01 settembre 2010 - Una giornata che ha lasciato "i segni"

Bandw

Biker assatanatus
4/4/10
3,459
4
0
Catania
www.bandw.it
Sono le 07:47, perfettamente ad orario sulla tabella di marcia, quando inforco l’Altomontana davanti al Rifugio Ragabo,
Stamattina l’aria è davvero fresca e porta quasi fastidio quando si pedala all’ombra.
Il primo tratto scorre tranquillo, metro dopo metro, sotto le ruote della mia MTB, tirata a lucido come ogni volta quando rientro da un’uscita su sterrato. I km passano, lascio l’altomontana ed inforco la strada che mi porterà al rifugio Timparossa.
DSCN0975.jpg


Pedalo, l’aria diventa più respirabile, una lepre mi osserva incuriosita, forse non è abituata e vedere bikers quassù
DSCN0976.jpg


Arrivo al rifugio Timparossa, ne approfitto per una pausa “banana”
DSCN0978.jpg


Mentre mangio, entro a visitare il rifugio. Non è passato molto tempo da quando ci sono passato la volta scorsa, ma stavolta lo trovo ben fornito di generi di prima necessità che altri visitatori hanno lasciato, quasi quasi mi farei tentare da un bel cucchiaino di nutella
DSCN0980.jpg


Riparto, lascio la pista che mi ha portato fin qui, da adesso in poi so che sarà dura, non ho notizie di questo S.T. ma da quello che ho visto precedentemente su G.E, non promette niente di buono…………. Ed infatti il primo tratto è proprio difficile, pedalarci sopra è pressoché impossibile, qui l’aMmuTtaBike si manifesta nel massimo delle sua espressione
DSCN0983.jpg


Le mie Quechua da Ttrekking della Deca fanno il loro sporco lavoro.
Dopo tanta salita, ho Heidi che riecheggia nella mia mente quando guardando in alto, vedo le caprette sul monte Nero che belano e forse mi fanno anche“Ciao”, ma poi ho un serio dubbio che è la stanchezza che dà i suoi primi frutti.

Finalmente la salita finisce e davanti a me si riapre un panorama mozzafiato
DSCN0990.jpg


Ma la gioia dura abbastanza poco, seguendo il sentiero, la terra morbida mi fa chiudere la ruota anteriore e ………volo carpiato e caduta soffice (….ed è 1), o quasi, sulla cenere vulcanica, niente di particolare, mi alzo e proseguo, so però che adesso inizia la parte più difficile. Il sentiero, come già avevo visto su alcune mappe finisce sull’ultima colata lavica del 2002, ma pensavo di trovare almeno due sassi calpestati che mi dessero un indizio o inizio di traccia, ma nulla, solo colata lavica e pietre taglienti sotto di me da attraversare con la bici sulle spalle. Le mie scarpe 47 fanno del loro meglio per trovare l’appoggio migliore per farmi rimanere in piedi, ma una colata lavica è un insieme di pietre porose e quindi taglienti che sotto ogni passo si muovono sempre in direzione diverse……

DSCN0993.jpg

……..appunto, direzioni diverse, ed infatti mentre io porto la mia RR sulle spalle, scivolo e patatrac, mi siedo violentemente su una bella pietra (….e 2), sento che mi sono graffiato un po’ dietro la coscia, mi passo la mano ma non vedo sangue, quindi proseguo andando in direzione ovest cercando di trovare la strada che mi dovrà condurre sull’Etna.
Ma non tutte le ciambelle riescono col buco, altro piede su “Rolling Stone” e altro graffio sul polpaccio (…e 3!!)
DSCN0996.jpg


Questo brucia di più, pazienza, lascerà il segno per un po’ dentro e fuori di me 

All’improvviso mentre sono ancora con la bici sulle spalle, vedo la luce!!!!! Una bellissima strada in terra battuta davanti a me. E’ lei, quella che cercavo io, adesso in teoria sarei dovuto scendere a valle per proseguire con il mio itinerario previsto o comunque per rientrare e curarmi il graffio sul polpaccio, ma il paesaggio verso “Su” è troppo bello ed invitante, e così decido di “salire”
DSCN0997.jpg


Sono a quota 1873 mt. e l’obiettivo è solo assaporare un po’ del versante Nord dell’Etna e quindi ….pedalo.
Mi fermo ogni tanto per assaporarmi il panorama
DSCN1005.jpg


Mi soffermo sul mio Michelin Wild Race’r 2.0, forse è arrivato il momento di cambiarlo
DSCN0999.jpg



Ogni tanto, tra una barretta ed una frutta, faccio qualche scatto diverso

DSCN1012.jpg

DSCN1005.jpg

DSCN1003.jpg


Ma qui il paesaggio è incantevole, bocche eruttive ormai spente sembrano volermi inghiottire
DSCN1014.jpg


Uno sguardo a valle verso Nord e mi sembra di toccare con mano le isole Eolie.
Vulcano, Lipari e Salina sembrano piccoli scoglii che affiorano dal mare
DSCN1024.jpg


Ma anche la Calabria non è da meno
DSCN1025.jpg


Salgo, curve e tornanti si susseguono uno dietro l’altro e ogni volta mi dico: “Dopo questo torno giù a valle”
DSCN1028.jpg


A 2.700 mt. giro la bici per tornare a valle, ma poi rifletto, ricordo che verso i 2.850 mt ci dovrebbe essere l’osservatorio astronomico, ma non si vede ancora nulla, quindi com’è ovvio……. continuo a salire.
Lascio questa traccia che conduce a torre del Filosofo (dove sono arrivato qualche settimana fa ) e dirigo verso l’obiettivo prefissatomi qualche centinaio di metri prima.
Qui il paesaggio è davvero “LUNARE”, la foto non rende quello che effettivamente il paesaggio offre ma parla lo stesso da sola
DSCN1030.jpg


Ultime pedalate e finalmente dopo circa 4:30 h circa che sono partito, raggiungo l’osservatorio, qui l’aria è davvero fredda, il vento soffia abbastanza e così indosso la giacca antivento
DSCN1035.jpg


Sono a 2.825 mt, il navigatore me lo mostra entusiasta
16471.jpg


Mi faccio l’ultima foto “panoramica”
DSCN1036.jpg


Una moltitudine di nuvole stanno arrivando e sembrano avvertire di sbrigarmi prima che mi facciano assaggiare la loro impetuosità.
Accendo la mitica helmet cam e inizio la lunga discesa che dopo circa 30 minuti adrenalinici mi porta a valle
DSCN1039.jpg


Faccio un piccolo giro perlustrativo a Piano Provenzana tra i turisti che allibiti mi hanno visto scendere dagli inferi dell’Etna e poi dirigo vero l’auto.
Arrivo al Rifugio Brunek dopo 35.5 km percorsi, forse pochi ma sicuramente abbastanza intensi e indelebili.
La bici riporta qualche segno dell’escursione di oggi
DSCN1040.jpg


Guardo la mia rock shox e vedo che ha proprio lavorato duramente
DSCN1041.jpg


Mangio qualche frutta e bevo l’ultima porzione di bevanda energetica preparatami a casa, carico tutto in auto e dirigo verso casa.

Per strada faccio il riepilogo della mattinata trascorsa. Sono sicuramente contento per la meta raggiunta oggi, anche perché non era prevista questa escursione fin oltre quota 2.800 mt con un’ascesa di quasi 1.600, ma so anche che sulla colata lavica ho rischiato parecchio, un’altra caduta e forse solo gli avvoltoi mi avrebbero ritrovato  ma …………….ormai è acqua passata, devo solo cercare di attutire il “colpo a casa”.

.....E con quelli di oggi sono 2000 km, una giornata che ha lasciato davvero “dei segni” profondi....

Il resto delle foto è possibile vederlo qui
http://www.bandw.it/gallery MTB/Etna in MTB 2/album/index.html

Questo è stato il giro del giorno
GE01settembre2010800.jpg


Numeri
- Distance -> 35.5 km
- Min Alt-> 1417 mt
- Max Alt -> 2829 mt
- Max Speed -> 61.3 km/hour
- Asc. tot. -> 1596 mt.
- Avg Speed-> 6.7 km/hour
- Start Time-> 2010-09-01T05:49:17Z
- End Time-> 2010-09-01T11:09:01Z
- Cal. -> 2232
 

Bandw

Biker assatanatus
4/4/10
3,459
4
0
Catania
www.bandw.it
io invidioso


:smile::smile::smile::smile:
............dai l'Etna è sempre lì, basta un pò di buona volontà e ogni obiettivo diventa un indimenticabile traguardo raggiunto. o-o

Prossimamente, come hanno fatto già molti altri, congiungerò il Rif. Sapienza con Piano Provenzana (la salita da sud è meno faticosa che dal lato nord). :i-want-t:
 

bucchi

Biker serius
3/15/06
275
0
0
Ragusa
www.greenbikerg.com
:smile::smile::smile::smile:
............dai l'Etna è sempre lì, basta un pò di buona volontà e ogni obiettivo diventa un indimenticabile traguardo raggiunto. o-o

Prossimamente, come hanno fatto già molti altri, congiungerò il Rif. Sapienza con Piano Provenzana (la salita da sud è meno faticosa che dal lato nord). :i-want-t:

Complimenti per la bella escursione....

Io credo che sei pronto per il giro completo:

da piano provenzana scalata al cratere e discesa al Sapienza e giro dell'altomontana......80 km.....

Saluti.

Giuseppe.
 

Bandw

Biker assatanatus
4/4/10
3,459
4
0
Catania
www.bandw.it
Complimenti per la bella escursione....

Io credo che sei pronto per il giro completo:

da piano provenzana scalata al cratere e discesa al Sapienza e giro dell'altomontana......80 km.....

Saluti.

Giuseppe.

Grazie anche a te Bucchi, il giro che proponi è molto allettante e mi frulla in testa da un pò e penso di farlo, ma non sò ancora quando.
L'altomontana non è un problema, ne a farla prima e ne dopo, quello con cui vorrei andare con i piedi di piombo è sempre l'Etna, mi accorgo che il meteo cambia repentinamente alle alte quote. Tempo fà un mio amico, a metà agosto dovette tornare, appunto dall'osservatorio che ho raggiunto in questa escursione, con la jeep dell'INGV, perchè una grandinata lo aveva bloccato sopra.......e parliamo sempre del mese di agosto!!!! :nunsacci:

Comunque ho qualche altra cosuccia da fare prima, devo vedere quanto reggono le gambe prima di avventurarmi in una cosa del genere (sono ancora novello) e comunque in compagnia sarebbe meglio, almeno si ha una spalla su cui piangere quando le forze mancano!!!! :specc::smile::smile:

Davvero complimenti @bandw, giro spettacolare, nulla da dire....
Grazie Maxingandalf, mi fà piacere che non ci sia nulla da dire, significa che è stato davvero gradito o-o
 

seatime

Biker ciceronis
5/7/10
1,439
33
0
sicilia
Bike
.
a vedere la foto del copertone e relativo commento ne deduco che tu la pagnotta ai componenti non gliela vuoi fare guadagnare :-)
 

Bandw

Biker assatanatus
4/4/10
3,459
4
0
Catania
www.bandw.it
a vedere la foto del copertone e relativo commento ne deduco che tu la pagnotta ai componenti non gliela vuoi fare guadagnare :-)

Ma perchè, pensi che una gomma come questa debba portarmi ancora in giro ??? :smile:

DSCN1000.jpg


Certo, se poi consideriamo che circa 200 km fà con questa gomma sono anche salito pedalando fino a Torre del Filosofo, allora posso anche ritenermi abbastanza soddisfatto :i-want-t:

Comunque ieri ho passato il Michelin anteriore da 2.0 dietro, e davanti gli ho messo il 2.3, e fino quando non vedrò fango, penso di tirargli il collo a questi Wild Race'r, poi ho già preso gomme più adatte ad altri tipi di sterrato
 

seatime

Biker ciceronis
5/7/10
1,439
33
0
sicilia
Bike
.
da me centralmente sta uscendo la camera quasi di fuori, si vedono piccoli bozzi.
Dove hai trovato poi la camera per il 2.3 ?
 

Bandw

Biker assatanatus
4/4/10
3,459
4
0
Catania
www.bandw.it
da me centralmente sta uscendo la camera quasi di fuori, si vedono piccoli bozzi.
Dove hai trovato poi la camera per il 2.3 ?

Be, non è che sia il massimo lisciarla e camminarci ancora, io con i bozzi non ci vado in giro, prima che poi il bozzo me lo faccio in testa :smile::smile::smile:

Camere da 2.3 ne trovo in giro, sono tutte da DH quindi ho lasciato quella che montavo già precedentemente cioè per pneumatici da 1.75 a 2.125
 

seatime

Biker ciceronis
5/7/10
1,439
33
0
sicilia
Bike
.
io aspetto i nuovi che se ho culo arrivano oggi o ormai prox settimana.
Perchè non usi quelle da dh ? teoricamente non è saggio farle espandere a quella misura e avresti anche più possibilità di forare.
 

Bandw

Biker assatanatus
4/4/10
3,459
4
0
Catania
www.bandw.it
Perchè non usi quelle da dh ? teoricamente non è saggio farle espandere a quella misura e avresti anche più possibilità di forare.

Esatto, teoricamente non è saggio, ma praticamente tutte quelle da DH che ho trovato e visto, partono da 2.4 ed arrivano a 2.8 e mi sembrano un tantino esagerate :nunsacci:
Complimenti!

Grazie anche a te :celopiùg:

Comunque volevo sottolineare che non ho messo la traccia in formato GPX in quanto il tratto che ho fatto sulla lava non è segnato sulle mappe di OSM o meglio vi è una fantomatica linea retta, improponibile da fare sia in MTB che a piedi, quindi voglio evitare che qualcun altro si impantani sulla lava come me.
Peraltro, il sentiero esiste, ma è più facilmente riconoscibile e rintracciabile, dal tratto di sterrato che sale per andare sul versante nord dell'Etna e si immette sulla lava in direzione Rif. Timparossa/Monte Nero.:il-saggi:
 

Ultimi itinerari e allenamenti