HelloJacker

Biker popularis
5/3/14
50
7
0
Voglio riportare le mie impressioni dopo un utilizzo moderato della bici in oggetto e confronto con la mia precedente bici che, per quanto diversa per geometrie e ciclistica rende la valutazione più obiettiva avendo un metro di paragone.
La mia precedente bici era una front, una BMC TE02 del 2018. Non voglio certo paragonare una full con una front ma alcuni aspetti sono da prendere in considerazione.
Non sto a parlarvi dei dettagli tecnici che potete reperire da soli sul sito del produttore ma della mia esperienza d'uso personale: vado quindi al sodo.
La Canyon LUX Trail CF8 è molto leggera e non mi fa rimpiangere la front in quanto bloccando le sospensioni non avverto il minimo molleggiamento: mi sembra di avere una front a tutti gli effetti. Sbloccando le sospensioni il discorso cambia totalmente regalandomi un'esperienza di guida, una sicurezza in discesa inimmaginabile e anche una maggior trazione in salita: il posteriore non salta su sassi e radici ma "segue" la conformazione del terreno consentendomi di salire in punti dove con la front perdevo trazione costringendomi al piede a terra. Come reattività e guidabilità promossa a pieni voti quindi.
La pulizia del manubrio è un altro elemento degno di nota sebbene si potesse fare di meglio con un manubrio con cablaggio integrato. La pulizia è data sia dai comandi wireless AXS che dal manettino di sblocco delle sospensioni a rotazione del polso che elimina il bruttissimo sovraffollamento di leve e levette sulla barra.
Iniziamo da qui con i miei disappunti:
Lo sblocco delle sospensioni rende si pulito il manubrio ma mi capita spesso che le sospensioni si sblocchino da sole, senza alcun motivo, semplicemente impugnando la manopola.
Forse il mio comando sarà difettoso ma applicando una certa forza sull'impugnatura, all'improvviso ed in modo random il manettino scatta e ruota senza che sia stato schiacciato il pulsantino di sblocco. Questa cosa è fastidiosissima e mi costringe a bloccare nuovamente le sospensioni ruotando un'altra volta il manettino.
Seconda cosa che non mi è piaciuta davvero: i freni!
Gli SRAM Level sono una ciofeca imbarazzante. Inizialmente pensavo dovessero consumarsi un pò le pasticche ma poi dopo tante uscite e con le pasticche giunte a metà posso dire che sono i freni peggiori che abbia mai provato dopo i TEKTRO economici della Trek Marlin 5 di mia figlia.
Nelle discese ripide mi ammazzo a dover applicare una forza immane sulle leve, i freni sono poco potenti, nulla a che vedere con quelli della BMC che erano degli Shimano Deore. Non so quali siano i più pregiati, so solo che questi SRAM Level richiedono una forza eccessiva che non ho mai applicato con la BMC dove frenavo senza problemi e con grande potenza con la poca forza di un solo dito. Qui mi stanco a frenare. E' indicibile ed incredibile. Forse i freni sono la peggior cosa di questa bicicletta ma non è colpa di Canyon in quanto non produce i freni.
Piuttosto se vogliamo colpevolizzare Canyon è sul fatto di utilizzare un kit così scadente e poco performante su una bicicletta da oltre 5mila euro.
Per il resto sono pienamente soddisfatto: reattiva, comoda, veloce in discesa, sul tecnico e ottima arrampicatrice. Leggera per la categoria di appartenenza, complici anche le leggerissime ruote in carbonio.
Il cambio ed il reggisella AXS sono una vera goduria e piacere di guida. Le sospensioni lavorano molto bene. Si macinano tanti km, senza affaticarsi, tranne i polsi e le mani nel frenare nei lunghi ripidoni. La ricomprerei? Ad occhi chiusi, ma i freni sono da cambiare assolutamente!
 
Last edited:

g.f.

Biker forumensus
1/28/18
2,107
1
566
0
Pinerolo
Bike
Yt Jeffsy Al 2018 29"
Grazie per le tue impressioni.
Il mezzo è davvero interessante, mi sembra di capire che si pedala benissimo e si scende con sicurezza divertendosi più che con una front.
Questo segmento sta diventando sempre più interessante
 

marco

Баба Яга
Diretur
10/29/02
38,197
3
10,297
113
49
Monte Bar
www.mtb-mag.com
Bike
Diverse
Voglio riportare le mie impressioni dopo un utilizzo moderato della bici in oggetto e confronto con la mia precedente bici che, per quanto diversa per geometrie e ciclistica rende la valutazione più obiettiva avendo un di metro di paragone.
La mia precedente bici era una front, una BMC TE02 del 2018. Non voglio certo paragonare una full con una front ma alcuni aspetti sono da prendere in considerazione.
Non sto a parlarvi dei dettagli tecnici che potete reperire da soli sul sito del produttore ma della mia esperienza d'uso personale: vado quindi al sodo.
La Canyon LUX Trail CF8 è molto leggera e non mi fa rimpiangere la front in quanto bloccando le sospensioni non avverto il minimo molleggiamento: mi sembra di avere una front a tutti gli effetti. Sbloccando le sospensioni il discorso cambia totalmente regalandomi un'esperienza di guida, una sicurezza in discesa inimmaginabile e anche una maggior trazione in salita: il posteriore non salta su sassi e radici ma "segue" la conformazione del terreno. Come reattività e guidabilità promossa a pieni voti quindi.
La pulizia del manubrio è un altro elemento degno di lnota sebbene si potesse fare di meglio con un manubrio con cablaggio integrato. La pulizia è data sia dai comandi wireless AXS che dal manettino di sblocco delle sospensioni a rotazione del polso che elimina il bruttissimo sovraffollamento di leve e levette sulla barra.
Iniziamo da qui con i miei disappunti:
Lo sblocco delle sospensioni rende si pulito il manubrio ma mi capita spesso che le sospensioni si sblocchino da sole, senza alcun motivo, semplicemente impugnando la manopola.
Forse il mio comando sarà difettoso ma applicando una certa forza sull'impugnatura all'improvviso ed in modo random il manettino scatta e ruota senza che sia stato schiacciato il pulsantino di sblocco. Questa cosa è fastidiosissima.
Seconda cosa che non mi è piaciuta davvero: i freni!
Gli SRAM Level sono una ciofeca imbarazzante. Inizialmente pensavo dovessero consumarsi un pò le pasticche ma poi dopo tante uscite e con le pasticche giunte a metà posso dire che sono i freni peggiori che abbia mai provato dopo i TEKTRO economici della Trek Marlin 5 di mia figlia.
Nelle discese ripide mi ammazzo a dover applicare una forza immane sulle leve, i freni sono poco potenti, nulla a che vedere con quelli della BMC che erano degli Shimano Deore. Non so quali siano i più pregiati, so solo che questi SRAM Level richiedono una forza eccessiva che non ho mai applicato con la BMC dove frenavo senza problemi e con grande potenza con la poca forza di un dito. Qui mi stanco a frenare. E' indicibile ed incredibile. Forse i freni sono la peggior cosa di questa bicicletta ma non è colpa di Canyon in quanto non produce i freni.
Piuttosto se vogliamo colpevolizzare Canyon è sul fatto di utilizzare un kit così scadente e poco performante su una bicicletta da oltre 5mila euro.
Per il resto sono pienamente soddisfatto: reattiva, comoda, veloce in discesa sul tecnico e ottima arrampicatrice. Leggera per la categoria di appartenenza, complice anche le leggerissime ruote in carbonio.
Il cambio ed il reggisella AXS sono una vera goduria e piacere di guida. Le sospensioni lavorano molto bene. Si macinano tanti km, senza affaticarsi, tranne i polsi e le mani nel frenare nei lunghi ripidoni. LA ricomprerei? Ad occhi chiusi, ma i freni sono da cambiare assolutamente!

ho pronto il video con il test della versione Team, con freni xtr grazie a dio
 

onosendai

Biker serius
6/21/15
126
28
0
Italia
Bike
SpectralON, Jeffsy e GrandCanyon
Da fedele Canyonista sto aspettando la disponibilità della 7, comunque nelle configurazioni su quei 10-12 componenti che compongono la bike un paio spesso ti chiedi perchè li hanno messi, trovare la combinazione perfetta tra componenti e prezzo non è semplice, questo succede con altre marche ovviamente.
 

kremer

Biker serius
11/29/15
292
73
0
Visto che vorrei prenderla anche io, mi puoi dire quanto sei alto e che taglia hai preso?
 

lupeaq

Biker cesareus
6/19/15
1,719
538
0
L'Aquila
Bike
Rdr Ares
Purtroppo sram nn fa freni...cambiali appena puoi. Ottima bici. Io ho avuto due mtb canyon ed una bdc e posso solo lodarle. Canyon x me è il top delle bici commerciali. Sottovalutata.
 

HelloJacker

Biker popularis
5/3/14
50
7
0
Visto che vorrei prenderla anche io, mi puoi dire quanto sei alto e che taglia hai preso?
Sono 1,74 ed ho un cavallo di 83 cm. Ho preso una S seguendo il loro configuratore ed è perfetta. Ho dovuto solo sostituire l'attacco manubrio da 60 con uno da 80 perché ci stavo un pelo corto e poi perché prediligo una guida più sdraiata che mi agevola anche nelle salite ripide.
 

marco

Баба Яга
Diretur
10/29/02
38,197
3
10,297
113
49
Monte Bar
www.mtb-mag.com
Bike
Diverse
Sono 1,74 ed ho un cavallo di 83 cm. Ho preso una S seguendo il loro configuratore ed è perfetta. Ho dovuto solo sostituire l'attacco manubrio da 60 con uno da 80 perché ci stavo un pelo corto e poi perché prediligo una guida più sdraiata che mi agevola anche nelle salite ripide.

pensa che io sono alto 179cm con distanza sella-mc di 74cm e ho preso la L, cambiando l'attacco da 6 a 4cm.
 

OZZY_82

Biker forumensus
3/28/16
2,131
514
0
LIGURIA
Bike
SC BLUR
pensa che io sono alto 179cm con distanza sella-mc di 74cm e ho preso la L, cambiando l'attacco da 6 a 4cm.
Marco perdonami, ma su una bici del genere, conviene avere un attacco così corto??

Io sulla Blur con forka da 120 (68 di sterzo, e 430 Di reach) misi un attacco da 50.
La.bici va un po' dove vuole così....
 

HelloJacker

Biker popularis
5/3/14
50
7
0
Marco perdonami, ma su una bici del genere, conviene avere un attacco così corto??

Io sulla Blur con forka da 120 (68 di sterzo, e 430 Di reach) misi un attacco da 50.
La.bici va un po' dove vuole così....
Secondo me stai facendo un ragionamento sbagliato. L'attacco manubrio, l'altezza sella, l'arretramento o avanzamento sella, l'inclinazione sella, la pressione pneumatici, la larghezza sterzo ivi compresi backsweep, upsweep, e potrei andare avanti con precarico sospensioni e velocità di ritorno etc etc sono valori del tutto soggettivi, diversi da individuo ad individuo. Ognuno pedala in un modo ed ha le sue preferenze (chiaro è che bisogna partire da una corretta messa in sella "di base").
Infatti ho specificato che io, personalmente parlando, prediligo una guida più distesa, mi affatica meno e mi agevola sulle salite, sicuramente perché sono condizionato dalla bici da strada ma sono e restano preferenze e gusti personali. Non esiste il conviene e non conviene quando si parla di queste cose.
 

OZZY_82

Biker forumensus
3/28/16
2,131
514
0
LIGURIA
Bike
SC BLUR
Secondo me stai facendo un ragionamento sbagliato. L'attacco manubrio, l'altezza sella, l'arretramento o avanzamento sella, l'inclinazione sella, la pressione pneumatici, la larghezza sterzo ivi compresi backsweep, upsweep, e potrei andare avanti con precarico sospensioni e velocità di ritorno etc etc sono valori del tutto soggettivi, diversi da individuo ad individuo. Ognuno pedala in un modo ed ha le sue preferenze (chiaro è che bisogna partire da una corretta messa in sella "di base").
Infatti ho specificato che io, personalmente parlando, prediligo una guida più distesa, mi affatica meno e mi agevola sulle salite, sicuramente perché sono condizionato dalla bici da strada ma sono e restano preferenze e gusti personali. Non esiste il conviene e non conviene quando si parla di queste cose.
Sei hai un angolo di sterzo "chiuso" (68 lo è) non puoi mettere l Attacco che vuoi....ci sono dei limiti che vanno rispettati.

Sulla mia ho un attacco lungo (70....).
Manubrio mini rise.
Non è tanto una preferenza,ma quasi un obbligo...

Altrimenti la bici diventa un cavallo pazzo.
Parlo della mia.

Questa non saprei
 

HelloJacker

Biker popularis
5/3/14
50
7
0
Sei hai un angolo di sterzo "chiuso" (68 lo è) non puoi mettere l Attacco che vuoi....ci sono dei limiti che vanno rispettati.

Sulla mia ho un attacco lungo (70....).
Manubrio mini rise.
Non è tanto una preferenza,ma quasi un obbligo...

Altrimenti la bici diventa un cavallo pazzo.
Parlo della mia.

Questa non saprei
Penso che puoi mettere l'attacco che vuoi se in ragione della modifica ti senti più a tuo agio, non ti porta fastidi e ti consente di esprimerti al meglio. Certo mi pare ovvio che fare modifiche alla dog dick non è consigliabile ma non lo è nemmeno fissarsi sulle "regole", molto spesso nate da esperienze altrui e non scritte da nessuna parte. Non voglio entrare in discorsi di biomeccanica che non mi competono ma per assurdo voglio porre che un individuo si trova a proprio agio solo se la sella ha un'inclinazione verso l'alto ed un attacco manubrio da 120 slammato a -20° . chi lo vieta? Se non porta problemi ma solo benefici la vera regola è stata trovata. Le regole esistono, per carità, ma sono un punto di partenza, non di arrivo.
 
  • Like
Reactions: OZZY_82

OZZY_82

Biker forumensus
3/28/16
2,131
514
0
LIGURIA
Bike
SC BLUR
Penso che puoi mettere l'attacco che vuoi se in ragione della modifica ti senti più a tuo agio, non ti porta fastidi e ti consente di esprimerti al meglio. Certo mi pare ovvio che fare modifiche alla dog dick non è consigliabile ma non lo è nemmeno fissarsi sulle "regole", molto spesso nate da esperienze altrui e non scritte da nessuna parte. Non voglio entrare in discorsi di biomeccanica che non mi competono ma per assurdo voglio porre che un individuo si trova a proprio agio solo se la sella ha un'inclinazione verso l'alto ed un attacco manubrio da 120 slammato a -20° . chi lo vieta? Se non porta problemi ma solo benefici la vera regola è stata trovata. Le regole esistono, per carità, ma sono un punto di partenza, non di arrivo.
Si 120 magari.....la.bici è più stabile.

40 ni....
 

pasquale.roma

Biker serius
11/11/13
202
42
0
Voglio riportare le mie impressioni dopo un utilizzo moderato della bici in oggetto e confronto con la mia precedente bici che, per quanto diversa per geometrie e ciclistica rende la valutazione più obiettiva avendo un metro di paragone.
La mia precedente bici era una front, una BMC TE02 del 2018. Non voglio certo paragonare una full con una front ma alcuni aspetti sono da prendere in considerazione.
Non sto a parlarvi dei dettagli tecnici che potete reperire da soli sul sito del produttore ma della mia esperienza d'uso personale: vado quindi al sodo.
La Canyon LUX Trail CF8 è molto leggera e non mi fa rimpiangere la front in quanto bloccando le sospensioni non avverto il minimo molleggiamento: mi sembra di avere una front a tutti gli effetti. Sbloccando le sospensioni il discorso cambia totalmente regalandomi un'esperienza di guida, una sicurezza in discesa inimmaginabile e anche una maggior trazione in salita: il posteriore non salta su sassi e radici ma "segue" la conformazione del terreno consentendomi di salire in punti dove con la front perdevo trazione costringendomi al piede a terra. Come reattività e guidabilità promossa a pieni voti quindi.
La pulizia del manubrio è un altro elemento degno di nota sebbene si potesse fare di meglio con un manubrio con cablaggio integrato. La pulizia è data sia dai comandi wireless AXS che dal manettino di sblocco delle sospensioni a rotazione del polso che elimina il bruttissimo sovraffollamento di leve e levette sulla barra.
Iniziamo da qui con i miei disappunti:
Lo sblocco delle sospensioni rende si pulito il manubrio ma mi capita spesso che le sospensioni si sblocchino da sole, senza alcun motivo, semplicemente impugnando la manopola.
Forse il mio comando sarà difettoso ma applicando una certa forza sull'impugnatura, all'improvviso ed in modo random il manettino scatta e ruota senza che sia stato schiacciato il pulsantino di sblocco. Questa cosa è fastidiosissima e mi costringe a bloccare nuovamente le sospensioni ruotando un'altra volta il manettino.
Seconda cosa che non mi è
Gli SRAM Level sono una ciofeca imbarazzante. Inizialmente pensavo dovessero consumarsi un pò le pasticche ma poi dopo tante uscite e con le pasticche giunte a metà posso dire che sono i freni peggiori che abbia mai provato dopo i TEKTRO economici della Trek Marlin 5 di mia figlia.
Nelle discese ripide mi ammazzo a dover applicare una forza immane sulle leve, i freni sono poco potenti, nulla a che vedere con quelli della BMC che erano degli Shimano Deore. Non so quali siano i più pregiati, so solo che questi SRAM Level richiedono una forza eccessiva che non ho mai applicato con la BMC dove frenavo senza problemi e con grande potenza con la poca forza di un solo dito. Qui mi stanco a frenare. E' indicibile ed incredibile. Forse i freni sono la peggior cosa di questa bicicletta ma non è colpa di Canyon in quanto non produce i freni.
Piuttosto se vogliamo colpevolizzare Canyon è sul fatto di utilizzare un kit così scadente e poco performante su una bicicletta da oltre 5mila euro.
Per il resto sono pienamente soddisfatto: reattiva, comoda, veloce in discesa, sul tecnico e ottima arrampicatrice. Leggera per la categoria di appartenenza, complici anche le leggerissime ruote in carbonio.
Il cambio ed il reggisella AXS sono una vera goduria e piacere di guida. Le sospensioni lavorano molto bene. Si macinano tanti km, senza affaticarsi, tranne i polsi e le mani nel frenare nei lunghi ripidoni. La ricomprerei? Ad occhi chiusi, ma i freni sono da cambiare assolutamente!
Riguardo i lcomando
Voglio riportare le mie impressioni dopo un utilizzo moderato della bici in oggetto e confronto con la mia precedente bici che, per quanto diversa per geometrie e ciclistica rende la valutazione più obiettiva avendo un metro di paragone.
La mia precedente bici era una front, una BMC TE02 del 2018. Non voglio certo paragonare una full con una front ma alcuni aspetti sono da prendere in considerazione.
Non sto a parlarvi dei dettagli tecnici che potete reperire da soli sul sito del produttore ma della mia esperienza d'uso personale: vado quindi al sodo.
La Canyon LUX Trail CF8 è molto leggera e non mi fa rimpiangere la front in quanto bloccando le sospensioni non avverto il minimo molleggiamento: mi sembra di avere una front a tutti gli effetti. Sbloccando le sospensioni il discorso cambia totalmente regalandomi un'esperienza di guida, una sicurezza in discesa inimmaginabile e anche una maggior trazione in salita: il posteriore non salta su sassi e radici ma "segue" la conformazione del terreno consentendomi di salire in punti dove con la front perdevo trazione costringendomi al piede a terra. Come reattività e guidabilità promossa a pieni voti quindi.
La pulizia del manubrio è un altro elemento degno di nota sebbene si potesse fare di meglio con un manubrio con cablaggio integrato. La pulizia è data sia dai comandi wireless AXS che dal manettino di sblocco delle sospensioni a rotazione del polso che elimina il bruttissimo sovraffollamento di leve e levette sulla barra.
Iniziamo da qui con i miei disappunti:
Lo sblocco delle sospensioni rende si pulito il manubrio ma mi capita spesso che le sospensioni si sblocchino da sole, senza alcun motivo, semplicemente impugnando la manopola.
Forse il mio comando sarà difettoso ma applicando una certa forza sull'impugnatura, all'improvviso ed in modo random il manettino scatta e ruota senza che sia stato schiacciato il pulsantino di sblocco. Questa cosa è fastidiosissima e mi costringe a bloccare nuovamente le sospensioni ruotando un'altra volta il manettino.
Seconda cosa che non mi è piaciuta davvero: i freni!
Gli SRAM Level sono una ciofeca imbarazzante. Inizialmente pensavo dovessero consumarsi un pò le pasticche ma poi dopo tante uscite e con le pasticche giunte a metà posso dire che sono i freni peggiori che abbia mai provato dopo i TEKTRO economici della Trek Marlin 5 di mia figlia.
Nelle discese ripide mi ammazzo a dover applicare una forza immane sulle leve, i freni sono poco potenti, nulla a che vedere con quelli della BMC che erano degli Shimano Deore. Non so quali siano i più pregiati, so solo che questi SRAM Level richiedono una forza eccessiva che non ho mai applicato con la BMC dove frenavo senza problemi e con grande potenza con la poca forza di un solo dito. Qui mi stanco a frenare. E' indicibile ed incredibile. Forse i freni sono la peggior cosa di questa bicicletta ma non è colpa di Canyon in quanto non produce i freni.
Piuttosto se vogliamo colpevolizzare Canyon è sul fatto di utilizzare un kit così scadente e poco performante su una bicicletta da oltre 5mila euro.
Per il resto sono pienamente soddisfatto: reattiva, comoda, veloce in discesa, sul tecnico e ottima arrampicatrice. Leggera per la categoria di appartenenza, complici anche le leggerissime ruote in carbonio.
Il cambio ed il reggisella AXS sono una vera goduria e piacere di guida. Le sospensioni lavorano molto bene. Si macinano tanti km, senza affaticarsi, tranne i polsi e le mani nel frenare nei lunghi ripidoni. La ricomprerei? Ad occhi chiusi, ma i freni sono da cambiare assolutamente!
Riguardo il comando al manubrio ammortizzatore puoi sostituirlo mettendo quello con la leva...i freni l unica soluzione è sostituirli...vai di shimano...
 

drmale

Biker velocissimus
7/17/09
2,339
1,876
0
Brescia
Bike
SC Blur, RM Altitude, StbCubeAttain, GaryFisherProcaliber1991, BMWr65Scrambler
@HelloJacker puoi provare a cambiare dischi e pastiglie. Mettendo tutto braking o galfer, spesa media, la resa non so perché i level non li ho mai avuti, ma visto che gli, a detta di molti, "terribili" formula f1r, 2012, abbinati a braking diventano da riferimento, tentare non nuoce, tanto i dischi li ricicli anche con degli onesti xt. A casa ho anche xt e deore, però la frenata formula + braking mai più senza. Pastiglie carbon ceramiche acquistate per curiosità dopo la prova di Marco, promosse per durata e resa. Non sempre silenziose, ma davvero durevoli e potenti. Se hanno trasformato i vecchi f1r, magari possono fare qualcosa anche agli sram...
 
  • Like
Reactions: o_mr

Paoloderapage

Biker superis
9/1/14
486
321
0
34
Pistoia
Bike
Transition Spur & XC500
se sapevo che bastava chiederlo lo facevo prima :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
me lo guardo appena esco da lavoro... ma dalle poche cose che emergono dall'articolo mi sembra già di aver capito che ho fatto la scelta giusta con la Transition.