Evoluzioni e involuzioni tecniche...chi le comanda/decide? Il caso Tubeless nativo UST

enry

Biker infernalis
9/20/05
1,958
30
0
48
Dolomiti (quando non lavoro in pianuraccia)
Bike
Specy
Sarà una mia fissa (come altre) ma continuo a chiedermi perché in alcuni casi evoluzioni tecniche molto costose e anche esagerate e per me inutili sono spinte dal mercato, come ad esempio il cambio elettronico (per me non ha senso neanche un xtr meccanico visto che ne rompo uno ogni 2/3 anni giú per qualche ghiaione dolomitico) o ebike da 15.000 euro mentre soluzioni vantaggiose senza praticamente svantaggi come i cerchi tubeless nativi (o ust che dir si voglia) sono praticamente scomparsi....ad oggi mi risultano solo mavic e racefactory (piccola azienda bresciana che sembra molto interessante)
 
  • Like
Reactions: bostik

gargasecca

Biker meravigliosus
8/17/05
19,462
6,170
0
46
--Roma--
Bike
Orbea Rallon M-Team 2020 - Cinelli The Machine 1992
Sarà una mia fissa (come altre) ma continuo a chiedermi perché in alcuni casi evoluzioni tecniche molto costose e anche esagerate e per me inutili sono spinte dal mercato, come ad esempio il cambio elettronico (per me non ha senso neanche un xtr meccanico visto che ne rompo uno ogni 2/3 anni giú per qualche ghiaione dolomitico) o ebike da 15.000 euro mentre soluzioni vantaggiose senza praticamente svantaggi come i cerchi tubeless nativi (o ust che dir si voglia) sono praticamente scomparsi....ad oggi mi risultano solo mavic e racefactory (piccola azienda bresciana che sembra molto interessante)
Penso che Mavic abbia un brevetto a riguardo, forse il boss ne sa di più… :prost:
 

avalonice

Biker marathonensis
4/2/09
4,062
2,620
0
ovunque
Bike
con le ruote
Sui cerchi UST ci sono un po' di problemi, prima di tutto la costruzione è più complessa inoltre dovendo avvitare i nippli gli spessori devono essere maggiori (più peso) per garantire la tenuta del filetto, tutto sommato la soluzione del nastro è più semplice ed economica e soprattutto è stata sviluppata dal basso e quindi è la cosa più lontana dal concetto di mercato.
Anche i pneumatici UST devono essere più massicci inoltre se non usi del sigillante ti basta una piccola spina per rimanere a terra e nel fuori strada non è così improbabile.
Poi per il resto posso condividere i tuoi punti di vista, alcune sofisticazioni/evoluzioni sono poco comprensibili però nessuno vieta di acquistare un ottimo Deore e lasciare sugli scaffali DI2 o ASX.
 
Last edited:

marcus69

Biker augustus
10/5/09
9,659
1,584
0
Capoterra-CA
Bike
Venture SL 27.5-Fiocco 26"-Bdc mc008
Almeno sulla e-bike c'è un motore e una batt.quelle cifre, purtroppo, le trovi anche su MTB o bdc.....
Concordo sul discorso dei cerchi.
 
Last edited:

enry

Biker infernalis
9/20/05
1,958
30
0
48
Dolomiti (quando non lavoro in pianuraccia)
Bike
Specy
Oggi si userebbero cerchi ust e pneumatici tubeless ready con lattice
Vantaggi:
- montaggio gomme anche con pompa normale
- zero sbattimento di nastrature
- con nippli avvitati su interno cerchio sostituzione raggi senza smontare le gomme e rinastrare
- se raggi dritti cambi i raggi senza neanche smontare i pignoni
- bellezza estetica molto superiore

Svantaggi:
- pochi grammi in più?
Altri??????

L'analogia con il cambio eletttonico non regge....tra cambi base e cambi top di gamma meccanici c'è moltissima scelta, e penso che anche gli elettronici siano il prodotto della massima ricerca tecnologica, quindi si può scegliere....invece se voglio comprare ruote ust devo scegliere solo tra mavic e racefactory...sarebbe come dire che nel mercato la scelta sarebbe tra telai cannondale (o altra marca storica) o knolly (o altra marca esoterica) mentre tutte le altre sono tornare a fare front anni 90 o full con angolo di sterzo chiuso

oppure altra analogia secondo me molto pertienente: torniamo tutti a guidare macchine a 2 ruote motrici sulla neve montando catene invece che trazioni integrali, per me non ha senso

Come non hanno senso gli 8000 standard diversi che hanno reso tutto incompatibile con tutto

Come non ha avuto senso dover aspettare un anno o più il microspline per i mozzi hope

Eccetera....
 
Last edited:
  • Like
Reactions: bostik

Hot

Biker nirvanensus
9/30/12
28,066
14,069
0
MI
Bike
Varie
Parecchi grammi in più a dirla tutta.
Non ha senso parlare di cerchi sia perché è errato, sia perché praticamente tutti i costruttori (forse eccetto Mavic) ha sempre proposto ruote complete UST, non singoli cerchi.
Ma posso confermarti che sono stato anche io per anni un sostenitore delle ruote UST.
Essendo un fanatico di ruote, ho avuto ruote UST sino dai tempi delle 26". Almeno due coppie di ruote Shimano, almeno due coppie di Easton, una sola coppia di Mavic, cinque coppie di Fulcrum e una di Ritchey UST. E potrei pure averne dimenticata qualcuna.
In gran parte rivendute, oggi ho soltanto una coppia di Easton da 26" e le Richey da 27.5"

In realtà, da quando ho cominciato ad assemblare le ruote da me sono passato alla nastratura, scoprendo che i difetti che mi aspettavo erano in realtà superati dai vantaggi, includendo la praticità, la leggerezza, la facilità di manutenzione o di sostituzione dei raggi.
Rimpiango tuttora i pneumatici UST. Massicci, robusti, ma assolutamente pesanti. Con l'uso del lattice si è scesi parecchio di peso sulle ruote e sulle gomme. E questo è incontestabile.

Se ancora prediligo gomme massicce e robuste, devo riconoscere che anche in questo caso l'evoluzione ha portato alla graduale scomparsa delle ruote UST a ragione. Oggi, onestamente sono molto meno giustificate del passato, soprattutto in considerazione della tendenza all'uso di cerchi con canale interno maggiorato, che porterebbero a pesi insostenibili.

Con i cerchi moderni oltre alla nastratura si sono introdotte le bandelle o sistemi di tenuta evoluti, che rendono il risultato finale assolutamente identico, dal punto di vista funzionale, ai "vecchi" sistemi UST.
 
  • Like
Reactions: franz_quattro

gargasecca

Biker meravigliosus
8/17/05
19,462
6,170
0
46
--Roma--
Bike
Orbea Rallon M-Team 2020 - Cinelli The Machine 1992
Parecchi grammi in più a dirla tutta.
Non ha senso parlare di cerchi sia perché è errato, sia perché praticamente tutti i costruttori (forse eccetto Mavic) ha sempre proposto ruote complete UST, non singoli cerchi.
Ma posso confermarti che sono stato anche io per anni un sostenitore delle ruote UST.
Essendo un fanatico di ruote, ho avuto ruote UST sino dai tempi delle 26". Almeno due coppie di ruote Shimano, almeno due coppie di Easton, una sola coppia di Mavic, cinque coppie di Fulcrum e una di Ritchey UST. E potrei pure averne dimenticata qualcuna.
In gran parte rivendute, oggi ho soltanto una coppia di Easton da 26" e le Richey da 27.5"

In realtà, da quando ho cominciato ad assemblare le ruote da me sono passato alla nastratura, scoprendo che i difetti che mi aspettavo erano in realtà superati dai vantaggi, includendo la praticità, la leggerezza, la facilità di manutenzione o di sostituzione dei raggi.
Rimpiango tuttora i pneumatici UST. Massicci, robusti, ma assolutamente pesanti. Con l'uso del lattice si è scesi parecchio di peso sulle ruote e sulle gomme. E questo è incontestabile.

Se ancora prediligo gomme massicce e robuste, devo riconoscere che anche in questo caso l'evoluzione ha portato alla graduale scomparsa delle ruote UST a ragione. Oggi, onestamente sono molto meno giustificate del passato, soprattutto in considerazione della tendenza all'uso di cerchi con canale interno maggiorato, che porterebbero a pesi insostenibili.

Con i cerchi moderni oltre alla nastratura si sono introdotte le bandelle o sistemi di tenuta evoluti, che rendono il risultato finale assolutamente identico, dal punto di vista funzionale, ai "vecchi" sistemi UST.
Non sono d'accordo, mi dirai forse il costo di produzione, maggiore x una ruota UST nativa, rispetto alla omonima normale, il peso è poco più, se vuoi ti metto le foto.
Cambiare un raggio di un straightpool è un bagno di sangue, devi allentare quelli vicino x far passare la testa nella flangia e spesso il raggio rotto buca il nastro, quindi devi smontare gomma, lattice e incastrare, se sei sul sentiero e ti buca la gomma, amen...gli Squorx se li giri 5/6 volte per ricentrare la ruota si mangiano...anche con la doppia chiavetta DT proprietaria, ho avuto 2 ruote DT negli ultimi 2 anni...E1900 e un assemblata di alta gamma EX511/471 con i DT350 ecc...rivendute entrambe, per tornare a Mavic, una garanzia.
I costruttori non le fanno per guadagnare il massimo, ovvero ti vendono le ruote "normali" a quanto vendevano le UST di prima.
Mi pare le Crank brothers siano UST o almeno lo erano...
Per il discorso gomme, le UST erano stagne, avevo le Kenda Nevegal doppia mescola, se vuoi le stesse OGGI, ovvero stessa carcassa e spalla devi andare su un doppia carcassa, le Mavic erano dello giusto spessore, la Charge 2,4 una delle migliori gomme da anteriore, le Maxxis DD sono anche più robuste e massicce, le Tough invece blindate, quindi di scelta ne hai, pesano, resistono, ma monti tutto con la pompa da casa e te ne dimentichi fino al cambio gomme successivo... :prost:
 
  • Like
Reactions: bostik

Hot

Biker nirvanensus
9/30/12
28,066
14,069
0
MI
Bike
Varie
La semplicità costruttiva è innegabile, così come la manutenzione.
Sostituire un raggio nelle ruote Fulcrum richiedeva una grande abilità tecnica, guidando il nipple tramite un magnete all'interno del cerchio. E queste difficoltà le si incontravano praticamente per tutti i costruttori, fatta eccezione per Mavic e CB (grazie per averli ricordati) che avevano adottato sistemi diversi.

Mavic è un brand di ruote che personalmente schifo parecchio, al contrario delle DT che non piacciono a te. Quindi credo sarà difficile trovare un terreno comune, quando parliamo di ruote.
Ho fatto riferimento alle ruote che assemblo da me. Uso sempre mozzi e raggi J-bend, quindi degli straightpull non mi interesso granché

Sulle gomme, come detto chiaramente, rimpiango le UST, ma va detto che dovendo usare comunque il lattice oggi le differenze sono ragionevolmente contenute, se si evitano quelle di carta velina. Basta vedere gli pneumatici proposti per e-bike, massicci e robusti, che spesso tengono l'aria perfettamente senza il lattice. Che comunque si consiglia di usare per prevenire le forature.
Mi fa sorridere l'affermazione che i "costruttori" ci starebbero turlupinando, offrendo prodotti inferiori a prezzi maggiorati.
Come è stato scritto da @avalonice la spinta al cambiamento è arrivata soprattutto dagli utilizzatori finali, a cui poi, gradualmente, i produttori si sono allineati, non il contrario.
A differenza degli hookless, quella sì che è una stronzata con cui ci hanno abbindolato
 
  • Like
Reactions: gargasecca

marcobassot

Biker novus
6/4/16
2
1
0
Sarà una mia fissa (come altre) ma continuo a chiedermi perché in alcuni casi evoluzioni tecniche molto costose e anche esagerate e per me inutili sono spinte dal mercato, come ad esempio il cambio elettronico (per me non ha senso neanche un xtr meccanico visto che ne rompo uno ogni 2/3 anni giú per qualche ghiaione dolomitico) o ebike da 15.000 euro mentre soluzioni vantaggiose senza praticamente svantaggi come i cerchi tubeless nativi (o ust che dir si voglia) sono praticamente scomparsi....ad oggi mi risultano solo mavic e racefactory (piccola azienda bresciana che sembra molto interessante)
Confrontano le Mavic Crossmax XL con le Dt Swiss Spline 1700 il peso non è maggiore anzi, minore di 10grammi se vogliamo essere precisi.


Dati dei siti ufficiali
Mavic tubeless nativo
https://www.mavic.com/it-it/crossmax-xl-rv1254.html
Peso 980gr
Costo della coppia a partire da 550€


Dt swiss
https://www.dtswiss.com/it/ruote/ruote-mtb/enduro/ex-1700-spline
Peso 992 grammi
Costo della coppia a partire da 750€


Come vedete non ci sono assolutamente svantaggi né di peso né di costi anzi...
Parlando con un amico meccanico mi ha detto che non vengono più fatte ruote UST perché il procedimento di fabbricazione è molto più laborioso però non capisco perché allora costi meno delle Dt Swiss ad esempio.
Uno svantaggio è sicuramente il costo dei raggi delle Mavic che mi ha detto aggirarsi intorno ai 35 euro e altro svantaggio che puoi usare solo quei raggi lì che forse non trovi ovunque e devi sempre avere dei raggi di scorta Ovunque tu vada e bisogna anche avere la chiavetta di plastica dedicata per smontarli e rimontarli. Ma altri vantaggi sinceramente io non ne vedo poter rinunciare alla nostra struttura è cambiare totalmente qualità di vita per quanto riguarda la mountain bike. È davvero straziante solo pensare al fatto di mettere una toppa al nastro o cambiare il nastro intero quando rompi un raggio. Ma ci pensate alla differenza di tempo? Cambiare un raggio senza neanche dover smontare la ruota da una parte e invece dall'altra smontare la ruota smontare il pacco pignoni smontare il disco smontare la gomma sporcarsi di lattice pulire tutto il cerchio dal lattice vecchio mettere una toppa orinare la ruota intera chiudere il tutto a rimettere il lattice neanche da confrontare...
 
  • Like
Reactions: bostik

enry

Biker infernalis
9/20/05
1,958
30
0
48
Dolomiti (quando non lavoro in pianuraccia)
Bike
Specy
Non sono d'accordo, mi dirai forse il costo di produzione, maggiore x una ruota UST nativa, rispetto alla omonima normale, il peso è poco più, se vuoi ti metto le foto.
Cambiare un raggio di un straightpool è un bagno di sangue, devi allentare quelli vicino x far passare la testa nella flangia e spesso il raggio rotto buca il nastro, quindi devi smontare gomma, lattice e incastrare, se sei sul sentiero e ti buca la gomma, amen...gli Squorx se li giri 5/6 volte per ricentrare la ruota si mangiano...anche con la doppia chiavetta DT proprietaria, ho avuto 2 ruote DT negli ultimi 2 anni...E1900 e un assemblata di alta gamma EX511/471 con i DT350 ecc...rivendute entrambe, per tornare a Mavic, una garanzia.
I costruttori non le fanno per guadagnare il massimo, ovvero ti vendono le ruote "normali" a quanto vendevano le UST di prima.
Mi pare le Crank brothers siano UST o almeno lo erano...
Per il discorso gomme, le UST erano stagne, avevo le Kenda Nevegal doppia mescola, se vuoi le stesse OGGI, ovvero stessa carcassa e spalla devi andare su un doppia carcassa, le Mavic erano dello giusto spessore, la Charge 2,4 una delle migliori gomme da anteriore, le Maxxis DD sono anche più robuste e massicce, le Tough invece blindate, quindi di scelta ne hai, pesano, resistono, ma monti tutto con la pompa da casa e te ne dimentichi fino al cambio gomme successivo... :prost:
Se il cerchio è ust con nipplo avvitato sull'interno del cerchio (come mavic e i vecchi shimano) cambiare un raggio straight pull è la cosa più semplice del mondo, togli il raggio rotto e metti il nuovo senza smontare niente
 

enry

Biker infernalis
9/20/05
1,958
30
0
48
Dolomiti (quando non lavoro in pianuraccia)
Bike
Specy
Confrontano le Mavic Crossmax XL con le Dt Swiss Spline 1700 il peso non è maggiore anzi, minore di 10grammi se vogliamo essere precisi.


Dati dei siti ufficiali
Mavic tubeless nativo
https://www.mavic.com/it-it/crossmax-xl-rv1254.html
Peso 980gr
Costo della coppia a partire da 550€


Dt swiss
https://www.dtswiss.com/it/ruote/ruote-mtb/enduro/ex-1700-spline
Peso 992 grammi
Costo della coppia a partire da 750€


Come vedete non ci sono assolutamente svantaggi né di peso né di costi anzi...
Parlando con un amico meccanico mi ha detto che non vengono più fatte ruote UST perché il procedimento di fabbricazione è molto più laborioso però non capisco perché allora costi meno delle Dt Swiss ad esempio.
Uno svantaggio è sicuramente il costo dei raggi delle Mavic che mi ha detto aggirarsi intorno ai 35 euro e altro svantaggio che puoi usare solo quei raggi lì che forse non trovi ovunque e devi sempre avere dei raggi di scorta Ovunque tu vada e bisogna anche avere la chiavetta di plastica dedicata per smontarli e rimontarli. Ma altri vantaggi sinceramente io non ne vedo poter rinunciare alla nostra struttura è cambiare totalmente qualità di vita per quanto riguarda la mountain bike. È davvero straziante solo pensare al fatto di mettere una toppa al nastro o cambiare il nastro intero quando rompi un raggio. Ma ci pensate alla differenza di tempo? Cambiare un raggio senza neanche dover smontare la ruota da una parte e invece dall'altra smontare la ruota smontare il pacco pignoni smontare il disco smontare la gomma sporcarsi di lattice pulire tutto il cerchio dal lattice vecchio mettere una toppa orinare la ruota intera chiudere il tutto a rimettere il lattice neanche da confrontare...
Un raggio mavic costa 35 euro?
 

gargasecca

Biker meravigliosus
8/17/05
19,462
6,170
0
46
--Roma--
Bike
Orbea Rallon M-Team 2020 - Cinelli The Machine 1992
Se il cerchio è ust con nipplo avvitato sull'interno del cerchio (come mavic e i vecchi shimano) cambiare un raggio straight pull è la cosa più semplice del mondo, togli il raggio rotto e metti il nuovo senza smontare niente
Parlavo dei DT, leggi bene.
Il Mavic si rompe il raggio e neppure te ne accorgi perché la ruota continua ad andare dritta…lo cambi a casa senza nessun problema infatti…:°°(:
 
  • Like
Reactions: bostik

gargasecca

Biker meravigliosus
8/17/05
19,462
6,170
0
46
--Roma--
Bike
Orbea Rallon M-Team 2020 - Cinelli The Machine 1992
La semplicità costruttiva è innegabile, così come la manutenzione.
Sostituire un raggio nelle ruote Fulcrum richiedeva una grande abilità tecnica, guidando il nipple tramite un magnete all'interno del cerchio. E queste difficoltà le si incontravano praticamente per tutti i costruttori, fatta eccezione per Mavic e CB (grazie per averli ricordati) che avevano adottato sistemi diversi.

Mavic è un brand di ruote che personalmente schifo parecchio, al contrario delle DT che non piacciono a te. Quindi credo sarà difficile trovare un terreno comune, quando parliamo di ruote.
Ho fatto riferimento alle ruote che assemblo da me. Uso sempre mozzi e raggi J-bend, quindi degli straightpull non mi interesso granché

Sulle gomme, come detto chiaramente, rimpiango le UST, ma va detto che dovendo usare comunque il lattice oggi le differenze sono ragionevolmente contenute, se si evitano quelle di carta velina. Basta vedere gli pneumatici proposti per e-bike, massicci e robusti, che spesso tengono l'aria perfettamente senza il lattice. Che comunque si consiglia di usare per prevenire le forature.
Mi fa sorridere l'affermazione che i "costruttori" ci starebbero turlupinando, offrendo prodotti inferiori a prezzi maggiorati.
Come è stato scritto da @avalonice la spinta al cambiamento è arrivata soprattutto dagli utilizzatori finali, a cui poi, gradualmente, i produttori si sono allineati, non il contrario.
A differenza degli hookless, quella sì che è una stronzata con cui ci hanno abbindolato
Certamente i mozzi a J molto più semplici, ma le DT “complete” e c’è ne sono di tutti i gusti, usano tutte i mozzi straighpool.
Non voglio convincere nessuno, Mavic pure ha le sue magagne, per carità, ma avendo dato fiducia a DT per 2 anni…cercando di convincermi con la scusa della leggerezza, le lontano tutti e ci si trovano bene, posso affermare che nel mio caso è per il mio utilizzo sono un prodotto da non considerare, Mavic vince a mani basse, ne ho 2 paia si 29”, ne ho avute 3 paia su 27,5” e ne ho avuto 4 paia su 26” dove tengo l’ultima release delle ST.
:prost:
 
  • Like
Reactions: bostik

enry

Biker infernalis
9/20/05
1,958
30
0
48
Dolomiti (quando non lavoro in pianuraccia)
Bike
Specy
Mia esperienza personale con ruote ust DT: per anni la mia ex ha usato la bici di Marzia (penso sia abbastanza conosciuta qui...) presa giá abbastanza usata da lei, la bici aveva quelle ruote (penso le top di gamma all'epoca), anche in park e anche su discese come il telegrafo est sul baldo, quindi roba abbastanza scassata
Mai dovuto tirarle, mai un problema, mai un raggio rotto (erano piatti stretti, molto tirati)
Certo se il nipplo va da dentro col magnete è un po' laborioso ma così non li comprerei, il problema è che non c'è scelta, mentre in altri casi ce n'è troppa
 
  • Like
Reactions: bostik

gargasecca

Biker meravigliosus
8/17/05
19,462
6,170
0
46
--Roma--
Bike
Orbea Rallon M-Team 2020 - Cinelli The Machine 1992
Un raggio mavic costa 35 euro?
Forse è il prezzo del kit, i raggi spaiati Mavic li ho sempre pagati 4€ o 5€ asseconda del fornitore.
Non credete che i raggi e nipples DT costino una caramella…ogni Squorx costa tra i 0,50€/1€ anche qui asseconda della scatola o fornitore, più mettici il raggio.
 

gargasecca

Biker meravigliosus
8/17/05
19,462
6,170
0
46
--Roma--
Bike
Orbea Rallon M-Team 2020 - Cinelli The Machine 1992
Mia esperienza personale con ruote ust DT: per anni la mia ex ha usato la bici di Marzia (penso sia abbastanza conosciuta qui...) presa giá abbastanza usata da lei, la bici aveva quelle ruote (penso le top di gamma all'epoca), anche in park e anche su discese come il telegrafo est sul baldo, quindi roba abbastanza scassata
Mai dovuto tirarle, mai un problema, mai un raggio rotto (erano piatti stretti, molto tirati)
Certo se il nipplo va da dentro col magnete è un po' laborioso ma così non li comprerei, il problema è che non c'è scelta, mentre in altri casi ce n'è troppa
Me la ricordo Marzia, dimmi un po’ il Nickname ?
Sul Baldo ho fatto lo Skull se non dico stupidità, caxxuto…:-?:
7802CBC5-24D0-4C6F-BC81-CCBD4FF00E6E.jpeg
 
Last edited:

Boro

Biker pazzescus
8/25/04
13,974
9,632
0
Reggio Emilia
Oggi si userebbero cerchi ust e pneumatici tubeless ready con lattice
Vantaggi:
- montaggio gomme anche con pompa normale
- zero sbattimento di nastrature
- con nippli avvitati su interno cerchio sostituzione raggi senza smontare le gomme e rinastrare
- se raggi dritti cambi i raggi senza neanche smontare i pignoni
- bellezza estetica molto superiore

Svantaggi:
- pochi grammi in più?
Altri??????

L'analogia con il cambio eletttonico non regge....tra cambi base e cambi top di gamma meccanici c'è moltissima scelta, e penso che anche gli elettronici siano il prodotto della massima ricerca tecnologica, quindi si può scegliere....invece se voglio comprare ruote ust devo scegliere solo tra mavic e racefactory...sarebbe come dire che nel mercato la scelta sarebbe tra telai cannondale (o altra marca storica) o knolly (o altra marca esoterica) mentre tutte le altre sono tornare a fare front anni 90 o full con angolo di sterzo chiuso

oppure altra analogia secondo me molto pertienente: torniamo tutti a guidare macchine a 2 ruote motrici sulla neve montando catene invece che trazioni integrali, per me non ha senso

Come non hanno senso gli 8000 standard diversi che hanno reso tutto incompatibile con tutto

Come non ha avuto senso dover aspettare un anno o più il microspline per i mozzi hope

Eccetera....
I miei ultimi cerchi ust sono stati degli xtr da 26, la coppia di ruote pesava circa, in alluminio sui 1,6/1,7 kg se ben ricordo. Canale 19. Non un fuscello per essere una 26 e non economica.
Adesso la gente vuole canali da 30 e ruote robuste, perchè anche quelli che fanno xc ormai fanno roba da ganzi e vanno a passa nei rockgarden, fanno downcontry, non fanno solo carraie come una volta. Quindi una coppia xtr 29 ust canale 30 mm attualizzata, ruota già costosa, cosa peserebbe? Diciamo 2kg? Siamo ottimisti.
Chi la comprerebbe? Nessuno.
Poi passiamo al carbonio, li fare cerchi ust la vedo dura, i costi scoppierebbero.
Il nastro è una menata ma è semplice ed economico.
Piuttosto ci sono sistemi molto validi come i flap nativi della bontrager che praticamente rendono il cerchio molto simile ad un ust, anche se complicano il montaggio delle gomme più toste.

Il vero punto non sono i cerchi, sono le gomme! Quelle farle ust non sarebbe un problema e sarebbe comodo. Niente trafilaggi, niente gomme sempre a terra in garage, niente gomme che sudano, meno lattice da consumare, ecc.
E invece ti danno dei colabrodi che costano 70 euro.
 
  • Like
Reactions: gargasecca

fafnir

Biker fantasticus
11/9/13
14,260
12,762
0
35
Padova
Bike
Warden, Hightower, Venge
I miei ultimi cerchi ust sono stati degli xtr da 26, la coppia di ruote pesava circa, in alluminio sui 1,6/1,7 kg se ben ricordo. Canale 19. Non un fuscello per essere una 26 e non economica.
Adesso la gente vuole canali da 30 e ruote robuste, perchè anche quelli che fanno xc ormai fanno roba da ganzi e vanno a passa nei rockgarden, fanno downcontry, non fanno solo carraie come una volta. Quindi una coppia xtr 29 ust canale 30 mm attualizzata, ruota già costosa, cosa peserebbe? Diciamo 2kg? Siamo ottimisti.
Chi la comprerebbe? Nessuno.
Poi passiamo al carbonio, li fare cerchi ust la vedo dura, i costi scoppierebbero.
Il nastro è una menata ma è semplice ed economico.
Piuttosto ci sono sistemi molto validi come i flap nativi della bontrager che praticamente rendono il cerchio molto simile ad un ust, anche se complicano il montaggio delle gomme più toste.

Il vero punto non sono i cerchi, sono le gomme! Quelle farle ust non sarebbe un problema e sarebbe comodo. Niente trafilaggi, niente gomme sempre a terra in garage, niente gomme che sudano, meno lattice da consumare, ecc.
E invece ti danno dei colabrodi che costano 70 euro.
Secondo me hai sbagliato qualcosa
 

Ultimi itinerari e allenamenti

  • Colle Laz Arà - Val Chisone
    Wed, 28 Sep 2022 23:25:46 CEST
    [Routes] Italy - Piemonte, TO 38,20 km +1 150 mt Da San Germano Chisone (500m) si prosegue n ...
  • Corsa 28-09-2022
    Wed, 28 Sep 2022 21:02:36 CEST
    [Training] 10,44 km +173 mt 01:08:48 ...
  • Attività pomeridiana
    Wed, 28 Sep 2022 20:38:09 CEST
    [Training] 1,95 km +8 mt 00:08:00 ...
  • MTB Formello scuola di ciclismo
    Wed, 28 Sep 2022 19:36:50 CEST
    [Training] 8,51 km +195 mt 02:06:57 ...
  • Moschera
    Wed, 28 Sep 2022 18:39:08 CEST
    [Routes] Switzerland 16,08 km +756 mt Giro breve ma tosto che porta da Tesserete fino in cim ...