo con soddisfazione per tutti i 60 minuti interminabili di "DANTE" cosi li chiamavamo...e alla fine suono' la campanella ...ultima ora di un giorno di inizio estate...l'aria era friscicarella e la voglia di scappare era tale che il cervello non pensava ad altro:alza il qulo da questa sedia e fiondati sulla porta bruciando le scale,3 rampe interminabili di scale,molto strette(era un vecchio edificio rimaneggiato a scuola)mi separavano dalla libertà!ma c era un problema,dovevo fare il tutto ritornando la matita alla legittima proprietaria che stava qualche metro piu avanti e alcune file più in là,come detto il cervello umano, o meglio il cervello di un ragazzone che non vedeva l ora di finire l'ora di DANTE,quando è in condizioni estreme non riesce a mettere insieme i neuroni e le sinapsi per trovare soluzioni a problematiche elementari,ergo,la soluzione più elementare ed erratissima, giunse come un fulmine a ciel sereno,impugnare la matita e tirarla alla Daniela in modo che (attenzione che sfoggio tutta la matematica che c è in me per una metafora che la prof.di mat. A.Norata mi invidierebbe:"attraverso una parabolica ascendente e poi discendente con asintoto il banco della suddetta,poggiasse direttamente nelle vicinanze dell'amica,o quanto meno nell'intorno di essa.NIENTE di piu sbagliato..dopo aver scagliato la mano e dato forza alla matita che si trasforma in energia cinetica(la fisica mi piaceva si vede evè)questa lascia la mano di un allora innocente studente liceale per librarsi nell'aere e andare a finire sapete dove? no...non era il banco della Daniela,sarebbe stato il target no...non fu il muro oltre di essa e no, non fu mancola testa della Daniela ando' a finire nel peggiore dei posti per una matita scagliata alla ca xxo di cane ...andò a finire dapprima sulla cattedra...per rimbalzare(tanta fu l'energia impiegata)una volta toccata la superficie della cattedra e finire esattamente addosso,e dico addosso al decolttè della prof! non si capisce quale fenomeno detto' il silenzio tombale post incidente aerosapziale...di che c era il casino pre-uscita aula...di che il silenzio tombale permeo' la stanza... la prof si alza in piedi e comincia a scrutare come fa un falco con la sua preda...giri di collo anche di 360° e una sola parola,con indice a puntare il mio viso: sei stato tu,ammettiloooooo, gridando come una cagna in calore...e verso di me comincio a dire,sei un FILIBUSTIEREEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!io che manco sapevo l'etimologia di quella parola! il mio colore di pelle mutò dal cioccolato nero,al rosso paonazzo(forse lo stesso che mi tradi' e che denuncio' involontariamente la mia colpevolezza)fu la goccia che fece traboccare il vaso, un vaso per altro barcollante per le vicissitudini di una classe irrequieta,fancaxxista e per giunta con un precedente di un ragazzo che si mise a bestemmiare a seguito di un calcio sullo zaino da parte del compagno che gli stava dietro durante l'ora della prof.d'italiano iper religiosissima devota a s.giuliano!...dopo questa ennesima stupidata che portava la mia firma,comincio' a ingiuriare e a inveire contro la classe tutta...testuali parole:"non vedo l'ora che arrivi la pensione,vi odio IO vi MALEDICOOOOOOO!!!!" e tutti zitti come tombe!tornai a casa morto dalla vergogna.
Università
all università la s fi ga si fece disprezzare...non ho mai capito se sono nato giocondo io,oppure se ci sia stato lo zampino della prof d'italiano al liceo..boh!!!
1)esame di fisica e fisica dei materiali,uno schifo immondo in cui un professore palermitano,rigorosissimo faceva apparire l impresa ancora più titanica...maggio 2002 o giu di li',tutti morti dalla paura...molti avevano avuto la possibilità di passare il primo test,ed il secondo dava l'accesso all'orale che sanciva la fine della materia piu odiosa dei primi anni...tutto mi faceva pensare per una buona riuscita dell'esame...ero preparato e carico come una mina..mi siedo nell'aula,è un po come alle poste,ci si sveglia prima in modo da prendere il bigliettino numerato e pagare nel breve tempo possibile,qui si andava prima in aula per accaparrarsi il posto migliore,non ho mai capito quale fosse quello strategicamente piu favorevole...ad ogni modo tutti in aula...caldo soffocante,ventilatori attaccati al soffitto perennemente gironzolanti,gente che si sistema,gente che arriva in ritardo gente che si sventola fogli di carta sul viso...arriva il prof.silenzio assoluto con lui non si sgarra...senti le vibrazioni nel tavolino e non capisci se è colpa del tuo mal di pancia...comincia a distribuire i fogli per l esame...traccia A,B,C e sparpagliati in modo che il tuo compagno accanto a te,abbia la traccia diversa dalla tua...per trovare insomma il compagno più vicino con la tua stessa traccia facevi prima a scalare l'Everest e piazzare la bandierina sulla sua cima...vabbè non importava,l intento era quello di fare tutto tirando la farina dal proprio sacco!inizia il test...io là in fondo confuso con una massa informe di universitari,che sembrano come cinesi,tutti gli stessi!5 minuti dopo,arcangelo,sghignazza e sorride sotto i baffi senza motivi apparenti,viene sgamato dal prof. e di corsa fiondato alla cattedra...che rappresentava praticamente un puntino isolato dal mondo esterno...chi fa l esame in cattedra è praticamente solo con se stesso e con i neuroni superstiti dai precedenti esami!ho detto tra me e me...FRANK cala la testa e muto come un pesce...fai come i camaleonti mimetizzati con la massa diventa un tutt'uno con essa e niente potrà accadere!esordisce il prof. gran cornuto,mi serve un volontario che faccia compagnia ad arcangelo alla cattedra,perchè arcangelo si sente solo,non è vero arcangelo?e Arcangelo si prof!!!e il volontario ?:solito giro a 360 visivo e tutti cacati morti dalla paura...e pensierosi ...c è chi incrociava le dita,chi bestemmiava tra se e se,chi pregava,chi cercava di andare contro la fisica cercando di diventare un puntino invisibile e chi come me,silenzioso a non fare nulla di nulla...anzi ricordo che nemmeno cercavo di sprofondare nel terreno per sparire...avrei voluto evaporare ma nn si poteva...il prof. aveva fatto la sua scelta,ormai trucchi di magia non se ne potevano fare...dito alzato ad indicare un qualsiasi personaggio di quella stanza...e le simpatiche parole no tardarono ad uscire dalla sua bocca(qualcuno mi spieghi per favore la teoria della selezione all'interno di un ambiente dove tutti sembrano pecore e indistinguibili)il volontario è quel ragazzo la infondo con i capelli lungi e gli occhiali,guardo meglio,e dico tra me e me:e chi è costui?si ,dice lui,parlo con lei!!!alchè prendo il dito e mi indico,e lui si si dico a lei,proprio a lei...ERO IO!proprio io quel pirla che dentro un aula di 100 persone veniva prelevato dal proprio posto strategico(non so per cosa) e messo in cattedra solo per esser stato presente là dentro...non ho avuto tempo nemmeno di pensare.la cosa che ho pensato una volta raggiunta la cattedra è stata:OK sei preparato fottitene del luogo sfigato dove sei stato sbattuto e comincia a scrivere le tue X dentro alle caselle, ricordo le facce allucinate degli altri come per dire poveraccio ma meglio a te che a me,alcune avevano occhi quasi lucidi per aver scansato la mia fine. sapete come finì? la postazione che sembrava essere la peggio si rivelo' la migliore in assoluto,in primis perchè il prof. girava lontano dalla cattedra per evitare che gli altri copiassero tra loro e nn pensava potessi scopiazzarCi io da quella infima posizione,e poi perchè avevo dalla mia postazione rialzata,a mo' di trono,la visuale a 180?su tutta la prima fila basto' ricercare con l occhio lo studente con la mia traccia per provare a consultarmi virtualmente con lui...esame superato e pure con voto soddisfacente,peccato aver perso le ultime diottrie sforzando al vista da cecato a falco pellegrino !
2)stessa universita,stessa storia stessa prassi stavolta non un esame,una lezione di restauro dei materiali..aula A5 strapiena di gente..stavolta inverno,avevo la sciarpa con me,lo ricordo perchè fu l unico elemento che mi distingueva dalla mia zona,la solita,banchi alla fine della stanza...l'assistente comincia la spiegazione...i muri,la pietra,il degrado di qua,la roccia di la,le croste nere ecce.ecc.ecc...ad un certo punto fa:ebbene,queste sono cose trite e ritrite,e vorrei che uno di voi venisse qui a fianco a me,per parlarmi di queste diapositive...e io:oh ****a mi g n otta,la storia si ripeterà?e il ragazzo che viene a spiegarmi ste cosucce ?attimo di suspance...il silenzio più totale...gente che tirava la testa giu fino al piano inferiore ...e io che ormai avezzo a queste cose,facevo finta di nulla...e il ragazzo è:quel ragazzo la' in fondo con la sciarpa e i capelli lunghi!ed io,solito atteggiamento--> mano con dito ad indicarmi e lei,si si dico a lei...evvai ci risiamo!!!me ne sono uscito a testa alta solo perchè qualche settimana prima avevo sostenuto un esame di materiali molto attinente con la teoria del restauro dei materiali,ma ormai era diventata la normalità per me,essere disturbato e messo in difficoltà davanti a 100aia di persone per lo più sconosciute!io che amo il passare inosservato,io che non amo la folla..
3)esame di geologia,prof.prurilaureato preparatissimo e iper suscettibile...vi premetto gia da ora che ho fatto 5 volte l esame...o meglio 5 volte l 'approccio col prof e 4 volte la seduta d esame...una volta non riusciii a sedermi per colpa sua...cmq,esame di geologia...la geologia stranamente mi è sempre piaciuta,al liceo la studiavo con piacere e so come funzionava...la crosta terrestre,il mantello,il nucleo di ferro e nichel...le rocce sedimentarie,ec.ecc.ec...tutto vai a pensare tranne ai legami chimici che un geologo può chiederti ma che no proporra mai per non metterti in difficolta vabbe,esame scritto superato con 28 mi presento all'orale carico come una molla...era la fine di giugno e il 4 luglio,gg del mio compleanno alle porte,andarsene a casa,facendo quei 200 KM di treno suonava come una vittoria ed assaporavo l inizio dell estate...niente di piu sbagliato!mi siedo...solita domanda,le rocce i tipi di rocce ,il travertino,bla bla bla bla bla bla bla bla...alche arrivati alla calcite,il disgraziato mi chiede il processo chimico dalla calcite al gesso...cosa che ovviamente non avevo studiato,o meglio sapevo il perchè ma non di certo sapevo come spiegare il processo con formule chimiche..insomma dopo aver tentato invanamente di rispondere chimicamente,la chimica è come la matematica è scienza esatta non si può fingere,o inventare,mi fa, l esame finisce qui mi da un 24,che valeva come oro,ha fatto la media con lo scritto!ho detto grande...estate arrivo SBAGLIATO
LUI:"prenda lo statone(che è il libretto dove compaiono gli esami già sostenuti e i voti)
IO:un attimo,lo prendo e glielo porgo con delicatezza sulla scrivania..
LUI ba stardo come non mai):e no...non posso darle 24.
IO:e come mai?
LUI:e se le do' 24 le abbasso la media...che all'epoca era di 28 e qualcosa..
IO:me ne sbatto le palle,scriva 24 firmi che poi ci firmo io sul registro..
LUI:no non posso farlo!
come no?sei scemo o cosa?
mi disp.mi ritorna indietro lo statone e mi brucia un esame andato a buon fine con 24\30 allora sei una merda umana...stizzito lascio la scrivania prendo il libretto con lo statone e senza pensarci troppo davanti a lui lo getto per terra...e me ne vado incaxxato come un cinghiale al macello..
lUI:torni quando avrà studiato la chimica...
cosi' fu...mi feci spiegare la reazione che porta la calcite in gesso...speranzoso che ricordandosi di me...mi chiedesse la cosa...niente di piu sbagliato secondo approccio d'esame mi presento mi siedo solite domande per riscaldare la pista...niente domanda di chimica...ma una domanda anche peggiore...LUI:mi parli delle isoipse,le curve di livello insomma e io:le isoipse solo le curve di livello che stabiliscono e scandiscono le altezze dei monti bla bla bla per cui sapendo la loro distanza di conosce l'effettiva altezza leggendo una mappa...no mi disp.anche questo esame bruciato per quelle catzo di isoipse!terzo approccio,mi presento nell'esame straordinario,per gente fuoricorso,io allora non ero ancora un veterano,ne tanto meno un FCorso ed aspetto.domande che mi balenavano alla mente e relative risposte...davanti a me tanta gente degli anni successivi..messa in crisi...arriva il mio turno,era estate avanzatissima,e mi fa,mi disp.l esame è per soli FC,allora sei cor nuto fino alla punta del capello!e dimmelo prima di dover aspettare mezza giornata i tuoi POR CI comodi!!me ne vado a casa e inizia l estate! quarto appuntamento quel prof. proprio non lo digerivo più!e un assistente pure Lui bello irascibile solite domande "umane" per l incipit dell'esame e solita domanda di chimica,con risposta stentate e mie scuse all'assistente perchè la chimica è pur sempre chimica(testuali parole)e lui e che vuol dire???e io...che ci vuole un capoccione cosi che al momento vista la stagione, non ho!altra domanda,a dire il vero pensavo di essermi già bruciato l esame,mi fa andare avanti,ritorna l isoipsa bastarda mi dica cos'è e come si calcolano...se ho la distanza pari a 1 M quanto l altezza a questa quota?PANICO ci penso rimugino e ripenso..ma non riesco a cavare un ragno dal buco,ormai era diventata una barzelletta,anzi un rapporto odi et amo come diceva Catullo...io lo odiavo lui mi amava perchè poteva distruggermi in pubblico...e si perchè VI ricordo che tutto questo tran tran è stato portato avanti con attorno almeno un 100aio di persone dietro le mie spalle,studenti,curiosi e prof. che assistevano gli esami per capire l'andatio,alche prendo il coraggio per sparare le uniche parole,di un povero crocifisso allo stremo delle forze: prof. lei mi boccia fin da subito,ma nn ha senso che la prossima volta io vengo nuovamente,lei mi chiede le isoipse e io puntualemtne che non le so rispondere!!!facciamo cosi:IO:"mi ritengo bocciato fin da subito,pero' lei prende questo foglio di carta e mi spiega per filo e per segno ste caspita di curve di livello con esempi pratici in modo da non cascare la prossima volta,e siamo a 4 con quella di oggi"LUI:va bene,(mi chiama per nome,ormai mi conosceva bene)io ti spiego come funzionano e tu appena finisce questa piccola lezione dentro al tuo esame,tu prendi ti alzi e te ne vai...IO:affare fatto...prendo il mio foglio e mi faccio spiegare TUTTO.il bello è che dietro di me si era formata una schiera di gente e studenti attenti a prendere appunti,a tifarmi,a chiedermi di cosa fossero e come risolvere la questione rovente(durante una precedente seduta aveva addirittura minacciato la sospensione degli esami,se qualcuno anche solo un esaminando non avesse avuto in mente cosa fosse una isoipsa) delle isoipse...e siamo al quinto appuntamento,puntuale come la diarra alle tue nozze..ah sei nuovamente TU...e IO:salve prof.siamo pronti per partire la prendevo a ridere ormai. domande a DX a SX isoipse...ecc.ecc.ec...morale della favola,5 sedute d'esame per sentirmi dire:il tuo esame non è stato eccellente,ma ti do un 30 per la caparbietà e la capacità di saper attendere d'altronde da caparbio cronico abbandonare una materia annuale,con tutti i rischi di dover riiniziare daccapo il programma,non aveva proprio senso...e 30 fu!il 30 più duro e lungo della mia vita
4)stessa facoltà,mese di nov. 2007 e precisamente 27 nov. 2007 lezione di statica.dovete sapere che la statica dopo matematica,chimica e fisica è la materia piu orrible e destabilizzante della terra o cmq,del corso di laurea..chi da' statica è pronto per la nasa...o meglio chi dava statica col prof. XXXXX(meglio non mettere nomi per privacy) presso la facoltà di RC era pronto per il lancio spaziale e a lavorare alla NASA come ingegnere aerospaziale!anche questo mascalzone aveva origini palermitane ha bocciato più lui che tutti i prof. d'Italia messi insieme c è stata gente piangere e disperata perchè ha dovuto fare per ben 28 volte l esame scritto di statica...gente che si strappava i capelli perchè bocciata all'orale dopo aver superato 2 scritti di statica!credo che gente sia morta per non essere stata ammessa all'esame di statica. ad ogni modo che pensate che FRANK con statica abbia fatto le cose lisce lisce??? ma nemmeno per sogno o meglio io avrei voluto tanto di si...ma la sfiga, me lo ha impedito anche stavolta...funzionava cosi:
-lezioni annuali 2 volte a settimana,dove tu che hai un cervello medio di 1.3 KG riesci a captare a stento 3 parole su 309953453908 sparate dal prof.nell'arco delle sue 2 ore di lezione...l unica cosa che riesci a distinguere con certezza ? "salve ragazzi" e "ci vediamo la prossima lezione",ea volte nemmeno quello perchè lo stato d'animo col quale ti porti al ridosso della fine delle 2-3 ore è tale che ti vien voglia di sparare un colpo di fucile alle gambe e morire dissanguato dopo esser stato preso in pieno da un camion carico di pesci!
-3 test scritti durante l anno...che danno accesso all'orale
-orale finale,previo superamento della prova scritta(un terno al lotto insomma)il sottoscritto,visto l impegno che doveva applicare,la volontà e visto che era la terzultima materia,e l ultima delle scientifiche,decide che deve a tutti i costi fare il MIRACOLO che a pochi eletti è riuscito prima,dare statica a prima botta e dare il via alla prospettiva della tesi e quindi laurea..senza statica in saccoccia anche se era l'ultima materia non si puù dichiararsi laureandi...perchè statica vale 1\2 di tutto il corso...dovevo applicare corpo e anima,scatenare il terzo ed ultimo neurone tenuto in disparte per l occasione e darci dentro con lo studio,ma quel 27 nov. accanto a me la sfiga si era manifestata sotto forma di ragazza bionda con occhi azzurri..simpatica,della prov. di Messina...una certa Angela!la lez. ha inizio puntuale come al solito,riesci a captare parole che hanno un suono strano quasi di rumore proveniente dalla bocca del prof.e cerchi di stare attentone prendere appunti,che, poichè captavamo "rumore",dipingevano i miei fogli bianchi con strani scarabocchi che solo un egittologo avrebbe potuto decifrare!lei comincia a prendere info su di me chi sono,da dove vengo e finiamo a bisbigliare del più e del meno senza farci beccare dal prof,parliamo del siciliano,del nostro dialetto nel frattempo ci scappa da ridere e veniamo beccati in modo leggero(si stavolta me la stavo cercando proprio) rimproverati torniamo alle nostre caxxate,ad un certo punto:LEI:ma da te quando una persona è chiusa di cervello,tipo addormentata,voi come la definite.IO:mah..che ti posso dire ci sono varie parole per definire la persona dormiente..tipo nciuddra... o ntulluna,trallaa,insomma ce ne stanno una miriade e da te?LEI:da me si dice-->(attenzione che questa è una perla eh)"iatta scriddricata dinno u muru"che traducendo letteralmente significa:gatta scivolata dal muro(effettivamente la spiegazione c è che gatto\a è se non riesce ad arrampicarsi al muro,i gatti sono agili,ergo se uno\a non riesce è impedita\o addormentato\a...ecco la spiegazione insomma) mai sentita in mia vita e difatti non sono riuscito a trattenermi e nella foga del momento parte un risatone colossale come se io fossi sul mio divano davanti ad una puntata di una serie tv comica come se mi fossi dimenticato di essere in aula e per giunta nell'ora di statica dove proprio non c è unn caxxo da ridere vengo udito da mezza aula.prof. incluso...si gira e gli fa ad Angela:signorina,ma cos'ha da ridere,che è un'ora che ride durante la mia lezione?e quella scema di Angela:no niente prof(con fare sempliciotto e sorridente) è che accanto a questo qua(cio? IO),non mi ci devo piu sedere!praticamente cornuto e bastonato la colpa è caduta tutta su di me su di me che nn mi potevo permettere di fare casini,facevo sacrifici a 360?,la casa in periferia,raggiungevo a piedi l università,il treno che odorava di pecore, il viaggio di 6 ore l aliscafo tutti i miei sforzi annientati in 5 min.per colpa di una che non ho piu visto!lui:ah ma è lei col maglione a righe i capelli lungi e gli occhiali!!!forza ci renda partecipi tutti(ricordo che l aula era piena come il carnevale di Rio) ci faccia ridere faccia il buffone e vediamo chi ride all'esame,dopo questa,ti senti il cuore alla gola una situazione vicina all'infarto e la faccia vascolarizzata al punto da diventare viola e in tinta col maglione,quella volta davvero avrei voluto evaporare dalla sedia!e la storia si ripete..monologo tra me e me solita guerra io da una parte,lui il disgraziato col coltello dalla parte del manico dall'altra dovevo fare una scelta:
-morire suicida
-sperare al miracolo
-il prof.impazzisse e si dimenticasse dell'accaduto(impossibile,quello allenava la mente,col magnesio allo stato puro per endovena)
-studiare come uno disgraziato
-diventare trasparente(impossibile per via dei miei 85Kg )
-uccidere il prof e l'assistente(possibile,ma non ne sarei stato capace )dopo aver scartato le ipotesi piu catastrofiche,mi rendo conto che l unica realizzabile era la prima...no scherzo,l'isolamento totale e piccoli step con l aiuto di una collega passavo i primi tempi con lui che mi derideva davanti a una 50ina di pupazzi con frasi del tipo:dov è l amico mio di Palermo,quello che sorride,oggi niente battute la cosa orribile è che dovevo condividere anche parte del viaggio e spesso me lo ritrovavo sul treno immaginate lo schifo che ti assale pensi che tutto è finito ormai sei alla laurea e ti giochi anni di studi per una minkiata di quel genere dovevo per forza provare l ultima carta!
primo step scritto,febbraio 2008
avevo avuto il tempo di fare circa 300 scritti di quel genere a casa,con le tracce accumulate in questi anni...insomma carico come al solito qualche piccola botta di qulo qua e la piazzo le mie bombe che esplodono alla lettura dell'esito,esame superato con 27\30..ottimo inizio...ce la posso fare,seconda prova,passano solo una 10ina di personaggi!troppo difficile la traccia-->sconforto
terza prova scritta,giugno 2008 non pensavo potesse finire bene prevenuto come non mai non do tanto peso all'orale che difatti tralascio con la convinzione che mai avrei superato l ultimo step pre-orale,c è Anna davanti a me che avevo conosciuto durante l anno,ci parliamo,consultiamo i risultati,finisce con un 26\30,e media sul 25-26!
chi lo fa l'orale adesso?
avevo 10 e ripeto 10 gg per studiare un libro di aramaico ops statica e fare l'orale e dire OK,ce l'ho fatta posso archiviare statica e l università!mi siedo domanda dopo domanda è una tragedia..non volevo nemmeno sedermi,alla fine mi danno un 24 che vale oro,ORO anzi no vale quando tutto l oro del mondo e dell'universo intero!
la cosa assurda è che da bastonato ero finito quasi per esser diventato per il prof.lo studente col quale chiedere impressioni su professionalità e serietà profusa!alla fine,nonostante le sfighe,e i bastoni tra le ruote,il sottoscritto riesce a togliersi dalle balle l'università il 20 ottobre 2009 col voto finale di 103 su 110
la mia morale:
non importa quanto schifo possa fare tu,se ci metti una pezza con testardaggine e caparbietà i risultati non tarderanno ad arrivare anche se devono condividere lo spazio con un carattere di cacca come il mio:)

se qualcuno ha qualcosa da raccontare del proprio passato un po burrascoso a scuola e non, si faccia avanti:)
e scusate se a volte mi sono sentito cosi:
 
  • Haha
Reactions: MTBikerMAU

 

motobimbo

Biker nirvanensus
30/9/08
28.902
1.877
0
Cimino
Bike
reputazioni ricevute vecchio forum: 11.988
se qualcuno ha qualcosa da raccontare del proprio passato un po burrascoso a scuola e non, si faccia avanti:)

si: io e lei....approfittiamo dell'assemblea liceale e ci appropriamo di una macchina il cui proprietario era un suo amico (di lei)....un mercedes.....lui era il figlio di un ambasciatore....sbattiamo la macchina dell'ambasciata contro un muro....io preoccupato, lei ride....da li ho capito tutto.
 

motobimbo

Biker nirvanensus
30/9/08
28.902
1.877
0
Cimino
Bike
reputazioni ricevute vecchio forum: 11.988
ae
arum
is
as
ae
is

sono convinto che tu scopi come pochi....una volta ci fu una di Roma....della Garbatella (per chi conosce il posto) che....visto che mi atteggiavo a personaggio colto, mi disse questa cosa:"ora ti dico una parola che non conosci neanche tu...." ed io:"dai sentiamo!"....lei:"METAFORA!".... :smile:

p.s.
però era il (mio) primo anno di università e quindi magari sono OT. :smile::smile:

p.p.s.
non so fino a che punto quello che è tra parentesi nel p.s. di cui sopra possa apparire ovvio....
 

Impa65

Biker augustus
4/10/12
9.521
461
0
55
Polverigi (AN)
Bike
La Rossa, la Mora, la Mancina
sono convinto che tu scopi come pochi....una volta ci fu una di Roma....della Garbatella (per chi conosce il posto) che....visto che mi atteggiavo a personaggio colto, mi disse questa cosa:"ora ti dico una parola che non conosci neanche tu...." ed io:"dai sentiamo!"....lei:"METAFORA!".... :smile:

p.s.
però era il (mio) primo anno di università e quindi magari sono OT. :smile::smile:

p.p.s.
non so fino a che punto quello che è tra parentesi nel p.s. di cui sopra possa apparire ovvio....

Era un modo garbato di dire che avevi la patta aperta (Meta' Fora).
 
  • Mi piace
Reactions: Tc70 and motobimbo

Tc70

Entomobiker
20/4/11
20.631
6.794
0
50
Provincia di Bs
Bike
Picola ma carattarastica...
Premessa: scusate la lungaggine ma è una cosa doverosa, visto il tema delicato che battezzo come il "De sphiga Squolae" scimmiottando un po del latino che è ancora rimasto in me dopo il liceo.

Quante volte avete detto perché capitano tutte a me?
vi racconto alcune storielle realmente accadute in diversi anni passati sui libri e vediamo se sono io incasinato dentro fino al midollo oppure no ahaha

Comincio dal liceo...anche se alle medie ce ne sarebbe una che mi evito di preparatevi perchè è si lunga, ma ne vale la pena(spero).
Il liceo fu quanto di piu' catastrofico ci potesse essere nella mia vita passata in qualità di studente. Liceo per altro fatto davvero male per quanto mi riguarda,anzi a dirla tutta sono stato talemnte sfigato che gia prima di mettere piede sulla soglia della porta del medesimo che poi è diventato hotel e oggi casa per anziani, ho dovuto fare una trafila burocratica non indeifferente perche invece di accettarmi al geometria di cefalu per un disgruido fui sbattuto nella succurdale coi peggiori delinquenti,insomma manco avevo iniziato che era gia un casino per ottenere il nullaosta e lasciare quel posto assurdo.
cmq, iniziamo
Al liceo la sfiga maggiore fu l'aver chiesto la matita alla mia amica Daniela...ragazza molto sveglia e con la mania di fagocitare libri al punto che quando veniva interrogata si poteva benissimo aprire il libro e starle appresso leggendo il capitolo, che tanto non faceva nessuna differenza nemmeno di una virgola !ad ogni modo...
terzo liceo..ora di Dante Alighieri,divina commedia..la scienza delle scienze secondo la prof d'italiano,il nulla mischiato col niente secondo il sottoscritto,ma vabbè tant'era e si doveva studiare..consisteva nella lettura della sintassi dell'italiano antico quasi latino...e nella lettura dei passi della divina commedia con la relativa comprensione del testo...insomma una rottura di catzo simile al calcio negli stinchi e un fastidio secondo solo al quinto gg di diarrea cmq...Daniela che stava al primo banco a ridosso della cattedra,recepisce la mia richista...doveva passarmi la matita utile per sovrascrivere sul paragrafo la traduzione di parti incomprensibili del testo,la passa da ragazza civile qual era alla compagna dietro di lei e cosi passa mano fino a me...nell'altra fila e per giunta al penultimo banco...la trovo utile,la utilizzo con soddisfazione per tutti i 60 minuti interminabili di "DANTE" cosi li chiamavamo...e alla fine suono' la campanella ...ultima ora di un giorno di inizio estate...l'aria era friscicarella e la voglia di scappare era tale che il cervello non pensava ad altro:alza il qulo da questa sedia e fiondati sulla porta bruciando le scale,3 rampe interminabili di scale,molto strette(era un vecchio edificio rimaneggiato a scuola)mi separavano dalla libertà!ma c era un problema,dovevo fare il tutto ritornando la matita alla legittima proprietaria che stava qualche metro piu avanti e alcune file più in là,come detto il cervello umano, o meglio il cervello di un ragazzone che non vedeva l ora di finire l'ora di DANTE,quando è in condizioni estreme non riesce a mettere insieme i neuroni e le sinapsi per trovare soluzioni a problematiche elementari,ergo,la soluzione più elementare ed erratissima, giunse come un fulmine a ciel sereno,impugnare la matita e tirarla alla Daniela in modo che (attenzione che sfoggio tutta la matematica che c è in me per una metafora che la prof.di mat. A.Norata mi invidierebbe:"attraverso una parabolica ascendente e poi discendente con asintoto il banco della suddetta,poggiasse direttamente nelle vicinanze dell'amica,o quanto meno nell'intorno di essa.NIENTE di piu sbagliato..dopo aver scagliato la mano e dato forza alla matita che si trasforma in energia cinetica(la fisica mi piaceva si vede evè)questa lascia la mano di un allora innocente studente liceale per librarsi nell'aere e andare a finire sapete dove? no...non era il banco della Daniela,sarebbe stato il target no...non fu il muro oltre di essa e no, non fu mancola testa della Daniela ando' a finire nel peggiore dei posti per una matita scagliata alla ca xxo di cane ...andò a finire dapprima sulla cattedra...per rimbalzare(tanta fu l'energia impiegata)una volta toccata la superficie della cattedra e finire esattamente addosso,e dico addosso al decolttè della prof! non si capisce quale fenomeno detto' il silenzio tombale post incidente aerosapziale...di che c era il casino pre-uscita aula...di che il silenzio tombale permeo' la stanza... la prof si alza in piedi e comincia a scrutare come fa un falco con la sua preda...giri di collo anche di 360° e una sola parola,con indice a puntare il mio viso: sei stato tu,ammettiloooooo, gridando come una cagna in calore...e verso di me comincio a dire,sei un FILIBUSTIEREEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!io che manco sapevo l'etimologia di quella parola! il mio colore di pelle mutò dal cioccolato nero,al rosso paonazzo(forse lo stesso che mi tradi' e che denuncio' involontariamente la mia colpevolezza)fu la goccia che fece traboccare il vaso, un vaso per altro barcollante per le vicissitudini di una classe irrequieta,fancaxxista e per giunta con un precedente di un ragazzo che si mise a bestemmiare a seguito di un calcio sullo zaino da parte del compagno che gli stava dietro durante l'ora della prof.d'italiano iper religiosissima devota a s.giuliano!...dopo questa ennesima stupidata che portava la mia firma,comincio' a ingiuriare e a inveire contro la classe tutta...testuali parole:"non vedo l'ora che arrivi la pensione,vi odio IO vi MALEDICOOOOOOO!!!!" e tutti zitti come tombe!tornai a casa morto dalla vergogna.
Università
all università la s fi ga si fece disprezzare...non ho mai capito se sono nato giocondo io,oppure se ci sia stato lo zampino della prof d'italiano al liceo..boh!!!
1)esame di fisica e fisica dei materiali,uno schifo immondo in cui un professore palermitano,rigorosissimo faceva apparire l impresa ancora più titanica...maggio 2002 o giu di li',tutti morti dalla paura...molti avevano avuto la possibilità di passare il primo test,ed il secondo dava l'accesso all'orale che sanciva la fine della materia piu odiosa dei primi anni...tutto mi faceva pensare per una buona riuscita dell'esame...ero preparato e carico come una mina..mi siedo nell'aula,è un po come alle poste,ci si sveglia prima in modo da prendere il bigliettino numerato e pagare nel breve tempo possibile,qui si andava prima in aula per accaparrarsi il posto migliore,non ho mai capito quale fosse quello strategicamente piu favorevole...ad ogni modo tutti in aula...caldo soffocante,ventilatori attaccati al soffitto perennemente gironzolanti,gente che si sistema,gente che arriva in ritardo gente che si sventola fogli di carta sul viso...arriva il prof.silenzio assoluto con lui non si sgarra...senti le vibrazioni nel tavolino e non capisci se è colpa del tuo mal di pancia...comincia a distribuire i fogli per l esame...traccia A,B,C e sparpagliati in modo che il tuo compagno accanto a te,abbia la traccia diversa dalla tua...per trovare insomma il compagno più vicino con la tua stessa traccia facevi prima a scalare l'Everest e piazzare la bandierina sulla sua cima...vabbè non importava,l intento era quello di fare tutto tirando la farina dal proprio sacco!inizia il test...io là in fondo confuso con una massa informe di universitari,che sembrano come cinesi,tutti gli stessi!5 minuti dopo,arcangelo,sghignazza e sorride sotto i baffi senza motivi apparenti,viene sgamato dal prof. e di corsa fiondato alla cattedra...che rappresentava praticamente un puntino isolato dal mondo esterno...chi fa l esame in cattedra è praticamente solo con se stesso e con i neuroni superstiti dai precedenti esami!ho detto tra me e me...FRANK cala la testa e muto come un pesce...fai come i camaleonti mimetizzati con la massa diventa un tutt'uno con essa e niente potrà accadere!esordisce il prof. gran cornuto,mi serve un volontario che faccia compagnia ad arcangelo alla cattedra,perchè arcangelo si sente solo,non è vero arcangelo?e Arcangelo si prof!!!e il volontario ?:solito giro a 360 visivo e tutti cacati morti dalla paura...e pensierosi ...c è chi incrociava le dita,chi bestemmiava tra se e se,chi pregava,chi cercava di andare contro la fisica cercando di diventare un puntino invisibile e chi come me,silenzioso a non fare nulla di nulla...anzi ricordo che nemmeno cercavo di sprofondare nel terreno per sparire...avrei voluto evaporare ma nn si poteva...il prof. aveva fatto la sua scelta,ormai trucchi di magia non se ne potevano fare...dito alzato ad indicare un qualsiasi personaggio di quella stanza...e le simpatiche parole no tardarono ad uscire dalla sua bocca(qualcuno mi spieghi per favore la teoria della selezione all'interno di un ambiente dove tutti sembrano pecore e indistinguibili)il volontario è quel ragazzo la infondo con i capelli lungi e gli occhiali,guardo meglio,e dico tra me e me:e chi è costui?si ,dice lui,parlo con lei!!!alchè prendo il dito e mi indico,e lui si si dico a lei,proprio a lei...ERO IO!proprio io quel pirla che dentro un aula di 100 persone veniva prelevato dal proprio posto strategico(non so per cosa) e messo in cattedra solo per esser stato presente là dentro...non ho avuto tempo nemmeno di pensare.la cosa che ho pensato una volta raggiunta la cattedra è stata:OK sei preparato fottitene del luogo sfigato dove sei stato sbattuto e comincia a scrivere le tue X dentro alle caselle, ricordo le facce allucinate degli altri come per dire poveraccio ma meglio a te che a me,alcune avevano occhi quasi lucidi per aver scansato la mia fine. sapete come finì? la postazione che sembrava essere la peggio si rivelo' la migliore in assoluto,in primis perchè il prof. girava lontano dalla cattedra per evitare che gli altri copiassero tra loro e nn pensava potessi scopiazzarCi io da quella infima posizione,e poi perchè avevo dalla mia postazione rialzata,a mo' di trono,la visuale a 180?su tutta la prima fila basto' ricercare con l occhio lo studente con la mia traccia per provare a consultarmi virtualmente con lui...esame superato e pure con voto soddisfacente,peccato aver perso le ultime diottrie sforzando al vista da cecato a falco pellegrino !
2)stessa universita,stessa storia stessa prassi stavolta non un esame,una lezione di restauro dei materiali..aula A5 strapiena di gente..stavolta inverno,avevo la sciarpa con me,lo ricordo perchè fu l unico elemento che mi distingueva dalla mia zona,la solita,banchi alla fine della stanza...l'assistente comincia la spiegazione...i muri,la pietra,il degrado di qua,la roccia di la,le croste nere ecce.ecc.ecc...ad un certo punto fa:ebbene,queste sono cose trite e ritrite,e vorrei che uno di voi venisse qui a fianco a me,per parlarmi di queste diapositive...e io:oh ****a mi g n otta,la storia si ripeterà?e il ragazzo che viene a spiegarmi ste cosucce ?attimo di suspance...il silenzio più totale...gente che tirava la testa giu fino al piano inferiore ...e io che ormai avezzo a queste cose,facevo finta di nulla...e il ragazzo è:quel ragazzo la' in fondo con la sciarpa e i capelli lunghi!ed io,solito atteggiamento--> mano con dito ad indicarmi e lei,si si dico a lei...evvai ci risiamo!!!me ne sono uscito a testa alta solo perchè qualche settimana prima avevo sostenuto un esame di materiali molto attinente con la teoria del restauro dei materiali,ma ormai era diventata la normalità per me,essere disturbato e messo in difficoltà davanti a 100aia di persone per lo più sconosciute!io che amo il passare inosservato,io che non amo la folla..
3)esame di geologia,prof.prurilaureato preparatissimo e iper suscettibile...vi premetto gia da ora che ho fatto 5 volte l esame...o meglio 5 volte l 'approccio col prof e 4 volte la seduta d esame...una volta non riusciii a sedermi per colpa sua...cmq,esame di geologia...la geologia stranamente mi è sempre piaciuta,al liceo la studiavo con piacere e so come funzionava...la crosta terrestre,il mantello,il nucleo di ferro e nichel...le rocce sedimentarie,ec.ecc.ec...tutto vai a pensare tranne ai legami chimici che un geologo può chiederti ma che no proporra mai per non metterti in difficolta vabbe,esame scritto superato con 28 mi presento all'orale carico come una molla...era la fine di giugno e il 4 luglio,gg del mio compleanno alle porte,andarsene a casa,facendo quei 200 KM di treno suonava come una vittoria ed assaporavo l inizio dell estate...niente di piu sbagliato!mi siedo...solita domanda,le rocce i tipi di rocce ,il travertino,bla bla bla bla bla bla bla bla...alche arrivati alla calcite,il disgraziato mi chiede il processo chimico dalla calcite al gesso...cosa che ovviamente non avevo studiato,o meglio sapevo il perchè ma non di certo sapevo come spiegare il processo con formule chimiche..insomma dopo aver tentato invanamente di rispondere chimicamente,la chimica è come la matematica è scienza esatta non si può fingere,o inventare,mi fa, l esame finisce qui mi da un 24,che valeva come oro,ha fatto la media con lo scritto!ho detto grande...estate arrivo SBAGLIATO
LUI:"prenda lo statone(che è il libretto dove compaiono gli esami già sostenuti e i voti)
IO:un attimo,lo prendo e glielo porgo con delicatezza sulla scrivania..
LUI ba stardo come non mai):e no...non posso darle 24.
IO:e come mai?
LUI:e se le do' 24 le abbasso la media...che all'epoca era di 28 e qualcosa..
IO:me ne sbatto le palle,scriva 24 firmi che poi ci firmo io sul registro..
LUI:no non posso farlo!
come no?sei scemo o cosa?
mi disp.mi ritorna indietro lo statone e mi brucia un esame andato a buon fine con 24\30 allora sei una merda umana...stizzito lascio la scrivania prendo il libretto con lo statone e senza pensarci troppo davanti a lui lo getto per terra...e me ne vado incaxxato come un cinghiale al macello..
lUI:torni quando avrà studiato la chimica...
cosi' fu...mi feci spiegare la reazione che porta la calcite in gesso...speranzoso che ricordandosi di me...mi chiedesse la cosa...niente di piu sbagliato secondo approccio d'esame mi presento mi siedo solite domande per riscaldare la pista...niente domanda di chimica...ma una domanda anche peggiore...LUI:mi parli delle isoipse,le curve di livello insomma e io:le isoipse solo le curve di livello che stabiliscono e scandiscono le altezze dei monti bla bla bla per cui sapendo la loro distanza di conosce l'effettiva altezza leggendo una mappa...no mi disp.anche questo esame bruciato per quelle catzo di isoipse!terzo approccio,mi presento nell'esame straordinario,per gente fuoricorso,io allora non ero ancora un veterano,ne tanto meno un FCorso ed aspetto.domande che mi balenavano alla mente e relative risposte...davanti a me tanta gente degli anni successivi..messa in crisi...arriva il mio turno,era estate avanzatissima,e mi fa,mi disp.l esame è per soli FC,allora sei cor nuto fino alla punta del capello!e dimmelo prima di dover aspettare mezza giornata i tuoi POR CI comodi!!me ne vado a casa e inizia l estate! quarto appuntamento quel prof. proprio non lo digerivo più!e un assistente pure Lui bello irascibile solite domande "umane" per l incipit dell'esame e solita domanda di chimica,con risposta stentate e mie scuse all'assistente perchè la chimica è pur sempre chimica(testuali parole)e lui e che vuol dire???e io...che ci vuole un capoccione cosi che al momento vista la stagione, non ho!altra domanda,a dire il vero pensavo di essermi già bruciato l esame,mi fa andare avanti,ritorna l isoipsa bastarda mi dica cos'è e come si calcolano...se ho la distanza pari a 1 M quanto l altezza a questa quota?PANICO ci penso rimugino e ripenso..ma non riesco a cavare un ragno dal buco,ormai era diventata una barzelletta,anzi un rapporto odi et amo come diceva Catullo...io lo odiavo lui mi amava perchè poteva distruggermi in pubblico...e si perchè VI ricordo che tutto questo tran tran è stato portato avanti con attorno almeno un 100aio di persone dietro le mie spalle,studenti,curiosi e prof. che assistevano gli esami per capire l'andatio,alche prendo il coraggio per sparare le uniche parole,di un povero crocifisso allo stremo delle forze: prof. lei mi boccia fin da subito,ma nn ha senso che la prossima volta io vengo nuovamente,lei mi chiede le isoipse e io puntualemtne che non le so rispondere!!!facciamo cosi:IO:"mi ritengo bocciato fin da subito,pero' lei prende questo foglio di carta e mi spiega per filo e per segno ste caspita di curve di livello con esempi pratici in modo da non cascare la prossima volta,e siamo a 4 con quella di oggi"LUI:va bene,(mi chiama per nome,ormai mi conosceva bene)io ti spiego come funzionano e tu appena finisce questa piccola lezione dentro al tuo esame,tu prendi ti alzi e te ne vai...IO:affare fatto...prendo il mio foglio e mi faccio spiegare TUTTO.il bello è che dietro di me si era formata una schiera di gente e studenti attenti a prendere appunti,a tifarmi,a chiedermi di cosa fossero e come risolvere la questione rovente(durante una precedente seduta aveva addirittura minacciato la sospensione degli esami,se qualcuno anche solo un esaminando non avesse avuto in mente cosa fosse una isoipsa) delle isoipse...e siamo al quinto appuntamento,puntuale come la diarra alle tue nozze..ah sei nuovamente TU...e IO:salve prof.siamo pronti per partire la prendevo a ridere ormai. domande a DX a SX isoipse...ecc.ecc.ec...morale della favola,5 sedute d'esame per sentirmi dire:il tuo esame non è stato eccellente,ma ti do un 30 per la caparbietà e la capacità di saper attendere d'altronde da caparbio cronico abbandonare una materia annuale,con tutti i rischi di dover riiniziare daccapo il programma,non aveva proprio senso...e 30 fu!il 30 più duro e lungo della mia vita
4)stessa facoltà,mese di nov. 2007 e precisamente 27 nov. 2007 lezione di statica.dovete sapere che la statica dopo matematica,chimica e fisica è la materia piu orrible e destabilizzante della terra o cmq,del corso di laurea..chi da' statica è pronto per la nasa...o meglio chi dava statica col prof. XXXXX(meglio non mettere nomi per privacy) presso la facoltà di RC era pronto per il lancio spaziale e a lavorare alla NASA come ingegnere aerospaziale!anche questo mascalzone aveva origini palermitane ha bocciato più lui che tutti i prof. d'Italia messi insieme c è stata gente piangere e disperata perchè ha dovuto fare per ben 28 volte l esame scritto di statica...gente che si strappava i capelli perchè bocciata all'orale dopo aver superato 2 scritti di statica!credo che gente sia morta per non essere stata ammessa all'esame di statica. ad ogni modo che pensate che FRANK con statica abbia fatto le cose lisce lisce??? ma nemmeno per sogno o meglio io avrei voluto tanto di si...ma la sfiga, me lo ha impedito anche stavolta...funzionava cosi:
-lezioni annuali 2 volte a settimana,dove tu che hai un cervello medio di 1.3 KG riesci a captare a stento 3 parole su 309953453908 sparate dal prof.nell'arco delle sue 2 ore di lezione...l unica cosa che riesci a distinguere con certezza ? "salve ragazzi" e "ci vediamo la prossima lezione",ea volte nemmeno quello perchè lo stato d'animo col quale ti porti al ridosso della fine delle 2-3 ore è tale che ti vien voglia di sparare un colpo di fucile alle gambe e morire dissanguato dopo esser stato preso in pieno da un camion carico di pesci!
-3 test scritti durante l anno...che danno accesso all'orale
-orale finale,previo superamento della prova scritta(un terno al lotto insomma)il sottoscritto,visto l impegno che doveva applicare,la volontà e visto che era la terzultima materia,e l ultima delle scientifiche,decide che deve a tutti i costi fare il MIRACOLO che a pochi eletti è riuscito prima,dare statica a prima botta e dare il via alla prospettiva della tesi e quindi laurea..senza statica in saccoccia anche se era l'ultima materia non si puù dichiararsi laureandi...perchè statica vale 1\2 di tutto il corso...dovevo applicare corpo e anima,scatenare il terzo ed ultimo neurone tenuto in disparte per l occasione e darci dentro con lo studio,ma quel 27 nov. accanto a me la sfiga si era manifestata sotto forma di ragazza bionda con occhi azzurri..simpatica,della prov. di Messina...una certa Angela!la lez. ha inizio puntuale come al solito,riesci a captare parole che hanno un suono strano quasi di rumore proveniente dalla bocca del prof.e cerchi di stare attentone prendere appunti,che, poichè captavamo "rumore",dipingevano i miei fogli bianchi con strani scarabocchi che solo un egittologo avrebbe potuto decifrare!lei comincia a prendere info su di me chi sono,da dove vengo e finiamo a bisbigliare del più e del meno senza farci beccare dal prof,parliamo del siciliano,del nostro dialetto nel frattempo ci scappa da ridere e veniamo beccati in modo leggero(si stavolta me la stavo cercando proprio) rimproverati torniamo alle nostre caxxate,ad un certo punto:LEI:ma da te quando una persona è chiusa di cervello,tipo addormentata,voi come la definite.IO:mah..che ti posso dire ci sono varie parole per definire la persona dormiente..tipo nciuddra... o ntulluna,trallaa,insomma ce ne stanno una miriade e da te?LEI:da me si dice-->(attenzione che questa è una perla eh)"iatta scriddricata dinno u muru"che traducendo letteralmente significa:gatta scivolata dal muro(effettivamente la spiegazione c è che gatto\a è se non riesce ad arrampicarsi al muro,i gatti sono agili,ergo se uno\a non riesce è impedita\o addormentato\a...ecco la spiegazione insomma) mai sentita in mia vita e difatti non sono riuscito a trattenermi e nella foga del momento parte un risatone colossale come se io fossi sul mio divano davanti ad una puntata di una serie tv comica come se mi fossi dimenticato di essere in aula e per giunta nell'ora di statica dove proprio non c è unn caxxo da ridere vengo udito da mezza aula.prof. incluso...si gira e gli fa ad Angela:signorina,ma cos'ha da ridere,che è un'ora che ride durante la mia lezione?e quella scema di Angela:no niente prof(con fare sempliciotto e sorridente) è che accanto a questo qua(cio? IO),non mi ci devo piu sedere!praticamente cornuto e bastonato la colpa è caduta tutta su di me su di me che nn mi potevo permettere di fare casini,facevo sacrifici a 360?,la casa in periferia,raggiungevo a piedi l università,il treno che odorava di pecore, il viaggio di 6 ore l aliscafo tutti i miei sforzi annientati in 5 min.per colpa di una che non ho piu visto!lui:ah ma è lei col maglione a righe i capelli lungi e gli occhiali!!!forza ci renda partecipi tutti(ricordo che l aula era piena come il carnevale di Rio) ci faccia ridere faccia il buffone e vediamo chi ride all'esame,dopo questa,ti senti il cuore alla gola una situazione vicina all'infarto e la faccia vascolarizzata al punto da diventare viola e in tinta col maglione,quella volta davvero avrei voluto evaporare dalla sedia!e la storia si ripete..monologo tra me e me solita guerra io da una parte,lui il disgraziato col coltello dalla parte del manico dall'altra dovevo fare una scelta:
-morire suicida
-sperare al miracolo
-il prof.impazzisse e si dimenticasse dell'accaduto(impossibile,quello allenava la mente,col magnesio allo stato puro per endovena)
-studiare come uno disgraziato
-diventare trasparente(impossibile per via dei miei 85Kg )
-uccidere il prof e l'assistente(possibile,ma non ne sarei stato capace )dopo aver scartato le ipotesi piu catastrofiche,mi rendo conto che l unica realizzabile era la prima...no scherzo,l'isolamento totale e piccoli step con l aiuto di una collega passavo i primi tempi con lui che mi derideva davanti a una 50ina di pupazzi con frasi del tipo:dov è l amico mio di Palermo,quello che sorride,oggi niente battute la cosa orribile è che dovevo condividere anche parte del viaggio e spesso me lo ritrovavo sul treno immaginate lo schifo che ti assale pensi che tutto è finito ormai sei alla laurea e ti giochi anni di studi per una minkiata di quel genere dovevo per forza provare l ultima carta!
primo step scritto,febbraio 2008
avevo avuto il tempo di fare circa 300 scritti di quel genere a casa,con le tracce accumulate in questi anni...insomma carico come al solito qualche piccola botta di qulo qua e la piazzo le mie bombe che esplodono alla lettura dell'esito,esame superato con 27\30..ottimo inizio...ce la posso fare,seconda prova,passano solo una 10ina di personaggi!troppo difficile la traccia-->sconforto
terza prova scritta,giugno 2008 non pensavo potesse finire bene prevenuto come non mai non do tanto peso all'orale che difatti tralascio con la convinzione che mai avrei superato l ultimo step pre-orale,c è Anna davanti a me che avevo conosciuto durante l anno,ci parliamo,consultiamo i risultati,finisce con un 26\30,e media sul 25-26!
chi lo fa l'orale adesso?
avevo 10 e ripeto 10 gg per studiare un libro di aramaico ops statica e fare l'orale e dire OK,ce l'ho fatta posso archiviare statica e l università!mi siedo domanda dopo domanda è una tragedia..non volevo nemmeno sedermi,alla fine mi danno un 24 che vale oro,ORO anzi no vale quando tutto l oro del mondo e dell'universo intero!
la cosa assurda è che da bastonato ero finito quasi per esser diventato per il prof.lo studente col quale chiedere impressioni su professionalità e serietà profusa!alla fine,nonostante le sfighe,e i bastoni tra le ruote,il sottoscritto riesce a togliersi dalle balle l'università il 20 ottobre 2009 col voto finale di 103 su 110
la mia morale:
non importa quanto schifo possa fare tu,se ci metti una pezza con testardaggine e caparbietà i risultati non tarderanno ad arrivare anche se devono condividere lo spazio con un carattere di cacca come il mio:)

se qualcuno ha qualcosa da raccontare del proprio passato un po burrascoso a scuola e non, si faccia avanti:)
e scusate se a volte mi sono sentito cosi:


Un sunto ti pregooooo...:loll: