La Salsa beargrease di nonnocarb: test in progress! (con test cerchi in carbonio)

nonnocarb

Redazione
11/11/03
14.384
192
0
61
Merano
www.meranobike.it
sarei curioso di provare una fat, ho idea comunque che a differenza di una normale front, per avere buone prestazioni si debba spendere un bel po di eurozzi, dubito che con 1000/1200 euro ci si possa divertire, mentre con la stessa cifra si ha gia in mano una buona front
se devi usare una fat come useresti la front, allora per quel prezzo resta sulla front, ma l'uso è anche molto più ristretto. Una fat è molto di più, per chi impara ad usarla come si deve. Gà spendendo 1500-1600 ne trovi una buona, e ti assicuro che con le giuste gomme hai una polivalenza senza uguali in nessuna altra bici, dall'asfalto ai sentieri tecnici, passando naturalmente per neve e sabbia o-o
 

 

ANDREAMASE

Biker meravigliosus
9/10/03
15.512
5.137
0
54
vicenza
Bike
una da strada e una no!
fatto ieri il primo test con la mia beargrease carbon con la bluto, la trasformazione che prevede nuovo mozzo da 150 di battuta e conseguente raggiatura mi è costata 200 euro; secondo me la bici acquista molto in velocità sullo scassato e non perde granché in salita.
Ovviamente è il primo test e quindi sono impressioni parziali.

hai tre bici, sarebbe interessante un mini report con le tue impressioni...
 

wind71

Biker novus
25/1/10
25
2
0
verona
Bike
Yeti SB150,Santa Blur
hai tre bici, sarebbe interessante un mini report con le tue impressioni...

A mio modo di vedere la FAT non è confrontabile con una classica front di cui non può avere le prestazioni in salita tantomeno su asfalto dove l'effetto di rotolamento si sente rispetto alle classiche ruote da 2,1/2,2 ; è piuttosto confrontabile con una bici da trail dalle moderate escursioni. Secondo me la forcella ci vuole se ci si vuole divertire davvero sui percorsi classici da mtb tradizionali e assume una valenza fondamentale la pressione gomme; con la forka rigida dovevo tenere la pressione molto bassa innescando una fastidiosissima deriva laterale del pneumatico anteriore nelle curve su fondi grippanti. In questa configurazione(ossia con la Bluto) con 0,8 ant 0,9/1 post in discesa è una moto e non perde quasi nulla in salita rispetto a prima, mantenendo una ottima trazione su terreni difficili. E' molto difficile fare confronti e dipende dall'uso che ognuno fa della propria bici, secondo me è una bici da puro divertimento non confrontabile con le classiche bici da xc di cui non può avere scatto e reattività (l'ho verificato con la mia che è montata discretamente e pesa 11,5 kg in assetto di marcia) sopperendo con un maggior range di utilizzo e una sicurezza in discesa a mio modo di vedere inarrivabile da una front tradizionale e forse anche da qualche biammortizzata.
 

ANDREAMASE

Biker meravigliosus
9/10/03
15.512
5.137
0
54
vicenza
Bike
una da strada e una no!
A mio modo di vedere la FAT non è confrontabile con una classica front di cui non può avere le prestazioni in salita tantomeno su asfalto dove l'effetto di rotolamento si sente rispetto alle classiche ruote da 2,1/2,2 ; è piuttosto confrontabile con una bici da trail dalle moderate escursioni. Secondo me la forcella ci vuole se ci si vuole divertire davvero sui percorsi classici da mtb tradizionali e assume una valenza fondamentale la pressione gomme; con la forka rigida dovevo tenere la pressione molto bassa innescando una fastidiosissima deriva laterale del pneumatico anteriore nelle curve su fondi grippanti. In questa configurazione(ossia con la Bluto) con 0,8 ant 0,9/1 post in discesa è una moto e non perde quasi nulla in salita rispetto a prima, mantenendo una ottima trazione su terreni difficili. E' molto difficile fare confronti e dipende dall'uso che ognuno fa della propria bici, secondo me è una bici da puro divertimento non confrontabile con le classiche bici da xc di cui non può avere scatto e reattività (l'ho verificato con la mia che è montata discretamente e pesa 11,5 kg in assetto di marcia) sopperendo con un maggior range di utilizzo e una sicurezza in discesa a mio modo di vedere inarrivabile da una front tradizionale e forse anche da qualche biammortizzata.

analisi pacata! :celopiùg:
e rispetto alla camber? (p.s. bella bici!)
 

KentaForEver

Biker serius
19/3/14
280
0
0
46
LA LEONESSA D'ITALIA
se devi usare una fat come useresti la front, allora per quel prezzo resta sulla front, ma l'uso è anche molto più ristretto. Una fat è molto di più, per chi impara ad usarla come si deve. Gà spendendo 1500-1600 ne trovi una buona, e ti assicuro che con le giuste gomme hai una polivalenza senza uguali in nessuna altra bici, dall'asfalto ai sentieri tecnici, passando naturalmente per neve e sabbia o-o



hai ragione, avevo letto da qualche parte che quelle dotate di forcella in alluminio trasmettono molto le vibrazioni data la rigidita'....ora come ora
mi attira la mondraker che a parte la forcella in alluminio che penso che abbia con 1400 di listino offre un buon allestimento, penso che col tempo ci sara'sempre piu scelta e si arrivera' con la cifra dei 1500 euro un buon rapporto qualita'prezzo, mi sembra di capire comunque guardando i vari annunci su subito.it ecc che chi compra modelli economici sui 1000 euro, dopo se ne pente e li rimette subito in vendita, forse anche per il grande peso, peccato che come al solito canyon ha tempi di consegna biblici, assurdo se si pensa che le consegne le danno ora per giugno, quando penso che forse il periodo piu interesssante sarebbe da usarsi in inverno con la neve, anche il mio rivende che vende mondraker mi ha detto che le avra'per aprile, un errore a mio avviso delle aziende produttrici che si perdono la possibilita'di "piazzare" dei modelli in un periodo azzecato, cioe'l'inverno, anche se tu hai dimostrato che sono bici da 360 gradi.
 

wind71

Biker novus
25/1/10
25
2
0
verona
Bike
Yeti SB150,Santa Blur
analisi pacata! :celopiùg:
e rispetto alla camber? (p.s. bella bici!)

Prendo la tua considerazione come un complimento, in un sistema in cui sono facili gli entusiasmi e altrettanto facili le delusioni lo ritengo tale. Per quanto riguarda la Camber ritengo sia in assoluto la bici più completa che abbia mai avuto , ci ho corso la Sellarono Hero con grandissima soddisfazione e fatto giri memorabili. Dopo aver avuto tantissime front e non essendo più interessato alla pura prestazione in salita volevo una bici sempre front ma che avesse uno spettro di utilizzo maggiore soprattutto nel periodo invernale; ho provato la fat per la prima volta alla 24h di Finale e su quel tracciato mi ha impressionato favorevolmente pur partendo con fortissimi pregiudizi. Se fai gare non è a mio modo di vedere la bici giusta ma se ti piacciono le front e vuoi farci di tutto compreso Bikepacking è una scelta ottima. Piccolo consiglio, le Fat non sono tutte uguali vanno provate assolutamente, e questo vale ancora di più che per le mtb tradizionali ed anche la guida è in parte differente in quanto vanno molto caricate anteriormente in modo tipicamente enduristico per poterne sfruttare l'enorme grip. Un saluto
 
  • Mi piace
Reactions: marco

ANDREAMASE

Biker meravigliosus
9/10/03
15.512
5.137
0
54
vicenza
Bike
una da strada e una no!
Prendo la tua considerazione come un complimento, in un sistema in cui sono facili gli entusiasmi e altrettanto facili le delusioni lo ritengo tale. Per quanto riguarda la Camber ritengo sia in assoluto la bici più completa che abbia mai avuto...

infatti lo è un complimento!

ti chiedevo il confronto con la camber proprio perchè credo sia una bici molto "all round", caratteristica che si legge anche delle, o di alcune, fat....
 

poggio61

Biker superis
13/7/14
444
0
0
roma
Giá spendendo 1500-1600 ne trovi una buona, e ti assicuro che con le giuste gomme hai una polivalenza senza uguali in nessuna altra bici, dall'asfalto ai sentieri tecnici, passando naturalmente per neve e sabbia o-o

indicazioni x una buona fat a queste cifre, chiaramente con marca e modello gomme comprese?
 

marco

Баба Яга
Diretur
29/10/02
36.274
2
6.743
113
48
Monte Bar
www.mtb-mag.com
Bike
Diverse
Prendo la tua considerazione come un complimento, in un sistema in cui sono facili gli entusiasmi e altrettanto facili le delusioni lo ritengo tale. Per quanto riguarda la Camber ritengo sia in assoluto la bici più completa che abbia mai avuto , ci ho corso la Sellarono Hero con grandissima soddisfazione e fatto giri memorabili. Dopo aver avuto tantissime front e non essendo più interessato alla pura prestazione in salita volevo una bici sempre front ma che avesse uno spettro di utilizzo maggiore soprattutto nel periodo invernale; ho provato la fat per la prima volta alla 24h di Finale e su quel tracciato mi ha impressionato favorevolmente pur partendo con fortissimi pregiudizi. Se fai gare non è a mio modo di vedere la bici giusta ma se ti piacciono le front e vuoi farci di tutto compreso Bikepacking è una scelta ottima. Piccolo consiglio, le Fat non sono tutte uguali vanno provate assolutamente, e questo vale ancora di più che per le mtb tradizionali ed anche la guida è in parte differente in quanto vanno molto caricate anteriormente in modo tipicamente enduristico per poterne sfruttare l'enorme grip. Un saluto

Ciao Wind,

grazie per le tue considerazioni, in cui mi ritrovo in tutto e per tutto.
 

wind71

Biker novus
25/1/10
25
2
0
verona
Bike
Yeti SB150,Santa Blur
Ciao Wind,

grazie per le tue considerazioni, in cui mi ritrovo in tutto e per tutto.

Grazie a te Marco, non amo i ciechi fideismi e ho portato solo la mia esperienza su una bici uso ormai da qualche mese unitamente ad altre, e di cui ho imparato a valutare tutti gli aspetti, per quanto possa ovviamente fare un amatore quale mi ritengo. Un saluto
 
  • Mi piace
Reactions: gotto

FabioL

Biker ciceronis
11/1/03
1.445
4
0
Lagertal (TN)
..... consiglio, le Fat non sono tutte uguali vanno provate assolutamente, e questo vale ancora di più che per le mtb tradizionali ....
Già, noto che una percentuale esagerata di chi scrive, compreso chi si reputa guru della mtb, pur di scrivere perde di vista questa regola e generalizzando scrive delle colossali m...te ...e non solo sulle FAT
:medita:
Personalmente ritengo anche che per quanto la prova di un giorno possa dare un'idea poi ogni mtb va provata e riprovata per poterne parlare sensatamente.
 

Nure

Biker tremendus
15/10/03
1.394
0
0
50
Vicenza
www.missgrape.net
Prima di provare una FAT Bike si deve capire (o almeno cercare) che cosa è una Fat bike. Senza questo piccolo sforzo iniziale è inutile metterci il sedere sopra.
Sarebbe come far provar una bici da Trial ad un ciclista da strada senza spiegargli cos'è il trial.
Concetto elementare ma spesso sottovalutato.
 

wind71

Biker novus
25/1/10
25
2
0
verona
Bike
Yeti SB150,Santa Blur
Già, noto che una percentuale esagerata di chi scrive, compreso chi si reputa guru della mtb, pur di scrivere perde di vista questa regola e generalizzando scrive delle colossali m...te ...e non solo sulle FAT
:medita:
Personalmente ritengo anche che per quanto la prova di un giorno possa dare un'idea poi ogni mtb va provata e riprovata per poterne parlare sensatamente.

Non volevo essere né sembrare onnisciente,e se ho dato quest'impressione mi spiace, ho solo risposto ad una domanda che mi è stata posta ed ho riportato le mie impressioni punto e basta. Con questo non voglio denigrare nulla e tanto meno le Fat visto peraltro che la Beargrease la ho e la uso con grandissima soddisfazione. Ciao
 

FabioL

Biker ciceronis
11/1/03
1.445
4
0
Lagertal (TN)
Non volevo essere né sembrare onnisciente,e se ho dato quest'impressione mi spiace, ho solo risposto ad una domanda che mi è stata posta ed ho riportato le mie impressioni punto e basta. Con questo non voglio denigrare nulla e tanto meno le Fat visto peraltro che la Beargrease la ho e la uso con grandissima soddisfazione. Ciao


Mi hai frainteso. Già stava per sono pienamente d'accordo con quanto hai scritto, il commento era riferito a quanto mediamente leggo sul forum


Inviato utilizzando Tapatalk
 

albertopava

Biker novus
14/4/09
15
0
0
PADOVA
www.altopianobike.com
Prendo la tua considerazione come un complimento, in un sistema in cui sono facili gli entusiasmi e altrettanto facili le delusioni lo ritengo tale. Per quanto riguarda la Camber ritengo sia in assoluto la bici più completa che abbia mai avuto , ci ho corso la Sellarono Hero con grandissima soddisfazione e fatto giri memorabili. Dopo aver avuto tantissime front e non essendo più interessato alla pura prestazione in salita volevo una bici sempre front ma che avesse uno spettro di utilizzo maggiore soprattutto nel periodo invernale; ho provato la fat per la prima volta alla 24h di Finale e su quel tracciato mi ha impressionato favorevolmente pur partendo con fortissimi pregiudizi. Se fai gare non è a mio modo di vedere la bici giusta ma se ti piacciono le front e vuoi farci di tutto compreso Bikepacking è una scelta ottima. Piccolo consiglio, le Fat non sono tutte uguali vanno provate assolutamente, e questo vale ancora di più che per le mtb tradizionali ed anche la guida è in parte differente in quanto vanno molto caricate anteriormente in modo tipicamente enduristico per poterne sfruttare l'enorme grip. Un saluto

Il fatto di caricarle molto non mi trova concorde: visto la caratteristica di soffrire del problema di deriva dato dal volume d'aria e dal tipo di pneumatico montato io normalmente cerco di stare "neutro" in questa azione. Mi permette di avere una guida più precisa. Tanto la perdita di grip con queste ruote è molto più remota rispetto alle gomme tradizionali. Tieni presente che avendo la forcella rigida il fatto di caricare come si farebbe con una forcella ammortizzata con lunga escursione porta ad arrivare presto al limite in quanto non c'è il "cuscinetto" dato dal sistema ammortizzante.
 

wind71

Biker novus
25/1/10
25
2
0
verona
Bike
Yeti SB150,Santa Blur
Il fatto di caricarle molto non mi trova concorde: visto la caratteristica di soffrire del problema di deriva dato dal volume d'aria e dal tipo di pneumatico montato io normalmente cerco di stare "neutro" in questa azione. Mi permette di avere una guida più precisa. Tanto la perdita di grip con queste ruote è molto più remota rispetto alle gomme tradizionali. Tieni presente che avendo la forcella rigida il fatto di caricare come si farebbe con una forcella ammortizzata con lunga escursione porta ad arrivare presto al limite in quanto non c'è il "cuscinetto" dato dal sistema ammortizzante.

Ciao Alberto io nella guida ho riscontrato che con 0,4/0,5 bar la bici è assolutamente inguidabile in curva a causa della paurosa deriva laterale che si innesca anche su asfalto, la mia beargrease peraltro ha un angolo sterzo abbastanza aperto( 68,5) il che ti porta automaticamente a dover accentuare i carichi sull'avantreno per massimizzare i vantaggi di aderenza e controllo della bici. Questi problemi li ho risolti montando la Bluto e di conseguenza aumentando la pressione dei pneumatici e abbattendo peraltro la sensazione di pigrizia in pedalata che avevo con una pressione troppo bassa. Peraltro ho anche provato ad aumentare la pressione oltre 1 bar ma a quei valori, data la dimensione dei pneumatici si ha un effetto rimbalzo notevole e abbastanza fastidioso. Nella configurazione attuale mi trovo molto bene; parlo ovviamente di un utilizzo esteso ai tracciati che già facevo prima, quindi escluso utilizzo su neve o sabbia (utilizzo che peraltro penso siano abbastanza limitati a chi vive in zone montane ossia il 5% di chi possiede una fat). Con la rigida mi trovavo molto bene sui tratti prettamente trialistici e a bassa velocità ma perdevo tantissimo sui tratti più veloci e scassati. Pareri ovviamente personali, un saluto
 
  • Mi piace
Reactions: marco

marco

Баба Яга
Diretur
29/10/02
36.274
2
6.743
113
48
Monte Bar
www.mtb-mag.com
Bike
Diverse
Il fatto di caricarle molto non mi trova concorde: visto la caratteristica di soffrire del problema di deriva dato dal volume d'aria e dal tipo di pneumatico montato io normalmente cerco di stare "neutro" in questa azione. Mi permette di avere una guida più precisa. Tanto la perdita di grip con queste ruote è molto più remota rispetto alle gomme tradizionali. Tieni presente che avendo la forcella rigida il fatto di caricare come si farebbe con una forcella ammortizzata con lunga escursione porta ad arrivare presto al limite in quanto non c'è il "cuscinetto" dato dal sistema ammortizzante.

Alberto, quando parlo di caricare l'anteriore non è per un eventuale perdita di grip (è l'unico vero vantaggio delle fat, questo), ma proprio per impostare la curva. Se si sta arretrati, la linea va a farsi benedire ben presto. Inoltre, a causa dell'effetto volano dato dalle ruote pesanti, impostare le curve veloci è molto difficile, motivo in più per dover caricare l'anteriore.
 

albertopava

Biker novus
14/4/09
15
0
0
PADOVA
www.altopianobike.com
Ciao Alberto io nella guida ho riscontrato che con 0,4/0,5 bar la bici è assolutamente inguidabile in curva a causa della paurosa deriva laterale che si innesca anche su asfalto, la mia beargrease peraltro ha un angolo sterzo abbastanza aperto( 68,5) il che ti porta automaticamente a dover accentuare i carichi sull'avantreno per massimizzare i vantaggi di aderenza e controllo della bici. Questi problemi li ho risolti montando la Bluto e di conseguenza aumentando la pressione dei pneumatici e abbattendo peraltro la sensazione di pigrizia in pedalata che avevo con una pressione troppo bassa. Peraltro ho anche provato ad aumentare la pressione oltre 1 bar ma a quei valori, data la dimensione dei pneumatici si ha un effetto rimbalzo notevole e abbastanza fastidioso. Nella configurazione attuale mi trovo molto bene; parlo ovviamente di un utilizzo esteso ai tracciati che già facevo prima, quindi escluso utilizzo su neve o sabbia (utilizzo che peraltro penso siano abbastanza limitati a chi vive in zone montane ossia il 5% di chi possiede una fat). Con la rigida mi trovavo molto bene sui tratti prettamente trialistici e a bassa velocità ma perdevo tantissimo sui tratti più veloci e scassati. Pareri ovviamente personali, un saluto

Posso dirti che ankio sono passato alla Bluto e devo dire che la guida è totalmente cambiata per non dire stravolta: il feeling con l'avantreno è tuttl'altra cosa rispetto alla rigida. Sul fattore deriva usando cerchi carbon Nextie con gomme tubeless Specy ho tolto circa 700 grammi a ruota rispetto ad una configurazione standard con cerchi normali, camera d'aria. In questa configurazione la bici a un comportamento completamente diverso rispetto a quelle con montaggi "base"...Queste configurazioni bisogna provarla per capire che la fat non è solo quella che si prova ai noleggi o ai test bike (generalmente di medio-bassa gamma) e non mi riferisco a te che ben conoscerai la cosa, ma ad altri...
 

wind71

Biker novus
25/1/10
25
2
0
verona
Bike
Yeti SB150,Santa Blur
Posso dirti che ankio sono passato alla Bluto e devo dire che la guida è totalmente cambiata per non dire stravolta: il feeling con l'avantreno è tuttl'altra cosa rispetto alla rigida. Sul fattore deriva usando cerchi carbon Nextie con gomme tubeless Specy ho tolto circa 700 grammi a ruota rispetto ad una configurazione standard con cerchi normali, camera d'aria. In questa configurazione la bici a un comportamento completamente diverso rispetto a quelle con montaggi "base"...Queste configurazioni bisogna provarla per capire che la fat non è solo quella che si prova ai noleggi o ai test bike (generalmente di medio-bassa gamma) e non mi riferisco a te che ben conoscerai la cosa, ma ad altri...

Le mie considerazioni nascono dal tentativo (forse sbagliato ) di assimilare l'utilizzo di una Fat a una mtb classica e di ampliarne quanto più possibile il range di utilizzo. Mi sembra di capire comunque che tu sia consapevole del fatto che per fare questo, occorresse modificare qualcosa nel set con cui la bici nasce(rigida con gomme "flosce" etc....) ......e quindi che molte delle considerazioni fatte nel test siano condivisibili. Detto questo sono in accordo con te che per sfruttare al max le Fat o per goderne a pieno si debbano mettere in preventivo spese di una certa importanza per gli upgrade. Ciao
 

marco

Баба Яга
Diretur
29/10/02
36.274
2
6.743
113
48
Monte Bar
www.mtb-mag.com
Bike
Diverse
Le mie considerazioni nascono dal tentativo (forse sbagliato ) di assimilare l'utilizzo di una Fat a una mtb classica e di ampliarne quanto più possibile il range di utilizzo. Mi sembra di capire comunque che tu sia consapevole del fatto che per fare questo, occorresse modificare qualcosa nel set con cui la bici nasce(rigida con gomme "flosce" etc....) ......e quindi che molte delle considerazioni fatte nel test siano condivisibili. Detto questo sono in accordo con te che per sfruttare al max le Fat o per goderne a pieno si debbano mettere in preventivo spese di una certa importanza per gli upgrade. Ciao

Notare cosa scrivevo l'anno scorso: http://www.mtb-mag.com/test-genesis-caribou-fatbike/
e notare il penultimo commento