1.000 Km sulla full. Il bilancio

Clab04

Biker grossissimus
8/25/08
5,305
21
0
Roma Est
Nelle mie considerazioni sulla nuova bici credo che mi accompagnino due aspetti fondamentali.
Il primo è che non ho mai cercato la prestazione massima, ma il divertimento, inteso come ricerca di sensazioni positive in sella.
Il secondo è che per i precedenti 20.000 km circa e 15 anni di bici ho sempre avuto una front.
Inoltre, se può essere utile a qualcuno leggere le sensazioni di chi ha fatto questo passaggio da front a full, credo che sia da tenere bene a mente una cosa: oggi il mercato ci vende tutto per fare tutto e sembra che non ci sia niente di precluso.
Però io una costante ce la devo mettere e visto che un conto è dissertare sul mercato e un conto è cosa diavolo ci compriamo, la mia costante è il prezzo.
Io ho acquistato la mia full il giorno in cui ad un prezzo abbordabile (per me, naturalmente) ho trovato una bici che pesa meno della mia front precedente, che secondo le mie possibilità aveva un peso decente per fare tutto quello che mi piace fare.
Però, una front di pari prezzo sarebbe pesata quasi 2 chili in meno.
Quanto conti questa considerazione fate voi, per me un po’ sì
Alla luce di ciò, ecco il mio bilancio.
1. La salita
La salita rimane in salita. Io continuo ad avere delle apparizioni sugli stessi tornanti di una volta. Però sullo sconnesso salgo meglio, il ritmo, forse un po’ rallentato, è però più costante, e meno faticoso. Con la front ero costretto a dei cambi di ritmo per assicurarmi quella trazione che oggi mantengo più facilmente. Tutto ciò vale all’aumentare dello sconnesso, perché su asfalto ho delle ruote da trattore che solo per inquinamento acustico mi stancano.
Come dicevo, allo stesso prezzo avrei avuto 2 Kg. in meno, quindi è importante notare che salgo come prima ma senz’altro meno di come salirei con una front di pari prezzo.
2. La discesa
Limiti spostati in avanti e dunque ci si avventura di più.
Molti spostando i limiti scenderanno più veloci, forse un po’ anch’io, ma quello che apprezzo di più è senz’altro il poter affrontare più percorsi, più sentieri, più passaggi tecnici, e quella sensazione di tenuta complessiva della bici che fa una certa differenza rispetto alle bizzarrie della mia vecchia front.
E chi dice che con la front devi avere più manico ha ragione fino a un certo punto, perché per prima cosa il manico è il tuo e chissenefrega come ce l’hanno gli altri, secondo quelli che fanno freestyle in motocross mi sembra che abbiano sia escursioni della madonna, sia manico.
3. I sentieri
Che si tratti di terreno compatto o di sconnesso, io godo di più, e qui è secondo me il bello, ogni metro è finalizzato al piacere di percorrerlo, ogni nuovo sentiero ti spinge a buttartici, non mi capita più di pensare di lasciar perdere una traccia per paura che sia troppo “dura”, o quella sensazione, davanti ad un percorso fatto tante volte, che a un certo punto c’è un tratto dal fondo dissestato o così ostico da rendermelo sgradevole.
4. Conclusioni
E’ quest’ultimo aspetto che mi rifarebbe rifare 1.000 volte questa scelta.
Oggi mi dispiace scendere dalla bici, prima alle volte ero felice del giro, ma sazio.
Tra l’impresa nel suo complesso e ogni metro percorso, oggi preferisco ogni metro percorso, non aggiorno più sul PC i chilometri complessivi fatti, non considero più chissà quali nuovi percorsi da trovare, prendo, mi metto le scarpe ed esco.
Un’altra cosa che mi fa riflettere è che prima magari limavo sul peso, oggi mi carico lo zaino per avere tutto con me, per non fermarmi mai, e finisce che giro con un chilo in più di una volta, ma me ne frego.
Salgo meglio? No, più o meno come prima.
Scendo più veloce? Insomma, soprattutto più sicuro.
Mi diverto di più? Anni luce.
E detto da uno come me, che non è come quei treni che a riposo hanno 45 battiti al minuto (io vado per i 90) e che si porta appresso 41 anni e che dunque sta attento allo sforzo, non è cosa da poco.
Grazie per la lettura.
Claudio
 

Number 21

Biker tremendus
3/17/10
1,326
2
0
Rivoli (TO)
mi puoi dire che escursione hai (conosco a memoria la bici ma non ricordo forka e ammo)?
grazie per la recensione, mi sarà molto utile per il prox anno

avendo provato sia front che full, tutte da xc, cosa consiglieresti per delle garette?
 

majorebola

Biker superis
Non posso che quotarti, sembri uno che dopo anni di XC "gareggiati" è passato ad AM...

cambiando quella mentalità che differenzia due specialità che per gli estranei è tutta "MTB"...
Ed è fondamentalmente una differenza di mentalità, associata a performance pedalate inferiori della propria bici.
Si va più piano, ma ci si diverte di più.

Non so se è capitato anche a te, ma a me i percorsi che mi hanno dato maggior adrenalina sono state quelle discese lentissime, tecnicissime, dove l'obiettivo era stare in piedi e scendere rocce e radici senza ruzzolare come un sacco di patate a valle.

In fondo è per questo che ho deciso di non fare gare l'anno prossimo: MTB è divertimento, salire il più lontano possibile, vedere il posto più bello possibile, farsi le creste più belle e poi scendere in sentieri mozzafiato. Tutto qua, niente competitività, solo piacere di stare tra le montagne e con gli amici...

;) spero di non esser andato troppo lontano dal tuo discorso

PS: nulla contro XC e chi fa gare, è solo che non fa per me :)
 

alebuk

Biker velocissimus
4/23/07
2,357
0
0
Pisa
grande Clab !!!!

più che sulla bici in se è sull'uomo, sul biker che hai fatto questo bilancio.
 

samuelgol

Bürgermeister des Waldes
7/17/07
16,732
1,273
0
Bozen
Bike
Methanol
wow, complimenti per il kilometraggio..io 1.000 km li faccio in un anno purtoppo.

:spetteguless: Anche lui pressappoco. Ha detto che ne ha fatti 20000 in 15 anni, quindi circa 1300 all'anno.

Nelle mie considerazioni sulla nuova bici credo che mi accompagnino due aspetti fondamentali.
Il primo è che non ho mai cercato la prestazione massima, ma il divertimento, inteso come ricerca di sensazioni positive in sella.
Il secondo è che per i precedenti 20.000 km circa e 15 anni di bici ho sempre avuto una front.
Inoltre, se può essere utile a qualcuno leggere le sensazioni di chi ha fatto questo passaggio da front a full, credo che sia da tenere bene a mente una cosa: oggi il mercato ci vende tutto per fare tutto e sembra che non ci sia niente di precluso.
Però io una costante ce la devo mettere e visto che un conto è dissertare sul mercato e un conto è cosa diavolo ci compriamo, la mia costante è il prezzo.
Io ho acquistato la mia full il giorno in cui ad un prezzo abbordabile (per me, naturalmente) ho trovato una bici che pesa meno della mia front precedente, che secondo le mie possibilità aveva un peso decente per fare tutto quello che mi piace fare.
Però, una front di pari prezzo sarebbe pesata quasi 2 chili in meno.
Quanto conti questa considerazione fate voi, per me un po’ sì
Alla luce di ciò, ecco il mio bilancio.
1. La salita
La salita rimane in salita. Io continuo ad avere delle apparizioni sugli stessi tornanti di una volta. Però sullo sconnesso salgo meglio, il ritmo, forse un po’ rallentato, è però più costante, e meno faticoso. Con la front ero costretto a dei cambi di ritmo per assicurarmi quella trazione che oggi mantengo più facilmente. Tutto ciò vale all’aumentare dello sconnesso, perché su asfalto ho delle ruote da trattore che solo per inquinamento acustico mi stancano.
Come dicevo, allo stesso prezzo avrei avuto 2 Kg. in meno, quindi è importante notare che salgo come prima ma senz’altro meno di come salirei con una front di pari prezzo.
2. La discesa
Limiti spostati in avanti e dunque ci si avventura di più.
Molti spostando i limiti scenderanno più veloci, forse un po’ anch’io, ma quello che apprezzo di più è senz’altro il poter affrontare più percorsi, più sentieri, più passaggi tecnici, e quella sensazione di tenuta complessiva della bici che fa una certa differenza rispetto alle bizzarrie della mia vecchia front.
E chi dice che con la front devi avere più manico ha ragione fino a un certo punto, perché per prima cosa il manico è il tuo e chissenefrega come ce l’hanno gli altri, secondo quelli che fanno freestyle in motocross mi sembra che abbiano sia escursioni della madonna, sia manico.
3. I sentieri
Che si tratti di terreno compatto o di sconnesso, io godo di più, e qui è secondo me il bello, ogni metro è finalizzato al piacere di percorrerlo, ogni nuovo sentiero ti spinge a buttartici, non mi capita più di pensare di lasciar perdere una traccia per paura che sia troppo “dura”, o quella sensazione, davanti ad un percorso fatto tante volte, che a un certo punto c’è un tratto dal fondo dissestato o così ostico da rendermelo sgradevole.
4. Conclusioni
E’ quest’ultimo aspetto che mi rifarebbe rifare 1.000 volte questa scelta.
Oggi mi dispiace scendere dalla bici, prima alle volte ero felice del giro, ma sazio.
Tra l’impresa nel suo complesso e ogni metro percorso, oggi preferisco ogni metro percorso, non aggiorno più sul PC i chilometri complessivi fatti, non considero più chissà quali nuovi percorsi da trovare, prendo, mi metto le scarpe ed esco.
Un’altra cosa che mi fa riflettere è che prima magari limavo sul peso, oggi mi carico lo zaino per avere tutto con me, per non fermarmi mai, e finisce che giro con un chilo in più di una volta, ma me ne frego.
Salgo meglio? No, più o meno come prima.
Scendo più veloce? Insomma, soprattutto più sicuro.
Mi diverto di più? Anni luce.
E detto da uno come me, che non è come quei treni che a riposo hanno 45 battiti al minuto (io vado per i 90) e che si porta appresso 41 anni e che dunque sta attento allo sforzo, non è cosa da poco.
Grazie per la lettura.
Claudio

Interessante e tutto sommato condivisibile analisi. o-o
 

angra

Biker tremendus
5/9/10
1,158
17
0
lecco
Bike
Ghost Asket LC 8 - Hercules Klondike HT4
Ciao Clab04, sempre preciso, a volte poetico e sognatore nello scrivere.

Beh io non sono che un novizio della mtb, ma che dire.. io ora mi godo la front ma non si sa mai.
Mi piace il fatto che tu dove aver provato le due tipologia di guida hai trovato la tua strada, in tutti i sensi!!!
Scendere dalla bici e non volerlo quasi fare è una sensazione piacevolissima, perchè ciò significa che siamo soddisfatti di quanto abbiamo fatto ma non del tutto, e questo ci spinge sempre avanti alla ricerca di emozioni, a volte di adrenalina e di voglia di sognare, magari di essere un po professionisti.

Ciao
 

motobimbo

Biker nirvanensus
9/30/08
28,901
1,883
0
Cimino
Bike
reputazioni ricevute vecchio forum: 11.988
Clab...ti do un altro anno al massimo, non di più...:duello:
 

Fuocoz

Biker augustus
12/8/08
9,333
13
0
provincia MI
mi puoi dire che escursione hai (conosco a memoria la bici ma non ricordo forka e ammo)?
grazie per la recensione, mi sarà molto utile per il prox anno

avendo provato sia front che full, tutte da xc, cosa consiglieresti per delle garette?

a me piace un sacco tutta la serie nerve, che da XC che da AM, però da capire escursioni e pesi :medita:

La xc ha 120-120 e la am 140-150.

Non capisco quale parte del bellissimo post di clab ti abbia fatto pensare di chiedere a lui riguardo le gare, boh, misteri della vita :nunsacci:
 

Clab04

Biker grossissimus
8/25/08
5,305
21
0
Roma Est
wow, complimenti per il kilometraggio..io 1.000 km li faccio in un anno purtoppo.
Come dicevo, vivo questo periodo iniziale come un ragazzino che non vuole scendere dalla giostra.
1.000 chilometri in 2 mesi non è neanche il mio, di ritmo.
Ciao
Claudio
 

Number 21

Biker tremendus
3/17/10
1,326
2
0
Rivoli (TO)
è per sapere la sua opinione nel momento del passaggio da front a full (che forse farò anche io), immagino che non faccia gare e che non sia interessato a queste ma un'opinione è sempre gradita ^^
 

Clab04

Biker grossissimus
8/25/08
5,305
21
0
Roma Est
mi puoi dire che escursione hai (conosco a memoria la bici ma non ricordo forka e ammo)?
grazie per la recensione, mi sarà molto utile per il prox anno

avendo provato sia front che full, tutte da xc, cosa consiglieresti per delle garette?
Ciao Number 21,
L'escursione è 120, il numero perfetto in quanto a escursione secondo i Maya.
Guarda qui, c'è tutto: La bici è lei, la mia è semplicemente un po' meglio, pesa un po' di meno e l'ho pagata ancora meno ;-)
[url]http://www.canyon.com/_it/mountainbikes/bike.html?b=1794[/URL]
 

andrea182

Biker urlandum
12/6/07
528
0
0
venezia
Salgo meglio? No, più o meno come prima.
Scendo più veloce? Insomma, soprattutto più sicuro.
Mi diverto di più? Anni luce.
Claudio
Questo e' l'essenza della mtb ! Sono full-ista dal 2000 e di tanto in tanto salendo su di una front mi domando ( se non fai agonismo puro) come si fa...
La full e' essere rilassati e non guardare il crono ma assaporare ogni vibrazione che trasmettono le ruote...
Ovviamente de gustibus..
 

cowboy76

Biker cesareus
3/25/09
1,684
3
0
Ai piedi del Corno alle Scale..Prov. BO
Bike
Stumpy FSR expert carbon
Non so se è capitato anche a te, ma a me i percorsi che mi hanno dato maggior adrenalina sono state quelle discese lentissime, tecnicissime, dove l'obiettivo era stare in piedi e scendere rocce e radici senza ruzzolare come un sacco di patate a valle.
In fondo è per questo che ho deciso di non fare gare l'anno prossimo: MTB è divertimento, salire il più lontano possibile, vedere il posto più bello possibile, farsi le creste più belle e poi scendere in sentieri mozzafiato. Tutto qua, niente competitività, solo piacere di stare tra le montagne e con gli amici...

come non quotarti..

PS: nulla contro XC e chi fa gare, è solo che non fa per me :)

neanch'io ho nulla con fa fa xc, è mtb anche questa, ci mancherebbe, ma la mia idea di mtb è tutt'altro che pedalare a testa bassa guardandoi grammi e il tempo..
 

Clab04

Biker grossissimus
8/25/08
5,305
21
0
Roma Est
Non posso che quotarti, sembri uno che dopo anni di XC "gareggiati" è passato ad AM...

cambiando quella mentalità che differenzia due specialità che per gli estranei è tutta "MTB"...
Ed è fondamentalmente una differenza di mentalità, associata a performance pedalate inferiori della propria bici.
Si va più piano, ma ci si diverte di più.

Non so se è capitato anche a te, ma a me i percorsi che mi hanno dato maggior adrenalina sono state quelle discese lentissime, tecnicissime, dove l'obiettivo era stare in piedi e scendere rocce e radici senza ruzzolare come un sacco di patate a valle.

In fondo è per questo che ho deciso di non fare gare l'anno prossimo: MTB è divertimento, salire il più lontano possibile, vedere il posto più bello possibile, farsi le creste più belle e poi scendere in sentieri mozzafiato. Tutto qua, niente competitività, solo piacere di stare tra le montagne e con gli amici...

;) spero di non esser andato troppo lontano dal tuo discorso

PS: nulla contro XC e chi fa gare, è solo che non fa per me :)
Ciao majorebola.
Io non ho mai fatto gare in vita mia, ma in effetti il passaggio mentale è stato un po' questo, rinunciare a una cosa più prestazionale che prima cercavo non per arrivare prima ma per faticare meno, e scegliere qualcosa di semplicemente più divertente.
E siccome la testa fa tantissimo, ciò che ti diverte di più ti stanca di meno, ed è una stanchezza più bella.
Aggiungici che molleggiando la schiena ne trae vantaggio e il gioco è fatto!
;-)
A presto
Claudio
 

Clab04

Biker grossissimus
8/25/08
5,305
21
0
Roma Est
Ciao Clab04, sempre preciso, a volte poetico e sognatore nello scrivere.

Beh io non sono che un novizio della mtb, ma che dire.. io ora mi godo la front ma non si sa mai.
Mi piace il fatto che tu dove aver provato le due tipologia di guida hai trovato la tua strada, in tutti i sensi!!!
Scendere dalla bici e non volerlo quasi fare è una sensazione piacevolissima, perchè ciò significa che siamo soddisfatti di quanto abbiamo fatto ma non del tutto, e questo ci spinge sempre avanti alla ricerca di emozioni, a volte di adrenalina e di voglia di sognare, magari di essere un po professionisti.

Ciao
Ciao angra, grazie.
Fai bene a goderti la tua front, ci sono tante frecce al tuo arco.
Io ci ho passati decenni felici con la front, e non posso neanche dirti che avrei dovuto cambiare prima, perché per quello che volevo e soprattutto potevo permettermi, era il mio massimo.
Non volere mai fermarsi lo imputo alla cotta iniziale che ho preso, tra un po' rallenterò i ritmi e tutto mi sembrerà un po' più normale.
Comunque, finché dura...
Ciao
Claudio
 

Ultimi itinerari e allenamenti